Immobili
Veicoli

CUCINARE CON FOOBYAl volo

11.03.22 - 07:00
Lo Street Food non è un’invenzione americana.
Fooby
CUCINARE CON FOOBY
11.03.22 - 07:00
Al volo
Lo Street Food non è un’invenzione americana.

E anche se le odierne grandi città non potrebbero più farne a meno, le sue radici risalgono a tempi ben più antichi.

Chi l’ha inventato? Nel caso dello Street Food è abbastanza chiaro, se si considera che già gli antichi greci, più di 2000 anni fa, raccontavano del via vai nel porto di Alessandria, dove per strada si vendeva pesce fritto. Dalla Grecia, l’usanza arrivò fino a Roma, dove dagli scavi sono emersi resti di «termopoli », gli antenati delle odierne tavole calde.
Nelle città dell’Impero romano, l’offerta consisteva soprattutto in zuppe di farro, fagioli o ceci, poiché si rivolgeva in particolare alle classi meno abbienti del popolo, che non avevano una cucina. Del resto, anche le odierne preferenze, in fatto di pietanze tipiche del cibo di strada, hanno un background analogo.

burger
Nel XIX secolo, immigranti provenienti da Amburgo portarono in America un panino di frumento imbottito di una polpetta di carne di manzo, che venne denominato «Hamburger Steak». Il primo fu servito a New Haven attorno al 1900: l’inizio di una storia di successo.

fish& chips
In Inghilterra si tiene alta la tradizione del pesce fritto, molto popolare nell’Antico Egitto. La pietanza, composta da pesce fritto e patatine fritte, fu portata sull’isola nel XIX secolo da immigranti ebrei. Irrinunciabile è la vecchia carta da giornale come imballaggio.

pizza
Già gli etruschi e i greci cuocevano focacce piatte condite con olio d’oliva e spezie. Nell’Italia medioevale divennero cibo per poveri, ma con l’arrivo del pomodoro, nel 1520, si arricchirono di quel famoso tocco in più. La prima pizzeria aprì i battenti nel 1830 a Napoli, ma solo col tempo la pizza acquisì notorietà e rispettabilità.

hotdog
Le radici del «cane caldo» si trovano in Germania: la salsiccia fu inventata nel 1847 a Francoforte, per poi essere inserita in un panino a Brooklyn da un immigrato tedesco che ne vendette a migliaia. Siccome agli americani questa salsiccetta ricordava un bassotto, il suo nome si rifà proprio a questa razza di cane.

 

Fooby

FISH AND CHIPS

Preparazione: 45 min. | Tempo totale: 1 ora e 15 min

PER 4 PERSONE CI VOGLIONO

    • 100 g farina bianca
    • 1 c.no sale
    • 1½ dl birra
    • 2 albumi
    • 1 presa sale

    • 600 g patate a pasta soda, a fiammifero
      olio per friggere
    • ¾ di c.no sale

    • 500 g filetti di merluzzo bianco Royal (MSC), in 4 pezzi
    • ¼ di c.no sale
    • 6 c. maionese

 

ECCO COME FARE

    1. Pastella: in un recipiente mescolare la farina con il sale. Unire poca birra per volta mescolando con la frusta fino a ottenere una pastella priva di grumi. Coprire
      la pastella e lasciarla gonfiare a temperatura ambiente per ca. 30 minuti. Prima di cuocerla montare a neve gli albumi con un po’ di sale e incorporarli delicatamente
      alla pastella.
    2. Chips: risciacquare le patate a fiammifero sotto l’acqua fredda e asciugarle bene. Riempire di olio ⅓ della pentola e portarlo a ca. 145 °C. Con una schiumarola immergervi poche patate asciutte per volta e prefriggerle per ca. 2 minuti. Toglierle e farle raffreddare su una griglia foderata di carta da cucina. Aumentare la temperatura a 180 °C. Friggere poche patate per volta per ca. 2 min. e ½ finché risulteranno dorate e croccanti. Toglierle e salarle.
    3. Friggere il pesce: salare il pesce, immergere pochi pezzi per volta nella pastella, lasciarli sgocciolare un po’ e friggerli per ca. 4 min. rigirandoli di tanto in tanto finché risulteranno dorati. Toglierli, lasciarli sgocciolare sulla carta da cucina e servirli con le chips e la maionese.

Suggerimento: spruzzare con aceto o servire con spicchi di limone.

 

Questo contributo è un paid post del nostro cliente. I paid post sono quindi pubblicità e non contenuto redazionale.

Con FOOBY, la piattaforma culinaria di Coop, vogliamo condividere con te il fantastico mondo della cucina, del mangiare e dei piaceri della tavola. Non importa se cucini per passione o se pensi di essere una schiappa tra i fornelli: qui trovi un’infinità di ricette (ben organizzate in categorie), know how sul cibo, istruzioni di cottura, video esplicativi e ispirazioni à gogo. In più, molte storie appassionanti che raccontano di persone che amano il cibo così come lo amiamo noi.
Prenditi il tempo per guardarti attorno e scopri l’appetitoso mondo di FOOBY.