archivio
ULTIME NOTIZIE Target
TARGET
1 gior
LinkedIn Stories: Cosa sono? A cosa servono? Sono davvero utili?
Dalla loro introduzione, suscitano pareri discordanti: vediamo insieme quali sono le loro potenzialità e i loro limiti
TARGET
5 gior
Come promuovere la nostra attività all’Estero: i consigli dell’esperto
Parla Roberto Bernasconi, già responsabile Sviluppo e Marketing Internazionale di importanti banche e aziende svizzere
TARGET
1 sett
Facebook come strumento di vendita: funzioni e opportunità attuali, possibilità future
Tutto il percorso d’acquisto potrà svolgersi sul social, e in modo immersivo. Scopriamo di più con Nicola Fidenzio
TARGET
1 sett
Tutti i segreti di YouTube e YouTube Ads per promuovere la propria attività
Ce li ha rivelati Marco Sepertino, da anni tra i massimi esperti di questi ambiti del digital marketing
TARGET
2 sett
Come si evolveranno i social media nel 2021? La parola agli esperti
Utenti e addetti ai lavori guardano al futuro delle piattaforme online, in una quotidianità ancora in cambiamento
TARGET
2 sett
A lezione di marketing dai pirati: che cos’è il funnel “A.A.R.R.R.”
Apprezzatissimo nel mondo del growth hacking, in cinque step può garantire il successo della nostra strategia online
TARGET
3 sett
Amazon entra in concorrenza con le farmacie: cosa aspettarsi in Svizzera e in Italia?
Dagli USA all’Europa, il passo per Amazon Pharmacy potrebbe essere breve: come possono reagire gli addetti ai lavori?
TARGET
3 sett
Mettere i clienti al centro è il segreto del successo, ma come si fa?
Aba Ferraresi, esperta di Customer Care e Assistenza Post-Vendita, ci ha raccontato come si realizza questa attività
TARGET
4 sett
Digital detox durante le feste: 3 consigli per “disintossicarsi” dalla tecnologia
Sempre connessi, sempre reattivi: come approfittare della pausa natalizia per ribilanciare il rapporto coi nostri device
TARGET
1 mese
L’amore ai tempi del Covid-19: come sono cambiate le app di incontri?
Il desiderio di interagire a fini “sentimentali” è più forte del social distancing: le piattaforme di dating ringraziano
TARGET
1 mese
SMS Marketing: ha ancora senso inviare “messaggini” pubblicitari?
Certo che sì, con la giusta strategia alle spalle. Ecco come possono aumentare le vendite di professionisti e aziende
TARGET
1 mese
Cosa sono le nuove Instagram Guides, e come e perché dovremmo usarle per promuoverci
Dopo una fase di test, l’ennesima novità social è disponibile per tutti gli utenti della popolarissima app
TARGET
1 mese
Come creare Facebook e Instagram Ads last minute per vendere a Natale
È tardi per cominciare a pensarci, ma non ancora tutto è perduto: 3 consigli per fare annunci efficaci in pochi giorni
TARGET
1 mese
YouTube Director Mix: personalizzare le inserzioni video ora è alla portata di tutti
Video pubblicitari adattati ad ogni utente in pochi clic: che cos’è e come funziona il rivoluzionario tool di Google
TARGET
1 mese
Esistono un orario e un giorno perfetto per pubblicare sui social?
Mattina, pausa pranzo, pomeriggio o cena? Lunedì, mercoledì o weekend? La risposta non risiede solo negli insights
TARGET
1 mese
Buyer Personas: che cosa sono, come si creano, a cosa servono
Come tratteggiare aspetti personali, lavorativi e psicologici del pubblico, migliorando l’efficacia della pubblicità
TARGET
2 mesi
Al via le newsletter su LinkedIn: come crearle, quali sono i loro vantaggi
Contenuti esclusivi e fidelizzazione: com’è nata e andrà usata la nuova funzionalità del social network professionale
TARGET
2 mesi
A cosa serve un ufficio stampa, che cosa fa e perché dovresti averne uno
Vantaggi noti e meno noti di affidarsi a chi gestisce i rapporti con giornali, portali, radio, tv e influencers
CANTONE
23.08.2020 - 22:190
Aggiornamento : 25.08.2020 - 12:14

Sui social… le dimensioni contano! Guida 2020 all’ottimizzazione di immagini e testi

Le info aggiornate per evitare tagli antiestetici ai visual e limitazioni espressive su Facebook, Instagram e LinkedIn

LUGANO - Lasciando da parte il loro utilizzo quotidiano, a scopo di intrattenimento o comunicazione, chi lavora attraverso i social media impara ben presto che, per utilizzarli al meglio, deve conoscerne le caratteristiche, i continui aggiornamenti e, per quanto possibile, gli algoritmi alla base della diffusione dei contenuti che pubblichiamo.

Focalizzandoci proprio su questi ultimi, quante volte vi è capitato di caricare un’immagine, magari su cui avevate lavorato parecchio, per poi scoprire che Facebook o LinkedIn l’avrebbero automaticamente tagliata in modo non ottimale per la visualizzazione, o ancora che la sua risoluzione non fosse sufficiente per gli standard delle piattaforme? O, ancora, vi è già successo di scegliere un numero troppo alto di hashtags per il vostro post su Instagram? O ancora che le stories che volevate condividere non avessero le proporzioni giuste?

All’interno di questo articolo, quindi vogliamo darvi un piccolo vademecum per non dover più affrontare questi irritanti problemi. Aggiornato a oggi, ovviamente, e quindi valido finché dimensioni e caratteri non cambieranno di nuovo!

Facebook - Dimensione delle immagini, numero di caratteri utilizzabili

Per quanto riguarda le pagine Facebook, le dimensioni consigliate per immagine di copertina e immagine del profilo sono rispettivamente 820 x 462 pixel e 180 x 180 pixel, eventualmente moltiplicandole - come le altre a cui ci riferiremo - mantenendo il rapporto tra larghezza e altezza. Attenzione, poi, a non dimenticare le proporzioni della copertina da mobile, che tagliano leggermente le cover: se ci sono dettagli o testi nella grafica, e ci preme che si vedano bene sia da desktop che da smartphone o tablet, quindi, è bene posizionarle al centro dell’immagine. Per quanto riguarda le immagini del profilo, invece, non dimentichiamo che esse vengono esposte all’interno di un cerchio e che, quindi, è bene che si prestino a veder smussare i loro angoli. Se invece ci riferiamo alle immagini dei post pubblicati, i contenuti orizzontali dovrebbero essere di 1200 x 630 px, mentre quelli verticali dovrebbero raggiungere un’altezza ottimale di 1800 px. Per le stories, come vedremo anche quando parleremo di Instagram, dovremo tenerci su un rapporto tra larghezza e altezza pari a 9:16, con una dimensione consigliata di 1080 x 1920 px.

E i testi? Difficile rischiare di forzare il limite su Facebook: un post su questa piattaforma, infatti, può arrivare a più di 63.000 caratteri spazi inclusi. Meglio contenersi, tuttavia! Un post su questo social dovrebbe andare dai 40 ai 50 caratteri in media, per attirare l’attenzione dell’utente. L’esperto di marketing Jeff Bullas ha valutato, infatti, che l’engagement è più incoraggiato quando si rimane sotto la soglia degli 80 caratteri.

Instagram - Dimensione delle immagini, numero di hashtag e caratteri utilizzabili

Se non consideriamo l’immagini del profilo, le cui dimensioni ottimali sono di 160 x 160 pixel, a livello di pubblicazioni, Instagram offre la possibilità di affidarsi a visual con diversi rapporti di proporzione. C’è il più tradizionale 1:1, l’immagine quadrata che dovrebbe misurare da 600 x 600 px a 1080 x 1080 px; c’è il cosiddetto formato landscape, ovvero orizzontale, con una proporzione di 1.91:1, una taglia massima di 1080 x 566 px e un minimo di 600 x 355 px; c’è infine il portrait verticale, con rapporto 1:1.25 che deve partire da 480 x 600 px e arrivare al massimo a 1080 x 1350 px. Come anticipato, il formato per le stories ha un rapporto 9:16, con dimensioni consigliate 1080 x 1920 px.

Per quanto concerne le didascalie dei contenuti postati su Instagram, il limite ufficiale è fissato a 2200 caratteri e 30 hashtags. Secondo un’analisi di Social Sprout, sono da preferire i post che arrivano fino a 150 caratteri, poiché stimoleranno l’utente a cliccare sul testo per leggerlo completamente, portandolo a soffermarsi sul contenuto.

LinkedIn - Dimensione delle immagini, numero di caratteri utilizzabili

Sul social professionale per eccezione, i formati delle grafiche oscillano a dipendenza del tipo di account attivato. Il profilo personale, infatti, ha una copertina che misura 1584 x 396 pixel ed è sempre pienamente visibile. In una pagina aziendale, invece, la cover è di 1536 x 768 px, ma l’area visibile di default si ferma a 1350 x 220 px. In entrambi i casi, sono consigliate foto profilo di 400 x 400 px. Quando si pubblicano contenuti su questi feed, bisogna nuovamente differenziare: le immagini dei post su LinkedIn, se condivise da una pagina business, hanno una misura suggerita di 1200 x 1200 px; quelle sui profili individuali, invece, possono limitarsi anche a 520 x 220 px.

La differenziazione riguarda anche le caption di testo. I profili personali hanno un limite di caratteri pari a 1300, mentre le pagine aziendali hanno un po’ di spazio in meno per la scrittura, ovvero 700 caratteri. Contrariamente agli altri social, su LinkedIn la lunghezza dei post non è contenuta, bensì premiata. Uno studio eseguito su 3000 post LinkedIn di successo ha rivelato che funzionano meglio quelli con un numero di caratteri alto, i quali ottengono più reazioni, interazioni e condivisioni. Insomma, via libera alla vena creativa.

I fattori di cui tenere conto, i limiti numerici, i consigli d’uso per i social media sono molti, ma è possibile ricordarli, tenerne nota e sfruttarli a nostro favore, soprattutto se da ciò dipendono, almeno in parte, la nostra reputazione e il nostro business. Qualora volessi evitare di pensarci, ma comunque promuovere la tua attività con questi strumenti, siamo a disposizione per fornirti una consulenza gratuita. Potremo individuare gli obiettivi da raggiungere, e percorrere insieme la strada per riuscirci… di certo, preoccupandoci noi di caratteri e pixel!

Articolo a cura di Linkfloyd Sagl, agenzia di marketing e comunicazione in Ticino.


YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-01-20 02:20:52 | 91.208.130.89