Immobili
Veicoli

TI.MAMMEBambini e cellulare: quando è il momento giusto?

19.08.22 - 07:00
Come capire se i figli sono sufficientemente responsabili per gestire un telefonino
Deposit
Bambini e cellulare: quando è il momento giusto?
Come capire se i figli sono sufficientemente responsabili per gestire un telefonino

Sembra ieri che si divertivano sullo scivolo e l’altalena, eppure ora hanno in mente solo lo smartphone. Ce l’hanno tutti i compagni di classe e senza non si può chattare con gli amici, guardare video e pubblicare storie sui social: è triste, ma è il cellulare una delle ambizioni più grandi dei ragazzini. Non c’è un’età specifica che segna il confine dello status con e senza telefonino, eppure all’improvviso la richiesta si insinua nei dialoghi familiari diventando talmente insistente da sfiancare i genitori che acconsentono per sfinimento. E si fa presto a dire quanto sia sbagliato: chi ci è passato lo sa che non si può evitare. Anche perché ogni genitore che non vuole arrendersi all’evidenza della propria debolezza, addurrà mille utili motivi per i quali la concessione dello smartphone al figlioletto risulterà una scelta valida. Rintracciare i piccoli in ogni momento e dar loro la possibilità di contattare mamma e papà per qualsiasi necessità, per esempio. 

Il rischio, però, è quello di perdere il controllo della situazione e condannare i propri pargoli ancora ingenui e sprovveduti all’abbraccio soffocante della realtà virtuale fatta di foto pubblicate in rete, video e challenge di ogni tipo. Per non commettere errori di valutazione o prendere decisioni affrettate, è bene capire se i propri figli siano pronti per il potere dello smartphone. Una ricerca su Google suggerirebbe di evitare il cellulare per gli under 12, ma la valutazione dovrebbe essere più accurata. Come fare? Prima di tutto bisogna diventare onesti e valutare realisticamente il livello di maturità delle proprie creature. Dopo aver valutato il senso del dovere dei propri figli e, quindi, come gestiscono doveri scolastici e domestici ed attività di svago, si potrà decidere se sdoganare o meno l’utilizzo di un cellulare. Se il ragazzino dimostra maturità e responsabilità, se rispetta le regole e se non fa i capricci quando le sue richieste non vengono esaudite, potrebbe essere pronto per avere un telefonino.

La regola generale in linea di massima è che ogni cosa arriva a suo tempo e non quando il bambino decide di chiederla. Il momento giusto per avere uno smartphone è quello in cui il piccolo dimostra di poterlo utilizzare in modo responsabile. Al momento dell’acquisto sarà importante non scegliere modelli troppo accessoriati per evitare di indurre il giovanissimo utilizzatore nella tentazione di distrarsi troppo. Fatte salve le funzioni essenziali di chiamata ed invio messaggi si potrà inizialmente sorvolare sull’universo della connessione e delle app. Quando il bambino sarà cellulare-munito non bisognerà dimenticare di verificare che faccia del suo device un uso corretto, gestendo autonomamente la propria responsabilità. Il tempo di utilizzo del telefonino dovrà essere concordata insieme e rispettata dal ragazzino, che così darà prova della sua affidabilità conquistando la fiducia dei genitori anche in vista di nuove conquiste.

TMT (ti.mamme team)

Seguici anche su Facebook e Instagram

ULTIME NOTIZIE TI.MAMME