Ti Press
CANTONE
15.12.2017 - 10:170

Minori non accompagnati, «perché non affidarli alle famiglie ticinesi?»

È la proposta del Partito socialista, che ha inoltrato un'interrogazione in tal senso

BELLINZONA - Prendendo come esempio il neo primario di chirurgia del Civico Pietro Majno-Hurst, che nella sua casa di Ginevra ospita tre rifugiati minorenni non accompagnati, il gruppo dal Partito socialista in Gran Consiglio chiede con un’interrogazione se l’affidamento  di questi minorenni non accompagnati a famiglie ticinesi non potrebbe essere un’opportunità per la società.

«È ben evidente che questo tipo di accoglienza, per delle persone estremamente vulnerabili e in parte fortemente traumatizzati come lo sono i rifugiati minorenni non accompagnati, può essere una grande opportunità, facilitando la loro integrazione, attraverso la famiglia, in un tessuto sociale non sempre di facile comprensione, e aiutando forse la loro guarigione da traumi vissuti. D’altro canto, anche per la famiglia affidataria può diventare un’occasione di crescita e di arricchimento interiore», spiega il partito nel testo inoltrato al Governo, aggiungendo i presupposti necessari a ciò (un’accurata scelta con dei criteri chiari, un’adeguata preparazione e un costante e qualificato accompagnamento delle famiglie).

Ecco le domande nel dettaglio:

  • Quanti rifugiati minorenni non accompagnati sono presenti in Ticino?
  • Quanto tempo rimangono, nella media, nel cantone?
  • In quali strutture vengono accolti?
  • Come e da chi vengono seguiti nel loro percorso integrativo, scolastico e di formazione?
  • Hanno accesso a un sostegno psicologico e scolastico?
  • Per quale motivo in Ticino l’accoglienza di rifugiati minorenni non accompagnati in famiglie affidatarie è quasi inesistente?
  • Il Consiglio di Stato non ritiene che questo tipo di accoglienza potrebbe migliorare l’integrazione dei minorenni non accompagnati?
Commenti
 
spank77 1 mese fa su tio
Ottima idea...ma non dimentichiamo che un 14enne rifugiato non accompagnato non é come un 14enne viziato. Hanno vissuto traumatiche esperienze e sono praticamente piccoli adulti, non sono più bambini o classici adolescenti con il loro problemi da adolescenti. Comunque tanto di cappello per chi decide di prendeteli in affidamento, questo a mio avviso deve però implicare l'"obbligo" di dedicare tempo e offrire loro un futuro (formazione scolastica e professionale), non un semplice affido temporaneo (non è giusto nei loro confronti essere aiutati e poi "mandati via", proprio perchè sono troppo giovani per stare da soli e necessitano di assistenza in un ambiente caloroso familiare per potere nuovamente ricredere nella vita).
Tato50 1 mese fa su tio
Eccoli !! Allora tutti i primari in medicina se ne prendano 3, per i Socialisti basta uno ( gli "onorevoli che li portano dentro se li tengono tutti) Sono esonerati quelli in Assistenza e quel ceto che paga tutto ma non riceve niente.
limortaccituoi 1 mese fa su tio
@Tato50 Invece io ne farei prendere uno a tutti leghisti e razzistelli di casa nostra. Chissà che conoscendo per davvero un ragazzino che tante ne ha passate, che respira, prova sentimenti e ha gli stessi problemi che abbiamo tutti noi, forse si rendono conto che non sono pericolosi subumani venuti per portargli via tutto, ma solo ragazzi la cui unica colpa è quella di essere nati dalla parte sbagliata del pianeta.
matteo2006 1 mese fa su tio
@limortaccituoi Prima di imporre agli altri qualcosa tu lo faresti il gesto? A scanso di equivoci ti dico subito la mia posizione in merito; se ci fosse una necessità reale non sarei io a dire di no, purtroppo vivo solo e tutti i giorni come molti altri sono a lavoro, di conseguenza non sono un soggetto adatto per questo tipo di soluzioni mi spiace. Mi limiterò a contribuire come ora e regalare pacche sulle spalle a chi può fare questo gesto.
Tato50 1 mese fa su tio
@limortaccituoi Beh allora in casa mia non c'è posto perché non sono ne leghista ne razzista. Capisco il concetto di quello che hai scritto e anche a me mi stringe il cuore vedendo certe cose. Ma una cosa mi chiedo; nel mio "piccolo" come molti altri, annualmente verso alcune centinaia di franchi a ONG che si occupano e operano in quei paesi. Stessa cosa fanno alcune Nazioni aiutandoli sul posto che credo sia la migliore soluzione. Ma se abbiamo da noi famiglie che non possono avere figli non essendo in grado di matenerli, dargli un futuro, perchè nel frigo al 25 c'è l'eco, non sarebbe il caso che in certe Nazioni si facesse passare il medesimo concetto. Poi lezioni di moralità da certa gente non ne prendo quando certe sentenze dicono : "Un’operazione organizzata - L’imputata non ha agito a fine di lucro e il suo movente era «umanitario», ma – come sostiene ancora l’accusa - «si è occupata dell’aspetto organizzativo, era la regista e gestiva l’attività illegale». E l’organizzazione non sarebbe infatti mancata: il territorio veniva perlustrato, i migranti erano preparati a dichiarare il falso, per i viaggi attraverso il confine lei e i correi si erano dotati di un linguaggio in codice (con “luna piena” comunicavano che i profughi erano giunti a destinazione) e avevano anche scaricato un’app per lo scambio di messaggi criptati". Ecco, se vogliamo metterla sul piano politi o morale o fare i buonisti in casa nostra, da chi non dobbiamo prendere lezione. Penso non sia necessario aggiungere di chi parlo e non prendo lezioni da chi infrange la legge e rimane al suo posto.
limortaccituoi 1 mese fa su tio
@matteo2006 Era una provocazione per rispondere a quelli che dicono "che se li prendano i buonisti in casa loro". Il discorso è lo stesso, il problema è serio e di portata globale. Per questo sono gli stati a doversene occupare e non i singoli cittadini. Poi se uno pensa che chiudendo due frontiere il problema è risolto rispetto questa posizione anche se credo sia un po' ingenua...
matteo2006 1 mese fa su tio
Perchè non iniziano loro a farlo senza tanta pubblicità come ha fatto il Dr. Majno-Hurst? Dare il buon esempio Signori e gli altri seguiranno, tanto semplice quanto difficile da applicare vero?
Potrebbe interessarti anche ... (beta)
Tags
minorenni accompagnati
famiglie
rifugiati minorenni accompagnati
rifugiati
rifugiati minorenni
ticinesi
accoglienza
famiglie ticinesi
partito
Copyright © 1997-2018 Ticinonline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - POLICY - COMPANY PAGES - ENERGIA SOLARE

Ultimo aggiornamento: 2018-01-16 22:41:34 | 91.208.130.87