Immobili
Veicoli

TI.MAMMELa peluria dei neonati: bisogna preoccuparsi?

27.06.22 - 07:00
La lanugine sul corpo del bebè può impressionare, ma è più frequente di quanto si pensi
Deposit
La peluria dei neonati: bisogna preoccuparsi?
La lanugine sul corpo del bebè può impressionare, ma è più frequente di quanto si pensi

La nascita di un neonato è il momento in cui la sublimazione di aspettative e felicità, amore e desideri, si compie. Stringere tra le braccia quel fagottino profumato è una delle più alte espressioni di gioia per i genitori che, finalmente, possono guardare la propria meravigliosa creatura. Questo è quello che avviene nell’immaginario collettivo di mamme e papà, ma come sempre la realtà riesce a superare la fantasia e non sempre in modo positivo. Infatti l’idea, maturata in nove mesi di gestazione, di poter ammirare il proprio bebè, apprezzandone la pelle liscia e morbida, il viso angelico e la testina tonda con pochi capelli si può bruscamente infrangere al primo sguardo.

La pelle è rossastra e rugosa e può essere anche ruvida a causa delle rimanenze di quel rivestimento grasso che l’ha rivestita durante la gravidanza per proteggerla mentre il feto era immerso nel liquido amniotico. La testolina invece che perfettamente tonda può essere allungata o piatta dietro a causa del passaggio nel canale del parto. Ma soprattutto la creaturina può essere ricoperta di peli. Non pensate ad una vera e propria pelliccia (ci mancherebbe!), quanto piuttosto ad una peluria soffice diffusa generalmente su spalle e schiena, ma talvolta anche su braccia, gambe e persino sul volto. Se questi peli fossero solo capelli non ci sarebbe alcunché da dire, ma sul resto del corpo è comprensibile che facciano una certa impressione. Generalmente è un fenomeno che si osserva soprattutto nei piccoli nati prematuramente, ma non è sinonimo di alcun tipo di problema.

Come per gli altri fenomeni elencati, infatti, anche questa peluria non rappresenta un pericolo per la salute ed è destinata a sparire autonomamente in poche settimane. È tanto frequente da essere riconosciuta con il nome di lanugine ed altro non è che la peluria che ha coperto il feto durante la gravidanza per proteggere la pelle dal possibile effetto macerante del liquido amniotico in cui è immersa. In teoria appare tutto semplice, ma è comprensibile lo sgomento dei genitori alla vista del proprio pargolo con le orecchie e la fronte pelose. L’importante è avere la consapevolezza di non essere diventati genitori di un baby licantropo e che quella peluria svanirà molto presto ed è, quindi, inutile consultare allarmati il pediatra o informarsi su tecniche e prodotti per eliminarla subito.

TMT (ti.mamme team)

Seguici anche su Facebook e Instagram