Immobili
Veicoli

ti.mammeFreddo non ti temo: neonati in inverno

14.11.22 - 08:00
Come riparare i bebè dalle temperature rigide in casa e all’esterno
Deposit
Freddo non ti temo: neonati in inverno
Come riparare i bebè dalle temperature rigide in casa e all’esterno

Arriva il freddo ed ogni mamma scende in campo con il suo piano di azione per proteggere i propri pargoli dalle intemperie, assicurando loro il giusto calore. Se con i bimbetti più grandicelli l’impresa è meno difficile, con i neonati il dubbio è sempre persistente: sarà troppo o troppo poco coperto? È vero che i neonati non hanno un sistema di termoregolazione perfettamente efficiente, al contrario degli adulti, e che per questo non riescono a regolare la propria temperatura corporea, ma si può affrontare la situazione con sufficiente tranquillità, prestando attenzione ad alcuni segnali. Il nasino è il miglior rivelatore della temperatura corporea di un bambino -  lo dice ogni nonna! -, come il colorito di guance e labbra che se risulta pallido o persino tendente al bluastro, dimostra che il bebè sta congelando!

Anche le manine ed i piedini possono essere utili per capire se il neonato possa avere o meno freddo, anche se è bene considerare che proprio l’inefficacia della termoregolazione può rendere le manine, più esposte alle temperature esterne, piuttosto fresche. Meglio considerare più segnali alla volta, compreso quello del dito sul collo per verificare se sia sudaticcio o fresco. Evitare esagerazioni nell’abbigliamento del piccolo è fondamentale, così come evitare elevate temperature di riscaldamento domestico: risulterebbero più dannosi che utili. Meglio vestire il bebè a cipolla, ovvero con diversi strati di indumenti in modo da poterne sfilare qualcuno in base ai suoi segnali di caldo o freddo.

Naturalmente i dubbi relativi al benessere del bambino, non devono essere motivo per rimanere in casa perché i piccolini hanno bisogno di uscire. L’importante è vestirli al meglio, scegliendo la tarda mattinata o il primo pomeriggio per uscire, così da approfittare dell’aria più tiepida anche in caso di pioggia che sarà contrastata con una tela cerata da applicare al passeggino. Per vestire il proprio bambino si potrà fare riferimento al proprio abbigliamento: se la mamma indossa maglietta, golfino e giubbotto imbottito e jeans, gli stessi indumenti potranno essere messi al bebè. Vietato vestirli molto tempo prima di uscire di casa, non dimenticare il cappellino (meglio un passamontagna che copre anche bocca e gola) e non lasciarli imbacuccati negli ambienti chiusi, ma se rimane qualche dubbio basta vedere se i loro piedini sono caldi.

COMMENTI