Immobili
Veicoli

UCRAINA: SEGUI IL LIVEGuerra in Ucraina: segui il LIVE

07.10.22 - 07:27
Zelensky all'Ue: «La Russia ha portato la guerra in Europa. Se non sono andati oltre è grazie al popolo ucraino»
keystone-sda.ch
Zelensky all'Ue: «La Russia ha portato la guerra in Europa. Se non sono andati oltre è grazie al popolo ucraino»

Mentre in Svezia crescono i sospetti per un «grave sabotaggio» di Nord Stream, sale la tensione tra l'Unione europea e Mosca. «La creazione di una missione di addestramento militare per l'Ucraina da parte dell'Unione europea attribuisce di fatto all'Ue un ruolo come parte in causa nel conflitto» ha avvertito ieri il ministero degli esteri russo.  Nel frattempo ieri il Consiglio europeo ha adottato l'ottavo pacchetto di sanzioni contro la Russia.

22:04

Danneggiata una linea elettrica della centrale nucleare di Zaporizhzhia
Una linea di alimentazione elettrica della centrale nucleare di Zaporizhzhia è stata danneggiata in un bombardamento avvenuto ieri, e ora il reattore che veniva alimentato dalla linea colpita funziona temporaneamente con generatori diesel: lo ha affermato l'Agenzia internazionale per l'energia atomica (Aiea) in un tweet. «Colpi in un'area industriale fuori dalla centrale hanno danneggiato una linea elettrica che serve il reattore 6, costringendo l'unità a fare affidamento temporaneamente sui suoi generatori diesel di emergenza», ha twittato l'agenzia per l'energia atomica. (Fonte ats)

21:33

180 corpi in una fossa comune
I corpi di 180 persone sono stati trovati in una fossa comune scoperta a Lyman, nella regione di Donetsk, liberata dagli invasori russi. Lo rende noto il capo del dipartimento di polizia, Yevhen Zhukov, su Telegram, scrive Ukrinform. «La città liberata di Lyman nella regione di Donetsk. Qui è stata scoperta una fossa comune con 180 persone sepolte all'interno», ha scritto Zhukov. «Nella fossa - prosegue - sono state trovate intere famiglie. Tra le vittime ci sono anche i corpi di bambini nati nel 2019-2021». Finora, sono 39 le fosse comuni segnalati alla polizia dai residenti locali. Sia a Lyman che in un'altra città, Sviatohirsk, sempre nella stessa regione, sono iniziate le operazioni di esumazione e risepoltura delle persone uccise dall'esercito russo. (fonte ats)

21:21

«Liberati finora 2'500 km quadrati»
Circa 2.500 chilometri quadrati di territorio ucraino sono stati liberati dall'inizio della controffensiva delle truppe di Kiev: lo ha detto il presidente ucraino, Volodymyr Zelensky. (fonte ats)

19:54

Zelensky: «Putin prepara i russi al nucleare»
Vladimir Putin e i suoi «stanno iniziando a preparare la società» russa a un potenziale attacco con armi nucleari: «non sono ancora pronti a usarle, non sanno se le useranno o meno, ma penso sia pericoloso anche solo che ne parlino». Così Volodymyr Zelensky in un'intervista alla Bbc. Il presidente ucraino ha poi negato di aver parlato ieri di attacchi preventivi della Nato alla Russia, sostenendo d'esser stato frainteso e che la traduzione sia stata strumentalizzata da Mosca. «Putin - ha detto - non ha paura di uno strike nucleare, teme la sua gente e la sua società: perché solo il suo popolo può togliergli il potere». (fonte ats)

19:52

Sequestrati gli uffici dell'ong che ha ricevuto oggi il Nobel
La magistratura russa ha ordinato il sequestro degli uffici a Mosca dell'ong Memorial, insignita oggi del premio Nobel per la pace. (fonte ats)

17:36

«Le parole di Biden sul nucleare non sono basate su informazioni dell'intelligence»
L'avvertimento di Joe Biden su una possibile apocalisse nucleare non è basato su nuove informazioni di intelligence su Vladimir Putin e non cambia la posizione nucleare americana. Lo riporta la Cnn citando alcune fonti, secondo le quali le parole del presidente avrebbero colto di sorpresa diversi funzionari americani. La messa in guardia di Biden comunque riflette il dibattito e le preoccupazioni all'interno dell'amministrazione. (fonte ats)

16:51

Marin: «La via d'uscita? La Russia deve lasciare l'Ucraina»
«La via d'uscita dal conflitto è che la Russia deve lasciare l'Ucraina. Questo è il modo per uscire dalla guerra». Lo ha detto la premier finlandese Sanna Marin rispondendo a Praga alla domanda di un giornalista. Questa le chiedeva quale possa essere il modo per far finire la guerra in Ucraina. Il video della risposta di Marin è divenuto virale, rilanciato sui social. (fonte ats)

15:26

Kim fa gli auguri a Putin
ll leader nordcoreano Kim Jong-un ha inviato un messaggio al presidente russo Vladimir Putin nel giorno del suo 70esimo compleanno lodando la sua leadership contro «sfide e minacce» dagli Stati Uniti e la cooperazione tra i due Paesi che si è «rafforzata come mai prima». Nella lettera, Kim ha rimarcato i «risultati raggiunti da Putin nel raggiungimento del grande obiettivo strategico per la costruzione della potente Russia» attraverso «attività energiche», ha riferito la Kcna. «Oggi la Russia difende in modo affidabile la dignità dello Stato e i suoi interessi fondamentali da sfide e minacce di Usa e suoi vassalli», ha aggiunto Kim. (Fonte ats)

14:55

Berna invierà attrezzatura anti-incendio in Ucraina
La Svizzera è in procinto di inviare nuovo materiale in Ucraina. Su richiesta delle autorità ucraine, fornirà attrezzature per contrastare gli incendi, depurare le acque contaminate e rimuovere detriti e macerie. Il materiale è stato donato dal Dipartimento federale della difesa, della protezione della popolazione e dello sport (DDPS) e dalla città di Basilea, per un valore complessivo di 5,2 milioni di franchi. La Direzione dello sviluppo e della cooperazione (DSC), che fa capo al Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE), ne finanzierà e organizzerà il trasporto. In data odierna sono partiti dalla Svizzera i primi due camion.

14:47
keystone-sda.ch
14:44

«Siamo sull'orlo di un disastro nucleare»
«Tutti noi siamo sull'orlo di un disastro nucleare a causa della cattura della centrale nucleare di Zaporizhzhia da parte delle truppe russe». Lo ha detto il presidente ucraino Volodymyr Zelensky intervenendo al vertice di Praga. «La Russia ha portato la guerra nella nostra terra, nella parte ucraina dell'Europa. E solo grazie al fatto che il popolo ucraino ha fermato l'invasione della Russia, quest'ultima non può ancora portare la stessa guerra in altre parti d'Europa, in particolare nei Paesi baltici, in Polonia e in Moldavia», ha sottolineato. (fonte ats)

13:02

Per la prima volta l'Onu monitorerà la repressione degli oppositori in Russia
Il Consiglio per i diritti umani delle Nazioni Unite ha deciso per la prima volta di monitorare la repressione degli oppositori in Russia e la situazione dei diritti nel Paese. I 47 Stati membri del Consiglio hanno adottato una risoluzione in tal senso, proposta da tutti i Paesi membri dell'Unione Europea con l'eccezione dell'Ungheria, con 17 voti a favore. 24 Paesi si sono astenuti e 6 hanno votato contro, tra cui la Cina. È la prima volta che Mosca è presa di mira da un testo riguardante la situazione dei diritti umani nel Paese. (fonte ats)

12:10
keystone-sda.ch / STR (GEORGE IVANCHENKO)
12:04

Il Comitato del Nobel prende posizione contro Putin
Il Premio Nobel per la Pace è contro Putin, che «deve smettere di reprimere gli attivisti». Lo sostiene il Comitato per il Nobel nelle sue motivazioni che hanno assegnato il Nobel per la pace, oltre al bielorusso Bialitski, anche all'ong russa Memorial, dichiarata in Russia «agente straniero» e chiusa. (fonte ats)

12:03

Il Nobel per la Pace va all'instancabile attivista Ales Bialiatski

Il riconoscimento è stato assegnato a tre attori fondamentali nella difesa dei diritti in Ucraina, Bielorussia e Russia

Apri articolo

11:09

I soldati russi uccisi in Ucraina, secondo Kiev
Circa 61'680 soldati russi sono stati uccisi in Ucraina dall'inizio dell'invasione, inclusi 350 nella giornata di ieri, secondo l'esercito di Kiev. Nel suo periodico aggiornamento sulle perdite subite finora da Mosca, l'esercito ucraino indica che si registrano anche 266 caccia, 233 elicotteri e 1067 droni abbattuti. Lo riporta Ukrinform. (fonte ats)

11:02

I filorussi (ri)avanzano nel Donetsk
Le forze separatiste filorusse che controllano parte dell'Ucraina orientale hanno affermato di aver riconquistato il territorio vicino alla cittadina di Bakhmut, nella regione di Donetsk, anche se l'esercito ucraino sta recuperando ampie porzioni di territorio nell'est del Paese. (fonte ats)

10:11

Blinken: «Pronti a risolvere la crisi con la diplomazia»
Gli Usa sono «pronti» a risolvere la guerra in Ucraina attraverso la diplomazia quando Mosca dimostrerà di essere «seriamente intenzionata» a percorrere questa strada: così il Segretario di Stato Antony Blinken durante una conferenza stampa a Lima. Lo riporta il Dipartimento di Stato sul suo sito. «Il Presidente Putin e la Russia non hanno mostrato alcun interesse per una diplomazia significativa. E a meno che e finché non lo faranno, è molto difficile proseguire. Abbiamo sempre detto, il presidente (ucraino) Zelensky ha sempre detto che alla fine la questione si risolverà con la diplomazia. E se e quando la Russia dimostrerà di essere seriamente intenzionata a impegnarsi in tale diplomazia, noi saremo pronti, saremo lì. Ma ogni segnale in questo momento purtroppo punta nella direzione opposta», ha detto Blinken. (fonte ats)

09:30

Le vittime più giovani: almeno 418 bambini uccisi
Almeno 418 bambini sono stati uccisi dalle forze russe in Ucraina dall'inizio dell'invasione il 24 febbraio scorso. Lo ha reso noto su Telegram l'ufficio del Procuratore Generale di Kiev, secondo quanto riporta Ukrinform. I bambini feriti sono almeno 789. (fonte ats)

09:29

Nuovi aiuti militari per Kiev dall'Australia
L'Australia sta preparando «un significativo pacchetto» di nuovo supporto militare per l'Ucraina, ha rivelato il presidente ucraino, Volodymyr Zelensky, in un intervento online ieri sera all'ente di ricerca politica Lowy Institute di Sydney, in cui ha ringraziato l'Australia in nome del popolo ucraino per tutte le armi e i veicoli militari e per «la cooperazione di difesa molto significativa» tra i due Paesi. Il leader ucraino ha inoltre elogiato la performance dei 40 veicoli blindati di mobilità protetta Bushmaster di disegno australiano, dotati di un sottotelaio per proteggere da mine e ordigni esplosivi, «di grande efficacia in operazioni di combattimento». (fonte ats)

09:10

Kiev garantisce «vita e sicurezza» ai russi che si arrendono
L'Ucraina garantisce «la vita salva e la sicurezza» ai soldati russi che deporranno le armi e si arrenderanno, ha annunciato il ministro della Difesa di Kiev, Oleksyi Reznikov, nel pieno della controffensiva ucraina nel sud. «Noi garantiamo la vita, la sicurezza e la giustizia e tutti coloro che rinunceranno immediatamente a combattere», ha dichiarato Reznikov in un video indirizzato all'esercito russo. «Potete ancora salvare la Russia dalla tragedia e l'armata russa dall'umiliazione», ha aggiunto. (fonte ats)

09:03

Lettonia, nuove regole in caso di mobilitazione
In Lettonia, in caso di mobilitazione dell'esercito, i membri della Guardia nazionale, una milizia ausiliare volontaria, saranno chiamati a prestare servizio militare come truppe regolari: lo ha stabilito ieri il Parlamento lettone (Saeima), approvando in terza lettura una serie di emendamenti alla Legge sulla Guardia nazionale. La Legge prevede che l'età massima dei membri della Guardia nazionale venga innalzata da 60 a 65 anni e che gli arruolati partecipino annualmente a due esercitazioni di almeno 72 ore ciascuna. (fonte ats)

08:10

«Russi indeboliti, non sono in grado di riprendere i territori liberati»
Le forze russe sono state indebolite al punto da non avere più la capacità di rioccupare i territori ucraini recentemente liberati dall'esercito di Kiev: è quanto emerge da un aggiornamento dell'intelligence canadese sulla situazione nel Paese, secondo quanto riporta Ukrinform «le attuali conquiste ucraine sono molto probabilmente durature - scrive l'intelligence -. A causa del logoramento e delle limitate possibilità di rifornimento, le forze russe non hanno la capacità di organizzare un contrattacco». L'agenzia nota inoltre che le forze russe - come è noto - sono state respinte per oltre 20 km in alcuni settori del fronte a nord-est di Kherson, nell'Ucraina meridionale. «Le forze russe a nord del fiume Dnipro sono in una posizione sempre più precaria, e ulteriori successi ucraini nella zona nelle prossime settimane non sorprenderebbero», conclude il rapporto. (fonte ats)

08:09

Kiev, distrutti 3 depositi di munizioni e uccisi 105 soldati russi
Le forze ucraine hanno distrutto ieri tre depositi di munizioni russi nell'Ucraina meridionale ed hanno ucciso 105 soldati dell'esercito di Mosca: lo rende noto il Comando operativo meridionale, secondo quanto riporta il Kyiv Independent. I soldati di Kiev hanno inoltre distrutto otto carri armati russi, 18 obici Msta-S ed Msta-B, un pezzo di artiglieria semovente Pion, un obice da 152 mm, quattro mortai e 15 veicoli blindati. Infine, sono stati abbattuti sei droni Orlan-10, tre droni Shahed-136 e un drone Mohajer-6, ha precisato il Comando. (fonte ats)

07:52
keystone-sda.ch / STF (Andrew Harnik)
07:50

Biden: «Putin non scherza. Si rischia l'Armageddon nucleare»
«Per la prima volta dai tempi della crisi dei missili di Cuba c'è la minaccia di un "Armageddon" nucleare». Così ha parlato il presidente americano, Joe Biden, nel corso di un evento elettorale a New York. E ancora: «Putin non scherza quando parla del possibile uso di armi nucleari, chimiche o biologiche, perché il suo esercito è in difficoltà».

07:26

Zelensky: «Verrà il giorno della liberazione della Crimea»
«Verrà sicuramente il giorno in cui riferiremo anche dei successi militari nella regione di Zaporizhzhia, in quelle aree che sono ancora controllate dai russi. Verrà il giorno in cui parleremo anche della liberazione della Crimea. Questa prospettiva è ovvia». Lo ha detto, nel consueto videomessaggio, il presidente dell'Ucraina Volodymyr Zelensky, annunciando - come riferisce l'agenzia Unian - che dal primo ottobre oltre 500 chilometri quadrati di territorio e dozzine di insediamenti sono stati liberati nella regione di Kherson. «C'è ancora molto da sopportare, molto da fare, sia per gli ucraini che per i nostri partner, per tutti coloro che apprezzano la libertà e il diritto internazionale» ha aggiunto. (fonte ats)

07:25
keystone-sda.ch / STR (GEORGE IVANCHENKO)