Immobili
Veicoli

TI.MAMMEMacchie d’erba: inconvenienti di stagione

06.05.22 - 07:00
Come smacchiare gli indumenti dei bambini dopo i giochi all’aperto
Deposit
TI.MAMME
06.05.22 - 07:00
Macchie d’erba: inconvenienti di stagione
Come smacchiare gli indumenti dei bambini dopo i giochi all’aperto

Che bello giocare sui prati, rotolarsi sull’erba o scivolare su di essa inseguendo un pallone! La sensazione di libertà mescolata al piacere del divertimento sono gli ingredienti di una giornata all’aperto o di un pomeriggio trascorso a giocare in giardino. Solo dopo, quando arriva il momento di cambiarsi si scoprono le sorprese meno gradite: le inconfondibili macchie d’erba, ben impresse su magliette e pantaloni dei più piccoli. Come rimediare? se la macchia è su un indumento chiaro o in genere sui capi dei bambini, bisognerà mettere il tessuto in ammollo in acqua tiepida alla quale si sarà aggiunto il succo di due limoni, lasciando agire per almeno tre ore prima di sciacquare con acqua fredda e lavare in lavatrice. Le macchie d’erba dai jeans, invece, richiedono interventi diversi.

Se la macchia è ancora fresca, la si può bagnare con dell’alcool, cospargerla di talco e poi spazzolare via tutto, ma se è ormai secca bisogna utilizzare uno sgrassatore da cucina oppure applicare un composto a base di bicarbonato di sodio e succo di limone. Dopo l’impiego di questi pretrattanti si potrà procedere al normale lavaggio, proprio come nel caso in cui si smacchi il jeans utilizzando un composto a base di glicerina ed albume d’uovo in parti uguali. Dopo aver strofinato il composto sulla macchia bisognerà sciacquare con del latte freddo prima di lavare come al solito. Se ad essersi macchiato d’erba è il vestitino in lino o cotone di una baby damigella scatenata, invece, una volta a casa bisognerà immergere il capo nel latte freddo per circa trenta minuti oppure sfregare la macchia con del succo di limone.

Due tattiche per riuscire a vincere la propria battaglia sulle macchie d’erba, a prescindere dal tessuto sulle quali si sono formate, sono quelle dell’intervento tempestivo che impedisce alla sostanza macchiante di essere assorbita, e quello di evitare l’acqua calda che, contrariamente a quanto si creda, non scioglie la macchia ma la fissa sul tessuto. Ricapitolando: il limone si adopera sulle macchie secche, il latte freddo si applica prima di mettere il capo in ammollo in acqua cala. Alcool e acqua tiepida si usano per tamponare la macchia con l’aiuto di una spugnetta, mentre due cucchiaini di aceto di mele si applicano su una macchia già secca. Dopo aver pretrattato la macchia con questi rimedi, bisognerà procedere sempre al normale lavaggio del capo. 

TMT (ti.mamme team)

Seguici anche su Facebook e Instagram