CR
Chi vede il rinoceronte bianco?
ULTIME NOTIZIE Viaggi & Turismo
SAN GALLO
23 ore
RagARTz: 83 artisti, 16 paesi e 400 opere d’arte
La grande mostra di sculture resta ancora aperta fino al 31 ottobre
Viaggi & Turismo
5 gior
Navigare attraverso il Parco del delta del Po
Patrimonio UNESCO: tappe finali della “Locarno-Milano-Venezia”
CANTONE / ITALIA
1 sett
Locarno-Venezia: sul Naviglio Grande
In viaggio sulle vie navigabili che portano alla Serenissima
Viaggi & Turismo
2 sett
Quinten, la riviera della Svizzera orientale
Ultima tappa del reportage alla scoperta dell’Heidiland, tra Bad Ragaz e il Walensee
NEWSBLOG VIAGGI
2 sett
“Senda dil Dragun”: il sentiero più lungo del mondo
A colloquio con Reto Poltéra, promotore di un progetto turistico sostenibile
ITALIA
3 sett
Macugnaga: museo della montagna e del contrabbando
Reportage su una regione ricca di storia, montagne e natura incontaminata.
SAN GALLO
4 sett
Il magico eremo dei Walser nella Valle di Calfeisen
Reportage alla scoperta dell’Heidiland, tra Bad Ragaz e il Walensee
BOSCO GURIN
1 mese
I Guriner al lavoro per il futuro di Bosco Gurin
“Tavola rotonda” promossa dalla comunità culturale e politica per dare una nuova identità al comune Walser
GRIGIONI
1 mese
Arosa Bärenland: la nuova casa degli orsi bruni
Reportage alla scoperta dei Grigioni: le perle di Coira, Arosa e Laax.
ASCONA
1 mese
Ascona, si salpa per Venezia
Nuova edizione del trekking culturale sulla storica idrovia
Viaggi & Turismo
1 mese
C’era una volta una bambina chiamata Heidi
Reportage alla scoperta dell’Heidiland, tra Bad Ragaz e il Walensee
ZURIGO
22.05.2021 - 16:000

La savana africana sullo Zürichberg

La nuova area rappresenta indubbiamente un scusa per visitare lo zoo di Zurigo

ZURIGO - Certo, lo zoo di Zurigo non è un consiglio da insider, ma in ogni caso, vale la pena visitarlo - ancora di più dopo l'apertura della savana africana. La Savan Lewa, con i suoi 5.6 ettari di superficie, è stata inaugurata il 6 giugno dello scorso anno.

Lo zoo di Zurigo si trova appena fuori dal centro della città, in campagna, ma è facile da raggiungere. Lo zoo, che esiste dal 1929, ispira con la sua diversità di specie. Più di 380 specie di animali possono essere visti qui in recinti quasi naturali. Vari habitat animali come le foreste pluviali, le steppe e i paesaggi fluviali sono stati ricreati con precisione per questo scopo e assicurano un'esperienza realistica.

La nuova savana è accessibile attraverso il parco degli elefanti e ospita un totale di 15 specie di animali come giraffe reticolate, rinoceronti bianchi e zebre di Grevy, antilopi e struzzi, suricati e iene maculate e altri animali della savana africana. Per inciso, la savana di Zurigo prende il nome e modello dalla Lewa Wildlife Conservancy in Kenya. Patrimonio mondiale dell'UNESCO, il Lewa Wildlife Conservancy è stato sostenuto dallo Zoo di Zurigo per 22 anni.

Al centro dell’area vi è il villaggio di Lewa con un edificio scolastico, un salone di parrucchiere e un piccolo campo d'aviazione in erba africana con un aereo da safari e uno stand duty-free. Da qui si possono raggiungere le diverse aree della savana di Lewa.

La prima cosa che ho fatto è stata quella di avere una panoramica della zona da sopra la pozza d'acqua. Davvero impressionante quello che lo zoo ha costruito qui con molto amore per i dettagli. Proprio di fronte a noi passavano i rinoceronti, per poi ritirarsi nell'angolo più lontano della savana, a malapena riconoscibili poco dopo. Le giraffe mangiano in pace mentre zebre, struzzi e antilopi sciabola fanno il loro giro nel recinto.

Impressionanti sono anche le repliche degli enormi alberi di baobab, che danno alla savana un'immagine autentica. Nel sud-est della savana, oltre il bus safari a due piani, che serve da punto di osservazione, ci sono altri recinti di animali in mezzo a un impressionante paesaggio roccioso. Qui, tra gli altri, le impressionanti iene maculate sono di casa - soprattutto durante l'alimentazione c'è molto movimento nel recinto. Dall'altra parte della savana, ho incontrato i pappagalli grigi che fischiano allegramente nella voliera che attraversa il parco - come mi ha svelato la guardiana allegramente - questi sono i pappagalli che maggiormente amano imitare vari suoni e versi (di noi umani).

Dalla voliera, un burrone conduce alla casa delle giraffe, che ospita le giraffe reticolate e i rinoceronti bianchi. Normalmente questa casa è vuota perché gli animali pascolano all'aria aperta. All'uscita, si passa per degli spioncini attraverso i quali si possono osservare i ratti talpa nudi - attualmente insieme alla loro prole. Sono, dal mio personale punto di vista, piuttosto in fondo alla lista degli animali più belli del mondo, possiedono comunque un certo fascino. Tra l’altro: corrono all'indietro con la stessa velocità con cui corrono in avanti. Tornando verso la piazza del villaggio si passa davanti ai simpatici suricati sempre in piena attività.

Cosa succede allo zoo la sera dopo l'orario di chiusura? Potreste scoprirlo durante la passeggiata notturna, vivere il parco da un altro lato e lasciarvi coinvolgere in un'esperienza unica nella savana di Lewa. Il programma include: passeggiata guidata, cena all'aperto, pernottamento in tenda safari, colazione al ristorante Pantanal, giro mattutino nel parco degli elefanti. Purtroppo per quest’anno tutte le date sono occupate.

Testo a cura di Claudio Rossetti

Contatto: newsblog@viaggirossetti.ch
Link utile: www.viaggirossetti.ch
www.instagram.com/viaggirossetti


YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-09-23 11:23:08 | 91.208.130.86