Immobili
Veicoli
LIVE - CONCLUSO
LIVE CORONAVIRUS

«Non facciamoci accecare dai numeri della Omicron» avverte il fisico italiano Battiston

«La variante Delta è ancora presente e se andassimo ad un livello di contagio più alto rappresenterebbe un problema»

Inizia il 2022, sempre all'insegna dell'emergenza sanitaria causata dalla pandemia di coronavirus. Ecco le notizie più importanti dal mondo.

di Redazione
19:00

La variante Omicron arriva a Pechino a tre settimane dall'avvio delle Olimpiadi invernali
Il primo caso è stato scoperto nel distretto di Haidian, noto per le molte sedi di società tecnologiche. Nelle ultime settimane, la capitale ha sollecitato i residenti, al fine di ridurre i rischi di contagio, a evitare i viaggi se non necessari e a non lasciare la città anche per l'imminente Capodanno lunare. L'annuncio delle autorità sanitarie della capitale è maturato all'indomani delle restrizioni di viaggio imposte dalla città meridionale di Zhuhai, vicino a Macao, ai residenti dopo che i test di massa hanno fatto emergere 7 contagi, di cui uno confermato e sei asintomatici. La variante Omicron ha testato la strategia della 'tolleranza zero' sposata dalla leadership cinese: il primo focolaio interno è apparso di recente a Tianjin, a 150 chilometri da Pechino, prima di diffondersi in altre parti del Paese, tra cui Dalian, nel Liaoning, e a Anyang, nell'Henan. Ieri, secondo gli aggiornamenti della Commissione, sono stati registrati 165 casi di Covid nel Paese, di cui 104 trasmessi localmente e 61 importati. Tra quelli interni, 52 fanno capo all'Henan, 39 a Tianjin, 8 al Guangdong, 4 allo Shaanxi e uno allo Zhejiang. (Fonte ats ans)

16:05

«Bisogna concetrarsi su Delta» - In questa fase dell'epidemia di Covid-19 «è importante concentrarsi sulla variante Delta del virus, che ha un'alta probabilità di determinare casi gravi e decessi soprattutto per i non vaccinati, mentre la ormai prevalente variante Omicron determina casi più lievi». Lo ha affermato il fisico italiano Roberto Battiston, dell'Università di Trento e coordinatore dell'Osservatorio dei dati epidemiologici in collaborazione con l'Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali (Agenas), avvertendo che in Italia «potremmo avere fino a 50 mila casi da variante Delta al giorno». «Non facciamoci accecare dai numeri della Omicron, che non porta alle Terapia intensive - ha sottolineato - ma pensiamo ora al vero nemico che è la Delta. La variante Delta è ancora presente e se andassimo ad un livello di contagio più alto rappresenterebbe un problema. Dobbiamo distinguere tra le due varianti ed il sequenziamento è dunque essenziale». Ad ogni modo, ha rilevato Battiston, «il numero dei nuovi contagi è ora sotto i 200 mila e in lieve decrescita. Ciò significa che il virus non si sta moltiplicando come all'inizio». (ats ans)

16:02
AFP
15:22

61 casi dall'estero - Nelle ultime 24 ore in Cina continentale sono stati segnalati 104 nuovi casi di Covid-19 a trasmissione locale e 61 importati. Lo ha reso noto la Commissione Sanitaria Nazionale nel consueto bollettino quotidiano. Dei nuovi casi locali, 52 sono emersi nell'Henan, 39 a Tianjin, 8 nel Guangdong, 4 nello Shaanxi e uno nel Zhejiang. Il totale dei contagi confermati in Cina al 14 gennaio ha raggiunto quota 104'745, con 3'451 pazienti ancora in terapia, 11 dei quali in condizioni gravi. Ieri sono emersi inoltre 25 nuovi asintomatici, 23 dei quali provenienti dall'esterno del Paese. (ats ans)

09:47
keystone
09:44

Gli Usa guardano al futuro delle varianti
L'amministrazione Biden guarda avanti e crea una task force per far fronte alle future varianti del Covid e altre minacce legate alla pandemia in modo che gli Stati Uniti siano pronti nel caso emergessero nuove versioni del virus. Secondo quanto riportano i media americani, la Pandemic Innovation Task Force si concentrerà sullo sviluppo di vaccini, cure e test diagnostici. (Fonte ats ans)

21:43

La Serbia anticipa il booster
In Serbia, dove è sensibilmente cresciuto il numero dei contagi giornalieri, con la variante Omicron divenuta dominante, le autorità sanitarie hanno deciso di ridurre a tre mesi l'intervallo fra la seconda e la terza dose di vaccino anticovid, mentre non vi è al momento alcuna necessità di una quarta dose.

21:42

Scuole in Francia: oltre quattordicimila classi in quarantena
Il numero di classi scolastiche chiuse in Francia a causa dell'epidemia di Covid-19 oggi è stato di 14'380, contro le 9'202 della scorsa settimana, il livello più alto dalla primavera del 2020, ha annunciato il Ministero dell'Istruzione nazionale francese. Negli ultimi sette giorni sono stati confermati complessivamente circa 331'775 casi di Covid tra gli studenti, ha aggiunto il ministero in un comunicato, con le contaminazioni nelle scuole che si sono moltiplicate a causa della variante Omicron.

20:40

Oltre mezzo milione di quarte dosi in Israele
Israele ha superato il mezzo milione di persone immunizzate con la quarta dose per far fronte alla quinta ondata sospinta dalla variante Omicron. Lo ha fatto sapere il ministero della sanità. Il secondo booster in Israele è somministrato dal mese scorso agli over 60 e alla popolazione a rischio.

20:39

Slovenia, positivo un tampone su due
In Slovenia resta molto critica la situazione epidemiologica. Nelle ultime 24 ore sono stati eseguiti oltre 13 mila tamponi che hanno confermato la positività in 6'918 casi, pari al 50,6% del totale, confermando la tendenza degli ultimi giorni di un tampone positivo ogni due eseguiti.

20:38

Modella brasiliana (vaccinata) morta di Covid-19
Una modella di successo già a 18 anni in Brasile, che sognava di calcare le passerelle dei fashion show di tutto il mondo. Invece Valentina Boscardin, pur essendo doppiamente vaccinata e non soffrendo di alcuna patologia pregressa, è stata stroncata dal Covid-19. A darne la notizia sono stati i maggiori media internazionali di lingua portoghese e spagnola, secondo i quali il decesso è avvenuto domenica appunto in Brasile.

20:10

Omicron «meno grave» sotto i cinque anni
La variante Omicron «è intrinsecamente più leggera» per i bambini sotto i cinque anni che ne vengono colpiti rispetto alla Delta: è quanto afferma un nuovo studio Usa. I ricercatori della Case Western University di Cleveland e dell'Istituto nazionale della salute Usa hanno analizzato i dati relativi a 80'000 bambini americani sotto quell'età ed hanno osservato che in generale l'1% dei bambini con Omicron hanno dovuto essere ricoverati contro il 3% di quelli che si erano ammalati con Delta.

19:48

Oltre 160mila casi in Spagna
Sono 162'508 i nuovi casi di Covid-19 riportati in Spagna, 65'937 dei quali diagnosticati ieri. Lo si apprende dall'ultimo bollettino del Ministero della Sanità di questa settimana. Nell'aggiornamento odierno si mostra un leggero aumento dell'incidenza su 14 giorni, che è ora di 3'192 contagi ogni 100'000 abitanti (+36 rispetto a ieri), e di un balzo di quella su sette giorni, ora di 1'655 casi (+173). Rimane stabile il tasso di occupazione da parte di pazienti con Covid nelle terapie intensive, fermo al 23,62% (tre pazienti ricoverati in meno). Nei reparti ordinari si passa dal 13,87% al 14%. Le nuove morti notificate sono invece 139. I decessi da inizio pandemia sono 90.759. Sul fronte vaccinazioni, si continua con le dosi aggiuntive, somministrate finora agli over 40: in questa fascia della popolazione, il 94,3% ha completato il primo ciclo e il 62,6% ha anche una dose extra.

19:19

L'Olanda esce dal lockdown nel giorno del picco
L'Olanda si avvia a un allentamento del lockdown in vigore da prima di Natale e nonostante proprio in queste ore il Paese dei tulipani abbia registrato il record dei contagi giornalieri. Questa sera il premier Mark Rutte potrebbe annunciare un parziale allentamento delle misure, che riguarderanno in particolare i negozi non essenziali - dove sarà consentito l'ingresso - e le cosiddette professioni di contatto come parrucchieri ed estetisti. Ma il governo olandese dovrebbe rinviare di almeno dieci giorni qualsiasi decisione su luoghi di cultura, bar e ristoranti. Ma il settore della ristorazione è in subbuglio e ha annunciato una clamorosa protesta, quella di riaprire da domani, qualunque sia la decisione del governo. Non tutti i sindaci, però, sono disposti a tollerare la protesta. Le municipalità di Amsterdam, Rotterdam, L'Aia e Utrecht hanno già annunciato che non permetteranno al settore della ristorazione di riaprire. E altri primi cittadini olandesi hanno già avvertito che sono pronti a seguire l'esempio. (ats ans)

19:17

Toccato il picco in sette Stati Usa
Primi segnali di un avvicinamento al picco dell'ondata Omicron in alcune aree degli Usa: sette Stati dell'Unione e alcune delle grandi città come New York, Cleveland, Newark e persino la capitale Washington - secondo le ultime rilevazioni - stanno registrando un plateau dei casi. Gli Stati dove i contagi si sono apparentemente appiattiti sono: New Jersey, Maryland, Ohio, Georgia, New York, Kansas e Mississippi.A Washington i nuovi casi sono stati addirittura il 19% in meno: una diminuzione che nella capitale potrebbe rivelarsi duratura, in quanto è stata osservata per più di una settimana. Gli esperti mettono infatti le mani avanti da speranze eccessive, osservando che è ancora troppo presto per parlare di «tendenza» generale alla discesa dei contagi. Lo stesso governatore di New York, Kathy Hochul, ha osservato che gli ultimi dati relativi a New York city sono «un barlume di speranza». Opposta infatti è la situazione negli Stati del Sud degli Stati Uniti e dell'Ovest: in alcune di queste aree la crescita delle infezioni da Omicron è esplosiva, con zone che registrano un incremento del 400% delle infezioni nelle ultime due settimane. Ma la possibilità che l'America raggiunga il picco pandemico nelle prossime settimane è emersa anche dai più avanzati modelli statistici Usa.

18:44

Il Regno Unito scende sotto i 100mila casi
I contagi da coronavirus nel Regno Unito scendono nell'ultimo giorno sotto la soglia dei 100'000, a 99'652, con 270 decessi. È quanto emerge dai dati ufficiali. Accelera quindi il trend positivo degli ultimi giorni, con una diminuzione rispetto ai 109'133 casi e ai 335 decessi di ieri e anche su base settimanale. Calano anche i ricoveri in ospedale a ulteriore indicazione del fatto che, come sottolineano gli scienziati, il Paese sta superando l'ondata della variante Omicron del Covid-19 e si sarebbe quindi lasciato il picco di infezioni alle spalle. (fonte ats)

18:09

Novavax in Germania, si parte il 21 febbraio
La prima partita del vaccino Novavax sarà distribuita in Germania il 21 febbraio con 1,75 milioni di fiale. Lo ha dichiarato il ministro della Salute Karl Lauterbach a Berlino. Questo vaccino di nuovo tipo potrebbe essere messo a disposizione dei cittadini per la vaccinazione in Germania già entro febbraio, ha aggiunto il ministro. La tipologia del vaccino, non basato sulla tecnologia M-Rna ma assimilabile ai vaccini contro l'influenza, potrebbe convincere gli scettici a farsi vaccinare. Il preparato Novavax è fatto con copie coltivate in laboratorio della proteina spike che riveste il coronavirus. Dopo la vaccinazione il sistema immunitario sviluppa anticorpi contro questa proteina ed è in grado di difendersi dal virus vero in caso di attacco. Le ulteriori 3,25 milioni di dosi dovrebbero arrivare successivamente ma non è ancora chiaro quando. (fonte ats)

17:27

Brasile, Pfizer anticipa le consegne di vaccini pediatrici
Il governo brasiliano ha annunciato che già questa domenica arriverà un nuovo lotto di vaccini pediatrici contro il coronavirus per i bambini tra i 5 e gli 11 anni di età. Questo secondo lotto di vaccini, di altre 1,2 milioni di unità, doveva arrivare in Brasile solo il 20 gennaio. Il primo carico, con 1,2 milioni di dosi, è atterrato ieri all'alba provenendo da Amsterdam. Il segretario esecutivo del ministero alla Salute, Rodrigo Cruz, ha anticipato che il 27 gennaio arriveranno ulteriori 1,6 milioni di dosi. Il prodotto Pfizer per uso pediatrico è stato approvato il 16 dicembre dall'Agenzia nazionale di sorveglianza sanitaria (Anvisa). Quest'ultima sta nel frattempo analizzando l'efficacia e la sicurezza anche del vaccino cinese CoronaVac, prodotto presso l'Istituto Butantan di San Paolo. Il ministero della Salute ha già iniziato a inviare le prime dosi di Pfizer nei 27 Stati dell'Unione. Il governo dello Stato di San Paolo dovrebbe iniziare la somministrazione ai bambini già da oggi, probabilmente presso l'Hospital das Clinicas dell'omonimo capoluogo. (fonte ats)

16:43

Quelle mascherine «indecorose»

Hanno generato una levata di scudi alcuni lotti di mascherine ff2p color rosa mandati dallo Stato italiano alle polizie di Varese, Pavia, Ferrara e Venezia. Secondo i diretti interessati un colore «indecoroso per quanto riguarda il rispetto della divisa». A intervenire sulla questione, anche il capo del Sindacato dei poliziotti Stefano Paolini: «Non è per pregiudizio riguardo al rosa, ma per il fatto che è un colore che stona appaiato al blu e al nero delle uniformi», ha spiegato. Secondo il Corriere della Sera, però, sarebbero diverse e in tutta Italia le istituzioni ad aver ricevuto le mascherine della medesima tinta, anche ospedali, protezione civile e scuole.

15:59
Keystone
Un uomo riceve una dose di vaccino in un centro vaccinale in Sudafrica.
15:43

Con Omicron ricovero e morte ridotti del 25%

Un nuovo studio sudafricano, che ha preso in considerazione 16'000 contagiati da coronavirus (5'000 dell'ultima ondata e 11'000 delle precedenti) ha confermato che - a parità di condizioni - il rischio di ospedalizzazione e morte con Omicron è del 25% inferiore rispetto alla variante Delta. Una tesi questa, che trova riscontro in diverse altre pubblicazioni di questi giorni, compresa quella dell'Imperial College di Londra che riporta dati in linea con quelli dei colleghi africani. Il motivo della (relativa) minore pericolosità non è da ricercarsi nel virus in sé, quanto piuttosto nell'immunizzazione della popolazione da parte di vaccini ed esposizione al virus. Anche questa, una cosa ripetuta diverse volte dalla comunità scientifica. Citando l'epidemiologo dell'Ospedale di Barcellona Antoni Trilla, che ha commentato lo studio a El Pais: «Non è il virus a essere cambiato, ma le persone».

10:18
keystone-sda.ch (MARKO SAAVALA)
Magdalena Andersson, prima ministra della Svezia.
10:17

Svezia, la premier Andersson è positiva

Magdalena Andersson, la prima ministra svedese, è risultata positiva a un test rapido per il coronavirus. Ne dà notizia Reuters che riporta la dichiarazione di un portavoce del Governo che conferma come la stessa stia bene e sia al momento in isolamento, svolgendo le sue mansioni da casa. Al momento anche la Svezia, come quasi tutti i Paesi al mondo, si trova alle prese con una recrudescenza dei casi dovuti alla variante Omicron. Con più di 25'000 positivi registrati nella giornata di ieri.

17:28

Francia, contagiato il ministro della Salute
Il ministro della Salute francese Olivier Véran è stato contagiato dal coronavirus. Lo ha annunciato lui stesso su Twitter. «Sono stato testato positivo al Covid. Di conseguenza, mi sono messo in isolamento e continuo a svolgere le mie funzioni a distanza». Secondo quanto riferito da BfmTv, Véran è stato contattato mercoledì dalle autorità sanitarie in quanto contatto di un positivo. Dopo l'insorgere di lievi sintomi, il tampone ha confermato l'avvenuta infezione.

16:58
keystone-sda.ch / STF (SEBASTIEN NOGIER)
16:58

Canada, padre non vaccinato non potrà vedere il figlio
Un padre canadese, che non è stato vaccinato contro il Covid, ha temporaneamente perso il diritto di vedere il figlio di 12 anni. Stando a quanto riporta la Bbc online un giudice ha infatti stabilito che le sue visite non sarebbero state nel «migliore interesse» del bambino, considerato l'aumento dei contagi nella provincia del Quebec. La decisione del giudice, presa alla fine del mese scorso, è seguita alla richiesta del padre di prolungare il suo tempo di visita durante il periodo delle vacanze. La madre, contraria alla richiesta iniziale del padre ha allora detto alla corte di aver scoperto di recente che l'uomo non era vaccinato e il giudice ha emesso la sua sentenza. L'uomo non potrà vedere il figlio fino a febbraio, a meno che non decida di vaccinarsi. (fonte ats)

16:40

Javid: «Il Covid non se ne andrà via»
Dopo aver annunciato le nuove regole per l'isolamento dei casi positivi, il ministro della Sanità britannico Sajid Javid ha aggiunto che al momento il Paese «è protetto meglio di quanto non fosse mai stato fino a ora» contro il Covid. E ha aggiunto che il virus non se ne andrà via e gli strumenti di cui disponiamo - vaccini, test e antivirali - sono «la via migliore per proteggere la salute e la libertà, mentre impariamo a convivere con il Covid».

14:19

Regno Unito, da 7 a 5 giorni il periodo di isolamento
Il governo britannico riduce il periodo d'isolamento per le persone completamente vaccinate che risultano positive al Covid da 7 a 5 giorni. Lo ha annunciato alla Camera dei Comuni il ministro della Sanità, Sajid Javid, secondo cui «circa due terzi dei casi positivi non sono più infettivi entro la fine del quinto giorno». In questo modo si possono ridurre le persistenti carenze di personale in diversi settori, a partire dalla sanità. A chi ha contratto il Covid in Inghilterra sarà quindi consentito lasciare l'isolamento solo dopo aver completato un «minimo» di cinque giorni, con test negativo al quinto e al sesto giorno.
(Fonte ats ans)

14:15

Positivi più di metà dei test effettuati in Slovenia
In Slovenia resta altissima l'incidenza di positività al Covid, risultata anche oggi superiore al 50% dei test effettuati. Come hanno reso noto le autorità sanitarie a Lubiana, su 13'335 test effettuati nelle ultime 24 ore, 6'855 sono risultati positivi, pari al 51,4% del totale. I decessi da ieri sono stati sette. Ieri con oltre 7'400 casi si era registrato il record assoluti di contagi giornalieri da inizio pandemia. I pazienti ricoverati in ospedale sono attualmente 527, 153 dei quali in terapia intensiva. I casi attivi nel Paese - riferiscono i media regionali - sono 50'641. La Slovenia ha 2 milioni di abitanti.
(Fonte ats ans)

12:47
keystone-sda.ch / STF (Czarek Sokolowski)
12:46

Omicron? Come un'influenza, ma solo per i vaccinati
Omicron diventerà come un'influenza, ma solo per i vaccinati. È l'opinione di Sergio Abrignani, immunologo dell'Università Statale di Milano, che accosta il tasso di mortalità causato dal virus che compare ogni inverno (0,1%) con quello di Omicron tra chi ha completato il ciclo vaccinale o ha già ricevuto il booster (0,12%). La variante del Sars-CoV-2 non sarà mai paragonabile a un raffreddore, spiega al Corriere della Sera. «Non scherziamo. Il virus del raffreddore non uccide».

12:26

Omicron su Israele, quasi 50mila casi in 24 ore
Nelle ultime 24 ore Israele ha registrato quasi 50 mila (48'095) nuove infezioni da Covid, spinte dalla variante Omicron. Lo testimoniano i dati diffusi dal ministero della Sanità secondo cui il tasso di morbilità è arrivato all'11,97% rispetto a 401'747 test tra molecolari e antigenici. In crescita i malati gravi, giunti a 283. Secondo i media, tuttavia, il numero dei malati gravi e delle morti durante Omicron resta molto più basso di quelli registrati nelle altre ondate. (fonte ats)

10:16
keystone-sda.ch / STF (ANDY RAIN)
10:15

Johnson cancella una visita: un famigliare è positivo
Il primo ministro britannico Boris Johnson ha cancellato la visita al centro vaccinale di Burnley dopo la comunicazione che un membro della sua famiglia (al momento non meglio specificato) è risultato positivo al coronavirus. Per il premier conservatore sarebbe stato il primo evento pubblico dopo le scuse in Parlamento per aver preso parte a un party al numero 10 di Downing Street durante il lockdown.

08:45

Con Omicron il rischio di ricovero è dimezzato 
Una vasta ricerca di studiosi americani su circa 70 mila pazienti positivi al Covid (non ancora verificato dai colleghi) ha dimostrato un rischio di ospedalizzazione e di decessi sostanzialmente ridotto con la variante Omicron rispetto a quella Delta, e questo indipendentemente dal livello di immunità nella popolazione. Le persone infettate da Omicron avevano un rischio di essere ricoverate pari alla metà in meno rispetto a quelli contagiati da Delta, mentre il pericolo di finire in terapia intensiva è risultato ridotto del 75% circa e quello di morire di oltre il 90%. Tra le oltre 52 mila persone con Omicron nessuna ha avuto bisogno di un respiratore artificiale, contro 11 tra i 17 mila con Delta. Inoltre la durata media del ricovero è stata di 1,5 giorni con Omicron contro i 5 per Delta. Lo studio, che corrobora i dati accumulati da altri Paesi, come il Sudafrica e la Gran Bretagna, è stato condotto da ricercatori dell'Università di California, Berkeley, Kaiser Permanente e i Cdc, l'agenda federale Usa contro la diffusione delle malattie. (ats ans)

08:40
Reuters
20:11
Keystone
20:07

Fauci: «Colpirà quasi tutti»
La prospettiva di una convivenza con il Covid si fa sempre più concreta, nella misura in cui Omicron sta diventando pervasiva a livello mondiale. Un ulteriore segnale in questo senso è arrivato dal virologo più ascoltato degli Stati Uniti, Anthony Fauci, secondo cui la variante «colpirà quasi tutti», e ciononostante i vaccinati non avranno eccessivi problemi. Così, anche a fronte della crescita esponenziale dei contagi, sempre più Paesi stanno considerando una nuova strategia contro il Covid, che superi la fase emergenziale. A patto però che tutti si vaccinino. Se necessario anche con la quarta dose, come ha appena deciso la Danimarca, seguendo Israele. Gli Stati Uniti nell'ultima settimana hanno registrato una media di nuovi contagi quattro volte e mezzo superiore al picco dell'impennata guidata da Delta. E questo si deve «al livello di trasmissibilità senza precedenti di Omicron», ha rilevato Fauci, arrivando a prevedere che «alla fine raggiungerà quasi tutti». Anche «molti dei vaccinati e con la terza dose», ha stimato il consigliere del presidente Joe Biden, che allo stesso tempo ha voluto dare un messaggio di ottimismo: «Molto probabilmente, i vaccinati se la caveranno», nel senso che «non finiranno in ospedale e non moriranno». Mentre i non vaccinati rischiano un «impatto grave». Un avvertimento ai 65 milioni di americani, uno su cinque, che continuano a evitare l'iniezione. (ansa)

19:22

In Danimarca quarta dose per i più fragili

La Danimarca offrirà la quarta dose di vaccino anti-Covid ai soggetti più vulnerabili. Lo ha reso noto il ministro della Salute Magnus Heunicke. Il Paese sta affrontando come altri in Europa un'impennata di contagi a causa di Omicron, ma allo stesso tempo le autorità hanno deciso di allentare alcune restrizioni, riaprendo cinema e locali nel week-end, perché il tasso di ospedalizzazioni e decessi resta stabile.

18:54
18:17

Francia: sospeso l'obbligo di mascherina all'aperto nelle Yvelines
Il Tribunale amministrativo di Versailles, alle porte di Parigi, ha sospeso l'ordinanza del prefetto che ha reso obbligatorio l'uso della mascherina all'esterno nel dipartimento delle Yvelines, uno dei più vasti alla periferia della capitale. È la prima volta che accade in Francia.
Su ricorso di alcuni cittadini, il giudice amministrativo ha ritenuto che «l'obbligo può essere imposto soltanto qualora la situazione epidemiologica locale lo giustifichi e che l'uso della mascherina sia limitato ai luoghi e alle ore di forte circolazione», si legge in un comunicato. Secondo il tribunale, l'ordinanza «colpisce in modo eccessivo, sproporzionato e non appropriato la libertà individuale». (fonte ats ans)

17:54
keystone-sda.ch / STF (ANDY RAIN)
17:33

Bolsonaro: «Omicron non ha ucciso nessuno»
Il presidente brasiliano, Jair Bolsonaro, ha difeso l'immunità di gregge come strategia contro la pandemia di coronavirus e affermato che la variante Omicron non ha causato decessi. Il ministero della Salute ha intanto ufficializzato almeno una vittima da Omicron, un uomo di 68 anni dello Stato di Goias. «Omicron non ha ucciso nessuno, la persona che è morta a Goias non è stata a causa di Omicron, in realtà aveva già gravissimi problemi polmonari ed è deceduto», ha dichiarato il capo dello Stato. «Dicono che Omicron sarebbe un virus vaccinale, lo dicono persone serie che non sono legate alle aziende farmaceutiche. Dicono che Omicron è benvenuto e potrebbe essere un segno della fine della pandemia», ha aggiunto Bolsonaro, che si ammalò di Covid nel luglio 2020 e non si è vaccinato sostenendo di aver sviluppato anticorpi naturali in seguito alla guarigione. «Ci sono persone che hanno fatto la terza dose di vaccini e stanno morendo» lo stesso, ha rincarato il leader di destra, ribadendo la sua contrarietà ai lockdown come forma di prevenzione dalla malattia. «Con un altro lockdown l'economia non potrà reggere, il Brasile andrebbe in bancarotta», ha concluso Bolsonaro. (fonte ats)

17:00

Belgio, verso allo stop delle corsie preferenziali per i pazienti Covid
Il Belgio si prepara alla possibilità di escludere i pazienti Covid dalle corsie preferenziali per il ricovero in ospedale. È quanto prevede un piano ad hoc formulato dal Servizio pubblico federale per la salute (Sfb Santé) se la variante Omicron dovesse portare anche nel Paese del Benelux un'ondata senza precedenti.
«C'è un consenso per cui in una fase d'urgenza di livello 3 le cure per il Covid non saranno più prioritarie rispetto a quelle» per altri tipi di patologie, ha spiegato ai media belgi Marcel Van der Auwera, che presiede la commissione che si occupa del Pronto soccorso federale. (fonte ats ans)

16:56
Keystone
16:47

Trump a favore del vaccino, ma non dell'obbligo
In una rara intervista alla Npr, la radio pubblica americana, Donald Trump si è dichiarato a favore del vaccino anti-Covid e del booster ma contro l'obbligo, ritenendola «una scelta individuale». «L'obbligo sta davvero danneggiando il nostro Paese», ha affermato l'ex presidente statunitense. (fonte ats ans)

15:54

Usa, 10 milioni di test anti-Covid gratis alle scuole
L'amministrazione Biden ha annunciato che fornirà ogni mese 10 milioni di test anti-Covid gratis alle scuole per garantire la loro apertura full time e in persona. Una priorità su cui sono stati fatti vari sforzi finora, consentendo che in gennaio risulti aperto il 96% delle scuole degli Stati Uniti, contro il 46% dello scorso anno. (fonte ats ans)

15:53
keystone-sda.ch (CLEMENS BILAN)
14:56

Obbligo vaccinale, in Germania è sempre più una possibilità

Il cancelliere tedesco Olaf Scholz starebbe seriamente valutando la possibilità di introdurre l'obbligo vaccinale in Germania. La proposta, fatta davanti al Parlamento, verrà portata al più presto al vaglio dei Länder: «La ritengo necessaria e mi impegnerò in prima persona affinché diventi realtà», ha confermato Scholz. Riguardo al record di casi di oggi, il cancelliere si è comunque dimostrato ottimista: «resta inferiore a quello di altri Paesi, perché siamo stati bravi a rispettare le regole».

12:41

Un nuovo anticorpo efficace anche contro Omicron
L'anticorpo monoclonale bebtelovimab (sviluppato da AbCellera e Eli Lilly) sembrerebbe essere in grado di neutralizzare efficacemente la variante Omicron e le altre varianti del virus SARS-CoV-2. È quanto emerge da uno studio pubblicato (in pre print) su bioRxiv e condiviso dall'agenzia di stampa Reuters. Lilly ha fatto sapere che sta lavorando con la Fda (Food and Drug Administration, l'agenzia federale statunitense per la sicurezza dei farmaci) per rendere disponibile bebtelovimab con un'autorizzazione all'uso di emergenza». Bebtelovimab è attualmente in fase 2 di sperimentazione clinica. Benché siano necessari ulteriori test, questi risultati potrebbero rappresentare «una pietra miliare significativa nella risposta alla pandemia». (Fonte ats ans)

11:48
keystone-sda.ch / STF (FILIP SINGER)
11:47

Record di positivi in Austria e Germania
Nuovo record di contagi in Germania: sono 80'430 le infezioni da coronavirus registrate martedì, secondo i dati pubblicati dall'istituto Robert Koch. I decessi per Covid-19 sono stati 384. Primato anche per l'Austria, con 18'427 casi sempre sull'arco delle 24 ore. Nuovo record di positivi anche in Norvegia e Arabia Saudita.

11:41

Protocollo troppo complesso nelle scuole francesi: domani si sciopera
Sciopero degli insegnanti in Francia contro il protocollo sanitario considerato eccessivamente confuso e complesso messo in atto dal governo per contrastare il coronavirus nelle scuole. Il sindacato scolastico Snuipp-FSU prevede che il 75% degli insegnanti del sistema primario saranno in sciopero domani e che metà delle scuole resterà chiusa.
«Questa mobilitazione storica per ampiezza negli ultimi venti anni non è uno 'sciopero contro il virus', ma illustra la crescente esasperazione nelle scuole», scrive il sindacato in una nota. Snuipp-FSU denuncia «condizioni di lavoro che peggiorano» e le «bugie permanenti del ministro dell'Istruzione», Jean-Michel Blanquer. Quest'ultimo ha ammonito ieri mattina che «non si sciopera contro il virus». (fonte ats ans)

08:04
keystone-sda.ch / STF (Tatan Syuflana)
Una dottoressa con un vaccino Covid, in Indonesia.
08:02

L'Oms: «I booster ripetuti a oltranza non sono una strategia valida»

Puntare su una serie di booster ripetuti, all'emergere di ogni variante «non è una strategia valida e perseguibile» ha confermato nella serata di ieri il Gruppo dell'Oms che si occupa dei vaccini Covid (il Tag-Co-Vac). In particolare viene considerata poco utile «somministrare dosi ulteriori di un farmaco che è sempre uguale a sé stesso». L'invito per le farmaceutiche è quindi quello di «tenere sempre in considerazione le nuove varianti più diffuse come Omicron», ma soprattutto «di sviluppare dei sieri che possano sì proteggere le persone dai sintomi più gravi, ma anche evitare di contrarre la malattia» così come fornire «una risposta immunitaria forte e in grado di durare nel tempo e che non richieda richiami costanti». Sempre stando agli esperti dell'Organizzazione al momento, al mondo, si sta lavorando a 311 vaccini per il Covid.

20:35

Ema, «verso una fase endemica»
L'emergenza Covid a livello mondiale sta cambiando volto, e si va verso una fase endemica, come avverte l'Agenzia europea dei medicinali (Ema) precisando tuttavia che non siamo ancora a questo punto. Nel frattempo in alcuni Paesi si fa largo l'ipotesi di non comunicare più tutti i giorni il numero di casi positivi. Ma in vista del passaggio da una pandemia all'endemia - caratterizzata da una circolazione stabile del virus nella popolazione e con un numero di casi uniforme e distribuito nel tempo, come nel caso dell'influenza stagionale - il conteggio giornaliero dei contagi, come avviene attualmente con il bollettino giornaliero dell'Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP) in Svizzera o con il report del ministero della Salute per quanto riguarda l'Italia, «perde peso» poiché a essere indicativi sono essenzialmente i dati sulle ospedalizzazioni.

Con il diffondersi di Omicron «il virus sta diventando più endemico, ma non possiamo ancora dire di essere in quella fase, il virus si comporta come un virus pandemico, Omicron lo dimostra, e non dobbiamo dimenticarlo», ha affermato il capo della strategia vaccinale dell'Ema, Marco Cavaleri.

In Francia e Italia, in particolare, il dibattito sull'utilità di comunicare quotidianamente il numero di test positivi si accende sempre di più: la tesi sostenuta è che in una fase endemica o pre-endemica, nella quale la popolazione convive con il virus, un conteggio giornaliero dei casi perde di significato, poiché a pesare non è più appunto il numero assoluto dei positivi, ma il numero di casi che effettivamente vanno a caricare il sistema ospedaliero intasando reparti e terapie intensive perché di maggiore gravità. Discussa è anche la possibilità di comunicare e i dati solo settimanalmente.

19:42

Lombardia, numeri da zona arancione

La Lombardia è alla soglia della zona arancione: l'occupazione dei posti letto Covid nei reparti ordinari negli ospedali ha superato oggi la soglia del 30% (attestandosi al 30,6%). Tale quota e l'incidenza sfavorevole dei casi rappresentano due dei tre indicatori che determinano il colore di una Regione. Attualmente per il passaggio alla zona arancione manca solo la soglia del 20% per le intensive (al momento 16,7%) ma, a fronte di questi dati, è sempre più probabile che la Lombardia cambi fascia.

 

17:57

Usa, la variante Omicron è al 98,3%
La variante Omicron si sta avvicinando a essere individuata nel 100% dei casi di coronavirus negli Stati Uniti. Secondo le stime dei Cdc, l'agenzia federale di controllo della salute, la scorsa settimana si è arrivati al 98,3% dei casi sequenziati. 
Il tutto mentre gli Usa fanno segnare il record di ospedalizzazioni: lunedì sono state ricoverate 145'982 persone, che supera di 13mila unità il precedente primato che risaliva a un anno fa. I positivi al virus sono stati 1,35 milioni di 24 ore.

17:47
keystone-sda.ch (Shawn Thew)
17:34

La crescita di Omicron in Russia potrebbe essere «molto intensa»
La Russia potrebbe fare presto i conti con una crescita «molto intensa» dei contagi legati alla variante Omicron. A parlare di rischio concreto è stata Anna Popova, responsabile dell'agenza federale del benessere dei consumatori. Sono finora 305 i casi legati alla nuova variante del coronavirus, diffusi in 13 delle regioni del vastissimo territorio russo.

16:45

La Spagna chiede se è il momento di dichiarare Covid endemico
«Dobbiamo valutare l'evoluzione del Covid-19 a malattia endemica». Così il primo ministro spagnolo Pedro Sanchez ha dichiarato alla stazione radio Cadena Ser. Il premier ha chiesto all'Unione europea di poter discutere la situazione visto che ora, con la mortalità in calo da inizio pandemia, potrebbe essere il momento giusto per iniziare a valutare la malattia con parametri diversi, più simili a quelli utilizzati per l'influenza. «Questo dibattito è necessario, la scienza ci ha dato gli strumenti per proteggerci». Il Ministero della salute spagnolo ha rilevato che nell'ultima settimana i casi positivi rilevati sul territorio fossero 692'000 con il 13,4% dei letti in ospedale occupati da pazienti Covid. L'anno scorso, nello stesso periodo, c'erano stati 115'000 nuovi contagi e il 13,8% dei ricoveri erano per Coronavirus.

15:24
keystone-sda.ch / STR (CHRISTOPHE PETIT TESSON)
15:19

Ha ancora senso contare i tamponi positivi?
Per l'epidemiologo francese Bruno Hoen, con il crescente divario fra numero di casi e ricoveri e con l'inflazione di tamponi effettuati, «non ha più nessun senso mettersi a contare i tamponi positivi». Per lui, «bisogna smettere di utilizzare quell'indicatore, e guardare unicamente al numero di forme gravi che necessitano il ricovero in ospedale. È questo l'indicatore che conta».
Parere più sfumato per un altro epidemiologo, Yves Coppieters, intervistato dalla tv Lci. Per lui, è meglio continuare a prendere in esame «i due indicatori, anche se non sono più legati», perché «vigilare sui contagi» consente anche «di sorvegliare le caratteristiche delle persone contaminate». (fonte ats ans)

11:49
Keystone
Hans Kluge, responsabile per l'Europa dell'OMS.
11:39

Entro 2 mesi metà degli europei contagiati da Omicron
Al ritmo attuale dei contagi, da qui a due mesi oltre il 50% degli europei sarà contagiato dalla variante Omicron del Covid. Lo ha detto il direttore dell'Organizzazione mondiale della sanità (Oms) Europa, Hans Kluge, in un briefing sull'andamento della pandemia del Vecchio Continente. «In alcuni Paesi europei il picco della variante Omicron è già stato raggiunto ma la situazione all'interno del continente è molto variegata quindi bisogna sempre ricordarsi di proteggere i più vulnerabili», ha detto Kluge, che si è definito «profondamente preoccupato per il fatto che la variante si sta spostando verso est e quindi dobbiamo ancora vedere il suo pieno impatto in paesi in cui i livelli di vaccinazione sono più bassi e dove si rischia una malattia più grave nei non vaccinati». (Fonte ats ans)

10:07

Il Giappone prolunga la chiusura agli stranieri

A causa di Omicron, il Giappone manterrà in vigore fino almeno alla fine del mese di febbraio le strette normative legate agli ingressi nel Paese. La conferma arriva direttamente dal premier Kishida - citato da Reuters - che ha però confermato «eccezioni possibili in caso di emergenze umanitarie». Al momento l'accesso è vietato a chiunque non sia di nazionalità giapponese, compresi gli studenti stranieri così come i famigliari stranieri di cittadini giapponesi residenti, a meno di eccezioni particolari.

08:37

Cinque milioni in lockdown - Cinque milioni e mezzo di residenti della città di Anyang, nella provincia di Henan, hanno avviato oggi il confinamento domiciliare tra le misure anti-Covid decise dalle autorità locali dopo la conferma di 84 casi da sabato, di cui almeno due della temuta variante Omicron (uno è collegato al focolaio di Tianjin) e 58 accertati dalla mezzanotte di lunedì alle 8 del mattino. Il blocco di Anyang porta a 20 milioni il totale in Cina dei residenti confinati nelle loro case dopo Xi'an (13 milioni di abitanti) e (Yuzhou con 1,1 milioni). Pesanti restrizioni ci sono anche a Tianjin, primo focolaio interno di Omicron. (fonte ats ans)

08:35
Reuters
21:13

Continua la protesta in Germania
Alcune migliaia di persone stanno manifestando in diverse città della Germania anche stasera, come avvenuto spesso di lunedì, per contestare le misure anticovid. Cortei sono stati segnalati a Lubecca, a Colonia, mentre nel Land del Meclemburgo-Pomerania sono circa 8000 i dissidenti scesi per strada stando all'agenzia di stampa DPA. Proibita una manifestazione a Potsdam, nel Brandeburgo. Anche a Berlino si manifesta in diversi luoghi. Per ora non si sono registrati scontri. È recente nella Repubblica federale il fenomeno delle cosiddette «passeggiate» degli anti-covid, che si riuniscono anche in piccoli gruppi per dimostrare dissenso.

19:44

Omicron, Moderna lancia i test sul vaccino
Moderna sta per avviare i test di un nuovo vaccino specifico contro la variante Omicron del Covid-19: lo ha detto oggi il CEO dell'azienda Stephane Bancel in una intervista ai media Usa. «Stiamo lavorando attivamente a un vaccino che funzioni come booster precisamente contro Omicron - ha detto Bancel - e molto presto, nel giro di settimane, partiranno i clinical trial». L'amministratore delegato di Moderna ha anche affermato che l'azienda «sta discutendo con i vari leader della sanità pubblica nel mondo la strategia migliore per un possibile booster nell'autunno 2022». Bancel ha suggerito la possibilità che un eventuale ulteriore booster autunnale contenga dei componenti anti-Omicron e altre varianti. Ma ha ammesso che è troppo presto per saperlo. (fonte ats ans)

18:23
Keystone
18:20

Incidenza alle stelle a Kitzbühel, prima della Coppa del mondo
A Kitzbühel, centro del Tirolo austriaco che dal 18 gennaio ospiterà la Coppa del mondo di sci, l'incidenza è arrivata a quota 3'223. I casi attivi sono invece 617 su 8239 abitanti. Ancora più alta è l'incidenza nel distretto di Pongau, nel Salisburghese, con 3290.
In Tirolo la situazione negli ospedali resta invece stabile con 33 pazienti in terapia intensiva (-2 rispetto a ieri) e 122 nei reparti normali (+5). Anche a Vienna i contagi stanno salendo e l'incidenza su 100'000 abitanti ormai è di 934, mentre la media nazionale in Austria è 695. (fonte ats ans)

18:01

Nuove restrizioni in Svezia
Il governo svedese sta per introdurre nuove restrizioni, nel tentativo di mantenere sotto controllo l'ondata dei contagi da coronavirus e non aggravare la pressione sugli ospedali. Ci sarà un tetto massimo ai partecipanti agli eventi pubblici e, dove possibile, sarà obbligatorio il telelavoro. I ristoranti dovranno chiudere alle 23 e i tavoli potranno avere al massimo otto commensali. «La situazione si sta deteriorando» ha spiegato la premier Magdalena Andersson. Le misure saranno valutate nuovamente tra due settimane.

17:55
14:51
keystone-sda.ch / STR (Carlos Giusti)
Personale paramedico si accinge a vaccinare, in un centro del Portorico.
14:49

Pfizer: «Vaccino per Omicron pronto per marzo»

Dovrebbe essere disponibile su larga scala già a partire da marzo il vaccino contro la variante Omicron del coronavirus. Ne dà notizia il Ceo di Pfizer Albert Bourla che è stato intervistato dalla rete americana CNBC. Il nuovo farmaco sarebbe già pronto e «in corso di produzione in questo momento». La versione "aggiornata" del vaccino non prenderà di mira solamente Omicron ma anche le altre varianti già note: «Non è davvero chiaro se Omicron necessiti davvero di un vaccino, ma in ogni caso siamo al lavoro perché sono diversi i governi che ci hanno confermati di volerlo al più presto possibile», conferma Bourla.

12:21

Uganda, scuole riaperte oggi dopo due anni
Termina oggi in Uganda la chiusura delle scuole più lunga del mondo, con milioni di bambini che tornano in classe a quasi due anni dalla sospensione delle lezioni per la pandemia di Covid-19. Ammontano a circa 15 milioni gli alunni che nel Paese africano non hanno frequentato la scuola dal marzo 2020.
«Tutti gli istituti scolastici hanno adottato linee guida e procedure operative standard per garantire il rientro in sicurezza dei bambini a scuola, e misure sono state messe in atto per far rispettare le regole a coloro che non lo fanno», ha detto all'agenzia Afp il ministro dell'Istruzione, John Muyingo. Tale rientro a scuola ha creato un traffico che ha intasato la capitale ugandese, Kampala. (fonte ats ans)

12:16

14 milioni di test in 48 ore a Tianjin: 76mila in quarantena
Le autorità di Tianjin hanno concluso oggi in 48 ore circa i test anti-Covid per i suoi 14 milioni di residenti dopo il focolaio di Covid emerso nel weekend coi primi due casi in Cina di variante Omicron trasmessa localmente, disponendo la quarantena per 76.000 persone, secondo i media locali.
Malgrado la cancellazione di voli e collegamenti di autobus, la città portuale non è sottoposta a un lockdown totale che confina tutti i residenti nelle loro case, come deciso il mese scorso per Xi'an, il capoluogo dello Shaanxi, provocando proteste rabbiose per la carenza di cibo e gli ostacoli all'accesso per garantirsi le cure mediche. (fonte ats ans)

12:15
keystone-sda.ch (Sun Fanyue)
10:16

Italia verso i tre milioni di positivi
Nino Cartabellotta, presidente della Fondazione Gimbe, ha spiegato nel corso di un'intervista radiofonica che in Italia, «con questo ritmo di crescita, la prossima settimana avremo tre milioni di positivi». Si tratta ovviamente di proiezioni e non di dati certi, ma che destano una certa impressione. «Lunedì prossimo potremmo avere un'occupazione dei posti letto in area medica al 38% e in terapia intensiva al 20%, percentuali che iniziano a essere preoccupanti». 
Cartabellotta ricorda che «la previsione dei due milioni di positivi purtroppo l'abbiamo azzeccata» e sottolinea come sia «evidente che questo sta iniziando a pesare sugli ospedali, con quasi 16mila pazienti in area medica a quasi 1600 in terapia intensiva. Abbiamo quasi l'1% di persone che vanno in area medica e l'1 per mille va in terapia intensiva».

10:12

L'invito alle donne incinte: vaccinatevi al più presto
Il governo britannico ha invitato le donne incinte a vaccinarsi contro il coronavirus il prima possibile. La campagna - che si avvale della consulenza di scienziati e istituzioni - fa forza sulla sicurezza del preparato anche durante la gravidanza e sull'assenza di controindicazioni per quanto riguarda la fertilità. C'è poi un dato: il 96,3% delle donne incinte ricoverate in ospedale per Covid-19 tra il maggio e l'ottobre 2021 non aveva ricevuto il vaccino. Due pazienti su tre hanno avuto bisogno di un supporto respiratorio e una su cinque è andata incontro a un parto indotto in anticipo rispetto al termine, così da agevolarne la guarigione.

10:02
keystone-sda.ch / STF (NEIL HALL)
10:02

Il Regno Unito non è ancora pronto a convivere con il Covid

Il Regno Unito è alle prese con un numero sempre maggiore di contagi e con una pressione crescente sugli ospedali. Il Paese non è ancora pronto a convivere con il Covid, ha dichiarato a Sky News il Segretario di Stato per le comunità e i governi locali del Regno Unito Michael Gove. I test rapidi gratuiti, ha affermato, sono uno strumento vitale per arginare la pandemia, ma la realtà è che «stanno per arrivare alcune settimane difficili».
«Ci stiamo muovendo verso una situazione in cui è possibile dire che possiamo convivere con il Covid e che la pressione sul Sistema sanitario nazionale e sui servizi pubblici si sta attenuando. Ma è assolutamente fondamentale riconoscere che non ci siamo ancora...».

18:23
Depositphotos (MKucova)
18:23

Il vescovo ordina: i sacerdoti non vaccinati non potranno distribuire la comunione
I sacerdoti non vaccinati contro il coronavirus non potranno distribuire la comunione: è quanto ha deciso Giacomo Cirulli, vescovo della diocesi di Teano-Calvi in provincia di Caserta. Un provvedimento preso in considerazione della situazione pandemia «in costante e grave peggioramento» e che è stato esteso anche a diaconi e laici. Cirulli, che oltre a essere sacerdote si è laureato 40 anni fa in medicina, ha stabilito come le ostie sull'altare debbano «essere tenute rigorosamente coperte nei previsti vasi sacri». Ha poi disposto la sospensione di ogni «attività pastorale, catechistica e formativa in presenza».

18:06

Senza richiamo sette mesi dopo la terza dose? Via il certificato Covid
«Dal primo febbraio, chi non ha ricevuto la dose di richiamo dopo sette mesi» dalla seconda dose, in Grecia «sarà considerato non vaccinato». Lo ha annunciato alla televisione Ant1 il ministro della sanità ellenico, Thanos Plevris, sottolineando che quindi a chi non avrà la terza dose verrà revocato il super certificato Covid, necessario da novembre per accedere a gran parte dei locali pubblici al chiuso, tra cui cinema, musei, ristoranti e palestre. (fonte ats ans)

17:09
keystone-sda.ch / STR (JULIEN WARNAND)
17:08

Migliaia in piazza a Bruxelles
«Basta con la dittatura del Covid Safe Ticket», ovvero il certificato Covid belga. Con cartelli recanti scritte come questa oggi, a Bruxelles, in migliaia sono scesi in piazza per protestare contro le restrizioni messe in campo dal governo. Secondo le forze dell'ordine i manifestanti erano circa 5000. Secondo gli organizzatori invece oltre 20'000. Lo scorso novembre, quando nel corso del corteo si verificarono diversi scontri con la polizia, a scendere in piazza erano state circa 35'000 persone.
«La politica deve unire, non dividere» è il messaggio inviato dalle associazioni presenti alla protesta. «L'unica cosa che il governo teme è il giorno in cui saremo tutti uniti», «Libertà ridicolizzata», «No al pass sanitario», «Il governo ci porta al macello», recitano alcuni dei tantissimi cartelli esposti al corteo. (fonte ats ans)

16:39
Keystone
16:39

L'ospedale che potrebbe perdere 1000 membri dello staff, il giorno dell'obbligo vaccinale
L'ospedale del King's College di Londra potrebbe perdere fino a 1000 membri dello staff, se tutti coloro che non sono a posto con l'obbligo vaccinale (che scatterà dal 1° aprile per tutti coloro che sono a contatto con i pazienti) non regolarizzeranno la propria posizione. Lo ha spiegato l'amministratore delegato, il professor Clive Kay, parlando domenica mattina ai microfoni della Bbc.
Circa il 10% dei 14mila impiegati del King's College non è ancora completamente vaccinato. «Stiamo discutendo con il personale, abbiamo una linea di assistenza». L'obiettivo è di convincere il maggior numero possibile di persone, per evitare di doverli riassegnare o mettere fuori organico alla data della scadenza. «In definitiva» conclude però Kay «se le persone scelgono di non farlo, è una loro scelta personale».

16:25
16:25

Irlanda, sistema sanitario «sotto stress»
Il sistema sanitario nazionale irlandese è «sotto stress», come ammesso domenica dal direttore Paul Reid. «Ma c'è sempre spazio per l'ottimismo» aggiunge, elogiando le dosi booster del vaccino che «offrono grande protezione e le azioni pubbliche che stanno mitigando» l'impatto del virus. Nessuno dei 984 ricoverati presenta sintomi lievi, ma i riscontri dimostrano che si sta andando verso una minore severità dei casi, conclude Reid.

15:06
keystone-sda.ch / STF (Jerome Delay)
15:05

10 milioni di contagi in Africa
L'Africa ha superato i 10 milioni di casi Covid, secondo i dati del dipartimento sanitario dell'Unione africana. In totale, i contagi dall'inizio della pandemia sono 10.028.508 nei 55 Stati africani. Oltre 231mila i morti accertati. (fonte ats ans)

13:55
Afp
13:54

Omicron ferma i treni italiani
Sono 180 i treni regionali di Trenitalia, pari al 3% dell'offerta locale, che saranno cancellati a partire da domani per la riorganizzazione del servizio dovuta alla diffusione dei contagi Omicron, mentre complessivamente - tra cancellazioni e sostituzioni con autobus - saranno 550 le corse interessate, pari al 9% del trasporto regionale. Lo spiega il gruppo Fs sottolineando che da domani Trenitalia riorganizzerà i collegamenti regionali e le Frecce, con cancellazioni pianificate, «quanto più possibile contenute nei numeri e, soprattutto, mirate alle fasce orarie di minore affluenza». Restano regolari al momento Intercity Giorno e Notte.
Per quanto riguarda il trasporto regionale i provvedimenti introdotti comporteranno mediamente una diminuzione del 3% dell'offerta ordinaria. Perché, a fronte di una cancellazione media del 9% di corse ferroviarie, un'ampia parte di esse sarà sostituita da corse su strada con autobus. La riprogrammazione non riguarderà le fasce orarie pendolari e i collegamenti maggiormente utilizzati dagli studenti, che saranno salvaguardati. Saranno cancellate o sostituite con autobus le corse che presentano un'alternativa con partenza ravvicinata.
(Fonte ats ans)

11:55
keystone-sda.ch / STR
Tianjin testa i suoi 14 milioni di abitanti.
11:55

Tianjin testa 14 milioni di abitanti

Le autorità della metropoli di Tianjin, importante porto cinese non molto distante da Pechino, hanno dato il via allo screening di massa della popolazione dopo la scoperta di un focolaio di positivi al coronavirus. 20 tra bambini e adulti sono risultati contagiati e in almeno due casi è stata rilevata la variante Omicron. Oggi è iniziata la fase di test dei 14 milioni di abitanti della città.

11:16

Da oggi Israele riapre i confini (a guariti e vaccinati)

Da oggi Israele riapre i propri confini agli stranieri purché siano vaccinati o guariti dal Covid. Nei giorni scorsi è stata infatti abolita la lista dei Paesi rossi da cui era proibito l'ingresso nel territorio nazionale. Al tempo stesso gli israeliani - anche se il governo e il ministero della sanità sconsigliano i viaggi - potranno recarsi all'estero senza permessi speciali. Le nuove norme prendono atto che la chiusura delle frontiere è inutile vista l'alta incidenza di casi autoctoni nel Paese dovuti alla variante Omicron. (fonte ats ans)

09:44
keystone-sda.ch / STF (Alessandra Tarantino)
09:43

Italia, l'obbligo vaccinale include anche il booster

Il decreto-legge entrato in vigore ieri in Italia, che prevede l'obbligo vaccinale per chiunque abbia dai 50 anni in su, include un chiaro riferimento anche alla seconda dose e al booster. Come sottolinea il Corriere della Sera, l’obbligo vaccinale «si applica ai cittadini italiani e di altri Stati membri dell’Unione europea residenti nel territorio dello Stato, nonché ai cittadini stranieri che abbiano compiuto il cinquantesimo anno di età» e riguarda nello specifico «i soggetti che alla data del 1° febbraio 2022 non abbiano iniziato il ciclo vaccinale primario; i soggetti che a decorrere dal 1° febbraio 2022 non abbiano effettuato la dose di completamento del ciclo vaccinale; i soggetti che a decorrere dal 1° febbraio 2022 non abbiano effettuato la dose di richiamo successiva al ciclo vaccinale primario». A chi non rispetta l’obbligo «si applica la sanzione amministrativa pecuniaria di euro cento».

19:40

Omicron spaventa anche in alto mare, la Royal Caribbean Cruises ferma tre navi
La Royal Caribbean Cruises, compagnia di navigazione americana dedicata alla crocieristica, ha annunciato la sospensione di alcune delle sue attività nel timore di un'alta diffusione di contagi legati alla variante Omicron. Lo stop riguarda al momento tre navi da crociera - Serenade of the Seas, Jewel of the Seas e Symphony of the Seas -, mentre la Vision of the Seas non riprenderà il mare fino al 7 marzo. «Ci dispiace dover cancellare le tanto attese vacanze di nostri ospiti e apprezziamo la loro fedeltà e comprensione», scrive la compagnia, parlando di misure prese per «eccesso di prudenza». Nei giorni scorsi, la Royal Caribbean aveva fermato la nave Spectrum of the Seas dopo che 9 passeggeri erano stati identificati come contatti stretti di un caso registrato a Hong Kong. Tutti sono finora risultati negativi ai successivi tamponi. Diversi casi di positività si sono registrati negli ultimi giorni in altre crociere. (fonte ats)

18:51
AFP
18:50

Proteste a Parigi
Alcune migliaia di persone hanno manifestato oggi pomeriggio a Parigi e in altre città della Francia contro la proposta di legge del governo di un pass vaccinale che arriva in Senato la prossima settimana. A Parigi, dove l'ex dirigente del Front National Florian Philippot guidava il corteo principale, qualche tafferuglio con lancio di gas lacrimogeni da parte della polizia. Fra i manifestanti, nutrita la presenza di "no vax". Particolarmente preso di mira dai manifestanti, non particolarmente numerosi, il presidente Emmanuel Macron per l'attacco sferrato in settimana contro i non vaccinati, definiti «irresponsabili», ai quali ha promesso di «rompere le scatole fino in fondo». Sempre a Parigi, alcuni no vax hanno strappato una bandiera europea dal pennone sul quale era issata in una strada della capitale, sulla scia delle polemiche della settimana scorsa per la bandiera UE che sventolava sotto l'Arco di Trionfo al posto di quella francese. Qualche tafferuglio anche a Montpellier, nel sud. (fonte Ats)

17:30
keystone-sda.ch / STF (ANDY RAIN)
17:29

Aviazione, le compagnie aeree chiedono a Bruxelles di rivedere le quote minime
Le istituzioni Ue sono «sotto la pressione» delle compagnie aeree affinché rivedano le regole che determinano la quota minima di voli che dà diritto a mantenere il proprio "spazio" negli scali europei. È quanto scrive il Financial Times in un articolo pubblicato nel pomeriggio sul sito del quotidiano della City. Il problema, spiega il foglio britannico, è quello dei cosiddetti "voli fantasma" ovvero delle tratte che le compagnie aree sono in qualche modo obbligate a fare, nonostante lo scarso numero di passeggeri a causa della pandemia, per mantenere intatto il loro spazio di decollo e atterraggio negli aeroporti Ue. La tedesca Lufthansa, si legge nell'articolo, è stata costretto a operare 18 mila voli "non necessari" questo inverno per ottemperare alle regole europee, secondo le quali una compagnia aerea deve utilizzare il 50% - in termini di spazio e frequenza di decolli e atterraggi - degli slot disponibili che, in caso contrario, vengono riassegnati. Ed è proprio contro questa misura che, secondo il Ft, le compagnie aeree europee avrebbero puntato il dito. Il tema è anche ambientale. (fonte ats)

17:27

Regno Unito, le vittime del Covid superano quota 150'000
Centocinquantamila morti. Il Regno Unito, con i 313 decessi legati al Covid-19 confermati oggi, sono il settimo Paese al mondo ad aver superato la triste soglia delle 150'000 vittime con gli Stati Uniti, il Brasile, l'India, la Russia, il Messico e il Perù. La cifra precisa, riferita dalle autorità sanitarie, è di 150'057 morti. 

16:50
AFP
La principessa Victoria di Svezia.
16:49

Svezia, positiva la principessa Victoria
La principessa Victoria, erede al trono di Svezia, è risultata positiva al Covid-19. Lo rende noto la corte di Stoccolma, precisando che al momento manifesta sintomi influenzali ed è in isolamento a casa con la famiglia. La principessa aveva già contratto una volta il virus ed è completamente vaccinata. Il re Carlo Gustavo e la regina Silvia di Svezia, genitori di Victoria, erano già risultati positivi nei giorni scorsi. (fonte ats)

14:58
Keystone
14:55

Una settimana da due milioni di casi giornalieri
Il numero di nuove infezioni a livello globale è aumentato del 270% da quando la variante Omicron è stata scoperta alla fine di novembre. Ma, come riporta il Guardian, citando l'agenzia di stampa francese Afp, i decessi, tra il primo e il sette gennaio, erano ai minimi da ottobre 2020, con una media mondiale di 6'237 morti al giorno. Sempre nella prima settimana di questo nuovo anno, la media globale di casi giornalieri è stata di 2'106'118. Un raddoppio, rispetto al 23 dicembre 2021, quando era stata superata a malapena la soglia del milione.
In Europa le infezioni da Covid sono aumentate del 47% e in Canada e Stati Uniti del 76%. Sempre in questi ultimi sette giorni, l'Oceania ha visto un balzo dei casi del 224%, America Latina e Caraibi del 148%, l'Asia del 145% e il Medio Oriente del 116%. Solo in Africa è rimasto stabile il dato dei nuovi casi, anche se questi hanno comunque raggiunto il loro massimo da marzo 2020.

13:14

Il Messico a quota 300'000 morti
I morti in Messico hanno superato quota 300'000, nel quadro di una forte ripresa dei contagi da Covid-19 su tutto il territorio nazionale, ponendo il paese al quinto posto della mortalità mondiale dopo Stati Uniti, Brasile, India e Russia. Secondo alcuni analisti la cifra potrebbe tuttavia essere sottostimata, in quanto il Registro nazionale della popolazione ha reso noto che ci sono stati, fino a dicembre 2021, 451'864 decessi legati al Covid-19. Nelle ultime ventiquattro ore sono inoltre stati segnalati 28'023 nuovi contagi. Il presidente Andrés López Obrador ha riconosciuto giorni fa un rimbalzo nella pandemia, ma ha escluso qualsiasi nuova restrizione. Il Messico, che è una delle destinazioni turistiche più famose al mondo, ha mantenuto le sue frontiere aperte e non richiede test o certificati vaccinali ai viaggiatori in arrivo. (fonte Ats)

13:10
Reuters
18:51

Omicron meno grave (per i vaccinati)
«Sappiamo che Omicron è meno grave e che, una volta ricevuta la terza dose booster (del vaccino anti Covid), le chance di finire ricoverati in ospedale sono inferiori del 90% rispetto alla variante Delta». Lo ha detto oggi il ministro della Sanità britannico, Sajid Javid, visitando il King's College Hospital di Londra e riferendosi alle "ultime analisi" condotte nel Regno Unito. Il ministro ha tuttavia aggiunto che gli ospedali hanno ancora di fronte «qualche settimana burrascosa» a causa del numero di contagi e delle assenze fra lo staff, con altre due strutture sanitarie dichiarate proprio oggi in stato di allerta in Inghilterra. (Fonte ats ans)

12:36
AFP
Il Ceo di Moderna: «Una quarta dose? Può essere necessaria».
12:35

Moderna apre alla quarta dose
Il Ceo della casa farmaceutica Moderna produttrice di vaccini contro il Covid-19, Stephane Bancel, ritiene che la somministrazione di una quarta dose di siero possa essere necessaria in quanto la protezione del richiamo diminuisce col tempo. Lo riferisce la Cnbc. Secondo Bencel chi ha ricevuto la dose 'booster' entro l'autunno con tutta possibilità sarà protetto nel periodo invernale, ma l'efficacia potrebbe ridursi nel corso dei mesi, come accade per le prime due dosi. (Fonte ats ans)

12:33

Politici in quarantena dopo una festa
Decine di politici e neo deputati di Hong Kong sono stati messi in quarantena dopo un caso di Covid legato a una festa di compleanno a cui hanno partecipato molti esponenti dell'élite cittadina, mettendo a rischio la prima riunione della prossima settimana del parlamentino locale rinnovato a fine 2021. Ben 19 deputati, sui 90 totali del Consiglio legislativo, erano tra le 170 persone che hanno partecipato alla festa di compleanno di Witman Hung, rappresentante di Hong Kong nel Congresso nazionale del popolo di Pechino, malgrado le regole draconiane contro la temuta ondata di variante Omicron. (Fonte ats ans)

10:58

Omicron fa saltare anche l'E3
L'Entertainment Software Association, che organizza la più famosa fiera di videogame al mondo, ha annunciato che anche l'E3 2022 sarà un evento solo online. L'aumento dei contagi negli Stati Uniti, che ha già reso molto difficile lo svolgimento del Consumer Electronic Show di Las Vegas, decimato dalle cancellazioni delle conferenze dei colossi dell'hi-tech, pone un freno anche sulla riuscita in sicurezza della kermesse di gaming, che si sarebbe dovuta tenere a giugno a Los Angeles. L'edizione del 2021, così come quella del 2020, si era svolta esclusivamente sul web. (fonte ats)

10:56

Niente "Pechino 2022" per la Corea del Nord
La Corea del Nord salta le imminenti Olimpiadi e Paralimpiadi di Pechino 2022, ma accusa i tentativi degli Usa di impedire "l'apertura con successo dei Giochi invernali". Pyongyang, in una nota della Kcna, ha riferito che la diffusione del Covid-19 è alla base della scelta, ripresentando le motivazioni che spinsero il Paese a evitare i Giochi estivi di Tokyo. La mossa è stata comunicata alla Cina con una lettera del Comitato olimpico nazionale e del ministero dello Sport nordcoreani. (fonte ats)

07:19
Reuters
07:17

Orfani 98'000 bambini peruviani - L'epidemia di Covid-19 ha reso orfani circa 98.000 bambini in Perù, ha annunciato il governo del Paese più in lutto al mondo per la pandemia in relazione alla sua popolazione totale. Il Perù, che conta 33 milioni di abitanti, ha il più alto tasso di mortalità al mondo per Covid-19: 6.122 decessi per milione di abitanti. Il Paese sudamericano, che sta attraversando la sua terza ondata epidemica, ha contato oltre due milioni di infezioni da coronavirus e oltre 202.900 morti (fonte ats ans).

07:15

Giappone verso un nuovo stato di emergenza
Il governo giapponese si appresta a dichiarare il 'quasi stato di emergenza' nelle prefetture di Okinawa, Hiroshima e Yamaguchi a causa degli incrementi allarmanti dei contagi da Covid-19. La decisione consentirà alle autorità locali di imporre specifiche restrizioni in base alle necessità sul territorio, tra cui anticipare le chiusure dei locali della ristorazione con lo scopo di evitare il consumo di alcool nelle ore serali e assembramenti in bar e ristoranti. Desta preoccupazione in particolare l'isola a sud dell'arcipelago di Okinawa, sede della più grande base militare Usa del Paese, che ha segnalato quasi 1.000 casi nella giornata di giovedì, senza includere i 160 nuovi contagi tra i militari statunitensi. A livello nazionale i casi hanno superato quota 4.000 per la prima volta in 3 mesi, mentre a Tokyo le positività si sono assestate a 641 nelle ultime 24 ore, decuplicando nell'arco di una settimana. (fonte ats ans)

18:09

In Austria Ffp2 obbligatorie anche all'aperto
Il governo austriaco ha imposto l'obbligo di utilizzare mascherine Ffp2 anche all'aperto per cercare di frenare l'ondata di contagi di Omicron. Lo ha annunciato il cancelliere Karl Nehammer, parlando di una situazione «molto seria» che pone «una nuova sfida». Le Ffp2 erano già obbligatorie sui trasporti pubblici e negli spazi chiusi. Tra le restrizioni imposte da Vienna, c'è il lockdown di fatto per i non vaccinati, mentre l'obbligo generalizzato di immunizzazione entrerà in vigore dal primo febbraio. L'Austria ha registrato nell'ultimo bollettino quasi 10mila nuovi casi. (Fonte ats ans)

16:10

Il peggior scenario, un raddoppio dei decessi
A metà febbraio il mondo rischia un picco di 14 mila vittime di Covid ogni giorno. È la drammatica previsione dell'Institute for Health Metrics and Evaluation (Ihme), centro di ricerca indipendente sulla sanità globale dell'Università di Washington, nel caso in cui la variante Omicron continui a diffondersi con «alta gravità». Le proiezioni si basano su un ipotetico scenario peggiore rispetto all'andamento attuale, in base al quale si arriverebbe invece nello stesso periodo a circa 9'500 decessi quotidiani. Le cose potrebbero invece migliorare sensibilmente alla luce di diversi fattori, tra cui una riduzione del numero dei no vax, un aumento delle terze dosi e un utilizzo diffuso delle mascherine da parte dell'80% della popolazione. (Fonte ats ans)

12:26
AFP
Il premier canadese, Justin Trudeau, infuriato con un gruppo di influencer.
12:20

Baldoria degli influencer? «Atteggiamento inaccettabile»
Si è trasformata in una brutta avventura e in una gogna politico-mediatica il viaggio di fine anno di un gruppo di giovani influencer canadesi, che nel volo da Montreal a Cancun hanno fatto baldoria senza mascherine né distanziamento sociale bevendo, cantando e danzando con la musica diffusa da altoparlanti, come documentano le immagini sui social. Il loro comportamento ha suscitato indignazione nel Paese e persino nel governo, dove il premier Justin Trudeau ha evocato un atteggiamento «inaccettabile», soprattutto in un momento in cui il Canada registra un numero record di contagi Covid e più province hanno ripristinato rigide misure. «Quando una banda di idioti decide di partire come degli Ostrogoti in vacanza, è estremamente frustrante, demoralizzante», ha stigmatizzato Trudeau in una conferenza stampa. Ma non è finita qui. La compagnia aerea Sunwing, che operava l'aereo, ha denunciato la violazione del regolamento dell'aviazione canadese e di varie norme di sanità pubblica, annullando il volo di ritorno, mentre il ministro dei trasporti ha annunciato l'apertura di un'inchiesta. Linea dura anche delle compagnie concorrenti di Sunwing, ossia Air Transat e Air Canada, che hanno annunciato il loro rifiuto di trasportare gli influencer in questione a bordo dei loro aerei. (Fonte ats ans)

11:37

Dall'Italia all'India, positivi
Centoventicinque passeggeri di un volo charter proveniente dall'Italia sono risultati positivi al Covid-19 all'arrivo all'aeroporto indiano di Amritsar. Lo rende noto il direttore dell'aeroporto, V. K. Seth. Il volo era stato organizzato da una compagnia privata per portare ad Amritsar, la città sacra del sikkismo, capitale del Punjab, cittadini indiani che lavorano in Italia. I passeggeri erano 179, dei quali 20 bambini: tutti sono stati sottoposti a tamponi all'arrivo, esclusi i minori. (Fonte ats ans)

20:02

Positivi fatti sbarcare da una nave da crociera a Rio

Una nave da crociera, la MSC Preziosa, con circa 2'500 passeggeri a bordo ha fatto scalo a Rio de Janeiro dove sono state sbarcate 33 persone contagiate dal coronavirus che dovranno restare in quarantena, seguendo le istruzioni dell'Agenzia nazionale di sorveglianza sanitaria (Anvisa).

Del totale, 25 sono membri dell'equipaggio e otto sono passeggeri. Tutti hanno firmato un impegno a rispettare la quarantena ed eseguire un test PCR al termine.

Finora sono stati segnalati circa 800 infetti da Covid-19 in quattro transatlantici che effettuano viaggi lungo la costa brasiliana. La MSC Preziosa è partita dieci giorni fa dallo Stato di Bahia prima di approdare a Rio.

L'Associazione brasiliana delle navi da crociera (Clia) ha deciso di sospendere l'imbarco di altri passeggeri fino al 21 gennaio a causa dell'aumento repentino di nuovi casi di Covid. L'interruzione delle crociere era peraltro già stata raccomandata dall'Agenzia nazionale di vigilanza sanitaria (Anvisa). (ats ans)

20:00
Keystone
18:44
Archivio Keystone
18:41

Austria, certificati Covid contraffatti: sotto inchiesta in 22

Ventidue persone sono sotto inchiesta in Austria con l'accusa di aver falsificato il certificato Covid nazionale. Mercoledì la polizia, con l'ausilio dell'Interpol, ha compiuto un'operazione che ha previsto la perquisizione di due dozzine di abitazioni e il sequestro di «numerosi certificati vaccinali, telefoni cellulari e computer». La polizia è finita sulle tracce dei sospettati dopo che sono state intercettate le loro conversazioni sui social media. Il ministro degli Interni Gerhard Karner ha dichiarato che «il commercio organizzato e l'uso di certificati vaccinali contraffatti non è cosa da poco, ma un reato».

18:18
18:18

Israele, quarta dose al presidente Herzog

Il presidente israeliano Isaac Herzog ha ricevuto la quarta dose del vaccino contro il coronavirus. È il primo leader mondiale alla quale è stata somministrata. «Omicron si sta diffondendo e potrebbe raggiungere qualsiasi casa in Israele» ha twittato, mostrando la foto sua e della moglie al centro vaccinale. «C'è una chiara, scientificamente provata, efficace soluzione - vaccinarsi! Al più presto possibile».

18:07

Germania, chiesta la riduzione della quarantena per sanitari e poliziotti

Il ministro della salute tedesco, Karl Lauterbach, in accordo con l'istituto Robert Koch, ha proposto di accorciare i tempi della quarantena per alcune professioni sensibili: medici, operatori sanitari, agenti di polizia. Lo riferisce Der Spiegel. Secondo la proposta lanciata nel corso di una videoconferenza con i ministri della salute dei Länder, chi si contagia con il coronavirus e svolge una di queste professioni dovrà rimanere in isolamento sette giorni e potrà uscirne dopo un test molecolare negativo, mentre chi ha avuto contatto con un contagiato dovrà rimanere in quarantena cinque giorni e potrà uscirne con un tampone molecolare negativo. (fonte ats ans)

17:55
keystone-sda.ch / STF (Gregorio Borgia)
17:53

Nuovo record di positivi in Italia
Sono 189'109 i nuovi contagi da Covid nelle ultime 24 ore in Italia, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri erano stati 170'844. Le vittime sono invece 231, in calo dalle 259 del giorno precedente.

I pazienti in terapia intensiva sono 1'428, 36 in più in 24 ore nel saldo tra entrate e uscite. Gli ingressi giornalieri sono 132. I ricoverati con sintomi nei reparti ordinari sono 13'364, ovvero 452 in più rispetto al giorno prima. Il tasso di positività è al 17,28%, in aumento rispetto al 13,9% del giorno precedente. (fonte ats ans)

17:48

Cipro contingenta locali notturni e chiese

I ministri ciprioti si sono incontrati per varare nuove restrizioni anti-contagio. Il limite massimo per le visite a domicilio passa da 20 a 10, mentre le chiese potranno essere frequentate da massimo 200 fedeli. Stesso limite di capacità, dalla prossima settimana, per locali notturni, strutture legate all'intrattenimento e i luoghi dell'ospitalità.

17:15
Depositphotos (Surabky)
16:12

Usa, aumentano i ricoveri per Covid-19 tra i bambini

Negli Stati Uniti sono in aumento tra i bambini i ricoveri causati dal Covid-19. L'associazione nazionale dei pediatri ha spiegato che al 2 gennaio era di 672 la media di ricoveri giornalieri - più del doppio rispetto alla settimana precedente. Crescono rapidamente anche i contagi tra i più piccoli: tra il 16 e il 23 dicembre i nuovi casi sono stati più di 325mila, con un aumento del 64% rispetto ai sette giorni precedenti e quasi il 100% in più rispetto a due settimane prima. 

Queste cifre sono in rapido aumento a causa della diffusione della variante Omicron e di eventi e spostamenti legati al periodo festivo. I medici chiedono che si prenda ogni possibile precauzione: l'uso della mascherina, il distanziamento, i test e anche il posticipo del rientro a scuola.

16:02

Romania, obbligo di mascherina per strada
I romeni dovranno nuovamente indossare le mascherine chirurgiche per strada come misura per prevenire i contagi da Covid-19, dopo che dall'inizio dell'anno i casi sono più che triplicati. Lo ha annunciato oggi il governo di Bucarest. La misura era stata abrogata mesi fa. «La nuova variante (Omicron, ndr) è estremamente contagiosa, motivo per cui indossare la mascherina sta diventando obbligatoria all'esterno oltre che all'interno», ha dichiarato il segretario di Stato per gli interni Raed Arafat. (fonte ats ans afp)

16:01
keystone-sda.ch / STF (Vadim Ghirda)
13:28

Nuovo record di contagi in Croazia

Con 8.587 nuovi casi confermati di coronavirus in un giorno la Croazia ha superato oggi il record negativo di infezioni giornaliere dall'inizio della pandemia, raggiunto lo scorso 21 novembre quando erano 7.315 i test positivi in 24 ore.
La settimana scorsa la media giornaliera era di circa 5.000 casi, mentre due settimane fa i numeri erano in discesa con quasi 4.000 persone infette al giorno. «Le nuove infezioni sono in sensibile crescita e sembra che la quarta ondata si sia fusa con la quinta», ha detto il ministro della Sanità, Vili Beroš, annunciando nuove restrizioni mirate nelle regioni più colpite, come la limitazione dell'orario di lavoro dei bar e ristoranti fino alle 22. La situazione più critica è in Dalmazia. Ieri è stato confermato anche il primo caso di flurona, la doppia infezione di coronavirus e influenza. (fonte ats ans)

13:22

Contagiato il presidente polacco Duda

Il presidente della Polonia, Andrzej Duda, è risultato positivo al coronavirus ed è in isolamento. Lo ha riferito su Twitter il suo capo di gabinetto, Pawel Szrot. «Il presidente sta bene, non ha sintomi gravi ed è costantemente seguito dai medici», ha scritto. Per il presidente polacco si tratta del secondo contagio in pochi mesi: la prima volta Duda era stato contagiato a ottobre scorso, dopo aver ricevuto due dosi di vaccino, ad aprile e a giugno. La terza dose gli è stata somministrata il 17 dicembre scorso. (fonte ats ans)

13:21
keystone-sda.ch / STR (Boris Grdanoski)
12:21

In volo per il Regno Unito, basterà un solo test negativo
Niente più doppio test negativo per chi viaggia o rientra nel Regno Unito dall'estero fra le norme precauzionali anti Covid. Lo ha deciso il governo britannico di Boris Johnson, secondo anticipazioni diffuse dai media a margine di un consiglio dei ministri convocato oggi. La riunione di governo dovrebbe peraltro confermare le limitate restrizioni attualmente in vigore sull'isola senza reintrodurre alcuna nuova misura modello lockdown, secondo quanto già escluso ieri dal premier. L'obbligo di un doppio test negativo per i viaggiatori - uno da fare nel Paese di provenienza non prima di 48 ore dalla partenza e uno da prenotare nel Regno entro il secondo giorno dall'arrivo - era stato imposto il mese scorso per cercare di frenare l'importazione di Omicron. Ora è stato rivisto sulla base del fatto che questa variante risulta ormai radicata e dominante sull'isola, come in molti altri Paesi. La nuova norma prevede che rimanga in vigore solo l'obbligo del tampone molecolare da eseguire nel Regno dopo l'arrivo, almeno per le persone che abbiano completato il ciclo dei vaccini. Si tratta di un alleggerimento gradito ai vettori aerei - come all'industria del turismo in genere, provata dai contraccolpi di quasi due anni di pandemia - che avevano fortemente criticato la stretta imposta a dicembre. (fonte ats)

11:45

Regno Unito, Starmer di nuovo positivo

Ancora un contagio eccellente da Covid nel Regno Unito: il leader dell'opposizione laburista, sir Keir Starmer, è risultato positivo nelle ultime ore a un test e sarà costretto a saltare il faccia a faccia con il premier Tory Boris Johnson nel tradizionale Question Time del mercoledì, il primo alla Camera dei Comuni dopo la pausa natalizia.

Per Starmer, pur pluri-vaccinato, si tratta del secondo contagio in appena due mesi. Il precedente era avvenuto a ottobre, alla vigilia del dibattito in Parlamento sulla finanziaria, quando a dominare la scena del Covid era ancora la variante Delta. Il numero uno del Labour allora aveva denunciato un'infezione in forma lieve, mentre questa volta - stando all'agenzia Pa - risulterebbe del tutto asintomatico. Secondo le indicazioni sanitarie in vigore nel Regno dovrà tuttavia restare in isolamento a casa almeno fino alla prossima settimana. (fonte ats ans)

11:40
Depositphotos (gioiak2)
11:38

Tamponi rapidi, oltre il 40% di falsi negativi con Omicron

Omicron sfugge ai tamponi rapidi che rischiano di diventare inutili. Quasi 1 su 2 è infatti un falso negativo. È quanto afferma Guido Rasi, consulente del commissario italiano per l'emergenza Covid Francesco Paolo Figliuolo. «Con la variante Omicron destinata a diventare predominante - dichiara - i tamponi antigenici rapidi rischiano di diventare inutili. La nuova versione del virus Sars-CoV-2 sembra in grado di sfuggire con maggior frequenza ai test diagnostici oggi più utilizzati».

Rasi aggiunge: «Ora più che mai è fondamentale che gli operatori sanitari continuino a tenersi aggiornati sull'evoluzione del virus e sulle conoscenze sia in campo diagnostico che terapeutico». La «perdita» di affidabilità dei test antigenici rapidi potrebbe rendere «più complicato e difficile» contenere la pandemia. «Spero siano presto disponibili test rapidi aggiornati e attendibili per la Omicron - sottolinea Rasi - ma nel frattempo è necessario alzare la guardia». (fonte ats ans)

09:35
Reuters
09:33

Zhengzhou, 11 casi e 12 milioni di test
Le autorità cinesi hanno posto in lockdown parziale la città di Zhengzhou, nella provincia centrale dell'Henan, ed hanno ordinato oggi ai suoi 12 milioni di abitanti di sottoporsi a un test anti Covid, dopo la scoperta di 11 casi di contagio negli ultimi giorni. Pechino prosegue così il suo cammino verso le Olimpiadi invernali seguendo la rigida politica 'zero-Covd', che ieri ha spinto le autorità a mettere in lockdown circa 1,17 milioni di persone, vale a dire l'intera popolazione della città di Yuzhou, sempre nell'Henan, dopo la scoperta di tre casi di contagio. Intanto, continuano a diminuire le infezioni giornaliere nella storica città di Xi'an, in lockdown da 15 giorni, dove funzionari pubblici hanno affermato che il focolaio è "stato messo sotto controllo". Se il lockdown di Xi'an potrebbe finire presto, quello di Zhengzhou è appena cominciato, anche se per il momento riguarda solo otto comunità residenziali. (fonte ats)

09:31

Omicron, Hong Kong vieta i voli da 8 Paesi
Hong Kong ha vietato i voli provenienti da otto Paesi a causa della diffusione della variante Omicron del coronavirus. Il divieto riguarda l'Australia, il Canada, la Francia, l'India, il Pakistan, le Filippine, il Regno Unito e gli Stati Uniti. «I voli passeggeri da questi Paesi non potranno atterrare a Hong Kong e le persone che hanno soggiornato in quei Paesi non potranno imbarcarsi sui voli per Hong Kong, compresi i voli di transito», ha affermato oggi davanti ai media la governatrice Carrie Lam. (fonte ats ans)

20:50
AFP
20:42

Omicron potrebbe generare varianti più pericolose
La moltiplicazione dei casi di Omicron nel mondo, ha avvertito oggi l'Organizzazione mondiale della sanità (Oms), potrebbe aumentare il rischio della comparsa di una nuova variante di Covid-19 più pericolosa. Catherine Smallwood, una responsabile delle risposte di emergenza dell'Oms, ha detto che "più Omicron si diffonde, più viene trasmessa e più si replica, più è probabile che generi una nuova variante". "Attualmente Omicron è letale, può causare la morte (...). Forse un po' meno di Delta, ma chi può dire cosa potrebbe generare la prossima variante?", ha aggiunto. L'Europa ha registrato oltre 100 milioni di casi di Covid dall'inizio della pandemia e oltre cinque milioni di nuovi casi nell'ultima settimana del 2021, il che "mette in ombra quasi tutto ciò che abbiamo visto finora", ha inoltre sottolineato Smallwood. "Siamo in una fase molto pericolosa, i tassi di contaminazione stanno aumentando in modo molto significativo nell'Europa occidentale e il reale impatto di ciò non è ancora chiaro", ha affermato. Mentre "a livello individuale il rischio di ricovero è probabilmente inferiore" con la variante Omicron che con Delta, nel complesso Omicron potrebbe rappresentare una minaccia maggiore a causa del numero di casi, ha continuato. "Quando il numero di casi aumenta in modo così significativo, è probabile che molte più persone con malattie gravi finiscano in ospedale o addirittura muoiano", ha affermato. (ats ans)

20:41

Il Belgio elimina la quarantena per i vaccinati

In Belgio le persone che sono state doppiamente vaccinate da meno di cinque mesi o che hanno già ricevuto una dose booster saranno esentate dalla quarantena dopo un contatto ad alto rischio e non dovranno più essere testate, se asintomatiche. Lo hanno deciso oggi i ministri della Salute federali e regionali del Belgio nel corso di una conferenza interministeriale della Sanità pubblica. Le nuove regole entreranno in vigore lunedì 10 gennaio.

Cambiano anche le norme per le persone positive: l'isolamento passa da 10 a 7 giorni per gli asintomatici e per chi presenta sintomi lievi. Per le persone parzialmente vaccinate (senza booster o che hanno ricevuto l'ultima dose da oltre cinque mesi) o non vaccinate che vengono a contatto con una persona positiva la quarantena viene mantenuta a 7 giorni per i primi e a 10 giorni per i secondi. È attesa invece per domani una decisione per la revisione delle regole che riguardano la scuola. (ats ans)

18:48

Italia, mai così tanti positivi dall'inizio della pandemia

Sono 170'844 i nuovi contagi da coronavirus in Italia nelle ultime 24 ore (ieri erano stati 68'052). È quanto emerge dal bollettino del ministero della Salute. Le vittime sono invece 259, in forte aumento rispetto a ieri, quando erano state 140.
Il numero di positivi registrato è il più alto raggiunto dall'inizio della pandemia, mentre quello dei morti è il maggiore dallo scorso 30 aprile, quando furono 263. Il tasso di positività è al 13,9%, in leggero calo rispetto al 15,2%. Sono invece 1392 i pazienti in terapia intensiva, 41 in più in 24 ore nel saldo tra entrate e uscite. I ricoverati con sintomi nei reparti ordinari sono 12'912, ovvero 579 in più rispetto a ieri.
Nuovo record di infezioni anche in Lombardia: sono 50'104, con un tasso di positività al 20,9%. In deciso aumento pure i ricoveri: sono infatti 234 i pazienti in terapia intensiva, 15 più di ieri, e 2312 quelli negli altri reparti, con una crescita di 165. Sono invece 34 i decessi, che portano il totale da inizio pandemia a 35'193. (fonte ats ans)

18:37
KEYSTONE
18:35

Rio de Janeiro, il Carnevale di strada si farà? «Difficile»

 

Il Comune di Rio de Janeiro considera «difficile» lo svolgimento del carnevale di strada nella città, capitale turistica del Brasile, a causa della rapida diffusione della variante Omicron del coronavirus. «Non c'è ancora una decisione definitiva, abbiamo Omicron che entra in città con grande forza, è sempre più difficile svolgere il carnevale di strada come negli anni precedenti, siamo cauti, è una decisione difficile», ha dichiarato oggi il segretario comunale alla Salute, Daniel Soranz. Per il momento sono state confermate solo le sfilate delle scuole di samba professionali nel Sambodromo, dove ci saranno controlli più rigidi all'ingresso del pubblico. (fonte ats ans)

18:31
keystone-sda.ch / STR (SOHAIL SHAHZAD)
18:31

Ci vorrà il booster per essere considerati completamente vaccinati?

Il primo ministro Boris Johnson ha spiegato che il numero dei britannici che non hanno ancora ricevuto la dose booster è di circa nove milioni. Nelle prossime settimane si potrebbe giungere a considerare non pienamente vaccinati coloro che non hanno ricevuto la dose aggiuntiva). Quella avanzata da Johnson è al momento una suggestione, spiega il Guardian, ma quanto attuato in varie nazioni potrebbe diventare la norma anche in Regno Unito. Circa il 90% dei ricoverati nei reparti di cure intense non ha ricevuto la dose booster, ha aggiunto il leader conservatore.

17:27

Regno Unito, oltre quota 200'000 contagi
S'impennano a 218'724 i contagi da Covid censiti nel Regno Unito nelle ultimi 24 ore, ormai alimentati in larga parte dalla variante Omicron. È il picco assoluto da inizio pandemia e per la prima volta oltre quota 200'000. Lo certificano - su un totale di ben oltre 1,7 milioni di test - i dati di giornata, che indicano 48 morti, ma rivelano anche un balzo del totale dei ricoveri in ospedale a oltre 14'000, circa 2'000 più di ieri. Quanto ai vaccini, le terze dosi raggiungono il 60% della popolazione over 12 e il 75% degli aventi diritto (ossia tutti gli over 18).

(Fonte ats ans)

16:49
keystone-sda.ch / STR (CHRISTOPHE PETIT TESSON)
16:48

Francia, verso i 300mila contagi in un giorno solo

«Non siamo lontani dai 300'000 contagi in un solo giorno»: lo ha detto, davanti al Parlamento, il ministro della Salute francese Olivier Véran. «Oggi - ha detto Véran davanti ai deputati dell'Assemblée Nationale - Santé Publique France rischia di annunciare poco meno di 300'000 contagi in 24 ore». Questo perché nei giorni festivi di Capodanno la possibilità di fare tamponi è stata molto ridotta e gran parte dei richiedenti hanno rinviato a ieri il test antigenico o molecolare.
Se il numero di contagi provoca «vertigini» - ha detto il ministro - la protezione garantita dai vaccini protegge contro le forme gravi: «Per un malato vaccinato con richiamo in rianimazione, ce ne sono 20 non vaccinati nei reparti di terapia intensiva». (fonte ats ans)

16:28

Vaccino o tampone settimanale per i dipendenti di Starbucks

Starbucks chiederà a tutti i suoi dipendenti di essere vaccinati oppure di effettuare un tampone settimanalmente. La catena del caffè americana si adegua quindi alle prescrizioni dell'Occupational Safety and Health Administration, che richiede il vaccino o un tampone per le aziende con oltre 100 impiegati. La misura interessa 228 mila impiegati che dovranno mostrare prova di vaccinazione entro il 10 gennaio. Il tampone settimanale invece è a carico di chi lo effettua e dovrà essere supervisionato.
«Capisco che i nostri partner hanno un vasto spettro di visioni sulle vaccinazioni come d'altronde il resto del Paese» ha scritto in una lettera ai dipendenti il presidente e chief operating officer John Culver. «È mia responsabilità, come quella di ogni capo, fare il possibile per tenervi al sicuro e creare un ambiente di lavoro il più affidabile possibile». (fonte ats ans)

16:25
keystone-sda.ch / STF (JUSTIN LANE)
16:24

New York, il sindaco e Wall Street litigano sull'home working
Il sindaco di New York, Eric Adams, bacchetta le grandi banche di Wall Street per aver deciso di consentire ai loro dipendenti di lavorare da casa per il mese di gennaio in seguito al balzo dei casi di Covid.
«Non si può guidare New York da casa. Tutti devono partecipare all'ecosistema finanziario che consente a chi è pagato all'ora ed è meno qualificato di essere parte del sistema economico. Loro infatti non possono lavorare da casa», afferma Adams in un'intervista a Bloomberg. (fonte ats ans)

16:21

Positivi i reali di Svezia

Il re di Svezia Carlo XVI Gustavo e la regina Silvia sono risultati positivi al test per il Covid. «Il re e la regina, che sono completamente vaccinati con tre iniezioni, hanno sintomi lievi e si sentono bene, date le circostanze», ha riferito il palazzo, nel giorno in cui l'agenzia sanitaria nazionale ha dato conto di un nuovo record di contagi, 11'507, al 30 dicembre, rispetto al picco precedente di 11'376 casi. (fonte ats ans)

15:36
Keystone
Nuovo record di casi anche negli USA: un milione in 24 ore.
15:34

USA: Più di un milione di contagi in 24 ore
Gli Stati Uniti hanno registrato un record mondiale di più di un milione di casi in 24 ore. Sono stati segnalati lunedì, dopo il lungo weekend di Capodanno, secondo i dati della Johns Hopkins University. Si tratta di più del doppio del numero di casi registrati il lunedì precedente, dopo i tre giorni del fine settimana di Natale, quando le nuove infezioni in 24 ore erano state 489'000. Il dottor Anthony Fauci, il principale consigliere della Casa Bianca sulla crisi sanitaria, ha detto domenica che l'aumento del numero di casi di Covid-19 negli Stati Uniti sta seguendo una curva «quasi verticale». Anche i decessi e i ricoveri negli Stati Uniti sono recentemente aumentati, ma in misura molto minore. 

 

14:58

Quarta dose aumenta gli anticorpi di cinque volte
Uno studio israeliano ha scoperto che la quarta dose di vaccino anti-Covid aumenta di cinque volte gli anticorpi dopo una settimana dalla sua somministrazione. Lo ha riferito il primo ministro Naftali Bennett, citando studi preliminari. «Una settimana dopo l'iniezione della quarta dose, sappiamo con maggiore certezza che è sicura ed efficace: c'è un aumento di cinque volte del numero di anticorpi nella persona vaccinata», ha detto Bennett ai giornalisti uscendo dal laboratorio del centro medico Sheva. (ats ans)

12:06
Keystone
12:03

Oms: la crisi globale richiede «una vaccinazione globale»
Non bastano i booster nei Paesi ricchi per uscire dalla pandemia Covid: lo afferma Maria van Kerkhove, epidemiologa dell'Oms alla Bbc. La crisi globale «richiede una vaccinazione globale», ha detto ricordando che nei Paesi a baso reddito la percentuale di vaccinati è al 3%. Si tratta di un «fallimento morale ed etico» ed è necessario allocare risorse per raggiungere il 70% di vaccinati a livello mondiale entro luglio 2022, come prevedono gli obiettivi dell'Oms. Ma in generale, oltre al booster del vaccino, ricorda, vanno mantenute le misure di contenimento, come mascherine e distanziamento, perché l'emergere di nuove varianti è un pericolo costante.
(Fonte ats ans)

11:03

Alberghi e baite chiuse in Tirolo. Personale positivo
A causa della variante Omicron e della conseguente carenza di personale in Tirolo hanno già chiuso alcuni alberghi e baite, come per esempio a Sölden, nota località sciistica dell'Austria e tradizionale tappa di inizio stagione della Coppa del mondo di sci. Il virus si diffonde con particolare velocità negli alloggi del personale turistico. A Sankt Anton e a Kirchberg si registrano dei focolai tra i maestri di sci. Per questo motivo il land Tirolo spinge per la somministrazione del booster per i maestri di sci, soprattutto quelli stranieri che spesso hanno solo la seconda dose. È stata anche diramata una forte raccomandazione per il "2G+" per i maestri di sci. Oggi si riunisce la task force Covid nazionale che domani stabilirà i prossimi passi assieme al governo e ai governatori. Nei giorni scorsi si era ipotizzato un nuovo lockdown generale, come già avvenuto a dicembre, ma alcuni laender mettono in dubbio che questo - alla luce dei dati attuali - possa davvero limitare la diffusione della variante.
(Fonte ats ans)

08:21

In lockdown un'altra città cinese per tre casi positivi
La Cina ha deciso di mettere in lockdown anche la città di Yuzhou, nella provincia di Henan. Più di un milione di persone è ora confinato nelle proprie abitazioni a causa di tre casi positivi, e asintomatici, identificati tra domenica e lunedì. I cittadini potranno uscire solamente per servizi essenziali (spesa alimentare, ospedali,...). Scuole, trasporti pubblici, e negozi sono attualmente chiusi. I lavoratori essenziali possono recarsi al lavoro solamente dopo un test negativo, ha dichiarato il governo locale. Ieri in tutta la Cina si sono registrati 108 casi totali. 

08:19
AFP
00:35
Reuters
Il Miinistro della sanità francese Olivier Veran.
00:29

Francia valuta super pass e quarta dose contro Omicron

La Francia, alla prese con la peggiore ondata di Covid-19 in Europa, alimentata dalla variante Omicron, prova ad uscire dall'angolo stringendo il cerchio intorno ai no vax: l'ipotesi, all'esame del parlamento, è un super green pass per l'accesso a ristoranti e trasporti.

Il governo, tra l'altro, studia con i suoi scienziati anche il ricorso alla quarta dose, prevedendo un gennaio di passione negli ospedali. Il modello è Israele, primo Paese a adottare il nuovo richiamo, e che non a caso si è concesso di alleggerire la stretta per gli stranieri provenienti da alcuni Paesi.

«L'onda anomala è arrivata, è enorme, ma non ci lasceremo prendere dal panico», ha sottolineato il ministro della sanità Olivier Veran, a fronte di 160'000 casi al giorno nell'ultima settimana, con picchi superiori ai 200'000. Il ministro si è rivolto all'Assemblea nazionale nel giorno in cui è iniziata la discussione su un progetto di legge che punta ad imporre un green pass rafforzato (in cui valga solo la vaccinazione o la guarigione), per frequentare spazi ricreativi, bar, ristoranti e trasporti pubblici interregionali.

Il dibattito in aula non è facile, anche perché alcuni parlamentari hanno denunciato minacce di morte da parte dei no vax, ma il governo tiene il punto. Perché gennaio sarà «difficile negli ospedali», tra Covid-19 e «altre patologie» stagionali, ha avvertito Veran, che punta a convincere i restanti cinque milioni di francesi non ancora vaccinati a fare la prima dose.

In una fase successiva, e non troppo lontana, potrebbe scattare anche il ricorso alla quarta dose per le persone fragili. «Ne stiamo discutendo con gli scienziati», ha reso noto il ministro della sanità, che comunque ha voluto dare un segnale di ottimismo: "Omicron è meno grave e forse potrebbe essere l'ultima ondata" della pandemia. Così, nello spirito di voler evitare una nuova chiusura del Paese, le scuole hanno riaccolto gli alunni dopo le vacanze come previsto, semplicemente con un protocollo sanitario rafforzato.

Le scuole riapriranno anche in Gran Bretagna, con mascherine e più test, e il premier britannico Boris Johnson scommette sul fatto che non sarà necessario reintrodurre restrizioni drastiche, sul modello di un confinamento. Nonostante la «pressione considerevole degli ospedali», ha ammesso il premier, e contagi ancora molto alti (158'000 solo in Inghilterra e Scozia).

Londra, così come Parigi, insiste sui richiami vaccinali e da questo punto di vista il riferimento mondiale resta Israele. Che all'indomani del via libera alla quarta dose per le persone di oltre 60 anni, l'ha già somministrata a 14'000 persone, mentre in 50'000 l'hanno richiesta. Le soglie di immunizzazione nel Paese sono altissime e su questo si punta per raggiungere l'immunità di gregge. Ed anche a dispetto di una prevista fiammata di Omicron, fino a 50'000 contagi al giorno, il governo ha deciso di iniziare a riaprire il Paese verso l'esterno, seppur con estrema cautela, per rivitalizzare il turismo. Dal 9 gennaio sarà consentito l'ingresso di stranieri provenienti da una lista di circa 200 Paesi "arancioni" ritenuti a medio-rischio di contagio, ma a condizione che si tratti di persone vaccinate o guarite dal Covid-19. Con un tampone alla partenza ed un molecolare all'arrivo, e l'attesa dell'esito in isolamento.

Se si guarda poi all'evoluzione della pandemia nel resto del mondo, c'è la conferma che l'onda sta salendo in Asia e America. Lo dimostra il caso dell'India, dove i contagi sono quasi triplicati in una settimana (da 46'000 a 130'000). È l'aumento più forte dall'inizio della pandemia, a cui il governo tenta di porre rimedio lanciando una campagna di vaccinazione per i ragazzi tra i 15 e i 18 anni: un compito non facile, perché nel subcontinente sono 253 milioni, la più vasta popolazione di adolescenti al mondo.

Il via libera alla dose di richiamo per i 12-15enni è scattato negli Stati Uniti, alle prese con una «curva verticale» dei contagi, ha stimato il massimo esperto negli Usa di malattie infettive Anthony Fauci: 400'000 al giorno. (ats ans)

18:54
keystone-sda.ch / STF (NEIL HALL)
18:52

Regno Unito, contagi aumentati del 50% in una settimana

I contagi da coronavirus sono aumentati del 50% nel Regno Unito, nella settimana tra il 28 dicembre e il 3 gennaio. Nello stesso periodo di tempo i decessi sono invece cresciuti del 17% rispetto ai sette giorni precedenti. Nelle ultime 24 ore i positivi sono 157'758, mentre sono 42 le persone che hanno perso la vita nell'ultima giornata.

18:35

Paesi Bassi, le scuole riapriranno come da programma

Le scuole dei Paesi Bassi riapriranno la prossima settimana, come da programma, al termine delle vacanze natalizie e dopo la precedente chiusura di tre settimane. Il ministero dell'Istruzione olandese ha confermato la ripartenza per lunedì 10 gennaio per la scuola primaria e secondaria.

18:05
keystone-sda.ch (Lars Hagberg)
18:04

Ontario, nuove restrizioni e uno «tsunami» di casi

Le autorità dell'Ontario hanno annunciato nuove restrizioni anti-contagio per far fronte a uno «tsunami» di casi. La più popolosa provincia canadese ha chiuso le scuole - passando alla didattica a distanza - e ha ordinato a negozi e centri commerciali d'introdurre un limite di capienza del 50%. La distanza tra le persone deve essere di due metri, anche all'esterno. Il premier Doug Ford ha avvertito: Omicron «si propaga come un incendio».

15:48

Italia, accordo sul prezzo delle mascherine Ffp2

C'è l'accordo in Italia per un prezzo calmierato delle mascherine Ffp2 a 75 centesimi di euro al pezzo. L'intesa è stata raggiunta tra il commissario per l'emergenza Covid-19 in Italia, il generale Francesco Paolo Figliuolo (insieme al ministero della Salute e all'Ordine dei farmacisti) con le associazioni di categoria Federfarma, Assofarm e Farmacie unite.
L'accordo sarà siglato a breve. Le mascherine a prezzo calmierato si potranno ottenere presentando la tessera sanitaria.

15:43
Depositphotos (sergio_pulp)
Accordo in Italia: mascherine Ffp2 al prezzo calmierato di 75 centesimi.
14:37

Contagi in Belgio su del 52%
Peggiora la situazione Covid in Belgio, con il numero di infezioni in forte aumento nell'ultima settimana del 2021. Tra il 24 e il 30 dicembre, sono state registrate una media di 10'126 nuove infezioni da Covid-19 al giorno, in aumento del 52% rispetto alla settimana precedente. Nella sola giornata del 30 dicembre sono stati registrati quasi 16 mila contagi. Lo rende noto l'Istituto sanitario nazionale Sciensano. Anche le ospedalizzazioni sono in aumento negli ultimi giorni. Il 2 gennaio, gli ospedali belgi hanno riportato 1'765 pazienti malati di Covid-19 ricoverati, in aumento di una sessantina rispetto a Capodanno, anche se meno dei duemila del 24 dicembre scorso. Calano, invece, i ricoverati in terapia intensiva: al momento sono 508 i pazienti, 19 in meno rispetto al primo gennaio 2022. (ats ans)

13:22

Brasile, focolai in almeno due navi da crociera
Focolaio epidemico a bordo di una nave da crociera approdata ieri nel porto di Buzios, nota località turistica a circa tre ore di distanza dalla città di Rio de Janeiro: secondo la segreteria comunale alla Salute, ci sarebbero almeno 20 casi accertati di Covid-19 sul transatlantico MSC Preziosa. Tutti i pazienti, così come le circa 35-40 persone entrate in contatto con loro, sono in isolamento a bordo. Prima di arrivare a Buzios, la nave si trovava al largo di Copacabana, nella notte di Capodanno, per assistere al tradizionale spettacolo dei fuochi di artificio.
Secondo il portale di notizie Uol, almeno un'altra nave da crociera, Costa Diadema, di proprietà di Costa Crociere, attraccata a Salvador de Bahia, avrebbe registrato vari casi di coronavirus a bordo. L'Agenzia nazionale per la vigilanza sanitaria (Anvisa) ha raccomandato di sospendere tutte le crociere in Brasile. (fonte ats ans)

12:48

Record di contagi tra i militari Usa in Giappone

Record d'infezioni da coronavirus alla base militare Usa di Camp Hansen nell'isola di Okinawa in Giappone. Un focolaio locale ha provocato 235 contagi tra i soldati nella sola giornata di sabato, ma non è dato sapere in che percentuale si tratta della variante Omicron, portando il numero cumulativo delle infezioni da Covid tra i militari statunitensi, a oggi, a 3'670. Il governatore della prefettura Denny Tamaki ha accusato il comando militare di «non fare quanto è in loro potere per arginare l'espansione del nuovo ceppo del virus originato tra i soldati». (fonte ats ans)

12:47
keystone-sda.ch / STR (Jeremias Gonzalez)
12:46

Francia, «presto si porrà il tema della quarta dose»
«La questione di una nuova dose di vaccino si porrà abbastanza presto per le persone fragili nel nostro Paese, gli immunodepressi o i molto anziani»: lo ha detto ai microfoni di France Inter il ministro della Salute, Olivier Véran, rispondendo a una domanda. «Ne stiamo discutendo con gli scienziati - ha aggiunto il ministro - per ora soltanto Israele ha aperto a questa quarta dose». (fonte ats ans)

11:46

Italia, i pazienti gravi che rifiutano le cure

In Italia, insieme al rapido incremento dei ricoveri ospedalieri, si registra anche quello di «casi di pazienti con quadri clinici severi correlati a Covid-19 che rifiutano il ricovero in terapia intensiva o di sottoporsi a trattamenti di supporto vitale giudicati utili e appropriati dai curanti». A scriverlo, in un documento pubblicato sul portale, è la Società Italiana di Anestesia Analgesia Rianimazione Terapia Intensiva (Siaarti) che sottolinea: «Per quanto le circostanze possano essere difficili e faticose, al rifiuto ripetuto e ostinato del paziente non deve far seguito il suo 'abbandono'». (fonte ats ans)

11:43
keystone-sda.ch / STF (Lee Jin-man)
11:42

Corea del Sud, primi decessi per Omicron
La Corea del Sud ha riportato due decessi legati alla variante Omicron. Lo riporta l'agenzia Yonhap News sottolineando che si tratterebbe dei primi due casi letali nel Paese legati alla variante individuata in Sudafrica. Le autorità sanitarie di Gwangju, 329 km a sud di Seul, hanno affermato che due pazienti con coronavirus recentemente deceduti in città, entrambi di novant'anni, sono risultati positivi alla variante Omicron. (fonte ats ans)

11:12
11:12

L'appello di Jean-Marie Le Pen ai «patrioti»: «Vaccinatevi!»

Il fondatore ed ex leader del Front National, l'estrema destra francese, Jean-Marie Le Pen, ha lanciato un appello ai suoi sostenitori affinché si vaccinino contro il Covid-19. In un tweet pubblicato ieri sera, l'anziano politico, ormai escluso con la leadership della figlia Marine, ha rivolto l'appello ai «patrioti» a farsi vaccinare affermando che «il Covid-19 ci ha dichiarato la guerra batteriologica». (fonte ats ans)

10:13
Keystone
10:09

Israele, assalto a centri tamponi "drive through"
Anche oggi in Israele ci sono lunghe cose nei centri "drive through" per i tamponi di Covid e il personale, riferiscono i media, denuncia di essere ormai vicino allo stremo. Ieri le casse mutue hanno avuto ordine dal ministero della sanità di avviare appena possibile la campagna di somministrazione di una quarta dose di vaccino Pfizer a quanti hanno superato i 60 anni e hanno ricevuto la terza dose oltre quattro mesi fa. Anche il personale sanitario è sollecitato ad assumere la quarta dose. Ieri il premier Naftali Bennett ha avvertito che molto presto si arriverà a 20 mila contagi quotidiani e che in seguito quella cifra potrebbe raggiungere quota 50 mila.
(Fonte ats ans)

10:04

Il mese di gennaio sarà «difficile negli ospedali francesi»
Lo ha detto ai microfoni di France Inter il ministro della Salute francese, Olivier Véran, che per il momento non ravvisa «rallentamenti» nell'ondata della variante Omicron. «È meno pericolosa» e «provoca meno aggravamenti respiratori acuti, la necessità di letti di rianimazione è meno importante rispetto alle varianti precedenti», ma può provocare «necessità di ossigeno per 3, 4 giorni». Aggiungendo poi che «l'influenza è cominciata. Le altre patologie, le altre persone che hanno malattie croniche hanno bisogno di essere curate. Su 400'000 letti di medicina che ci sono oggi nei nostri ospedali, 20'000 sono già occupati da pazienti Covid. Avremo un mese di gennaio difficile». Véran ha ribadito che Omicron «è forse l'ultima ondata della pandemia. Visto il tasso di contagi nel nostro Paese e altrove nel pianeta, è probabile che abbiamo acquisito una forma d'immunità, o attraverso la vaccinazione, o tramite l'infezione, o grazie a entrambe».
(Fonte ats ans)

09:02
AFP
09:00

Esplodono i contagi in India
L'India è minacciata da una nuova ondata di casi di coronavirus, legata sia alla variante Delta che all'Omicron. Questa mattina il paese ha registrato 33'750 nuovi casi (di cui almeno 1'700 legati a Omicron). Solo una settimana fa i positivi in India erano 7'031. Mumbai e New Delhi sono le città più colpite dall'aumento esponenziale dei contagi. Per ora il numero dei positivi non si rispecchia nel numero dei ricoverati in ospedale: circa il 90% dei letti in terapia intensiva sono liberi. 
Il ministro della salute indiana ha esortato i vari Stati ad utilizzare il fondo di emergenza stanziato dal governo lo scorso luglio: dei 2,8 miliardi di franchi, ne è stato prelevato solamente il 17%. 
E proprio questa mattina l'India ha iniziato la vaccinazione tramite Covaxin degli adolescenti tra i 15 e i 18 anni, pari a circa 253 milioni di persone. «Oggi diamo il via alla più grande campagna di vaccinazione del mondo» ha twittato il Ministro della salute. 

08:26

Capo del Pentagono positivo
Il capo del Pentagono Lloyd Austin è risultato positivo al Covid-19 e ha sintomi «leggeri». Lo rende noto il dipartimento della Difesa. L'ultima volta che Austin ha incontrato Joe Biden risale al 21 dicembre scorso, al Pentagono. (ats ans)

08:25
Getty
08:23

Migliaia di manifestanti ad Amsterdam 
Migliaia di manifestanti sono scesi in piazza ieri sera ad Amsterdam per protestare contro le restrizioni anti-covid e le tensioni sono montate fino a sfociare in scontri e 30 arresti. «Questa è l'Olanda! Potere al popolo!», hanno scandito fra gli altri slogan i dimostranti, radunati in una delle principali piazze della capitale olandese nonostante il divieto delle autorità. La Polizia ha riferito che agenti antisommossa sono stati costretti a usare la forza dopo che i manifestanti hanno rifiutato di lasciare la piazza: quattro poliziotti sono rimasti feriti in scontri con i manifestanti e 30 persone sono state arrestate. (ats ans)

19:45

Quarta dose agli over-60 in Israele
Israele dà il via libera alla quarta dose di vaccino contro il Covid per tutti gli over 60 dopo 4 mesi dal richiamo. Lo ha annunciato il premier Naftali Bennet nel corso di una conferenza stampa.

18:28

La gravità di Omicron? Giudicare quanti ricoveri, non quanti contagi

Un numero sempre maggiore di esperti concorda nel giudicare la gravità della variante Omicron del coronavirus dal numero dei ricoveri in ospedale, non da quello dei contagi. A essi si è unito nelle scorse ore anche il dottor Anthony Fauci, il consulente medico di riferimento del presidente degli Stati Uniti Joe Biden. Nello stesso tempo Fauci invita la popolazione a non farsi suggestionare dei primi report sulla variante, che parlano di un virus molto veloce a infettare ma meno efficace nel causare gravi casi di Covid-19.

 

17:47

Usa nella "lista rossa" francese

La Francia ha inserito gli Stati Uniti nella sua "lista rossa" di viaggio: le persone non vaccinate che entrano nel Paese dovranno essere messe in quarantena per 10 giorni. Le regole non cambieranno, invece, per le persone completamente vaccinate che arrivano in Francia dagli Stati Uniti, a patto abbiano un test negativo prima di salire a bordo del loro volo. (fonte ats ans)

17:46
keystone-sda.ch / STF (Thibault Camus)
La Francia ha incluso gli Usa nella "lista rossa" dei viaggi.
15:31

Omicron è il virus più contagioso della storia
Omicron è il virus con la propagazione più rapida della Storia: lo afferma Roby Bhattacharyya, infettivologo del General Hospital in Massachusetts. Individuato solo poche settimane fa in Sudafrica, Omicron è già la variante più diffusa in gran parte del mondo. "Si tratta di una diffusione incredibilmente rapida", commenta, citato da El Pais, per poi spiegare questa velocità mettendolo a confronto con il morbillo, normalmente molto contagioso. Una persona affetta da questa malattia infettiva, non vaccinata, contagia in media altre 15 persone; una colpita da Omicron ne infetta 6, secondo gli ultimi studi. Ma la differenza sta nei tempi del contagio: il morbillo ha bisogno di 12 giorni in media, ma ad Omicron ne bastano 4 o 5. Anche lo storico della medicina e medico Anton Erkoreka si dichiara stupito dalla velocità con cui si propaga Omicron. "È il virus più esplosivo e quello con la diffusione più rapida della storia", afferma. Erkoreka, direttore del Museo Basco di Storia della Medicina , ricorda che la peste nera del XIV secolo e il colera del XIX secolo - causati da batteri - hanno impiegato anni per diffondersi in tutto il mondo.

12:01

Obbligo di mascherina nelle scuole secondarie inglesi, ma solo per gli studenti

Nelle scuole secondarie inglesi scatta l'obbligo di mascherina, per ridurre la diffusione della variante Omicron. Lo ha annunciato il governo britannico, dopo le preoccupazioni emerse dagli istituti, che resteranno aperti nonostante la recrudescenza della pandemia. La prossima settimana riapriranno tutte le scuole del Regno Unito dopo la pausa natalizia e finora l'Inghilterra era rimasta l'unica nazione in cui non c'era l'obbligo di mascherina per gli studenti. Gli insegnanti, invece, potranno continuare ad non utilizzarle. Il provvedimento resterà in vigore almeno fino al 26 gennaio. (fonte ats ans)

11:58
keystone-sda.ch / STF (Tsafrir Abayov)
11:35

In Israele si temono decine di migliaia di contagi al giorno
«La bufera è in arrivo, già in questi giorni. I casi raddoppieranno, poi raddoppieranno ancora. Già nel prossimo futuro avremo decine di migliaia di contagi al giorno». Questo l'avvertimento giunto oggi dal premier israeliano Naftali Bennett, nella seduta settimanale del consiglio dei ministri. «Il nostro obiettivo - ha aggiunto - non cambia: consentire il massimo funzionamento possibile dell'economia e proteggere quanti fra di noi sono più deboli». Bennett ha precisato che Israele si avvale dell'esperienza maturata in parallelo in altri Paesi, fra cui Stati Uniti e Gran Bretagna.

09:49
Keystone
09:47

Preoccupa il focolaio del ristorante di Hong Kong

Crescono i timori per un focolaio di coronavirus a Hong Kong, legato a un ristorante dove pare che un dipendente di Cathay Pacific si sia recato, violando le regole d'isolamento domiciliare. Domenica, riferisce il South China Morning Post, si è registrata la sospetta infezione di un familiare di uno tre dei pazienti attenzionati. Si tratta della moglie di un operaio edile che è stato confermato positivo dopo aver cenato nel locale sotto la lente delle autorità sanitarie. A tal proposito, il responsabile del dipartimento della Salute della metropoli ritiene che la situazione sia a un «punto di svolta».

18:58

Quasi 40'000 casi in Lombardia
Sono 37'270 i nuovi casi di Covid in Lombardia, con un tasso di positività di circa il 18,6% (200.196 tamponi effettuati). I nuovi pazienti in terapia intensiva sono 25, per un totale di 222, mentre sono 1945 le persone in cura in altri reparti, in crescita di 86. Si sono registrati 14 decessi, che portano il totale a 35.095 da inizio pandemia.A Milano i nuovi casi sono 12'970, a Brescia 3'835, a Bergamo 3'544, a Varese 3'131, a Monza 2'860, a Como 2'149, a Pavia 1'880, a Cremona 1'348, a Lecco 1'175, a Lodi 913, a Sondrio 533.

15:38
Keystone
15:36

Si esce dagli Emirati Arabi Uniti solo con il booster
Gli Emirati Arabi Uniti vieteranno ai cittadini emiratini non vaccinati contro il Covid-19 di viaggiare all'estero a partire dal 10 gennaio. Lo hanno annunciato le autorità del Paese, citate dal quotidiano The National. I cittadini emiratini completamente vaccinati dovranno sottoporsi alla terza dose di richiamo per potersi recare all'estero. Negli Emirati, i cittadini possono ricevere la dose booster contro il Covid-19 sei mesi dopo aver ricevuto la seconda dose del vaccino. Coloro che sono esclusi dalla vaccinazione per motivi di salute non saranno soggetti alla nuova misura, così come i «casi umanitari e persone che viaggiano per motivi medici e di terapia».
(Fonte ats ans)

13:26

Mascherina obbligatoria a partire dai sei anni
La Francia ha esteso l'obbligo della mascherina sui bus e nei luoghi pubblici anche ai bambini a partire dai sei anni. Lo stabilisce un decreto pubblicato ieri sulla Gazzetta Ufficiale d'oltralpe. La misura - riportano i siti francesi - scatterà da lunedì 3 gennaio e riguarderà i trasporti pubblici, i luoghi aperti al pubblico compresi i ristoranti, i centri sportivi e quelli di culto. La decisione arriva a pochi giorni dalla riapertura delle scuole dopo le Festività.
(Fonte ats ans)

12:44

Omicron e le «scelte difficili» per il sistema sanitario britannico

L'amministratore delegato della Confederazione del Sistema sanitario nazionale britannico (Nhs), Matthew Taylor, concorda con le affermazioni del ministro della Salute Sajid Javid secondo cui la variante Omicron metterà alla prova i limiti del sistema ospedaliero. Alcuni ospedali, ha spiegato, potrebbero essere costretti a vietare l'accesso ai visitatori. Questa potrebbe non essere l'unica delle «scelte difficili» da attuare per fermare la diffusione del virus nei reparti. Il contagio dilaga tra i ricoverati ma anche tra il personale: i ricoveri sono ai massimi dal gennaio 2021 e le assenze causa positività di medici e infermieri sono raddoppiate in un mese.

11:45
keystone-sda.ch / STR (Alberto Pezzali)
11:45

Regno Unito, Javid: le restrizioni alla libertà? «L'ultima risorsa»

Il Regno Unito dovrà «convivere» con il coronavirus anche nel 2022, ha affermato il ministro della Salute britannico Sajid Javid. L'ondata di contagi da Omicron «metterà alla prova i limiti della capacità del Sistema sanitario nazionale anche più di un tipico inverno, ha spiegato l'esponente del governo Johnson al Daily Mail. Gli inglesi, aggiunge, «hanno accolto favorevolmente il 2022 con alcune delle misure meno restrittive in Europa» come la rinuncia a mettere divieti per le celebrazioni del Capodanno e lasciando aperti i locali notturni.

«I limiti alla nostra libertà devono essere l'ultima risorsa assoluta» ha dichiarato Javid, smorzando sul nascere l'ipotesi di un lockdown nelle prossime settimane. «Il popolo britannico si aspetta giustamente che facciamo tutto ciò che è in nostro potere» per non ricorrere a questa soluzione estrema.

11:38
keystone-sda.ch
L'imperatore Naruhito in occasione del video-messaggio ai giapponesi.
11:38

Giappone, la preghiera dell'imperatore

L'imperatore giapponese Naruhito ha pregato per le vittime della pandemia di coronavirus. Lo ha spiegato nel corso del video-messaggio di saluto alla popolazione, dopo che per il secondo anno consecutivo l'evento in presenza è stato cancellato. Naruhito ha ringraziato i medici e gli altri operatori sanitari, per poi esprimere preoccupazione per le nazioni che sono sprovviste di adeguati sistemi ospedalieri e di accesso ai vaccini. «Spero dal profondo del mio cuore che supereremo questi tempi difficili», ha affermato.

09:25

Xi'an, oltre 150 casi da una settimana

Per il settimo giorno consecutivo la città cinese di Xi'an ha riportato oltre 150 contagi da coronavirus. Numeri decisamente esigui rispetto a quelli che la variante Omicron sta facendo segnare in Occidente, ma che spaventano le autorità locali: si tratta infatti del peggior focolaio sull'intero territorio cinese da un anno a questa parte. La commissione sanitaria della provincia dello Shaanxi ha riferito che 174 dei 175 casi a livello nazionale provengono proprio da Xi'an. I funzionari locali proseguono con la campagna di tamponi e hanno assicurato che faranno tutto il possibile per contenere il focolaio.

09:22
keystone-sda.ch (Liu Xiao)

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2022 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2022-01-24 08:00:06 | 91.208.130.87