ICT ATED
ULTIME NOTIZIE ated ICT Ticino
ATED
1 gior
Quando la tecnologia è a supporto del sociale
Un esempio su tutti: durante il lockdown. Ma si può andare oltre all'emergenza, a spiegarlo un seminario web
ATED
2 gior
Identità culturali a confronto
È in lavorazione un cortometraggio realizzato da due allievi luganesi per riflettere sulle differenze culturali
LUGANO
6 gior
A Visionary Day 2020 con Supsi
All’evento di ated, SUPSI analizza impatti e ricadute delle tecnologie digitali su una molteplicità di settori.
ATED
1 sett
Come difendersi dalle frodi e truffe online
Nessuno è al sicuro, nemmeno i colossi dell'hi-tech come Twitter. Un seminario web per capire come difendersi
ATED
1 sett
Digital Entertainment: un’evoluzione che segna la convergenza tra musica, gioco e film
Negli ultimi 30 anni grazie al progresso tecnologico è cambiato il modo di fruire contenuti.
ICT ATED
1 sett
Security Lab è al Visionary Day
L’appuntamento organizzato da ated-ICT Ticino vede Security Lab fra le aziende in prima fila con contenuti e webinar
ATED
2 sett
Quelle competenze digitali che possono fare la differenza
Ce ne sono diverse e nell'attuale scenario lavorativo sono fondamentali, ai Visionary Day un webinar per conoscerle
ICT ATED
2 sett
Cybersecurity: aziende più preparate, ma rischi sempre alti
Ibm rilascia il “Cyber resilient organization report”
CANTONE
2 sett
Arrivano i Voxxed Days Ticino Workshops e Devoxx4kids2020
L’appuntamento si terrà tra lunedì 28 settembre e giovedì 8 ottobre
ICT ATED
3 sett
Le influencer fanno squadra
Nascono i primi sindacati di categoria in USA e UK
ICT ATED
3 sett
SwissCovid: un’arma contro il Coronavirus
Per controllare i nuovi focolai sono fondamentali le applicazioni di tracciamento dei contatti tramite i cellulari.
ICT ATED
3 sett
La pirateria digitale attacca i VIP
Una maxi truffa digitale ha colpito gli account di personaggi famosi e di aziende note
ATED
3 sett
La trasformazione digitale è di scena al Visionary Day
Visionary Day ritorna per il secondo anno e anima l’Autunno digitale svizzero
ATED
4 sett
La lettura oggi si ascolta
La nuova frontiera è negli audiolibri e nei podcast con cui fruiamo i contenuti
LUGANO
1 mese
A tutto Moodle
Everest Academy Lugano e ated-ICT Ticino promuovono un corso per imparare a usare la piattaforma Moodle
ICT ATED TICINO
18.05.2020 - 09:220

#Coronavirus: terreno fertile per le mail di phishing

Quali sono gli attacchi più diffusi, come riconoscerli e arginarli?

L'emergenza dettata da COVID-19 ha creato una condizione di difficoltà per privati e imprese, che l’industria del Cybercrime sta cercando di sfruttare attraverso un incremento delle azioni di phishing. In particolare, gli attacchi informatici tramite mail di phishing hanno avuto inizio dai primi giorni di Marzo e si sono protratti per i successivi due mesi, con un picco di infezioni in queste ultime settimane. E una realtà italiana che si chiama CybergON, business unit di Elmec Informatica dedicata alla cybersecurity, ha realizzato molto approfondita delle mail di phishing più diffuse in questo periodo che veicolano soprattutto tre malware: Trickbot, Ursnif ed Emotet.

Si tratta principalmente di malware in circolazione ormai da anni e che ciclicamente sono aggiornati e ritoccati per provare a renderli non rintracciabili da soluzioni anti-malware. Osserviamo anche che gli oggetti delle mail in questione non sono particolarmente originali, ma sono ancor più pericolosi perché fanno leva sulla paura e sulle preoccupazioni più diffuse in questo momento. Questi sono alcuni esempi di oggetto: “Corona virus cure for china, italy” “Cancel shipment due to corona virus – new shipping details” “New COVID-19 prevention and treatment information.

Di seguito, alcuni esempi di mail malevole analizzati nel report di CybergON che trascinano con sé allegati in grado di infettare il dispositivo con uno dei malware sopra citati:

Esempio n°1: Trickbot
Si tratta di un malware progettato per rubare i dati privati degli utenti, dirottando i browser web.

In genere presenta un oggetto di questo tipo: “Coronavirus: informazioni importanti su precauzioni” e include come allegato un documento word comunemente nominato “f21368535400.doc”, “Covid_19_test_form.doc”, “guida_coronavirus.doc”, ecc. che, una volta aperto, si presenta in questa maniera (vedi foto allegata n.1).

L’utente viene così ingannato e spinto ad effettuare un download, che una volta partito infetta il dispositivo.

Esempio n°2: Emotet
Emotet è un pericoloso malware il cui obiettivo è infiltrarsi nell’account bancario dell’utente e appropriarsi dei suoi soldi. Un oggetto tipico di una mail contenente questo tipo di attacco è “Coronavirus countermeasures”.
Il documento allegato è sempre un word e mostra un messaggio che tende ad ingannare l’utente con l’accettazione di un license agreement. Anche in questo caso, lo scopo è far partire un download necessario all’infezione della macchina vittima (vedi foto allegata n.2).

Esempio n°3: Ursnif
Ursnif è un virus che mira a registrare informazioni sensibili dell'utente, come sequenze di tasti, accessi / password salvati, attività di navigazione sul web, informazioni di sistema e così via.
Una tipica mail di phishing contenente un attacco di questo tipo prevede un oggetto di questo tipo: “Invio COPIA Ordine/Fattura: Procedure x Coronavirus”.
L’allegato è questa volta un file Excel che, come gli altri, contiene una macro VBA, cioè una parte di codice necessario ad automatizzare azioni molto ripetitive e che ha l'obiettivo ultimo di infettare e diffondere il malware (vedi foto allegata n.3).

Per non rischiare di compromettere i nostri computer quando arrivano i messaggi che abbiamo segnalato, le precauzioni in qualità di utente che consigliamo di adottare sono quelle più semplici ma non per questo banali:

  1. controllare l’indirizzo del mittente per rendersi conto se sia o meno plausibile sfruttare tool online per verificarne la reputazione nel caso in cui non lo si conosca, ad esempio: ; Senderscore; MxToolbox;
  2. non scaricare file in allegato o file a cui si viene condotti tramite link, se proprio necessario sfruttare piattaforme che effettuano gratuitamente l’analisi di file, come Virustotal;
  3. non cliccare link senza essersi prima accertati della bontà dell’e-mail;
  4. chiedere a qualche collega se ha già ricevuto una mail dello stesso tipo o informarsi su Internet circa campagna caratterizzate dallo stesso oggetto dell’e-mail ricevuta.

L’analisi tecnica completa di CybergON è consultabile a questo link.

 

CHI È ated – ICT Ticino

ated - ICT Ticino è un’associazione indipendente, fondata e attiva nel Canton Ticino dal 1971, aperta a tutte le persone, aziende e organizzazioni interessate alle tecnologie e alla trasformazione digitale. Dal suo esordio, ated - ICT Ticino organizza manifestazioni e promuove innumerevoli conferenze, giornate di studio, visite e viaggi tematici, workshop e corsi. ated - ICT Ticino collabora con le principali istituzioni pubbliche e private, enti e aziende di riferimento, nonché altre associazioni vicine al settore tecnologico e all’innovazione. Grazie alla costante crescita qualitativa dell’attività svolta sul territorio, ated – ICT Ticino si propone come l’associazione di riferimento nell’ambito economico, politico ed istituzionale del cantone, in grado di favorire il dibattito tra aziende e professionisti e capace di coinvolgere le giovani generazioni, grazie ai percorsi promossi dal programma ated4kids a da tutte le sue altre iniziative.

Allegato 1
Guarda le 3 immagini

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-08-13 08:03:39 | 91.208.130.85