SEGNALACI mobile report
focus
LUGANO
28.12.2017 - 07:000

Brindisi di mezzanotte: quale bollicina scegliere?

Nessuno oserebbe trascurare la scelta del vino per questo momento dell’anno. Ma come orientarsi? Ecco una breve guida tra prosecco, spumante, franciacorta e champagne, con qualche consiglio finale!

 

LUGANO - Non c’è Capodanno senza brindisi, e non c’è brindisi senza bollicine! Il cenone e le feste, in un certo senso, sono un momento di preparazione al vero momento clou della serata: lo scoccare della mezzanotte. Per dare il benvenuto al nuovo anno con il sorriso è importante scegliere con attenzione cosa versare nei nostri flûte e in quelli dei nostri cari.
Possiamo cominciare individuando due grandi e ottime categorie: quella italiana, con prosecco, spumante e franciacorta, e quella francese, bandiera dello champagne.

Lo spumante, da un punto di vista tecnico, rappresenta un’intera categoria di vini: quelli che formano uno strato di spuma quando apriamo la bottiglia o ci versiamo un bicchiere.
Ciò è dovuto alla presenza di anidride carbonica, che si produce durante la fermentazione. Questa categoria di vini, essendo appunto complessiva, può essere prodotta in qualsiasi zona e con qualsiasi vitigno.

Il discorso cambia, nel caso del prosecco. È senza dubbio diventato un prodotto molto popolare. Nativo del nord dell’Italia, dal 2009 è certificato come vino DOC, a Denominazione di Origine Controllata, mentre alcune sue denominazioni trevigiane (Montello e Colli Asolani, Conegliano-Valdobbiadene) hanno ricevuto il marchio DOCG (Denominazione di Origine Controllata e Garantita), e ha il merito di essere il vino più esportato del mondo, più dello stesso champagne.

Il prosecco, in quanto detentore delle suddette denominazioni, può essere prodotto esclusivamente in alcune zone del Veneto e del Friuli Venezia Giulia, dai vitigni Glera, Verdiso, Pinot bianco, grigio e nero. Per produrre il prosecco, inoltre, bisogna utilizzare il metodo Charmat. Quando si lascia fermentare un vino, gli zuccheri dell’uva si trasformano in anidride carbonica e alcol; nel caso dello spumante, si mette in atto una seconda fermentazione in bottiglia, per catturare al suo interno l’anidride carbonica: secondo il metodo Charmat, durante la seconda fase di fermentazione il vino viene trasferito in vasche d’acciaio inox, non in bottiglia. Questo processo, oltre ad abbattere parte dei costi di produzione, permette di ottenere un vino più fresco e profumato.

E lo champagne? Questo vino, anch’esso della categoria spumante, è da tempo abbinato a un’idea di lusso e ricchezza. Il nome deriva dalla zona della Francia in cui viene prodotto, la regione della Champagne, a nord-est del paese.
La sua produzione ha una storia molto antica: pare infatti che i vini della Champagne fossero già conosciuti nel Medioevo, prodotti dai monaci delle varie abbazie della zona che lo usavano come vino per la messa. Sia nel gusto che nel metodo di fermentazione ha dei punti di contatto con gli spumanti italiani, ma soddisfa quella voglia di Francia che ogni tanto può coglierci…

Al Ciani Lugano, se vorrete sceglierci per un pranzo, una cena, o proprio per festeggiare il Capodanno, siamo sempre attenti a curare la nostra carta dei vini. Non mancano, infatti, le proposte con cui poter brindare all’arrivo dell’anno nuovo!

Abbiamo alcuni prosecchi dell’Azienda Agricola Borgo Antico, che si trova nel trevigiano, ma soprattutto a una vasta selezione di franciacorta della società Bellavista, con sede nel bresciano.

Tra gli champagne, potrete scegliere tra le sfumature classiche e i rosé, con produzioni che variano da Moët & Chandon a Dom Perignon, da Bollinger a Louis Roederer.
Non mancano le scelte da abbinare al dolce, con alcuni ottimi Sauternes, sprovvisti di bollicine, ma perfetti per questa parte del pasto.

Concedetevi un brindisi di qualità insieme a noi: di una cosa dovrete preoccuparvi, ovvero di scegliere ciò che più vi piace, tra le nostre centinaia di etichette!

Copyright © 1997-2018 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - POLICY - COMPANY PAGES - ENERGIA SOLARE

Ultimo aggiornamento: 2018-04-27 00:54:21 | 91.208.130.87