Oggi in Ticino
News
NOTIZIA FLASH 
Trasmissione Live 

TICINO

28/10/2010 - 14:47

Treni in più per Milano

Articolo di Sal Feo

LUGANO/MILANO - Sui collegamenti ferroviari tra Ticino e Lombardia la politica da anni cerca di dare una risposta alle scelte operate dalle aziende pubbliche di trasporto, Ferrovie Federali Svizzere e Ferrovie dello Stato, che stanno riorganizzando i collegamenti ferroviari secondo logiche di rendita economica e non più politica.

Immagini
Ticinonline/Manuel Meleleo

Negli ultimi anni sono stati parecchie le lamentele di pendolari e viaggiatori preoccupati per il taglio dei collegamenti tra Italia e Svizzera. E proprio per dare una risposta a chi pretende più treni da e per la Svizzera che oggi l'assessore alle Infrastrutture e Mobilità di Regione Lombardia Raffaele Cattaneo e il Consigliere di Stato ticinese Marco Borradori hanno riferito del potenziamento dei collegamenti tra Ticino e Lombardia.

All'aula consiliare del Municipio di Chiasso, i due rappresentanti istituzionali, insieme a Giuseppe Biesuz, amministratore delegato di Trenitalia - Ferrovie Nord Milano e Roberto Tulipani, amministratore delegato di Tilo Spa e Coordinatore regionale FFS, hanno annunciato l'accordo che prevede l'inserimento di nuove corse e il prolungamento di alcune di quelle esistenti attraverso l'utilizzo di treni Flirt. Dal prossimo mese di dicembre, con l'introduzione dell'orario invernale, partiranno le prime novità, mentre altre prenderanno il via nel giugno del 2011, in coincidenza dell'entrata in vigore dell'orario estivo.

Ecco le novità: da dicembre 2010 sarà attivata una nuova corsa Milano Centrale - Chiasso - Bellinzona in partenza da Milano Centrale alle ore 23,10. A partire dal 12 dicembre il collegamento del mattino in partenza da Biasca alle ore 6.52  da Bellinzona alle ore 7.07 e da Lugano alle ore 7.39 sarà  effettuato con moderni Flirt (uno a sei casse e l'altro a 4 casse accoppiati) che viaggeranno senza dover cambiare treno fino a Milano centrale. Il tempo di percorrenza rispetto a un ETR 470 è di 20 minuti in più, con un vantaggio però per quanto riguarda la stabilità dell'orario. Oggi i Flirt in Ticino hanno livelli  di puntualità che si aggirano al 97%, e sono dotati di accesso facilitato, toilette per disabili e climatizzazione.

I collegamenti effettuati con moderno materiale Flirt dal Ticino a Milano centrale a partire dal cambio orario di dicembre 2010 sono:

1. Bellinzona (partenza 7.07)-Milano Centrale (arrivo 08.53)

2  Bellinzona (partenza 17.57)-Milano Centrale (arrivo 19.50) 

Il ritorno è previsto:

1. Milano Centrale (16.10) - Lugano (17.30) - Belllinzona (18.02)

2. Milano Centrale (23.10) - Lugano (00.40) - Bellinzona (1.11)

Inoltre da giugno 2011 è previsto l'inserimento di un'ulteriore corsa molto interessante per i ticinesi:

1. Biasca (partenza 5.52) - Bellinzona (06.07)- Lugano (06.39) - Milano Centrale (7.53)

e ritorno previsto:

1. Milano centrale 18.10 - Lugano (19.30)- Bellinzona (20.00)

Il commento
Quella di oggi è un'altra giornata di amarezze per chi è solito viaggiare sui treni. L'annuncio della conferenza stampa era ghiotto, così come è ghiotto l'inizio del comunicato stampa diffuso ai giornalisti: "le ferrovie svizzere potezieranno la loro presenza sul territorio lombardo". Peccato che alla resa dei conti, traccia di potenziamento non vi è. È davvero poca cosa spacciare per potenziamento un treno in più (quello delle 23.10 da Milano a Bellinzona). Un reale potenziamento della rete ferroviaria tra il Ticino e la Lombardia, vuol dire inserire nel nuovo orario un treno che collega ogni ora Bellinzona a Milano. E viceversa. Vuol dire aggiungere nuovi vagoni per permettere ai viaggiatori di non dover viaggiare in piedi, o nel peggior dei casi restate a terra perchè sul treno non c'è più posto. Vuol dire investire nelle infrastrutture per impedire che il treno si blocchi improvvisamente in aperta campagna. Vuol dire puntare sulla puntualità, sulla pulizia. Questo vuol dire un reale potenziamento. Continuare a insistere sui treni locali TILO o FLIRT (i treni locali che uniscono il Ticino a Milano Porta Garibaldi, e oggi impiegano due ore per arrivare a destinazione sono quindi sempre vuoti) vuol dire non capire o non voler capire le reali esigenze dell'utenza. E pensare che in Ticino ci sono politici convinti che il nostro Cantone potrà beneficiare da Expo Milano 2015. Peccato che con questo annunciato potenziamento ferroviario il Ticino resta ancora molto lontano da Milano.
sa.fe
&
Ultime
N° lista news:   10 |  25 |  50


Copyright © 1997-2014 Ticinonline SA - Tutti i diritti riservati - IMPRESSUM - SEGNALACI
Last Cache Update: 20.09.2014 17:57:49
Tutte le notizie in Ticino del 20/09/2014 - 11 Notizie