Immobili
Veicoli

UCRAINAIl grano ucraino prende la via del mare, i missili non si fermano: segui il LIVE

05.08.22 - 06:59
Attacchi nella regione di Dnipropetrovsk, ma anche su Mykolaiv e Zaporizhzhia
keystone-sda.ch / STF (SERGEI ILNITSKY)
Attacchi nella regione di Dnipropetrovsk, ma anche su Mykolaiv e Zaporizhzhia

Prosegue il conflitto in Ucraina, con una serie di scontri sul terreno specialmente tra Donbass e la parte meridionale del Paese. Ma in queste ore c'è da registrare anche l'alto stato di tensione riguardante la centrale nucleare di Zaporizhzhia, le accuse contro gli ucraini da parte della Russia (che dà la colpa per la strage del centro di detenzione di Olenivka) e di Amnesty International (sulla messa in pericolo della popolazione civile).

Si registra, inoltre, la partenza prevista per oggi di altre tre navi cariche di gradi, sempre nell'ambito degli accordi di Istanbul.

16:47

Bombe russe intorno alla centrale nucleare di Zaporizhzhia

Secondo i cittadini di Energodar, i russi stanno bombardando il territorio della centrale nucleare di Zaporizhzhia con artiglieria e razzi. I dipendenti ucraini della centrale nucleare sono stati rinchiusi nei locali e non vengono rilasciati. I lavoratori invece portati via dai russi vengono fatti evacuare alla svelta. 

16:02

Bombe su Mykolaiv, morti e feriti
Bombardamenti questo pomeriggio sulla città meridionale di Mykolaiv: ci sono morti e 10 feriti, tra cui un ragazzo: lo rende noto il capo dell'amministrazione statale regionale di Vitaliy Kim, citato da Espreso tv. Il capo del Consiglio regionale Hanna Zamazeyeva ha scritto su Telegram che dopo questa mattina "oggi pomeriggio i russi hanno nuovamente bombardato Balabanivka e il distretto di Korabelny, si sa che ci sono vittime e feriti". "L'area colpita è molto vasta. Case private e palazzi sono stati colpiti. Ci sono incendi, distruzioni significativi", ha aggiunto il sindaco di Mykolaiv Oleksandr Sienkovych. (fonte ats)

15:45

Avanza la controffensiva ucraina 
Le forze armate ucraine hanno liberato il villaggio di Dibrivne nella regione orientale di Kharkiv spostando così la la linea del fronte. Lo riferisce il Comando operativo Est citato da Ukrinform. «I soldati della 93ma Brigata separata meccanizzata Kholodnyi Yar stanno avanzando in direzione Izyum. La brigata ha respinto il nemico fuori dal villaggio di Dibrivne e ha spostato la linea del fronte», afferma l'ultimo rapporto del Comando ucraino, secondo il quale le truppe russe sono state tagliate fuori dai rifornimenti. Durante la ritirata, hanno abbandonato le loro attrezzature ma prima di lasciare il terreno hanno minato il villaggio con mine antiuomo e anticarro. Ieri le Forze armate ucraine hanno ripreso il controllo del villaggio di Dmytrivka, sempre nella regione di Kharkiv. (fonte ats)

15:17

Putin ringrazia Erdogan per i buoni uffici turchi
Il presidente russo Vladimir Putin ha ringraziato personalmente oggi il suo omologo turco Recep Tayyip Erdogan per gli accordi sull'esportazione di grano, sottolineando che essi non riguardano solo quello ucraino, ma anche «l'esportazione di cibo e fertilizzanti russi». Lo riferisce l'agenzia Tass. «L'Europa dovrebbe essere grata alla Turchia per essere in grado di acquistare gas dalla Russia attraverso il gasdotto Turkish Stream», ha detto Putin, come riporta Anadolu, durante un incontro con Erdogan in corso a Sochi in Russia. (fonte ats)

13:07

Il gas e la scusa della turbina
Le sanzioni dell'Unione Europea non bloccano in alcun caso il trasporto di strumenti legati all'export di gas russo, inclusa la turbina della Siemens che era stata data in riparazione in Canada. «Qualunque cosa venga detta in questo senso da Mosca è semplicemente falsa. È una scusa per non fornire gas all'Ue». Lo ha sottolineato il portavoce della Commissione UE, Eric Mamer. (fonte ats)

12:47

1000 pazienti evacuati negli ospedali europei
A oggi, l'Ue ha coordinato con successo 1.000 evacuazioni mediche di pazienti ucraini attraverso il suo Meccanismo di Protezione Civile, per fornire loro assistenza sanitaria specializzata negli ospedali di tutta Europa. È quanto rende noto la Commissione Ue. Poiché il numero di feriti in Ucraina aumenta di giorno in giorno, gli ospedali locali faticano a tenere il passo con la domanda. Allo stesso tempo, Polonia, Moldavia e Slovacchia hanno richiesto il supporto per operazioni di evacuazione medica (Medevac) visto il grande afflusso di persone.
Per alleviare la pressione sugli ospedali locali, dall'11 marzo l'Ue coordina il trasferimento dei pazienti verso altri Paesi europei che hanno capacità ospedaliere disponibili. I pazienti sono stati trasferiti in 18 Paesi: Germania, Francia, Irlanda, Italia, Danimarca, Svezia, Romania, Lussemburgo, Belgio, Spagna, Portogallo, Paesi Bassi, Austria, Norvegia, Lituania, Finlandia, Polonia e Repubblica Ceca. Le operazioni più recenti includono il trasferimento di 2 pazienti nella Repubblica Ceca il 3 agosto, 15 pazienti evacuati in Germania, 4 pazienti nei Paesi Bassi e 2 pazienti in Norvegia il 4 agosto. (fonte ats)

10:45

Il rischio sicurezza a Zaporizhzhia
Le attività russe nella centrale nucleare ucraina di Zaporizhzhia hanno probabilmente minato la sicurezza delle normali operazioni dell'impianto: lo scrive l'intelligence britannica nel suo aggiornamento quotidiano sulla situazione nel Paese. Le forze russe, prosegue il rapporto pubblicato dal ministero della Difesa su Twitter, stanno probabilmente operando nelle regioni adiacenti alla centrale ed hanno usato unità di artiglieria basate in queste aree per colpire territori ucraini sulla sponda occidentale del fiume Dnipro. Allo stesso tempo, Mosca ha usato probabilmente l'area più estesa della zona, in particolare la città adiacente di Enerhodar, per offrire riposo alle proprie forze, sfruttando lo status protetto della centrale per ridurre il rischio di attacchi notturni da parte delle forze ucraine. (fonte ats)

10:44
keystone-sda.ch / STF (SERGEI ILNITSKY)
09:02

La Russia spierà l'Ucraina con un satellite iraniano
Il satellite di telerilevamento terrestre iraniano che l'agenzia spaziale russa Roscosmos lancerà il 9 agosto, come annunciato mercoledì, verrà prima utilizzato da Mosca per spiare obiettivi ucraini: lo riporta il Washington Post (WP), che cita funzionari di sicurezza occidentali. La Roscosmos aveva annunciato il tre agosto che prevede di lanciare in orbita dal cosmodromo di Baikonur il satellite Qaem Earth «per conto della Repubblica islamica dell'Iran». (fonte ats)

08:54

Le destinazioni delle tre navi
Il ministero della Difesa turco ha reso noto che le tre navi cariche di cereali partite questa mattina dai porti di Odessa e Chornomorsk in Ucraina sono dirette in Gran Bretagna, Irlanda e Turchia. I movimenti delle navi - la Navistar, la Rojen e la Polarnet - sono monitorati dal centro di coordinamento istituito a Istanbul dove sono presenti delegati di Ankara, Kiev, Mosca e Onu. (fonte ats)

08:11

Orban: niente pace in Ucraina senza colloqui tra Russia e Usa
La pace in Ucraina sarà impossibile senza colloqui tra Russia e Usa. Lo ha detto il primo ministro ungherese Viktor Orban a una convention di repubblicani a Dallas, dove nel weekend è atteso anche Donald Trump. «La strategia dei leader globalisti intensifica e prolunga la guerra e diminuisce le possibilità per la pace», ha detto il leader nazionalista sottolineando che «solo leader forti sono in grado di fare la pace». (fonte ats)

07:50
keystone-sda.ch / STF (UKRAINIAN PRESIDENTIAL PRESS SER)Una delle navi salpate oggi.
07:50

Altre tre navi sono partite
Il ministero della Difesa turco ha confermato la partenza questa mattina di altre tre navi cariche di cereali da porti ucraini. Lo riporta l'agenzia Tass. Si tratta delle navi Navistar, Rojen e Polarnet. La Navistar e la Rojen sono partite dal porto di Odessa, mentre la Polarnet dal vicino porto di Chornomorsk. Il ministro delle Infrastrutture ucraino, Oleksandr Kubrakov, ha sottolineando su Twitter il bisogno di fare partire «100 navi al mese per essere in grado di esportare il volume necessario di prodotti alimentari». Lunedì aveva lasciato il porto di Odessa la prima nave carica di cereali da quando a fine febbraio la Russia ha invaso l'Ucraina. (fonte ats)

07:03

Quattro esplosioni nella notte a Zaporizhzhia
Quattro forti esplosioni nella notte: è la testimonianza che arriva da Zaporizhzhia. Intorno all'1.40 di questa mattina è risuonato un allarme aereo, seguito da un secondo 45 minuti più tardi. Non è chiaro se i boati siano da attribuirsi a missili russi che hanno colpito il bersaglio o al fuoco della contraerea, spiega l'agenzia di stampa ucraina Unian.

06:59

Nuovo attacco contro Mykolaiv
Nuovo attacco venerdì mattina contro la città di Mykolaiv. «Chiedo a tutti di non uscire di casa e di stare lontani dalle finestre!» è quanto ha scritto su Telegram il sindaco Oleksandr Sienkovich.

06:58
keystone-sda.ch (RUSSIAN DEFENCE MINISTRY PRESS S)
06:57

40 razzi su Nikopol
È stata una notte di attacchi particolarmente intensi quella appena trascorsa nella regione di Dnipropetrovsk: le autorità locali riferiscono che sono stati colpiti due distretti e sulla sola città di Nikopol sono arrivati 40 razzi, che hanno danneggiato case private ed edifici commerciali. Lo riferiscono i media ucraini.