SEGNALACI mobile report
focus
LUGANO
27.10.2017 - 07:000

4​ ​trucchi​ ​(e​ ​1​ ​soluzione)​ ​per​ ​limitare​ ​gli​ ​sprechi​ ​alimentari

Domani e dopodomani, a Ticino Vegetariano, si parlerà di come evitare di comprare troppo e gettare cibi inutilizzati: intanto, eccovi alcuni semplici consigli

 

LUGANO - Un altro degli appuntamenti più interessanti di Ticino Vegetariano​, la manifestazione che si terrà domani e dopodomani e che ho spesso citato negli altri articoli di questa settimana, è quello di FoodWaste, dedicato agli sprechi alimentari​. I dati sono impietosi. Nei paesi del cosiddetto “primo mondo”, quelli – come il nostro – in cui il cibo attraversa una catena imponente di produzione e distribuzione prima di arrivare nel nostro piatto, circa un terzo degli alimenti prodotti viene sprecato in una delle fasi di questo​ ​percorso.

Tale problema ha naturalmente delle ricadute economiche importanti, ma non mancano i risvolti etici e sociali​: in un mondo con milioni di persone alla fame, questa perdita è qualcosa su cui enti e governi potrebbero intervenire per limitare al massimo gli sprechi e i surplus, ed eventualmente renderli disponibili a chi ne ha più bisogno. Intendo naturalmente riferirmi a cibi del tutto sani e di qualità commerciabile, non certo​ ​a​ ​scarti​ ​o​ ​avanzi.

I dati sulla Svizzera ​che saranno analizzati durante l'incontro sono abbastanza precisi. In tutta la Confederazione vanno persi ogni anno circa due milioni di tonnellate di alimenti, pari proprio a circa il 30% della nostra produzione. ​Quasi la metà di questi sprechi è prodotta nelle nostre case, nei bar, nei pub e nei ristoranti: porzioni troppo abbondanti, cibi che lasciamo scadere nel frigorifero e piatti che​ ​non​ ​vogliamo​ ​terminare.

I relatori affronteranno quindi il problema dal punto di vista dell'impatto ambientale e da quello delle possibili soluzioni, o perlomeno delle dritte che ci aiutino ogni giorno a limitare scarti e rifiuti. Nel frattempo, ecco alcuni trucchi per evitare gli sprechi alimentari:

  • Svuotiamo il frigo prima di comprare altra roba​: ci sono cibi che si annidano, anzi... si nascondono, sul fondo degli scaffali dei nostri frigoriferi. Assicuriamoci che sia il momento di gettarli! Dopotutto, macedonie, paella, minestroni, stufati e ratatouille nascono così, giusto? ​Sono tutti modi creativi per consumare quello che non arriverebbe alla prossima settimana.
  • Pianifichiamo la spesa con attenzione: evitiamo gli acquisti d'impulso e le cose che non sappiamo se consumeremo.
  • Attenzione a quello che ordiniamo (o cuciniamo): meglio avere nel piatto qualcosa in meno che rischiare di lasciare metà del cibo. In fondo, se alla fine di un pasto “prudente” avremo ancora fame, possiamo sempre mangiare della frutta​ ​o​ ​gratificarci​ ​con​ ​un​ ​bel​ ​dolce​!
  • Abbiamo ancora avanzi? Non gettiamoli, ma conserviamoli per qualche altro giorno. Alla fine della settimana, tiriamoli fuori e consumiamo tanti piccoli assaggi già pronti. Non solo eviteremo gli sprechi, ma per un giorno eviteremo di cucinare.

Se però volete risolvere la questione impegnandovi solo per il weekend, nel resto della settimana potete affidarvi alla nuova soluzione di food delivery sostenibile che ho progettato insieme al trainer ed esperto di nutrizione Niccolò Esposito, ovvero Perfeat.com​!

Quelli che vi ho dato, infatti, sono solo alcuni spunti di riflessione, dunque vi rinnovo l'invito per sabato e domenica a Ticino Vegetariano. Non solo si parlerà di FoodWaste, ma gli argomenti interessanti e... gli assaggi stuzzicanti non mancheranno.

Questa rubrica è sponsorizzata dal Ciani Ristorante Lugano.

Copyright © 1997-2018 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - POLICY - COMPANY PAGES - ENERGIA SOLARE

Ultimo aggiornamento: 2018-04-22 04:46:23 | 91.208.130.86