Oggi in Finanza
News
PostFinance
NOTIZIA FLASH 
Trasmissione Live 

SVIZZERA

21/11/2016 - 06:08

Lavoratori in fuga: dal capo incapace

Siate sinceri: non si scappa dall'azienda, ma dall'inettitudine dei manager

0
0

LUGANO - C'è chi giura sia per lo stipendio. Chi per la qualifica; chi per raccogliere una sfida. Per stare più tempo con i figli, per esser più vicino a casa. Pochi lo confessano: ma spesso, o almeno più di quanto lo si ammetta, quando si lascia il posto di lavoro è per fuggire. Dall'azienda? Eh no. Da una persona specifica, e con un difetto ben preciso e condiviso: il capo. Incapace. 

C'è vita fuori di qui - Colui che non sa gestire i lavoratori come ci si aspetta, ne frusta doti e ambizioni, trascura i profili personali e le esigenze fuori dall'ufficio. In America è la ragione recondita dell'addio, scrive l'Huffington Post: al manager, che con la propria inettitudine finisce per svilire perfino i vantaggi di un contratto a tempo indeterminato, un'occupazione che altrimenti piace e una remunerazione magari non indifferente. Poco o nulla, davanti al vedersi puntualmente oberati di lavoro, rimproverati per l'errore ma non elogiati per il successo; usati come numeri per svolgere una commissione e mai pungolati intellettualmente; trascurati come individui che hanno vita al di fuori dell'ufficio, con esigenze importanti e differenti. E magari scavalcati da colleghi che non meritano di essere portati così in palmo di mano. 

Ma quanto mi costi - Con danni che poi vengono pagati dall'azienda: perché chi è bravo e intelligente, dicono le statistiche, alla fine cede. Se ne va, specie se ha fra i 25 e i 45 anni: in America come in Ticino. «È vero che spesso non si tratta solo di stipendio: un capo incapace di esercitare la sua leadership ha un impatto negativo sul collaboratore - conviene la psicologa Raffaella Delcò - Così com'è vero che esistono altri fattori incisivi. I conflitti tra i membri di un team possono giocare un ruolo importante. O lo stress che deriva dal dover essere sempre disponibili, la rapidità e i ritmi moderni del lavoro». Che logorano fino a che la fuga è l'unica maniera per non soccombere. L'alternativa, prima o poi, è la malattia. O "stress da lavoro": per costi stimati di 4,2 miliardi di franchi all'anno, in Svizzera. 

Gli errori da non fare - Tutti avvisati, dunque. Capo in primis, cui non resta che spulciare la lista degli errori da evitare: e correggersi in fretta, per gli altri e per se stesso. In testa alla classifica degli sbagli, qualcosa di tanto diffuso quanto difficile da riconoscere: sovraccaricare di lavoro sempre i soliti. A seguire, non saper riconoscere il buon operato svolto. Dimenticarsi che i collaboratori sono individui con esigenze extra-lavorative: scorretto pensare che non sono cosa che riguardi il manager, caldamente consigliato anzi a farsene carico. Quarto: ogni promessa è debito. Cinque: attenzione a non sopravvalutare i subalterni, crea solo tensioni sterili fra pari. Coltivare una passione sul posto di lavoro non è un peccato: aiuta al contrario il rendimento. Ciascuno ha le proprie doti: le abilità individuali possano portare frutto anche in azienda. Così come la creatività, che va stimolata. Assieme alle sfide intellettuali. 

Cerca lavoro in Ticino su www.tuttojob.ch
Regole del blog. Leggere attentamente prima di commentare

5 commenti da TIO
Desiree2012 - 23 Novembre 2016 alle 10:22
dicasi Mobbing.... sovraccarico di lavoro, fanno di tutto per farti cedere.....
ma la legge, specialmente qui da noi non tutela affatto quei dipendenti che hanno subito mobbing, ecc., non esiste. Non esiste un ufficio predisposto con tanto di Avvocato che tuteli chi ha subito angherie sul poto di lavoro. E se per caso di lamenti e segnali la cosa all'ufficio del personale, o a qualcuno più in alto di colui che si accanisce contro di te, è finita!!!!!!! ti licenziano ...... Triste verità.......

Partecipa anche tu alla discussione, leggi tutti i commenti e interagisci con gli altri blogger.
25 commenti da FACEBOOK
Francesco Cecco Boselli - 21 Novembre 2016 alle 13:29
verissimo.

Partecipa sulla pagina ticinonline.ch
Potrebbe interessarti anche ... beta

Copyright © 1997-2017 Ticinonline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - POLICY - COMPANY PAGES - ENERGIA SOLARE

Ultimo aggiornamento: 02:00:28 | 91.208.130.56
Tutte le notizie in Finanza del 19/10/2017 - 0 Notizie