mobile report Segnala alla redazione
SAVOSA
16.11.2018 - 14:590

Sciatica, ne soffri o pensi di soffrirne?

Ecco cosa dovresti sapere

 

Se ti capita di avvertire una sensazione di dolore, più o meno acuta, che dalla parte bassa della schiena si irradia attraverso gluteo, coscia, passando attraverso la gamba fino al piede, allora potresti soffrire di sciatalgia.

 

Origine del nervo sciatico
Avrai notato che l’elenco delle aree anatomiche che possono essere influenzate da questa “algia” può essere corposo e questo è dovuto al fatto che ad essere coinvolto è il nervo più lungo e voluminoso del corpo umano, il nervo ischiatico o sciatico, le cui fibre originano nel plesso lombo-sacrale, nervi spinali lombari L4 e L5 e nervi spinali sacrali S1, S2 e S3, coinvolgendo i muscoli piriforme, i glutei, gli ischiocrurali fino al cavo popliteo, diramandosi poi in due tragitti, quello interno alla tibia che termina nella parte mediale del piede e quello laterale della tibia che termina nella parte laterale del piede.

 

Cosa causa il dolore?
Lo schiacciamento del nervo sciatico o di uno dei nervi spinali da cui origina, è la causa principale di irritazione ed infiammazione che dà luogo ad una sensazione più o meno intensa di dolore.

I fattori di compressione del nervo posso derivare da:

  • Presenza di un’ernia intervertebrale nell’area lombo-sacrale
  • Insorgenza di una discopatia lombo-sacrale di tipo degenerativo dovuta a lesione o all’invecchiamento. Con l’avanzare dell’età la colonna vertebrale può infatti subire modificazioni della propria forma e predisporsi alle patologie appena elencate.
  • Insorgenza di una stenosi vertebrale lombo-sacrale, caratterizzata da un restringimento di una parte del canale vertebrale al cui interno vi è il midollo spinale.
  • Casi di spondilolistesi lombo-sacrale: scivolamento di una vertebra sull'altra.
  • Casi di neoplasia spinale nel tratto lombo-sacrale della colonna vertebrale.
  • Stato avanzato di gravidanza. In tale circostanza il nervo sciatico viene infiammato dall’aumento di volume dell’utero.
  • Lesioni del nervo sciatico stesso, dovute ad esempio a fratture scomposte delle ossa degli arti inferiori o a lesioni accidentali durante gli interventi di protesi dell’anca
  • Modificazioni della colonna vertebrale dovute ad artrite. Le infiammazioni articolari tendono infatti a modificare anatomicamente la colonna irritando per compressione il nervo sciatico.
  • Il diabete ha tra le sue complicanze quella di poter deteriorare i nervi, tra cui anche quello sciatico.
  • Sedentarietà. Individui che conducono una vita sedentaria sono più soggetti a soffrire di sciatica riaspetto a soggetti che svolgono attività fisica.
  • Sindrome del piriforme

 

La sindrome del piriforme
In presenza di questa sindrome il dolore è causato da un’eccessiva contrazione del piriforme che può comprimere ed irritare il nervo sciatico e, mimando una vera e propria ernia del disco, provocare sciatalgia.

Il piriforme è un muscolo di forma triangolare che congiunge la faccia pelvica dell’osso sacro con il femore ed ha come funzione quella di abduzione dell’anca e di stabilizzazione dell’articolazione della stessa.

Anatomicamente, a seconda dei soggetti, il piriforme può trovarsi molto vicino al nervo sciatico, a volte può addirittura contenerlo, oppure trovarsi molto distante.

Nei casi di schiacciamento del nervo sciatico dovuta a troppa contrazione, importante sarà indagare se il piriforme abbia risposto ad un errato assetto tenuto al di sopra della zona lombare oppure se la causa scatenante sia da ricercare al di sotto di tale zona e quindi in traumi alle articolazioni di ginocchio e caviglia.

Generalmente sono soggetti a questa sindrome i runner, chi abitudinariamente rimane per troppo seduto, chi assume posture scorrette anche in posizione eretta e gli uomini che tengono il portafogli nella tasca posteriore dei pantaloni.

 

Come comportarsi in caso di sciatica?
La risposta è: “Dipende”.

Abbiamo visto nel titolo precedente come il nervo sciatico possa essere irritato in molteplici modi, le cause, la localizzazione e l’intensità del dolore possono essere diverse ma vi sono tuttavia delle accortezze che è utile avere ed altre situazioni che sarebbe utile evitare.

Cosa è utile:

  • Assunzione di antidolorifici ed antinfiammatori: riduce l’infiammazione del nervo sciatico ed allevia la sensazione di dolore.
  • Freddo o alternanza freddo – caldo: impacchi localizzati di questo tipo, leniscono il dolore e sono indicati soprattutto nel caso in cui l’infiammazione del nervo dipenda da trauma.
  • Stretching: se la problematica al nervo sciatico deriva da sindrome del piriforme oppure nei casi in cui si voglia riprendere l’attività fisica (meglio di tipo aerobico), dopo aver sofferto di problemi al nervo sciatico ed essersi esaurita la fase acuta del dolore.
  • Esercizi posturali specifici: utili per migliorare la flessibilità e la mobilità della colonna vertebrale, migliorare il sostegno della schiena, migliorare e correggere la postura.
  • Perdita di peso: un regime dietetico ipocalorico è consigliato nei casi in cui l’eccessivo peso corporeo sovraccarica la colonna interessando poi il nervo sciatico.
  • Fisioterapia: nella fase acuta sono necessari trattamenti manuali e massaggi mirati effettuati da fisioterapisti o osteopati
  • Rivolgersi al proprio medico: quando il dolore resta persistente nonostante l’assunzione dei farmaci ed i trattamenti fisioterapici. In tal caso la problematica potrebbe essere di tipo neurologico e connessa ad una discopatia, protrusione o ernia discale.

Cosa è meglio evitare?

  • Movimenti bruschi e poco controllati che possano ulteriormente infiammare il nervo. Eccessive torsioni e flessioni del tronco sono assolutamente da evitare.
  • Sedentarietà
  • Inattività prolungata: una prolungata fase di riposo, per paura di avvertire dolore, potrebbe non giovare alle articolazioni ed i muscoli irrigidendoli ulteriormente. Svolgere leggeri esercizi, consigliati e seguiti da un fisioterapista, da un osteopata o da un istruttore qualificato, possono risultare molto utili.
  • Attività fisica con alti carichi: sollevare pesi e compiere allenamenti che richiedono potenza, possono risultare molto deleteri soprattutto se non eseguiti con una postura corretta. Molto meglio svolgere attività fisica aerobica e camminare.
  • Stress: le situazioni stressanti influiscono sui nervi, tra cui anche quello sciatico.

 

Come prevenire l’insorgenza della sciatica
Muoversi e compiere un’adeguata e regolare attività fisica è molto importante sempre e questo caso non fa eccezione.

La sedentarietà, soprattutto se prolungata nel tempo, indebolisce la muscolatura e rende le articolazioni più fragili e la mobilità molto limitata.

Tutti fattori questi che, per contro, favoriscono l’insorgere della sciatica.

Fondamentale sarà svolgere esercizi di tipo funzionale (ad esempio i plank) per migliorare la core stability e lavorare sulla tonificazione ed il rinforzo di muscoli quali: trasverso dell’addome, obliqui interni ed esterni, multifido, retto dell’addome, quadrato dei lombi ed i muscoli del pavimento pelvico.

Il core è infatti il nostro nucleo principale, responsabile dell’attivazione biomeccanica ed in grado non solo di trasmettere forza agli arti superiori ed inferiori ma anche di fornirci la necessaria stabilità per resistere a forze e condizionamenti esterni, distribuendo il carico sulla muscolatura coinvolta ed evitando di sovraccaricare la colonna vertebrale soprattutto durante cambi di direzione repentini ed accelerazioni.

Non solo però tonificazione e rinforzo ma anche esercizi di stretching (soprattutto per il piriforme), di riequilibrio e rieducazione posturale, come quelli praticati nello yoga o nel pilates.

Nel caso in cui si svolga un’attività lavorativa che costringa a rimanere per lungo tempo seduti, si consiglia l’ausilio di supporti lombari e, di tanto in tanto, di rimettersi in posiziona eretta e fare qualche passo camminando.

Come sempre nel nostro centro potrai trovare professionisti disponibili ed a tua disposizione per approfondimenti e chiarimenti sull’argomento. Ti invitiamo quindi a visitare il nostro CLUB di Savosa ed approfondire la ricca lista di corsi e servizi in ambito personal trainer offerti; oppure richiedici un appuntamento contattandoci allo 096 966 13 13 o via e-mail: fitness@a-club.ch 

A cura di Filippo Greco
Personal Trainer ed Istruttore Fitness presso il Centro A-CLUB di Savosa

Copyright © 1997-2018 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2018-12-12 04:43:43 | 91.208.130.86