Keystone
ULTIME NOTIZIE Dal Mondo
TUNISIA
1 ora
Naufragio al largo di El Aouabed, recuperati 3 corpi
REGNO UNITO
1 ora
Brexit, Johnson ha 12 giorni per presentare una proposta
STATI UNITI
2 ore
I big della tv americana dicono no agli spot sulle e-cig
ITALIA / FRANCIA
2 ore
Migranti, disgelo fra Conte e Macron
GIAPPONE
2 ore
Fukushima, assolti tre ex dirigenti della Tepco
STATI UNITI
3 ore
16enne muore accoltellato in una rissa: tutti facevano video senza intervenire
STATI UNITI
11 ore
Trump contro i senzatetto: «Rovinano il prestigio delle città»
ITALIA
11 ore
Prove di dialogo tra Conte e Macron
STATI UNITI
13 ore
La Fed taglia (ancora) i tassi e fa arrabbiare Trump
STATI UNITI
13 ore
«Il muro mette a rischio i siti archeologici dell'Arizona»
NIGERIA
14 ore
Donne in piazza contro i "killer degli hotel"
KENYA
14 ore
Questo cucciolo di zebra non ha le strisce, è a pois
STATI UNITI
14 ore
L'appello di Greta al Congresso: «Ascoltate la scienza»
REGNO UNITO
14 ore
Immagine neonazi contro Harry in tv, la Bbc si scusa
STATI UNITI
15 ore
I 75 miliardi immessi dalla Fed nel sistema finanziario Usa stanno dando i loro frutti
GERMANIA
20.08.2019 - 12:050

Mettere un tetto agli affitti è ammissibile

Lo ha stabilito la Corte costituzionale tedesca. Una norma prevede un aumento massimo del 10% rispetto all'inquilino precedente

KARLSRUHE - Il "freno sugli affitti" non viola la Costituzione tedesca: lo ha stabilito oggi in una sentenza la Corte costituzionale di Karlsruhe. Nel dibattito che da mesi alimenta la discussione in Germania sugli aumenti degli affitti nelle grandi città e sulla difficoltà di trovare case "pagabili" si aggiunge un nuovo tassello.

Il cosiddetto "freno sugli affitti" - un tetto limite di aumento in vigore dal 2015 a Berlino e che consente di alzare l'affitto solo del 10% rispetto al contratto precedente - è compatibile con la Costituzione perché non lede i diritti della proprietà né la libertà contrattuale, dicono i giudici di Karlsruhe.

La sentenza dell'alta Corte ha origine dal ricorso di una proprietaria di berlinese che aveva alzato gli affitti oltre il limite consentito, era stata portata in tribunale dai suoi affittuari per la trasgressione e il tribunale di Berlino le aveva dato torto, costringendola a risarcire la quota eccedente.

La signora aveva chiesto quindi alla Corte di esprimersi sulla costituzionalità della misura legislativa. I giudici di Karlsruhe hanno motivato la sentenza dicendo che "è nell'interesse pubblico contrastare lo spostamento di fasce economicamente più deboli della popolazione dai quartieri della città più richiesti".
 
 

Commenti
 
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-09-19 09:38:21 | 91.208.130.89