mobile report Segnala alla redazione
LUGANO
04.10.2018 - 16:170

Dal garage alle stelle: storie di brand nati in uno scantinato

Molte aziende di successo mondiale hanno un incredibile comune denominatore: sono tutte nate in un garage, prima di lanciarsi nel mondo del top business

 

Da una piccola idea può nascere un mondo. Non è una frase retorica, ma la realtà di alcune aziende oggi ultramilionarie che sono partite, letteralmente, da un garage.

Ecco 5 brand che hanno seguito questo particolare excursus:

  1. Mattel: il business della celebre casa di giocattoli, al momento della sua fondazione del 1945, era la produzione in casa di cornici per fotografie. Per “casa” si intende il garage dei coniugi Elliot e Ruth Handler, affiancati dal socio Harold Matson. Quasi subito dopo arrivò l’idea di costruire componenti di case per le bambole. Il successo di questa attività fini per eclissare le cornici e portò alla fondazione della Mattel che conosciamo oggi. Sue sono le creazioni – solo per citarne alcune - di Barbie, Big Jim, Polly Pocket e del gioco di carte Uno.
  2. Harley Davidson: l’idea iniziale di William Harley e del suo amico Arthur Davidson, era quella di costruire un motore da montare su una bicicletta. Primo “stabilimento”, nel 1901, fu una piccola capanna in legno che oggi verrebbe classificata come prefabbricato da poco più di un migliaio di franchi. Tra una modifica e l’altra, l’idea originaria si è trasformata nelle moto che oggi tutti noi conosciamo.
  3. Walt Disney: parlando di Disney, tutti conoscono Walt, qualcuno più appassionato conosce anche suo fratello Roy, ma in pochi invece hanno sentito parlare dello zio Robert. Quest’ultimo ha avuto il merito di offrire ai nipoti il suo garage per poter sviluppare le prime animazioni di quella che sarebbe stata, in seguito, la Walt Disney Company. Era il 1923 e, con una semplice cinepresa, in quel garage Walt realizzò i suoi primissimi cartoon.
  4. Virgin: oggi Virgin è un colosso i cui interessi spaziano dalla musica all’alimentazione, dall’aeronautica alle telecomunicazioni. In realtà, come tutti sanno, il primo business del suo fondatore, Richard Branson, fu la Virgin Records, che produceva e distribuiva musica pop prima in USA e poi nel mondo. A sua volta, la casa discografica derivò dalla prima attività musicale di Branson, ovvero la spedizione, per corrispondenza, di dischi in vinile. Il suo primo magazzino? Ovviamente, il suo garage.
  5. Microsoft, Apple e Google: sembra incredibile, ma tre dei primi colossi informatici del globo sono partiti da un garage. Primi tra tutti, Bill Gates e Paul Allen che svilupparono, nel 1975, il loro codice Basic in un garage di Albuquerque. Ripercorse le stesse orme il rivale di sempre Steve Jobs che, appena un anno dopo, creò il suo primo computer nel garage dei suoi genitori. Dopo oltre due decenni, nel 1998, Larry Page e Sergey Brin affittarono un garage da una loro amica e generarono… il primo algoritmo di Google.

Articolo a cura di Clublab Sagl, siti web e grafica in Ticino

Copyright © 1997-2018 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2018-12-14 21:07:10 | 91.208.130.86