Segnala alla redazione
Strega tra i paletti
Belalp Tourismus
VALLESE
15.01.2019 - 11:510

In Vallese una gara di sci per sole streghe

A Belalp tutto pronto per una grande festa, tra sport e tradizione

BRIGA – Forse non lo sapevate, ma in Vallese nei pressi della città di Briga, da anni viene organizzata una gara di sci aperta unicamente alle streghe. La discesa, in programma nel comprensorio sciistico di Belalp da Hohstock a Blatten, è lunga 12 chilometri e richiede un’ottima condizione fisica. Nella parte superiore, la pista è piuttosto ripida e impegnativa, mentre sotto si snoda in curve comode attraverso il terreno alpino e il bosco.

Blatten è un idilliaco villaggio vallesano che offre agli amanti della natura una molteplicità di avventure. La regione dichiarata dall’UNESCO patrimonio naturale mondiale da qui è facilmente raggiungibile. Belalp è un apprezzato comprensorio di sport invernali. 

Belalp è stata scoperta nel 19º secolo da alpinisti e turisti. Sull’Aletschbord nel 1856/57, a 2'130 metri è stato costruito l’Hotel Belalp, dove le personalità di un tempo erano di casa.
Henri Dunant, il primo ministro inglese Lord Asquith o l’alpinista Wintrop Young sono solo alcuni di quegli assidui frequentatori. Nel 1954 con la costruzione della ferrovia di montagna e nel 1963 con il primo skilift la regione fu raggiunta dal turismo moderno.
L’autenticità si è però conservata.

Si narra che a Belalp si aggirasse un tempo una strega. In suo ricordo si organizza una volta all’anno, a gennaio, su questa panoramica terrazza soleggiata, una delle gare di sci popolari, grandi e insolite della Svizzera: gli sciatori sono infatti tutti travestiti da strega e indossano maschere selvagge. Con questa divisa sfrecciano dallo Hohstock sulle piste «Häx oben» e «Häx unten» fino a Kühmatte e da lì oltre, giù a valle, passando per Tschuggen. La meta della discesa delle streghe è il bel paesino di montagna di Blatten.

Per la 37 edizione della gara “inferno”, in programma il 19 gennaio, si sono già iscritti più di 500 partecipanti. La competizione, che viene trasmessa su video-wall nella zona d’arrivo è completata da attività ludiche e gastronomiche.

Perché non prepararsi per la prossima edizione? Le streghe sportive ticinesi sono avvertite!

Testo a cura di Claudio Rossetti

Contatto: newsblog@viaggirossetti.ch 
Link utile: www.viaggirossetti.ch 

Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-12-14 11:05:44 | 91.208.130.85