TICINO
06.03.2012 - 12:590

"Prepariamo tutti insieme la fine della Lega"

Da oggi è attivo il sito belticino.ch, un luogo di incontro per tutti coloro che non tollerano più i metodi di Bignasca

MENDRISIO - Prima o poi la Lega tramonterà. È infatti alquanto improbabile che i cittadini ticinesi continuino a darle fiducia, malgrado sia sempre più evidente l'enorme distanza tra il dire e il fare del condottiero di Via Monte Boglia.

Per accelerare il tramonto di questa era di "volgarità e promesse da marinaio" è da oggi attivo il sito www.belticino.ch, che vuole fungere da punto d'incontro per tutti coloro che non tollerano più il decadimento del dibattito politico e vogliono impegnarsi per riportarlo sui binari del rispetto reciproco.

Il sito è stato creato dall'associazione Bel Ticino, già autrice di tre appelli contro il Mattino della Domenica prima delle elezioni federali dello scorso anno. Dietro ci sono Marco Mona, Giancarlo Nava, Paola Quadri Cardani, Giosanna Crivelli e Isabella Medici Arrigoni, cinque persone provenienti dalla cosiddetta società civile, il cui obiettivo, è stato specificato, non è di creare una nuova entità politica, bensì di stimolare quelle già esistenti a reagire. I partiti storici, a detta dei promotori, sono stati in questi anni complici di Bignasca attraverso un colpevole silenzio, che ha finito per legittimarne i metodi.

Ma ora basta. È ora di svegliarsi. Non per nulla sul logo dell'associazione fa bella mostra di sé una sveglia, proprio ciò che occorre al nostro Cantone e alla sua classe politica rimasta troppo a lungo in uno stato di compiacente torpore. Ed è bastato che la sveglia cominciasse a suonare per risvegliare centinaia di ticinesi che, forse incoraggiati da questo sussulto di orgoglio civico, hanno deciso di fare sentire la propria voce di "indignati" per i metodi leghisti.

E tutti loro, ma anche coloro che solitamente si svegliano più tardi, sono invitati a partecipare ai dibattiti che si svilupperanno sul sito Belticino, dove tutti insieme potranno elaborare delle proposte alternative a quelle tuttora vincenti, almeno elettoralmente, di Bignasca.

Oltre ad offrire sostegno morale agli oppositori di Bignasca, il sito potrà offrire loro anche un sostegno concreto: infatti chiunque vorrà sporgere denuncia contro il Nano potrà essere aiutato da un team di giuristi. Non si sa se l'obiettivo è quello di giungere alle 1000 denunce o solo interrompere questa spirale di insulti gratuiti da parte del domenicale leghista. Intanto, per non perdere d'occhio la realtà, sul sito cappeggia il numero attuale delle denunce a carico di Bignasca: 256. Oggi, però, domani potrebbero essere già di più.
 

Potrebbe interessarti anche ... (beta)
Tags
bignasca
ticino
metodi
lega
Copyright © 1997-2018 Ticinonline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - POLICY - COMPANY PAGES - ENERGIA SOLARE

Ultimo aggiornamento: 2018-01-17 01:58:49 | 91.208.130.86