Immobili
Veicoli

MOBILITÀ ELETTRICADa sapere sulla ricarica delle auto elettriche – Parte 1

11.03.22 - 07:30
Quali tipi di stazione di ricarica esistono? Quali cavi e prese sono necessari?
Polestar
Da sapere sulla ricarica delle auto elettriche – Parte 1
Quali tipi di stazione di ricarica esistono? Quali cavi e prese sono necessari?
Ecco le risposte alle domande più importanti sulla ricarica delle auto elettriche.

Mobilità elettrica

Caricamento in corso ...
Questi sondaggi non hanno, ovviamente, un valore statistico. Si tratta di rilevazioni aperte a tutti, non basate su un campione elaborato scientificamente. Hanno quindi l'unico scopo di permettere ai lettori di esprimere la propria opinione sui temi di attualità.

Le auto elettriche sono in pieno boom: l’8,23 per cento delle nuove automobili immatricolate nel 2020 in Svizzera erano completamente elettriche. Nel 2021, la percentuale ammontava al 13,32 per cento e in febbraio del 2022 le auto elettriche vendute rappresentavano il 14,71 per cento.

I nuovi proprietari di auto elettriche si trovano tuttavia confrontati con molte domande: devo sempre portare con me il cavo per la ricarica? Devo avere anche un adattatore? In quali casi vale la pena di installare una stazione di ricarica propria? Insieme a Peter Arnet, esperto di mobilità di BKW e responsabile di BKW Smart Energy & Mobility, risponderemo alle domande più importanti sulla ricarica delle auto elettriche. Parte 1.

#1 – Quali tipi di stazione di ricarica esistono?
Si possono suddividere in stazioni di ricarica lenta a corrente alternata (AC) e stazioni più veloci a corrente continua (DC). La maggior parte delle auto elettriche può essere ricaricata con entrambi i tipi di stazione.

#2 – Dove si trovano le differenti stazioni di ricarica?
Nei luoghi in cui il tempo per la ricarica non manca, vengono sfruttate principalmente le stazioni di ricarica AC: a casa, al lavoro o nei centri commerciali. Le stazioni di ricarica rapida DC si trovano invece soprattutto lungo le autostrade o nelle vicinanze.

#3 – Quanto tempo ci vuole per ricaricare l’auto?
Le stazioni di ricarica AC forniscono al giorno d’oggi in media undici chilowatt (KW). Permettono quindi di ricaricare 50 chilometri di autonomia in circa un’ora. Le stazioni di ricarica veloce forniscono dai 50 ai 350 KW. Con le più veloci di queste stazioni, in 15 minuti la batteria si ricarica fino all’80 per cento. L’obiettivo dell’industria automobilistica è fornire una ricarica in megawatt che permetta quindi di ricaricare la batteria fino all’80 per cento in cinque minuti.

#4 – Qual è l’autonomia media di un’auto elettrica?
Le auto elettriche moderne hanno un’autonomia media di 300km. Sono tuttavia già annunciati veicoli che potranno raggiungere i 1000km.

#5 – La velocità di ricarica è uguale per tutte le auto elettriche?
No. Le auto hanno sistemi di gestione dell’energia e batterie differenti. Attualmente, le auto più veloci possono ricevere tra i 250 e i 300kW. Un’auto che può ricevere solo 80 chilowatt non si caricherà più velocemente a una stazione da 350 kW.

#6 – Occorre sempre portare con sé il proprio cavo di ricarica?
Le stazioni di ricarica DC sono generalmente equipaggiate con un proprio cavo che talvolta è anche dotato di raffreddamento a liquido. Anche molte stazioni AC dispongono di un cavo ma non tutte. È quindi consigliabile avere sempre con sé il proprio cavo per la ricarica AC. I cavi per la ricarica si distinguono oggi principalmente solo per la lunghezza e il diametro. La maggior parte delle auto sono dotate di un cavo di ricarica da 11kW. La lunghezza massima è di 7 metri.

#7 – Esistono differenti tipi di connettori?
Al giorno d’oggi la maggior parte delle auto utilizza solo i connettori di tipo 2 per la ricarica lenta AC e i connettori CCS per la ricarica veloce. Entrambi i connettori sono compatibili con le prese delle moderne auto elettriche.

#8 – In quali casi c’è bisogno di un adattatore?
Se volete ricaricare la vostra auto elettrica collegandola a una presa classica, avrete bisogno di un adattatore. Questo metodo di ricarica è tuttavia consigliato solo in caso di emergenza. È consigliabile avere con sé un adattatore anche in caso di spostamenti in Paesi in cui siano presenti poche stazioni di ricarica.

#9 – Quando è consigliabile installare una propria stazione di ricarica?
Dal primo giorno. Le normali prese di corrente sono testate per sopportare il carico massimo per un’ora ma un’auto elettrica richiede queste prestazioni per molte ore al giorno.

#10 – Cosa serve per installare una stazione di ricarica propria?
Un collegamento da 380 Volt, una stazione di ricarica, un sistema di gestione e, in caso di utilizzatori multipli, un sistema di contatori. (Maggiori informazioni sono disponibili nella parte 1 e 2 della nostra serie sulle stazioni di ricarica).

NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE #NOISIAMOILFUTURO