UCRAINA:SEGUI IL LIVEMosca graffia, la NATO attenua: segui il LIVE

02.12.22 - 08:29
Nuovo attacco russo nella notte a Zaporizhzhia. Zelensky firma il nuovo decreto sulle restrizioni alla Chiesa ortodossa
Reuters
Nuovo attacco russo nella notte a Zaporizhzhia. Zelensky firma il nuovo decreto sulle restrizioni alla Chiesa ortodossa

Mentre prosegue il botta e risposta tra Mosca (che la acccusa di «addestrare e istruire» i combattenti ucraini) e la Nato (che ribadisce di «non essere una parte del conflitto»), i presidenti di Stati Uniti e Francia si sono ieri incontrati a Washington, dove si è aperto uno spiraglio relativo ai colloqui di pace.

Sul terreno, invece, a fare notizia continua ad essere l'offensiva delle truppe russe e dei suoi alleati del Donetsk e del Lugansk, appoggiati dai miliziani della Wagner e dai ceceni di Ramzan Kadyrov, nella regione orientale del Donbass.

16:54

Gli USA valutano un'enorme espansione dell'addestramento delle forze ucraine
Gli Usa stanno valutando una drastica espansione dell'addestramento delle forze ucraine. Secondo quanto riporta la Cnn citando diversi funzionari statunitensi, l'amministrazione di Joe Biden sta prendendo in considerazione anche di addestrare fino a 2'500 soldati ucraini al mese in una base Usa in Germania. Se adottata, la proposta segnerebbe un aumento significativo non solo del numero di ucraini che gli Stati Uniti addestrano, ma anche del tipo di formazione che ricevono. Dall'inizio del conflitto a febbraio, Washington ha fatto training solo a poche migliaia di soldati di Kiev, per lo più in piccoli gruppi, su specifici sistemi di armi. Nell'ambito del nuovo programma, invece, gli Usa inizierebbero ad addestrare gruppi molto più numerosi in tattiche più sofisticate sul campo di battaglia, e a coordinare le manovre di fanteria con il supporto dell'artiglieria, un training "molto più intenso e completo" di quello che l'Ucraina ha ricevuto in Polonia o nel Regno Unito, secondo una fonte informata. Per Mike Kofman, esperto presso il Center for Naval Analyses, «è una buona idea perché l'Ucraina ha bisogno di tutta la formazione possibile», anche se la variabile principale sul campo di battaglia in questo momento è la disponibilità di munizioni da entrambe le parti: «Gli ucraini non saranno così efficaci nelle manovre combinate di armi se non hanno abbastanza munizioni di artiglieria». (fonte ats)
 
 

15:35

Medvedev: «Kiev diventa nemica di Cristo e dell'ortodossia»
Le autorità «sataniste» di Kiev «sono diventate apertamente nemiche di Cristo e della fede ortodossa». Lo afferma in un post su Telegram l'ex presidente russo Dmitry Medvedev, dopo il decreto firmato dal presidente Volodymyr Zelensky per porre restrizioni alla Chiesa ortodossa ucraina fedele al Patriarcato di Mosca, che conta milioni di fedeli. Medvedev, citato dall'agenzia Ria Novosti, stigmatizza anche le perquisizioni effettuate dai servizi di sicurezza ucraini in molti luoghi sacri della Chiesa legata a Mosca. «I credenti sono obbligati» dalle autorità ucraine a frequentare solo le chiese giudicate «corrette», afferma Medvedev. (fonte ats)
 
 

12:42

Pacchi insanguinati alle ambasciate ucraine in Europa
Pacchi insanguinati contenenti occhi di animali sono stati spediti alle ambasciate e ai consolati ucraini in cinque paesi europei. Lo denuncia il ministero degli esteri ucraino. La fonte precisa che le minacce sono giunte alle ambasciate ucraine in Ungheria, Paesi Bassi, Polonia, Croazia, Italia, ai consolati generali di Napoli, Cracovia e al consolato di Brno (Repubblica Ceca). Ignoti hanno anche danneggiato l'ingresso della residenza dell'ambasciatore dell'Ucraina in Vaticano. «È in corso una campagna ben pianificata di terrore e intimidazione delle ambasciate e dei consolati dell'Ucraina», ha affermato il ministro degli Esteri ucraino, Dmytro Kuleba, citato da Unian. (fonte ats)

12:24

Sette carri armati tedeschi per Kiev
La Germania consegnerà in primavera all'Ucraina 7 carri armati Gepard, destinati alla rottamazione, che andranno ad aggiungersi ai 30 carri armati già utilizzati per combattere l'esercito russo. Lo riferisce lo Spiegel, come riporta il Guardian online. I sette carri armati, che al momento sono in riparazione presso il produttore di armi Krauss-Maffei Wegmann con sede a Monaco di Baviera, sono destinati ad aiutare l'Ucraina a proteggere le città e le infrastrutture dai bombardamenti russi, scrive lo Spiegel. Insieme ai carri armati, il governo tedesco intende inoltre inviare altre munizioni per i Gepard la cui fornitura si è rivelata problematica in quanto la Svizzera, che dispone delle scorte, si rifiuta di fornirle, adducendo il suo status di neutralità. (fonte ats)

12:14

Putin rifiuta le condizioni di Biden per negoziare
Il Cremlino rifiuta le condizioni del presidente Usa Joe Biden per i colloqui con il presidente russo Vladimir Putin per trattative sull'Ucraina, ossia che prima le truppe di Mosca lascino il territorio ucraino. Per la Russia è impossibile accettare la condizione posta dal presidente Usa Joe Biden per trattative sull'Ucraina, cioè che prima le truppe di Mosca lascino il territorio ucraino. Lo ha chiarito il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov, citato dall'agenzia Ria Novost, precisando che la via preferita per risolvere la situazione in Ucraina è la diplomazia, ma che gli Stati Uniti devono riconoscere come territorio della Federazione le regioni ucraine recentemente annesse. (fonte ats)

11:51
Reuters
11:47

Zelensky firma il nuovo decreto sulle restrizioni alla Chiesa ortodossa
Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha firmato un decreto che pone restrizioni all'attività della Chiesa ortodossa del Paese legata al Patriarcato di Mosca. Lo rende noto Ukrinform. Zelensky aveva preannunciato ieri sera l'iniziativa, affermando che intendeva «impedire alle organizzazioni religiose affiliate ai centri di influenza della Federazione Russa di operare in Ucraina». L'agenzia ucraina aggiunge che sono proseguite oggi in tre chiese le perquisizioni dei servizi di sicurezza interni, SBU, avviate da alcune settimane. Il Consiglio nazionale ha deciso inoltre di verificare «la presenza di motivi legali e il rispetto delle condizioni di utilizzo da parte di organizzazioni religiose della proprietà situata sul territorio della Riserva storica e culturale nazionale di Kyiv-Pechersk». In particolare, nel sito dove sorge lo storico Monastero delle Grotte di Kiev, residenza del Metropolita fedele al patriarcato di Mosca perquisita nei giorni scorsi, i servizi di sicurezza ucraini sostengono di avervi trovato diverse migliaia di dollari e rubli, documenti di propaganda filorussa e passaporti falsi. (fonte ats)

10:56

Mosca prova un nuovo missile
Un nuovo missile del sistema di difesa aerea russo è stato lanciato con successo da un poligono di prova in Kazakistan. Lo ha annunciato il ministero della Difesa russo, riferiscono diverse agenzie russe. «Le squadre di difesa aerea e missilistica delle Forze aerospaziali russe hanno effettuato con successo un altro test di lancio di un nuovo missile del sistema di difesa aerea da Sary-Shagan», si legge in un comunicato del mnistero della Difesa. «Le forze hanno portato a termine con successo la loro missione agganciando il bersaglio simulato con la precisione specificata», ha dichiarato il comandante dell'unità di difesa aerea, il generale maggiore Sergei Grabchuk. Il ministero della Difesa ha anche diffuso un video dal poligono di prova in Kazakistan che mostra le forze russe mentre posizionano un missile in un silo e lo lanciano. (fonte ats)

08:53

Zelensky: «Stop alle organizzazioni religiose legate a Mosca»
L'Ucraina intende limitare le attività delle organizzazioni religiose legate alla Russia e rivedere lo status della Chiesa ortodossa ucraina fedele al patriarcato di Mosca. Lo ha annunciato ieri il presidente Volodymyr Zelensky nel consueto videomessaggio serale, dopo una riunione del Consiglio di sicurezza nazionale. Il Consiglio «ha incaricato il governo di presentare alla Verkhovna Rada (il parlamento ucraino, ndr) un progetto di legge per impedire alle organizzazioni religiose affiliate ai centri di influenza della Federazione Russa di operare in Ucraina». Zelensky ha spiegato che lo Stato dovrà «garantire lo svolgimento di una perizia religiosa dello statuto della Chiesa ortodossa ucraina sulla presenza di un legame canonico con il patriarcato di Mosca e, se necessario, adottare le misure previste dalla legge». Il Consiglio nazionale ha deciso inoltre di verificare «la presenza di motivi legali e il rispetto delle condizioni di utilizzo da parte di organizzazioni religiose della proprietà situata sul territorio della Riserva storica e culturale nazionale di Kyiv-Pechersk». Si tratta del sito dove sorge lo storico Monastero delle Grotte di Kiev, residenza del Metropolita fedele al patriarcato di Mosca, perquisito nei giorni scorsi dai servizi di sicurezza ucraini che sostengono di avervi trovato diverse migliaia di dollari e rubli, documenti di propaganda filorussa e passaporti falsi. «Tutti gli organismi responsabili di garantire la sicurezza nazionale dovrebbero intensificare le misure per identificare e contrastare le attività sovversive dei servizi speciali russi nell'ambiente religioso dell'Ucraina - ha insistito Zelensky nel videomessaggio postato su Telegram -. E applicare sanzioni personali: i nomi" delle persone coinvolte - saranno presto resi pubblici». (fonte ats)
 
 

08:28

Nuovo attacco russo nella notte a Zaporizhzhia
Un nuovo attacco dell'esercito russo è stato sferrato nella notte in un villaggio nel distretto di Zaporizhzhia, nell'Ucraina sud-orientale. Lo afferma il capo dell'amministrazione militare regionale Oleksandr Starukh su Telegram, scrive Ukrinform. «Un villaggio in una delle comunità del distretto di Zaporizhzhia è stato nuovamente colpito. L'obiettivo del nemico era la distruzione delle infrastrutture industriali ed energetiche. A seguito dell'attacco, l'edificio amministrativo, che ospitava tutti i servizi necessari ai residenti locali, è stato quasi completamente distrutto. Fortunatamente nessuno è rimasto ferito», ha scritto su Telegram Starukh. Le squadre di emergenza sono tuttora sul posto per spegnere l'incendio che è scoppiato dopo l'attacco. (fonte ats)

08:27
Reuters