CANTONE
02.11.2017 - 12:330

Iniziativa parlamentare "per l’istituzione di un Tribunale del Lavoro"

BELLINZONA - In Ticino il tema del controllo del mercato del lavoro continua ad essere sempre d'attualità e persino «una necessità», secondo il Partito Comunista.

Per il PC, infatti, vi è la necessità di «un ulteriore segnale a favore dei diritti e contro gli abusi», nonostante misure come quelle relative al potenziamento degli ispettori incaricati degli accertamenti e quelle relative al sostegno delle commissioni paritetiche.

Nell’organizzazione giudiziaria ticinese, fanno presente Massimiliano Ay, Jacques Ducry e Michela Delcò-Petralli in un'iniziativa parlamentare generica, «non è in effetti presente un’autorità chiamata a statuire appositamente sulle vertenze di lavoro. Quest’ultime, di conseguenza, sono affidate di regola alle preture civili».

L'iniziativa parlamentare chiede quindi la creazione di un Tribunale del Lavoro con competenze sul territorio cantonale che si occupi di tutte le pratiche riguardanti conflitti fra lavoratori e parte padronale, accelerando i tempi e semplificando le procedure, «come è già il caso in altri Cantoni, ad esempio a Losanna tramite la Loi sur la juridiction du travail del 12 gennaio 2010; a Friborgo tramite la Loi sur la juridiction des prud’hommes del 22 novembre 1972; a Zurigo tramite la Gesetz über die Gerichts- und Behördenorganisation im Zivil- und Strafprozess del 10 maggio 2010; ecc».

Benché presentata nella forma generica, nell'iniziativa parlamentare vengono segnalate alcune caratteristiche:

- le competenze di tale Tribunale dovrebbero riguardare casi relativi a vertenze di diritto privato derivanti da un contratto di lavoro, così come quelle basate sulla Legge federale sull'informazione e la consultazione dei lavoratori nelle imprese; sulla Legge federale sulla parità dei sessi; sulla Legge federale sul collocamento e il personale a prestito e sulla Legge federale sulla formazione professionale;

- ciascun distretto dovrebbe comprendere una sezione dedicata alle vertenze di lavoro. Quest’ultima sarà composto da un presidente, il quale sarà assistito da due assessori, di cui uno scelto tra i lavoratori.

- per quanto il Codice di procedura civile già preveda in materia di lavoro la gratuità della procedura di conciliazione e che l’assistenza giudiziaria sia sancita sul piano federale, è importante che il tutto risulti essere gratuito per i lavoratori.

Potrebbe interessarti anche ... (beta)
Tags
lavoro
iniziativa parlamentare
iniziativa
legge federale
tribunale
legge
lavoratori
vertenze
Copyright © 1997-2017 Ticinonline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - POLICY - COMPANY PAGES - ENERGIA SOLARE

Ultimo aggiornamento: 2017-11-25 03:09:41 | 91.208.130.86