Immobili
Veicoli

Verità immobiliariTicino Summer of Love

14.04.22 - 13:41
Per dimenticare i drammi della guerra in Ticino è scoppiato l'amore.
Verità immobiliari
Ticino Summer of Love
Per dimenticare i drammi della guerra in Ticino è scoppiato l'amore.

È scoppiato l’amore. 

Scoppiato. 

Insieme alle bombe e allo schifo. 

Anche se non riusciamo a essere ottimisti davanti alla distruzione, sappiamo che a ogni azione corrisponde una reazione.

È la legge più famosa della termodinamica, ma nessuno avrebbe immaginato che potesse tornarci utile in un momento come questo. 

Se non altro per capire. 
Per accorgersi di quel che sta succedendo. 

E così, inaspettatamente, 
il Ticino ha scoperto l’amore. 

Sembra una roba retorica. 

Forse in parte lo è, ma di fronte a certe dinamiche non si può andare troppo per il sottile. 

In un caso come questo forse il cliché diventa un ottimo modo per esprimere un punto di vista. 

La meraviglia dell’aiuto, il beneficio del prossimo, la serenità dei piccoli gesti, quei gesti di cui, nella nostra dimensione quotidiana ormai alienata conturbata e inurbata, ci eravamo completamente dimenticati.

Nello scorrere compulsivo della società e dell’economia, della finanza e del profitto, dell’individualismo narcisista di questo secolo, dell’indifferenza e dell’isolamento ellenista. 

Ma ancora: 
dopo anni di pandemia che ci hanno insegnato a stare lontani dagli altri, perché il nemico si annida nel prossimo. 

Dopo la novità che è diventata consuetudine, la politica del distacco, il metro di distanza, la lontananza, la diffidenza.

In tutto ciò, nel momento in cui il secolare assetto del continente europeo vacilla per la prima volta - pericolosamente - da quasi ottant’anni, contemporaneamente un nuovo sentimento serpeggia insicuro tra le persone. 

Un sentimento nuevo, come direbbe Battiato. 

Non siamo abituati, non ci hanno abituato. 

Ebbene, prendiamoci questa goccia di bellezza che scaturisce dall’immensa tragedia, 
facciamo in modo che non sia vana.

Abbiamo scoperto la meraviglia di compiere una buona azione.

Seguiamola per una volta.

Benvenuti in un raro, impervio, sprazzo d’amore. 

Che com’è tutti i fiori rari nasce dal letame e dalle rocce più scoscese.

È questo il momento per essere retorici, perché è il momento in cui i nodi vengono al pettine, e nel nostro sconfinato egoismo sappiamo che i gesti in fondo lo facciamo anche per noi, per sentirci meglio. 

Ma non è questo il giorno per impelagarsi nella psicanalisi della trista condizione umana. 

Oggi ce ne freghiamo. 

Oggi, nella distruzione, amiamo.