Segnala alla redazione

ULTIME NOTIZIE ated ICT Ticino
CANTONE
15 ore
Nasce il primo osservatorio privacy in Ticino
L’obiettivo della nuova Associazione è quello di diffondere la cultura della data protection in tutte le realtà economiche e amministrative del cantone
ATED
4 gior
Collaborazione indipendente dalla sede, con Webex si può
Uno scambio sicuro di dati e comunicazione efficiente resi possibili grazie a questa soluzione, Paul Saxer ci racconta i vantaggi
ATED
6 gior
Anche la tecnologia ha un cuore
A che cosa dovrebbe servire, se non a migliorare la vita dell’uomo? È la filosofia alla base del successo di Dell Technologies, da sempre animata da un nobile fine: «Il progresso dell’umanità»
ATED
1 sett
L'app della vita? Ci pensa "Progettare Informatica"
Il servizio di InformatiCH si prefigge di ovviare alle problematiche più o meno frequenti, proponendosi come intermediario fra committenti e sviluppatori
LOCARNO
1 sett
E-learning: parte il primo corso ticinese di Moodle
Security Lab, società leader nell’e-Learning e nella Cyber Security, presenta in Ticino la piattaforma open source di Learning Management System più diffusa al mondo
LUGANO
1 sett
#STEM, #Crowfunding, #FakeNews, #Networking
Giovedì 28 novembre all'Hotel Lugano Dante Center, Maria Francesca Corrado, Alex Orlowsky e Paolo Gasperi
LUGANO
1 sett
USI Hackathon 2019
Dal 15 al 17 novembre si terrà il primo USI Hackathon all'Università della Svizzera italiana a Lugano
ICT TICINO
1 sett
Tranquillo Cloud, di nome e di fatto
Anche i dati sono in cerca di adeguata protezione
LUGANO
2 sett
Minecraft4Switzerland debutta a Lugano all’Hackathon dell’USI
Si tiene presso il Campus universitario dal 15 al 17 novembre il primo Hackathon promosso da Code Lounge in collaborazione con ated4kids e la Città di Lugano per il tramite di Lugano Living Lab
ATED
2 sett
Progetto «Estage»: al via la quarta edizione
Forte dell’ottimo e crescente riscontro ottenuto nelle prima tre edizioni, la piattaforma sarà attiva per il quarto anno di fila
CANTONE
3 sett
Convertita con riserva
Elena Cavadini è traduttrice diplomata in inglese e tedesco della Scuola Superiore per Interpreti e Traduttori di Milano e responsabile del settore traduzioni della ditta SayIT SA di Novazzano
CANTONE
1 mese
Nuove competenze digitali per il lavoro che cambia: dove trovarle?
ATED DIGITAL ACADEMY propone alcuni percorsi di formazione tecnici insieme ad altri sulle competenze emotive o soft skill
ATED
1 mese
La sicurezza è un abito cucito su misura
Contro le minacce, le soluzioni standardizzate non bastano. Ogni azienda è un caso a sé e deve studiare un percorso ad hoc: parola del team di Security Lab, che ne ha fatto una missione
CANTONE
1 mese
«I dati sono la moneta del nuovo millennio»
Non solo file da mettere sotto chiave, ma informazioni preziose da sfruttare a fini di business. «Un bene inestimabile» di cui si ha ancora poca consapevolezza: Nicola Moresi ci spiega come trattarli
CANTONE
1 mese
Viaggio al centro della rivoluzione digitale
File ordinate di server, luci, cavi colorati: benvenuti nel datacenter di Tinext a Morbio Inferiore, dove aziende ed enti pubblici vengono traghettati nel futuro
ICT TICINO
1 mese
Voxxed Days Ticino 2019: gli sviluppatori ticinesi si confrontano con il mondo
Dagli sviluppatori per gli sviluppatori!
ATED
1 mese
itSMF: perché è necessario un Security Audit ed un Risk Assessment?
Se ne discuterà nel prossimo evento che si terrà il 23 Ottobre 2019
CANTONE
1 mese
Come far crescere la propria pagina aziendale su Linkedin?
Un potentissimo strumento di marketing se si ha una follower base significativa
ATED
1 mese
Il talento e la regola delle 10.000 ore
Esiste la ricetta per il successo? L’impegno conta o è solo questione di fortuna? Parliamone con Sergio Ermotti
LUGANO
1 mese
Voxxed Days Ticino: il globale incontra il locale
Il sogno continua e questo sabato saranno oltre 300 gli sviluppatori che parteciperanno alla quinta edizione di Voxxed Days Ticino
ICT TICINO
1 mese
Con Wikimedia il sapere è di tutti. E la tecnologia entra nelle scuole
Diffondere la cultura informatica: è l’impegno condiviso con ated – ICT Ticino, con cui l’associazione elvetica collabora da tempo. Ecco come
ATED
28.10.2019 - 10:450
Aggiornamento : 15:10

A Lugano è Robotmania

La passione per la robotica diventa sempre più contagiosa e anno dopo anno le sfide internazionali si fanno più ambiziose

Grazie al programma Roboticminds4kids promosso da Ated – ICT Ticino e rivolto ai giovani ticinesi la passione per la robotica diventa sempre più contagiosa e anno dopo anno le sfide internazionali si fanno più ambiziose.

Saranno tre quest’anno le squadre di Ated4Kids in lizza per la FIRST® LEGO® League, una competizione che nello scorso anno scolastico ha visto il team Smilebots gareggiare nella finalissima di Detroit, dove si è classificato al 12° posto, su oltre 38.800 squadre partecipanti.

Ma fra i progetti più interessanti e utili ideati in passato proprio da Smilebots, la squadra luganese finalista, ricordiamo SmartPipes, un sistema innovativo per evitare lo spreco dell’acqua testata con successo nel Comune di Muzzano

Nuove sfide - È tempo di nuove sfide per i giovani ticinesi. Dopo un esaltante risultato all’ultima edizione della FIRST® LEGO® League, la cui finalissima si è tenuta in aprile a Detroit, dove il team svizzero Smilebots si è classificato dodicesimo al mondo, ma in totale le squadre iscritte alla competizione mondiale erano oltre 38.800, con più di 310.400 iscritti provenienti da 100 Paesi, è ora di pensare al prossimo obiettivo.

Con l’inizio dell’anno scolastico 2019-2020 tre squadre ticinesi, sostenute da ated4Kids, il progetto promosso da Ated – ICT Ticino, parteciperanno alla nuova edizione della FIRST® LEGO® League, una sfida appassionante e internazionale, in cui la robotica e i mattoncini Lego sono i protagonisti indiscussi. Il programma, denominato Roboticminds4kids, è rivolto a ragazze e ragazzi dai 9 ai 16 anni, che hanno la possibilità di sperimentare divertendosi la robotica educativa, guidati dai mentor ated4Kids. Ogni anno l’organizzazione FIRST® LEGO® League propone un tema, basato su un argomento scientifico che riguarda il mondo reale. E le squadre che partecipano devono progettare, costruire, programmare robot autonomi costituiti da mattoncini lego, per cercare soluzioni innovative a problemi reali di grande interesse generale, ecologico, economico, sociale. L’iter della competizione, che prevede un percorso a qualificazioni, inizia con sfide regionali per proseguire con manifestazioni nazionali, superate le quali, si ottiene l’accesso per la gara continentale e poi la finale mondiale. Il tema selezionato dalla FIRST® LEGO® League per il 2019-2020 è “City shaper” e, quindi, le squadre di tutto il mondo si confronteranno con l’obiettivo unico di immaginare la possibilità di costruire un mondo migliore.

«I team, composti al massimo da 10 partecipanti e 2 coach adulti devono dimostrare di seguire i valori fondamentali della competizione, che richiedono ai ragazzi la capacità di lavorare in gruppo e di rispettare gli altri partecipanti – conferma Corrado Corsale, mentor di ated4kinds e coach degli Smilebots. In particolare, i nostri ragazzi devono via via superare sfide che si sviluppano su quattro prove distinte: gara di robotica, robot design, progetto scientifico e team building. Ma non si parla di sola robotica durante i nostri incontri, perché oltre ad appassionarsi alla scienza divertendosi, i ragazzi acquisiscono conoscenze e competenze utili al loro futuro lavorativo. In particolare, i nostri ragazzi devono via via superare sfide che si sviluppano su quattro prove distinte: gara di robotica, robot design, progetto scientifico e team building. Ma non si parla di sola robotica durante i nostri incontri, perché oltre ad appassionarsi alla scienza divertendosi, i ragazzi acquisiscono conoscenze e competenze utili al loro futuro lavorativo. Si avvicinano in modo concreto a potenziali carriere in ambito sociale, scientifico e ingegneristico, come è capitato in passato per un progetto spreco dell’acqua, che è stato ideato e sviluppato in modo molto originale dal team Smilebots».

Infatti, questa squadra guidata dal coach Corrado Corsale, si è cimentata su un progetto reale e locale, proprio perché ha appreso un metodo di lavoro e di risoluzione dei problemi, partecipando a sfide e competizioni di robotica come la FIRST® LEGO® League. Il progetto di ricerca, denominato SmartPipes è illustrato in questo video presentazione, in cui si spiega come la dispersione idrica sia del 50% a livello mondiale e, come questa inefficienza si determini a livello di rete e tubi che trasportano l’acqua. Ingegnosa e tecnologica la soluzione proposta dal team, che si traduce in un sofisticato dispositivo tecnologico e in una APP dedicata, che è stata sviluppata dai ragazzi e che consente di monitorare con sensori eventuali perdite e cali di pressione, così da poter intervenire tempestivamente e contenere gli sprechi d’acqua. Un sistema molto efficiente e a bassissimo costo di gestione, che è stato adottato come installazione pilota dal Comune di Muzzano, e che continua a funzionare regolarmente a distanza di due anni dall’installazione.

«Sono innegabili i risultati positivi che i corsi promossi da anni con l’ated4kids si determinano sui nostri giovani – commenta Cristina Giotto Direttrice e membro di comitato di ated – ICT Ticino. La formazione che proponiamo unisce il gioco all’apprendimento di materie complesse, ma fondamentali per il futuro dei nostri figli. Li prepariamo a sperimentare, a scoprire cosa c’è dietro la tecnologia, aiutandoli a gestirla, addirittura a costruirla, e a non subirla passivamente. I risultati del team Smilebots sono stati eccezionali, perché arrivare alla finale di Detroit è stato come un sogno e un bagaglio di esperienze uniche, ma la coesione che si è creata fra loro ha avuto risvolti positivi anche per il nostro territorio. Il progetto di ricerca per il Comune di Muzzano è la dimostrazione perfetta del nostro obiettivo di fondo: costruire competenze tecniche e creare soft skill nei nostri ragazzi e ragazze, per risolvere anche problemi puntuali e a noi vicini, come lo spreco delle fonti idriche in un nostro Comune».

Per ulteriori informazioni sui progetti promossi da ated4Kids e per sponsorizzare le squadre che partecipano a FIRST® LEGO® League informazioni su: https://www.ated.ch/progetto_ated4kids.php

Chi è ated – ICT Ticino
Fondata il 19 novembre 1971 a Lugano, ated - ICT Ticino è un’Associazione indipendente attiva nel Canton Ticino, aperta a tutte le persone, aziende e organizzazioni interessate alle tecnologie dell'informazione e comunicazione (ICT). Dalla sua fondazione ated - ICT Ticino ha organizzato oltre 1.000 manifestazioni con più di 13.000 partecipanti  a conferenze, giornate di studio, visite e viaggi tematici, corsi settimanali. Da diverso tempo l'associazione collabora con l’Università della Svizzera Italiana (USI), la Scuola universitaria professionale della Svizzera Italiana (SUPSI) e con la Scuola Superiore di Informatica di Gestione (SSIG) con l’obiettivo di promuovere la formazione dei soci. Grazie alla serietà dell'attività svolta sull'arco di quarant'anni di vita, ated – ICT Ticino è diventata un riferimento nel settore per le forze economiche, politiche ed istituzionali, favorendo il dibattito attorno alle tecnologie della informazione e ravvivandone l'interesse presso i giovani. 

 

Guarda le 4 immagini
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-11-19 02:17:25 | 91.208.130.89