Immobili
Veicoli

TI.MAMMEBambini e monopattino: micromobilità e sicurezza

13.08.22 - 08:00
Regole ed accorgimenti per il divertimento dei piccoli conducenti
Deposit
Bambini e monopattino: micromobilità e sicurezza
Regole ed accorgimenti per il divertimento dei piccoli conducenti

Come tutte le mode anche quella del monopattino ormai spopola ovunque. Sì, perché di una moda si tratta, cominciata proprio come quella delle biciclette servoassistite e prima ancora dei rollerblade: quasi una sorta di peculiarità generazionale che parte tra i giovanissimi per poi prendere piede anche tra gli adulti. Quello più diffuso è il monopattino elettrico, che rappresenta un capitolo a sé visto che ha una sua precisa collocazione nella mobilità urbana con regolamenti specifici che ne stabiliscono l’utilizzo. Nelle grandi città esistono anche servizi di sharing che favoriscono il servizio di micromobilità elettrica, liberalizzandola dopo una iniziale sperimentazione. 

Neanche a dirlo, i bambini, che amano tutto quello che la modernità offre, adorano imitare i grandi che sfrecciano nel traffico sui propri monopattini elettrici. Ma cosa bisogna sapere per consentire anche ai più piccoli di divertirsi con un monopattino? Quello destinato ai piccoli, ovviamente, non sarà un monopattino elettrico, ma la sicurezza dovrà essere una priorità per il suo utilizzo. Già dai 3 anni i piccoli possono cominciare ad utilizzare un monopattino scelto nel modello con due ruote davanti che lo rendono più stabile permettendo al piccolo di acquisire confidenza con il mezzo coordinando i movimenti riuscendo a conquistare sempre maggiore equilibrio. Dai 4 ai 6 anni il monopattino tradizionale, a due ruote, diventa più accessibile e grazie alla pedana di appoggio antiscivolo, garantisce maggiore stabilità, mentre il freno rappresenta una ulteriore sicurezza. 

Casco, paragomiti e paraginocchia rappresentano un equipaggiamento necessario in caso di cadute e sceglierlo insieme al giovanissimo conducente aumenterà le probabilità che non trascuri di indossarli. L’equipaggiamento per andare sul monopattino deve lasciare molto spazio anche alla visibilità. Via libera, quindi, agli adesivi catarifrangenti da applicare sul casco, sullo zainetto del bambino o sullo stesso monopattino. Il passaggio ad un monopattino elettrico non può avvenire prima dei 14 anni sempre a condizione di essere in possesso della patente di categoria M che non è più necessaria dopo i 16 anni. Anche per gli adolescenti la visibilità deve essere una priorità, soprattutto se circolano anche di sera. È importante, quindi, che il monopattino abbia una luce posteriore.

TMT (ti.mamme team)

Seguici anche su Facebook e Instagram

ULTIME NOTIZIE TI.MAMME