Immobili
Veicoli

MobilitàSui binari, il viaggio diventa parte della vacanza

23.09.22 - 11:00
Sono sempre più apprezzati, trasformano il viaggio stesso in un’esperienza unica e proteggono al contempo l’ambiente:
Foto: ÖBB/Marek Knopp
Sui binari, il viaggio diventa parte della vacanza
Sono sempre più apprezzati, trasformano il viaggio stesso in un’esperienza unica e proteggono al contempo l’ambiente:
sono i treni notturni. Vi presentiamo oggi dodici destinazioni che potete raggiungere viaggiando in treno nella notte (vedi gallery).

Viviamo in un mondo che punta all’efficienza e i tempi morti sono spesso giudicati in modo negativo. Vale anche per i viaggi: i piedi devono arrivare velocemente, a basso costo e senza deviazioni inutili a toccare la sabbia dorata. Quindi prendo l’aereo.

Ma onestamente: chi si diverte più a volare al giorno d’oggi? Dal check-in fino agli estenuanti controlli di sicurezza, dalle lunghe attese per l’imbarco al volo in spazi soffocanti, fino all’aria secca e all’attesa davanti al nastro dei bagagli nella speranza di ritrovare la propria valigia: i voli hanno decisamente perso lo charme di un tempo.

Il viaggio al centro

Perso è andato inoltre anche il senso originale del viaggio: la sensazione di essere per l’appunto in viaggio verso una meta con tutte le meraviglie che possiamo ammirare lungo la strada. Un’esperienza di viaggio nel suo senso originale la offrono oggi i treni notturni: ecco perché sono sempre più apprezzati.

Provate a immaginare: entrate nel vagone letto e incontrate nuovi, interessanti compagni di viaggio. Guardate sulla banchina e vedete che il treno inizia a muoversi; la città scorre davanti ai finestrini, poi la campagna. Scartate i vostri panini o fate una puntatina al vagone ristorante.

Poi ve ne tornate nel vostro scompartimento, leggete un libro, il rollio del treno vi fa venire sonno. Vi coricate. Magari vi svegliate nel bel mezzo della notte, guardate fuori e ammirate panorami mai visti prima. Al mattino, il treno arriva in stazione, scendete e inspirate l’aria di una città sconosciuta.

Domanda elevata…

Secondo le FFS, la domanda per treni notturni cresce esponenzialmente. Da giugno 2022 sono stati raggiunti nuovamente i livelli dell’anno record 2019*. Prendendo in considerazione anche la nuova tratta notturna per Amsterdam, il saldo positivo rispetto all’anno di riferimento 2019 ammonta addirittura al trenta per cento.

I maggiori fornitori di treni notturni sono le ferrovie austriache ÖBB e le FFS in collaborazione con le marche Nightjet e EuroNight. Zurigo e Vienna sono quindi i due maggiori centri nevralgici. Attualmente è possibile raggiungere dieci destinazioni partendo da Zurigo: le più amate sono Vienna, Amburgo, Berlino e Amsterdam.

A dicembre si aggiungeranno Praga, Lipsia e Dresda mentre più avanti sarà possibile raggiungere tramite viaggio notturno anche Barcellona e Roma. Anche altri Paesi offrono esperienze di viaggio notturno, ad esempio è possibile viaggiare tra Berlino e Stoccolma oppure attraverso la Finlandia o la Francia. Nel Europa dell’Est, una tratta porta da Sofia fino a Istanbul.

… prezzi elevati

Il fascino ha però un prezzo. Un viaggio da Zurigo ad Amsterdam nel vagone letto costa tra i 150 e i 220 euro a tratta. In bassa stagione è possibile trovare un letto a meno di 100 euro. I posti verso le destinazioni più gettonate sono spesso esauriti.
Le FFS consigliano quindi di prenotare un posto il prima possibile e di viaggiare il lunedì, il martedì o il mercoledì.

In breve: i treni notturni sono sempre più gettonati anche perché rendono il viaggio molto più interessante rispetto all’aereo. E soprattutto perché i viaggiatori cominciano a ricordare che il viaggio stesso è la meta.

* A causa della pandemia di coronavirus, i valori per gli anni 2020 e 2021 non possono essere presi in considerazione.

NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE #NOISIAMOILFUTURO