20min/Michael Scherrer
#NOISIAMOILFUTURO
09.04.2021 - 08:000

Risparmiare elettricità nonostante le videoconferenze

A causa dell’home office, il consumo di elettricità nelle case private è aumentato.

Ciò è dovuto anche alle videoconferenze: sono programmi che necessitano di molta elettricità. Ecco un paio di consigli per ridurre il consumo.

I numeri sono impressionanti: in confronto al 2019, nel 2020 nella città di Zurigo il consumo di elettricità è diminuito del 4 per cento. La causa? L‘home office: imprese chiuse e molti treni per i pendolari sospesi per mancanza di passeggeri. Secondo l’EWZ (l’agenzia elettrica della città di Zurigo), è stato soprattutto il lockdown in primavera a permettere una simile massiccia riduzione del consumo di elettricità grazie alla chiusura di negozi, ristoranti e scuole.

Le prese elettriche di casa sono invece molto più sollecitate di prima. La causa è anche in questo caso l’home office. Ma non solo. A causa dell’impossibilità di andare al ristorante o di partecipare a feste e concerti, le piattaforme di streaming video come Netflix sono molto gettonate. Inoltre cuciniamo di più a casa, utilizziamo di più la lavatrice e lasciamo accesa più a lungo la luce. Secondo l’EWZ, il consumo di elettricità nelle case private a Zurigo è aumentato circa del 6 per cento. Nel periodo di punta, in primavera del 2020, l’aumento era addirittura del 12 per cento. Secondo un rapporto della SRF, nello stesso periodo il consumo di elettricità delle imprese nella città di Zurigo si è invece ridotto del 6 per cento e nell’intero Cantone del 7 per cento. Cifre simili sono state rilevate in tutta la Svizzera.

Quattro ore di Zoom per un franco

Un aumento del consumo di elettricità a casa significa anche un aumento dei costi. La tecnologia digitale è un vero divoratore di energia elettrica. L’EWZ ha calcolato che una videoconferenza di un’ora a cui partecipano quattro persone porta a un consumo di elettricità di circa 0,6 kWh. Un chilowattora costa, a seconda della regione, fino a 40 centesimi. Dopo circa quattro ore di Zoom, avrete quindi speso un franco. La rivista di computer tedesca «c’t» ha calcolato inoltre che un’ora di Netflix su un televisore da 100 watt consuma circa 0,115 chilowattora di elettricità. In questo caso, il franco di elettricità è speso dopo 21 ore.

È vero che PC, tablet, eccetera diventano sempre più efficienti dal punto di vista energetico ma il loro numero cresce incessantemente e li utilizziamo sempre più spesso e sempre più a lungo. I costi dell’elettricità crescono quindi proporzionalmente. Ecco qualche consiglio per risparmiare energia.

 

Consigli per risparmiare energia in home office

  • Durante le videoconferenze, spegnete la videocamera: chiunque abbia visto e sentito il proprio pc al lavoro durante una videochiamata sa quanto velocemente si scarica la batteria. Le videoconferenze consumano moltissima energia. Spegnendo la videocamera, il PC necessita di molta meno elettricità.  
  • Ogni programma aperto, anche in background, consuma elettricità. Quindi chiudete i programmi che non utilizzate. Questo permette anche di velocizzare la connessione internet.

  • Spegnete il router Wi-Fi di notte: in questo modo anche le onde radio diminuiranno. Molti router possono essere impostati in modo da spegnersi automaticamente a una certa ora.

  • Ancora meglio: collegate tutti gli apparecchi che utilizzate per lavorare alla stessa presa multipla e spegnete o scollegate tutto alla sera. In questo modo non consumerete nemmeno l’energia necessaria per mantenere gli apparecchi in stand-by e diminuirà inoltre la tentazione di controllare ancora un paio di volte lo schermo.

  • Guardate Netflix insieme: guardare video in streaming separatamente consuma il doppio dei dati e parliamo di una quantità impressionante di gigabyte utilizzati. Guardando Netflix insieme, avrete poi anche qualcosa di cui parlare.

  • Utilizzate apparecchi efficienti: gli schermi con etichetta energetica di classe A consumano meno energia. Tenete d’occhio l’etichetta prima di acquistare.

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-05-18 13:50:24 | 91.208.130.85