Immobili
Veicoli

EdificiUno strumento online mostra dove è possibile ottenere calore dal sottosuolo per il riscaldamento

29.03.22 - 18:00
In alcuni luoghi occorre rispettare condizioni particolari.
NSF
Edifici
29.03.22 - 18:00
Uno strumento online mostra dove è possibile ottenere calore dal sottosuolo per il riscaldamento
In alcuni luoghi occorre rispettare condizioni particolari.
L’Ufficio federale dell’energia ha sviluppato uno strumento online che mostra se e dove è possibile installare una sonda sul proprio terreno per alimentare una pompa di calore.

Sostituzione

Caricamento in corso ...
Questi sondaggi non hanno, ovviamente, un valore statistico. Si tratta di rilevazioni aperte a tutti, non basate su un campione elaborato scientificamente. Hanno quindi l'unico scopo di permettere ai lettori di esprimere la propria opinione sui temi di attualità.

Sono ancora molti gli ormai superati sistemi di riscaldamento a nafta e a gas che devono ancora essere sostituiti in Svizzera: ma hanno i giorni contati. Inquinano pesantemente l’ambiente con emissioni di CO2 e il prezzo di nafta e gas diventerà sempre più elevato.

Un giorno potrebbero addirittura essere proibiti: il Canton Zurigo ha ad esempio approvato una nuova legge sull’energia che stabilisce che i riscaldamenti a energie fossili dovranno essere sostituiti con sistemi climaticamente neutrali alla fine del loro ciclo di vita. I riscaldamenti a nafta o a gas nelle nuove costruzioni non sono permessi.

Nel nostro Paese, l’alternativa più ricercata sono le pompe di calore. Solo nel terzo quadrimestre del 2021, la vendita è aumentata del 20 per cento rispetto all’anno precedente. Molti proprietari di case e appartamenti accarezzano l’idea di installare una pompa di calore con sonda geotermica per estrarre calore dal sottosuolo.

Dove si può scavare?

Chi vuole installare una pompa di calore deve possedere innanzitutto un terreno proprio e disporre inoltre della possibilità e delle autorizzazioni per perforare. Le sonde geotermiche vengono generalmente installate a una profondità tra i 150 e i 200 metri. Un sottosuolo roccioso può quindi portare a un’interruzione precoce del progetto. Sottoterra possono inoltre trovarsi delle condutture che ostacolano lo scavo.

«Posso perforare?» ecco la prima domanda che devono porsi gli interessati a una pompa di calore a sonda geotermica. Il nuovo sito web posso-perforare.ch si occupa proprio di rispondere a questa domanda. Lo strumento online è stato sviluppato da Digital Innovation Office (DO) e dal servizio di geoinformazione dell’Ufficio federale dell’energia in collaborazione con la ditta Geofest. Sfrutta numerose fonti di dati, tra cui le dettagliate geoinformazioni dei Cantoni e i dati di Swisstopo.

Dati affidabili

«I dati sono affidabili», spiega Martin Herlach, capo del servizio di geoinformazione dell’Ufficio federale dell’energia alla rivista Energiaplus.com, pubblicata dallo stesso ufficio. Inserendo l’indirizzo esatto, lo strumento indica se una perforazione è possibile, se valgono condizioni particolari o se è sufficiente un’autorizzazione generale. Una carta cantonale mostra inoltre dove precisamente è possibile perforare il terreno e dove invece è vietato. Un link porta quindi alla relativa pagina del Cantone. Alcuni Cantoni non dispongono tuttavia ancora di dati esatti.

Lo strumento è in continuo sviluppo, spiega Matthias Galus, responsabile del Digital Innovation Office dell’Ufficio federale dell’energia, a Energiaplus.com. L’app non è rivolta solo ai proprietari di case ma anche ai pianificatori e ai consulenti energetici delle autorità.

In breve: questo strumento è un primo passo, in caso di responso positivo, per ottenere un’autorizzazione definitiva, richiedere le sovvenzioni e infine sostituire la vecchia caldaia con un sistema di riscaldamento moderno e sostenibile.

NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE #NOISIAMOILFUTURO