Deposit
TI.MAMME
20.10.2021 - 08:000

Come si diventa bravi genitori?

Mamme e papà pieni di dubbi che si lasciano soffocare dal senso di inadeguatezza.

Mamme e papà sono dei supereroi e spesso non se ne rendono conto. Anzi, tutti tesi ad essere dei buoni genitori, finiscono per non sentirsi tali e si tormentano con dubbi ed interrogativi che mortificano ogni sforzo ed alimentano il senso di inadeguatezza. Le incertezze sono del tutto normali, perché avere dei figli non è un’esperienza semplice e dopo l’estasi della nascita, iniziano le fatiche della crescita, dell’educazione e di tutto ciò che richiede un impegno costante e pesante a livello emotivo e fisico, per ogni genitore. Sentirsi inadeguati, quindi, non fuori da ogni logica, anzi! Almeno una volta nella stimata carriera di mamma o di papà ci si ritrova ad interrogarsi sulla validità delle proprie scelte e decisioni o, ancor prima, durante la gravidanza quando il dubbio riguarda il futuro e tutto quello che si sarà in grado di fare per la propria creatura.

Come fronteggiare queste situazioni? Il primo passo è quello di ascoltare se stessi cercando di individuare le ugge più marcate, senza perdersi nel paragone con gli altri, ricordando che non esistono genitori perfetti e che tutto ciò che si fa per i propri figli ha il suo valore e deve essere riconosciuto. L’aiuto delle persone che sono accanto rimane estremamente utile ed aiuta a non isolarsi nel proprio magone. I papà, in particolare, dovranno parlare con la propria compagna, perché condividere i timori aiuta a superarli meglio, e con altri papà così da scoprire che certe preoccupazioni sono molto diffuse e troppo spesso erroneamente taciute. I genitori sono davvero dei supereroi e scoprono di esserlo quando riconoscono i propri limiti e riescono a fare miracoli con le risorse delle quali dispongono. Alla base di una genitorialità serena, quindi, deve essere eliminato il giudizio, ricordando che non ci sono solo risposte esatte e, soprattutto, che nessuno le conosce tutte.

Arrivare con dieci minuti di ritardo alla recita scolastica a causa del traffico o di un impegno di lavoro non è una colpa, perché alla propria creatura interesserà solo vedere entrambi i suoi genitori in platea. E se per il compleanno di un figlio non ci sarà una torta a sette strati tutta tempestata di decorazioni, ma un pan di spagna alla crema, la festa sarà bellissima lo stesso ed il festeggiato di turno sarà felice davvero. Evitare le delusioni, prevenire i desideri, eliminare gli ostacoli nella vita di un figlio non è del tutto possibile e, soprattutto, non è utile. Perché i bambini che imparano ad affrontare un minimo di difficoltà riescono a sviluppare la capacità di affrontare in modo positivo gli eventi avversi, adattandosi in modo costruttivo ai cambiamenti e ai problemi. E questo aiuta li aiuta indubbiamente a crescere.

TMT (ti.mamme team)

Seguici anche su Facebook e Instagram


YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-12-05 21:51:45 | 91.208.130.85