pixabay.com
Medicina Estetica
11.03.2021 - 18:150

Gambe “segnate” dai capillari: come fare?

L’ozonoterapia può risolvere questo inestetismo grazie a un approccio terapeutico

Per anni la pelle delle tue gambe è apparsa liscia e uniforme, poi d’improvviso ecco emergere dei rigagnoli rosso-bluastri: sono i capillari sanguigni, sono sempre stati lì ma prima erano invisibili. Perché? Perché funzionavano bene, il sangue ossigenato scorreva in essi e tutto funzionava alla perfezione.

Con l’invecchiare, questi minuscoli vasi sanguigni che si diramano nelle periferie del nostro organismo tendono a occludersi, rendendosi visibili sulla superficie della pelle. Come farli sparire? Alcune terapie mirano a distruggerli, ma il migliore approccio è quello terapeutico offerto dall’ozonoterapia. Questo trattamento, infatti, punta a rivascolarizzare i capillari attraverso l’iniezione di ozono nei vasi occlusi. L’ozono viene inserito nel vaso con un sottilissimo ago con un procedimento che non causa alcun dolore al paziente.

L’immissione di ozono nel vaso sanguigno permette di sbloccare quest’ultimo e al sangue ossigenato di tornare a scorrere: di conseguenza il vaso ritorna al suo colorito originario e sparisce dalla superficie della pelle. Dopo il trattamento il paziente non è costretto a portare bendaggi o calze compressive e può dunque tornare alla sua vita di tutti i giorni senza alcun fastidio. 

Visita Medi Jeunesse - La medicina estetica a Lugano


YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-04-15 12:37:23 | 91.208.130.89