Immobili
Veicoli

Medicina EsteticaLa fleboterapia ozonizzata, la cura per le vene varicose

18.10.22 - 12:39
Il trattamento della Medi Jeunesse risolve il problema grazie a un approccio terapeutico
pixabay.com
La fleboterapia ozonizzata, la cura per le vene varicose
Il trattamento della Medi Jeunesse risolve il problema grazie a un approccio terapeutico

Le vene varicose sono un inestetismo che impedisce a molte persone, soprattutto donne, di stare bene con sé stesse: alcune, infatti, evitano di indossare gonne proprio per non mostrare i rigagnoli rosso-bluastri che con l’età si formano sulla superficie della cute.

Adesso, però, c’è un trattamento che consente di risolvere il problema alla radice. Parliamo della fleboterapia tridimensionale ozonizzata, tecnologia disponibile alla la Medi Jeunesse di Lugano che permette di “curare” le varici. Il verbo scelto non è casuale, la fleboterapia è infatti in grado di rinforzare la parete delle vene, restringendone il lume, e quindi ripristinare la funzione valvolare: la conseguenza di questo processo è che le vene che erano diventate visibili scompaiono dalla superficie della cute, che torna dunque ad avere un aspetto uniforme. Molto spesso le vene varicose sono causate dall’indebolimento della parete delle vene perforanti e dalla conseguente incontinenza valvolare.

La risposta proposta dalla fleboterapia è una soluzione farmacologica non occludente che, iniettata in senso tridimensionale, va a correggere l’insufficienza valvolare e la dilatazione delle vene a livello del circolo perforante e superficiale simultaneamente. Il vantaggio di questo trattamento è che rispetta l’anatomia e la fisiologia del circolo, nello stesso tempo, pur utilizzando una soluzione molto ben tollerata e molto poco irritante, consente di ottenere un risultato funzionale ed estetico. Con un ciclo completo che va dalle 6 alle 12 sedute è dunque possibile cancellare del tutto le vene varicose.

COMMENTI
 
NOTIZIE PIÙ LETTE