Filtra per

Regione Valle di Blenio Luganese Bellinzonese
Categoria Musei Sport Teatro Appuntamenti Musica Arte
Da Leontica alla Greina nel solco delle tradizioni viventi
Museo della Valle di Blenio, Lottigna
14.00

Nell’ambito della Giornata internazionale dei musei 2019, che si svolgerà sotto il motto “Musei — il futuro delle tradizioni viventi”, il Museo storico etnografico della Valle di Blenio di Lottigna aderirà alla manifestazione proponendo un percorso ideale che porterà da Leontica alla regione della Greina esplorando letteratura, etnografia, storie, leggende e il rapporto con la natura.

Dalle ore 14.00 sarà possibile entrare liberamente al Museo, con l’opportunità di essere accompagnati dal curatore Cristian Scapozza a scoprire l’esposizione temporanea “La Greina” dal punto di vista delle tradizioni viventi. Dalla Greina nel teatro e nella musica, alle tradizioni orali come fiabe, leggende e racconti di pastori, alle pratiche riguardanti il rapporto tra l’Uomo e la natura aspra e selvaggia dell’alpeggio della Greina, fino alle conoscenze artigianali nell’ambito delle produzioni artistiche e cartografiche dedicate a questa regione.

Alle ore 16.00, nella Sala delle Assemblee del Museo, lo scrittore ticinese Fabio Andina presenterà il suo romanzo “La pozza del Felice (Rubbettino Editore, 2018), ambientato in Valle di Blenio e che racconta il rapporto dell’Uomo con la natura, le stagioni e il tempo. Un viaggio alla scoperta, letteraria, di tante piccole tradizioni viventi fatte di gesti, (poche) parole e sguardi sulla valle, il mondo, i suoi abitanti. Sarà possibile acquistare e far firmare il libro dall’autore.

Tutte le attività sono gratuite e saranno seguite da una merenda offerta al pubblico dall’Associazione del Museo della Valle di Blenio, dove sarà possibile degustare alcune birre artigianali prodotte in Valle di Blenio.

Una buona occasione per trascorrere una piacevole domenica pomeriggio alla scoperta del patrimonio culturale immateriale della Valle di Blenio.

LuogoMuseo della Valle di Blenio
Indirizzo / ViaPalazzo dei Landvogti, Lottigna
Info0795359422
EtàPer tutti
Sito webVai al sito
1° Comano Run
Comano, Comano
08.00

Domenica 19 maggio 2019 si terrà la prima edizione della Comano Run.
Si tratta di una manifestazione podistica che coinvolge il Comune di Comano nel Canton Ticino in Svizzera.

Comano Run in breve…
· l'evento proporrà delle gare giovanili, una gara popolare di 4 Km, una gara agonistica di 8 Km e le categorie    Walking e Nordic Walking di 6 km
· una giornata di festa da trascorre in movimento all’aria aperta
· tassa d'iscrizione e termini: categorie giovanili (2004 e più giovani) gratis fino al 09.05.2019 con l'iscrizione           online sul sito internet www.comanorun.ch
· Walking e Nordic Walking: 3 premi a sorteggio
· maccheronata offerta a tutti i partecipanti
· informazioni: www.comanorun.ch

LuogoComano
Indirizzo / ViaComano
Info0792544311
EtàPer tutti
Sito webVai al sito
Facebook Vai al link di facebook
L'ultimo eroe. Rassegna Home
Teatro Foce, Lugano
Ore 18

C'era una volta un uomo solo, in mezzo ad una piazza desolata: “Dove sono tutti? Ma non c'è nessuno? Ho paura! Aiuto!”. Questo era il grido di quel vecchio pazzo, di quel bambino senza madre, di quel giovane ardito pronto a partire…
Un buffone incanta la folla narrando di un eroe senza età che vuole salvare il Mondo: disastri, deserti e mostri da mille facce, stelle, pianeti, l'universo ed il tempo. La paura ed il coraggio, la meraviglia e la disperazione.
Daniele Bianco e Grande Giro presentano un solo di narrazione e teatro fisico, dove istrione contemporaneo danza, guizza, si contorce grottesco in mille personaggi che raccontano, gridando, piangendo e sussurrando allo spettatore, un mito moderno, una leggenda mai udita, offerta al lume di candela e accompagnata da musica elettronica. Una storia intima, turpe e sacra allo stesso tempo, dove la forza dell'immaginazione è quella speranza finale che rende vivibile la piazza desolata e magnificamente misteriosa che è l'esistenza umana.

Credits
Daniele Bianco / Grande Giro
Di e con: Daniele Bianco
Testo e messa in scena: Daniele Bianco
Collaborazione artistica: Lea Lechler, Valentina Bianda.
Costumi: Sara Bertola
Produzione: Grande Giro
Co-produzione: Museo Casanova
Con il sostegno di: Decs – Repubblica e Canton Ticino fondo Swisslos

Informazioni extra
Prevendita:
Sportello Foce
Via Foce 1, 6900 Lugano
T. +41 (0)58 866 48 00
sportello.foce@lugano.ch

Prevendita online: biglietteria.ch

Promotori
Divisione Eventi e Congressi 
Via Trevano 55 
6900 Lugano 
Tel. +41 (0)58 866 48 00 
www.luganoeventi.ch 
eventi@lugano.ch

 

LuogoTeatro Foce
Indirizzo / ViaVia Foce 1, Lugano
Prezzo20 CHF
Sito webVai al sito
PrevenditaAcquista biglietti su https://biglietteria.ch/?set=2511
Giornata internazionale dei musei
Museo Villa dei Cedri, Bellinzona
10.00

I musei: l’avvenire delle tradizioni viventi

Domenica 19 maggio 2019

Villa dei Cedri partecipa alla tradizionale Giornata internazionale dei musei con un’offerta originale per tutta la famiglia, pensata nell’ambito del tema scelto dal Consiglio internazionale dei musei per questa edizione. PEr maggiori informazioni consultare il sito del Museo.

Durante la Giornata internazionale dei musei, l’ingresso a Villa dei Cedri e tutte le attività sono gratuite.

LuogoMuseo Villa dei Cedri
Indirizzo / ViaBellinzona
Info0582031730
EtàPer tutti
Sito webVai al sito
Saggio di fine anno SMUM
Scuola di Musica Moderna, Lugano
14.15

Una melodia di voci e strumenti che vi rapirà grazie al talento dei giovani e giovanissimi allievi della SMUM.

Il concerto coninvolge solisti e gruppi studenti dei corsi musicali SMUM che durante l'anno scolastico frequentano le lezioni individuali e i laboratori di musica d'insieme.
Un'occasione speciale per condividere con parenti e amici la passione per la musica e per ascoltare i giovani talenti che frequentano la SMUM.
Si esibiranno formazioni strumentali, vocali e di percussioni e il gruppo Blue Dream dei ragazzi del corso Pre-College.

LuogoScuola di Musica Moderna
Indirizzo / ViaVia Foce 1, Lugano
Info0919701035
EtàPer tutti
Sito webVai al sito
Facebook Vai al link di facebook
Youtube Vai al link di YouTube
Concerto di beneficenza SMUM & Associazione Dédomé Amici di Don Franck
Sala Multiuso Centro di Presenza Cristiana, Pregassona
17.30

Sotto il cappello dei festeggiamenti per il 25° anniversario di nascita della SMUM, il quartetto della sezione Pre-College formato da Carlo Crespi al piano, Andrea Caneva alla chitarra, Leo Marti al basso elettrico e Gioele Crisci alla batteria e diretto da Giorgio Meuwly, che ne arrangia i brani, presenta per il concerto di beneficenza dell’Associazione Dédomé amici di Don Franck un programma che comprende composizioni derivate dai canti dell’epoca schiavista che si sono trasformate in brani di standard jazz e altre musiche che si situano dopo questo periodo. Alcuni esempi sono: Work Song di Nat Adderley, Bye Bye Blackbird di Ray Henderson, On the Sunny Side of the Street di Jimmy McHugh.

Entrata a offerta libera.

LuogoSala Multiuso Centro di Presenza Cristiana
Indirizzo / ViaPregassona
Info0919701035
EtàPer tutti
Sito webVai al sito
Facebook Vai al link di facebook
Youtube Vai al link di YouTube
Ticino Tattoo Convention
Espocentro Bellinzona, Bellinzona

Week end all'insegna dell'inchiostro sulla pelle, all'arte del tatuaggio con ospiti internazionali.

Per info, mandare una mail a Booking@tattooticino.ch.

LuogoEspocentro Bellinzona
Indirizzo / ViaVia Cattori 3, Bellinzona
PeriodoDal 18.05.2019 al 19.05.2019
GiorniSa Do
Prezzo15 CHF
EtàAperto a tutti
Sito webVai al sito
Facebook Vai al link di facebook
Play with us. dall’arte popolare all’arte moderna
Hotel Hilton Molino Stucky , Venezia
08.00

Dall’11 maggio al 24 novembre 2019, nel cuore di Venezia, all’interno della suggestiva e prestigiosa cornice dell’Hotel Hilton Molino Stucky affacciato sul Canale della Giudecca, sarà presentata dal Museo Storico della Giostra di Bergantino l’installazione “Play With Us” Dall’arte popolare all’arte moderna con opere dell’artista Naby Byron e texture musicale di Max Casacci dei Subsonica, a cura del Prof. Gian Paolo Borghi, etno-antropologo ed esperto di tradizioni popolari.

L’esposizione si colloca in concomitanza alla 58° Biennale di Venezia e propone al pubblico una particolare e metaforica visione onirica dell’artista che vede al centro della sua narrazione inusuali cavalli da giostra.

L’esposizione, in collaborazione con l’Associazione UFO-Ultimi Futuristi, è realizzata con il patrocinio della Regione del Veneto, della Città di Venezia, del Comune di Bergantino, del Museo della Giostra di Bergantino, del MAF (Museo Mondo Agricolo Ferrarese), di Hilton Stucky Venezia e si colloca all’interno delle celebrazioni del Centenario dalla Fondazione del Gruppo Hilton.

Naby Byron si riappropria di alcune forme della cultura tradizionale adattandole alle aspettative del contemporaneo in una sorta di “provocazione – non provocazione” che mira a cogliere, attraverso le giostre, alcune sfaccettature di un denso percorso storico-antropologico. I cavalli da giostra, infatti, richiamano alla memoria antichi giochi rituali e arcaici di natura medievale.

Naby Byron, tuttavia, non si limita a scegliere artisticamente i cavalli ma, in forma simbolica, li rende liberi dai rigidi meccanismi delle giostre, proiettandoli lontani dalle tradizionali fiere di borghi e paesi in un contesto moderno e contemporaneo, i Luoghi dell’Altrove. Questo forte desiderio di libertà si traduce nella fusione in maniera simbiotica delle sue installazioni con la natura che le circonda. In altri termini, Naby si eleva a paladina di una nuova e rinnovata cultura del “gioco”, trasfigurando alcuni antichi significati nel mondo odierno e offrendoli all’ammirazione e alla disponibilità degli appassionati d’arte del terzo millennio.

Nello specifico “Play with us” Dall’arte popolare all’arte moderna è un’opera relazionale in cui il fruitore interagisce direttamente con l’installazione: i visitatori, infatti, sono invitati a montare sul cavallo e in questo senso il lavoro di Naby Byron rappresenta un’opera unica, in continuo divenire, in quanto cambia col cambiare dello spettatore che desidera mettersi in gioco.

L’esposizione si compone di una parte a “cavalli fissi” nella zona esterna dell’Hotel, e di una a “cavalli mobili” situati negli ambienti interni. Al fianco delle opere è prevista una videoinstallazione a cura del Museo e dell’artista, volta a descrivere per immagini e parole la poetica complessiva dell’evento. Sarà, inoltre, presente una “texture” sonora composta dal musicista Massimiliano Casacci, membro e fondatore dei Subsonica.

NABY

Naby Byron (nome d’arte) nasce a Bologna. Di famiglia borghese, vive la sua infanzia accanto ad uno dei più importanti allevamenti di cavalli d’Europa (allevamento che ha visto i natali della stirpe del trottatore Varenne). Memore dei lunghi pomeriggi passati ad ammirare gli allenamenti e la vita dell’animale più nobile del creato, Naby, laureatasi nel frattempo all’Accademia di Bologna, elegge il cavallo quale simbolo totemico delle sue prime creazioni artistiche, dapprima dipinti ed in seguito installazioni.

Avvicinatasi nel prosieguo di vita al mondo del collezionismo, ha costituito assieme ad alcuni collaboratori il Collettivo U.F.-o Ultimi Futuristi, al’interno del quale è conservato un vastissimo numero di documenti afferenti il Movimento Futurista di Filippo Tommaso Marinetti, altra grande fonte di ispirazione dell’artista soprattutto per quanto attiene al filone aviatorio, seconda passione di Naby Byron ed oggetto precipuo delle sue opere.                                                                               

Hanno curato per lei importanti mostre il critico d’arte Giuseppe Virelli, l’etno-antropologo Prof. Gian Paolo Borghi, lo storico del Futurismo Enrico Bittoto.

Ha esposto in Gallerie a Lucca (“Play With Me” presso Galleria olio su tavola), al PALP Museo di Pontedera (“Play With Me” all’interno della Mostra “Dalla Trottola al Robot”) e in concomitanza con la Biennale di Venezia presso gli ambienti dell’Hilton Molino Stucky all’isola della Giudecca (Installazione “Play With Us” promossa dal Museo dello Giostra di Bergantino).

Hanno collaborato con lei Marta Pederzoli, le Ceramiche Gatti di Faenza, Max Casacci dei Subsonica, il regista Luca Verdone.

Ha vinto diversi premi e riconoscimenti tra i quali ricordiamo il Premio Vergato Arte 2016 sotto la presidenza del Maestro Luigi Ontani.

INFORMAZIONI UTILI

TITOLO: “Play with us” Dall’arte popolare all’arte moderna

OPERE DI: NABY BYRON

A CURA DI: Prof. Gian Paolo Borghi

TEXTURE MUSICALE: Max Casacci dei Subsonica

PRESENTATA DA: Museo storico della giostra di Bergantino

DOVE: Hotel Hilton Molino Stucky - Giudecca 810, Venezia

INAUGURAZIONE: Sabato 11 maggio ore 17,30

DATE: 11 maggio - 24 novembre 2019

ORARI: orari di apertura dell’Hotel

WEB: nabybyron.com

FACEBOOK: https://www.facebook.com/PlayWithHus/

INGRESSO GRATUITO

PATROCINI: Regione del Veneto, Città di Venezia, Comune di Bergantino, Museo della Giostra di Bergantino, MAF (Museo Mondo Agricolo Ferrarese), Hilton Stucky Venezia.

IN COLLABORAZIONE CON: Associazione UFO-Ultimi Futuristi.

AGENZIA DI COMUNICAZIONE E UFFICIO STAMPA

Culturalia di Norma Waltmann

tel : +39-051-6569105 mob: +39-392-2527126

email: info@culturaliart.com web: www.culturaliart.com

facebook: culturalia – Instagram: culturalia_comunicare_arte

LuogoHotel Hilton Molino Stucky
Indirizzo / ViaGiudecca 810, Venezia, Venezia
PeriodoDal 11.05.2019 al 24.11.2019
GiorniTutti i giorni
Info0516569105
EtàPer tutti
Facebook Vai al link di facebook
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-04-18 15:09:29 | 91.208.130.86