BELLINZONA
14.12.2017 - 22:310

Chiesto il congedo paternità anche nella capitale

Alessandro Lucchini ha inoltrato l'emendamento in vista del prossimo consiglio comunale

BELLINZONA - Castel San Pietro lo ha appena introdotto. Ora anche Alessandro Lucchini, consigliere comunale di Bellinzona per Unità di Sinistra/Partito Comunista, ha inoltrato un emendamento alla città di Bellinzona per chiedere l’introduzione del congedo paternità della durata di 20 giorni, da usufruire entro un anno dalla nascita o dall’adozione dei figli.

L’emendamento è stato sottoscritto da altri 14 consiglieri comunali:

  • Alessandro Lucchini, Unità di Sinistra / PC (promotore)
  • Lisa Boscolo, Unità di Sinistra
  • Giacomo Buletti, Unità di Sinistra
  • Filippo Malacrida, Unità di Sinistra
  • Antoine Ndombele, Unità di Sinistra
  • Isabella Zanini, Unità di Sinistra
  • Ronnie David, I Verdi
  • Michela Delcò Petralli, I Verdi
  • Luigi Calanca, Lega/UDC/Noce/Indipendenti
  • Orlando Del Don, Lega/UDC/Noce/Indipendenti
  • Giulio Deraita, Lega/UDC/Noce/Indipendenti
  • Manuel Donati, Lega/UDC/Noce/Indipendenti
  • Fabrizio Ferracini, Lega/UDC/Noce/Indipendenti
  • Lelia Guscio, Lega/UDC/Noce/Indipendenti
  • Tuto Rossi, Lega/UDC/Noce/Indipendenti
Copyright © 1997-2018 Ticinonline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - POLICY - COMPANY PAGES - ENERGIA SOLARE

Ultimo aggiornamento: 2018-01-16 22:40:59 | 91.208.130.86