BERNA
06.10.2017 - 17:090

Svizzera diventa membro dell'Accordo di Parigi sul clima

BERNA - La Svizzera è ufficialmente membro dell'Accordo di Parigi sul clima, che entrerà in vigore il 5 novembre. Il trattato internazionale mira a contenere l'aumento della temperatura mondiale media al di sotto dei 2°C attraverso la riduzione delle emissioni di gas a effetto serra in tutti gli stati firmatari.

Stamani l'ambasciatore Jürg Lauber, capomissione della Svizzera presso le Nazioni Unite a New York, ha consegnato al segretario generale dell'ONU lo strumento di ratifica della Svizzera per l'Accordo di Parigi sul clima, precisa il Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE) in un comunicato. La Confederazione è così diventata ufficialmente membro dell'intesa.

Con la ratifica, approvata dal Parlamento nel giugno di quest'anno, la Svizzera si impegna a ridurre del 50% le proprie emissioni entro il 2030 rispetto ai valori del 1990. L'Accordo sul clima prevede che l'obbiettivo venga raggiunto principalmente diminuendo le emissioni nazionali, ma esiste la possibilità di conteggiare anche le riduzioni ottenute all'estero.

Il Parlamento disciplinerà i dettagli nella prossima revisione totale della legge sul CO2. Nel progetto inviato in consultazione nel 2016, il Consiglio federale ha proposto che si possa realizzare all'estero al massimo il 20% della riduzione globale dei gas a effetto serra. Il messaggio al Parlamento dovrebbe essere essere trasmesso entro la fine di quest'anno.

"L'Accordo di Parigi sul clima inaugura una nuova era della politica internazionale contro il riscaldamento globale", afferma il DFAE. Prevede infatti l'abbandono progressivo delle energie fossili. Per contenere l'incremento della temperatura media mondiale al di sotto di 2°C o addirittura di 1,5°C gli Stati firmatari sono chiamati a presentare ogni cinque anni obiettivi di riduzione delle emissioni di gas a effetto serra e ad adottare misure nazionali a questo scopo. Devono anche elaborare una strategia di adattamento ai cambiamenti climatici, orientare i flussi finanziari in modo che siano impiegati a favore del clima e presentare periodicamente un rapporto sull'attuazione di tali misure. I Paesi industrializzati devono infine sostenere finanziariamente quelli in via di sviluppo per ridurre le emissioni.

In qualità di membro, la Svizzera parteciperà alla conferenza delle parti dell'Accordo di Parigi sul clima che si terrà a Bonn dal 6 al 17 novembre.

Potrebbe interessarti anche ... (beta)
Tags
accordo
clima
parigi
svizzera
accordo parigi
membro
emissioni
parigi clima
accordo parigi clima
gas effetto serra
Copyright © 1997-2017 Ticinonline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - POLICY - COMPANY PAGES - ENERGIA SOLARE

Ultimo aggiornamento: 2017-12-11 14:21:22 | 91.208.130.87