Cerca e trova immobili

Sanità-InnovativaDiabete: cos'è e come combatterlo

26.01.24 - 16:30
Insidioso e spesso silente, il diabete può avere anche gravi conseguenze.
Sanità Innovativa
Diabete: cos'è e come combatterlo

NEWSBLOG
Rubriche argomentali a pagamento curate da aziende e inserzionisti esterni

Insidioso e spesso silente, il diabete può avere anche gravi conseguenze.
Ma se diagnosticato precocemente e trattato in modo adeguato, è possibile continuare ad avere un'ottima qualità di vita.

Forse hai appena ricevuto una diagnosi che ti ha spaventato o forse sei preoccupato per un tuo famigliare. In ogni caso, ti stai chiedendo cos'è il diabete e come possa influenzare la tua qualità di vita.

Bene, sei nel posto giusto. Innanzitutto, devi sapere che il diabete è una malattia metabolica cronica, che si manifesta con un'elevata concentrazione di glucosio nel sangue, una condizione conosciuta come iperglicemia. Questo accade quando il corpo non riesce a produrre abbastanza insulina o comunque non riesce più a regolare i livelli di glucosio nel sangue.

Oltre a quello gestazionale, legato alla gravidanza, esistono due tipi di diabete: il diabete di tipo 1 e il diabete di tipo 2. Il diabete di tipo 1 è di fatto una malattia autoimmune, a causa della quale il sistema immunitario attacca le cellule del pancreas, deputate alla produzione di insulina. Nel diabete di tipo 2, la forma più comune, è invece il corpo che smette di produrre insulina.

In Svizzera, si stima che circa mezzo milione di persone soffra di diabete nelle sue diverse forme, quindi capirai bene quanto sia importante comprendere questa patologia e mettere in atto misure preventive per ridurre il rischio di svilupparla.

Sanità Innovativa


Diabete: cause e fattori di rischio

Ti sei mai fermato a pensare da cosa dipenda il diabete? La risposta non è così semplice come potrebbe sembrare. Ci sono infatti diversi fattori che possono aumentare il rischio di sviluppare questa malattia.

Iniziamo con la genetica. Purtroppo, la famigliarità con il diabete ha il suo peso, quindi se hai un genitore, un fratello o una nonna con il diabete, le tue probabilità di sviluppare la patologia sono maggiori. Ovviamente, non puoi avere nessun controllo su questo aspetto, ma saperlo può aiutarti a prevenire il diabete, mettendo in atto i comportamenti più adeguati.

Molto, invece, puoi fare sullo stile di vita. Il sovrappeso, ad esempio, è un alto fattore di rischio per il diabete, così come l'alimentazione gioca un ruolo importante: una dieta ricca di cibi ad alto contenuto di zuccheri, grassi saturi e carboidrati raffinati, infatti, può aumentare in modo considerevole il rischio di sviluppare la malattia.

Altri fattori di rischio importanti includono l’ipertensione arteriosa e valori elevati di colesterolo e trigliceridi nel sangue, facilmente misurabili con semplici analisi del sangue.

Ovviamente, non tutti coloro che presentano questi fattori di rischio svilupperanno il diabete, ma se hai dei dubbi, non esitare a parlarne con un medico, l'unica persona che può davvero aiutarti a capire meglio quali sono i rischi che corri e come arginarli.



I sintomi del diabete: riconoscerlo per prevenirlo

Il diabete è una malattia insidiosa, soprattutto perché può svilupparsi nel tempo, senza che tu te ne accorga. Nonostante ciò, in molti casi possono comparire piccoli sintomi che, se colti per tempo, possono aiutare a contrastare un eventuale peggioramento.

Uno dei sintomi più comuni del diabete è la sete eccessiva, accompagnata da un aumento della frequenza urinaria. Questo accade perché il corpo cerca di eliminare l’eccesso di glucosio nel sangue attraverso l’urina. Anche la stanchezza o un insolito senso di affaticamento generale durante il giorno potrebbero essere indizi significativi.

Altri sintomi includono visione offuscata, prurito e infezioni frequenti, soprattutto a livello dell’apparato genito-urinario. Inoltre, potresti notare un formicolio o un intorpidimento nelle mani o nei piedi, che può essere il segno di danni ai nervi causati da livelli elevati di glucosio nel sangue.

In presenza di questi sintomi, quindi, il primo passo è consultare un medico, per poi procedere agli esami diagnostici più appropriati, a cominciare dalla misurazione del glucosio, per poi proseguire con analisi più approfondite per confermare un'eventuale diagnosi.

Sanità Innovativa


Il trattamento della patologia

Hai scoperto di avere il diabete? Niente paura! Anche se il diabete è una malattia cronica, può essere gestito efficacemente con le giuste strategie e uno stato d'animo sereno.

Il primo passo, indispensabile per scongiurare il peggioramento della malattia, è modificare il tuo stile di vita, cominciando a nutrirti meglio e a fare regolare attività fisica. Non devi diventare un nutrizionista o un atleta, ma sappi che anche i cambiamenti più piccoli possono fare la differenza. Inizia, dunque, a mangiare più frutta e verdura, a limitare il consumo di zuccheri e grassi saturi e a fare almeno 30 minuti di attività fisica al giorno, fosse anche solo una passeggiata all'aperto.

Se poi cambiare vita non basta, allora sappi che oggi esistono trattamenti farmacologici efficaci, da individuare in relazione al tipo di diabete di cui soffri. Per il diabete di tipo 1, molto probabilmente avrai bisogno di iniezioni di insulina, mentre per il tipo 2, potrebbero essere sufficienti dei farmaci orali. In ogni caso, forza e coraggio, perché anche con il diabete si può vivere bene e a lungo.


Questo articolo è stato realizzato da Associazione EKUOS, non fa parte del contenuto redazionale.
COMMENTI
 

Lore55 1 mese fa su tio
Grande articolo di spessore! Se serve a pubblicizzare l'associazione va be'. Se no, niente di nuovo!!! Anzi ...
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE