mobile report Segnala alla redazione
ITALIA
14.08.2018 - 20:300

Nel segno del gusto in viaggio verso i tesori della Valle Camonica

Una valle ricca di storia e ottimi piatti tipici imperdibili

 

Comincia a fare un po’ più fresco ed il gusto di viaggiare e di stare all’aria aperta torna con estremo piacere, una gita “fuori porta” è più che benvenuta.

Partenza per la Valle Camonica con SellWine, Valbus Viaggi ed Autolinee Bleniesi . Quando? Il prossimo 26 agosto, prenota subito così non ti perdi l’occasione di vedere la famosa valle dei segni. 

La Valle Camonica o Valcamonica
La più grande Valle Lombarda dopo la Valtellina, una delle valli più estese nella Lombardia orientale che si divide in Alta, Media e Bassa Val Camonica quest’ultima si estende da Breno a Bienno fino ad arrivare al famoso Lago d’Iseo. In questa parte della valle si possono ammirare ampi frutteti ed ovviamente stupendi vigneti.

La Valcamonica è conosciuta a livello mondiale come la valle dei segni grazie al suo enorme patrimonio artistico di incisione rupestri. La Valle Camonica è il sito d’arte rupestre più importante d’Europa e per questo motivo nel 1979 è stata inserita nella Lista del Patrimonio Mondiale dell’Unesco.

La mostra mercato di Bienno
Faremo una visita guidata di Bienno, insignito del titolo “Uno dei Borghi più belli d’Italia” e si potrà visitare la famosa mostra mercato, un museo a cielo aperto, un autentico appuntamento con l’arte, l’artigianato e gli antichi mestieri oltre che ad ammirare questo stupendo borgo ricco di storia e poesia.

Prelibatezze della Valle Camonica
Per allietare la nostra giornata ovviamente non poteva mancare l’appuntamento con la buona tavola ed infatti avrai l’occasione di degustare i piatti tipici della Valle e la sua enorme varietà di prodotti come la polenta, formaggi e salumi ed ovviamente i famosi casoncelli. Un pranzo in ottima compagnia ti attende con un menù di tutto rispetto e dimmi tu se non è vero:

Come primo piatto si parte alla grande con Casoncelli Caserecci al burro versato di Malga oppure Garganelli al ragù di Cinghiale, come secondo manzo all'olio della tradizione bresciana con contorno di polentina gialla. Non ti dico il finale per non rovinarti la sorpresa!

Da non dimenticare che in questa valle stupenda si ottengono ottimi vini rossi e bianchi IGT (Indicazione Geografica Tipica) come il Merlot od il Marzemino (Il famoso vino di Mozart) per i rossi ma anche il Müller Thurgau o incroci con il Manzoni ed il Riesling Renano per i bianchi, tutti da degustare ovviamente in compagnia.

Vuoi saperne di più o iscriverti? scrivici su info@sellwine.ch o vai nella nostra pagina EVENTI di SellWine dove potrai trovare tutti i dettagli di viaggio e come poter partecipare.

Copyright © 1997-2018 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2018-12-14 07:10:44 | 91.208.130.86