Ti Press
ACQUAROSSA
20.10.2017 - 15:120

Passi avanti verso la nuova struttura socio-sanitaria

DSS, autorità politiche della Valle di Blenio, EOC e la Fondazione La Quercia si sono riuniti per valutare prospettive e modalità realizzative

ACQUAROSSA - Sviluppi giudicati positivi dal Cantone nell’ottica della realizzazione della nuova struttura socio-sanitaria di Acquarossa sono emersi da un nuovo incontro tra i rappresentanti delle istituzioni interessate.

Dopo un incontro a fine giugno dove era stata confermata l’intenzione di rafforzare il polo socio-sanitario e realizzare un nuovo stabile ospedaliero, i rappresentanti del Dipartimento della sanità e della socialità, le autorità politiche della Valle di Blenio, l’Ente ospedaliero cantonale e la Fondazione La Quercia sono tornati a riunirsi per valutare prospettive e modalità realizzative.

«Con un orientamento costruttivo e fiducioso, è stata condivisa l’opportunità che il progetto sia promosso e concretizzato innanzitutto dalle entità locali, segnatamente attraverso la Fondazione La Quercia, proprietaria del fondo su cui verrebbe costruito il nuovo edificio. Il Dipartimento e l’EOC assicurerebbero il necessario supporto tecnico, progettuale e finanziario all’investimento, con l’impegno a garantire poi in fase d’esercizio l’offerta di prestazioni attribuite dalla pianificazione ospedaliera allo stesso EOC, in particolare i mandati di cura stazionaria e il servizio di pronto soccorso. In tal senso si attende conferma della disponibilità della Fondazione La Quercia ad assumere questo importante ruolo, che garantirebbe anche coinvolgimento e ricadute più dirette per la valle di Blenio», si legge nella nota stampa.

La riunione ha altresì permesso di constatare con soddisfazione che l’impegno profuso negli scorsi mesi per rafforzare le sinergie con altri operatori sanitari, soprattutto già attivi in valle, ha suscitato concreto interesse e potrebbe così condurre ad arricchire il polo socio-sanitario di ulteriori contenuti ambulatoriali qualificanti ed attrattivi, come auspicato e fondamentale per garantire il successo del progetto.

 

 

Commenti
 
Gus 4 settimane fa su tio
Beltraminelli, in cambio, sta smantellando l'Ospedale di Faido
Lucauno 1 mese fa su tio
Tutti vogliono una struttura ospedaliera vicino il più possibile all'uscio di casa, e tutti si lamentano dell'aumento dei costi della sanità. BAH!
Gus 1 mese fa su tio
@Lucauno Secondo te il diritto alla Sanità esiste solo per chi abita nei centri? Mi sembra che in Ticino si stia sviluppando una forma di razzismo verso i valligiani.
Tato50 1 mese fa su tio
@Lucauno Questi Ospedali esistevano già quando si pagava il 125 percento in meno di premio. L'aumento dei costi della salute va ricercato in altri ambiti e ti faccio un piccolo esempio, banale se vuoi, ma che ti da l'idea di come una "cosa" può costare il doppio. Mi è stato prescritto un medicamento, ottenibile solo con ricetta medica, che costa 17,50. Non avendo fatto l'effetto dovuto ho chiamato il medico e per forza di cose ha "faxato" una nuova ricetta alla Farmacia. Costo della ricetta inviata 19,50 quindi 2 franchi in più del prodotto che avrei sicuramente pagato di tasca mia le lo avessi potuto fare. Moltiplica per 1000 o più casi del genere e hai già un piccolo esempio di spreco e guadagno sia per la Farmacia, per il Medico. E le CM pagano ;-((
Lucauno 1 mese fa su tio
@Tato50 Ciao Tato, ormai lo sanno anche i sassi che le casse malati sborsano senza fiatare, perché tanto, i maggiori costi li recuperano dai premi. Tempo fa, causa giorni festivi, ho portato mia moglie, previo appuntamento, al PS della clinica luganese per una puntura portandovi anche siringa e fiala. Per un "intervento" di 10 minuti sono stati fatturati Fr.50.50. Ho telefonato alla mia CM e mi hanno risposto: Ah, ma sa..sono le loro tariffe! Per dirtela come ti dicono i Dottori anche se sei concio come un rebattino: Andiamo avanti così...
Tato50 1 mese fa su tio
@Lucauno Ciao Lucauno, come vedi siamo sulla stessa lunghezza d'onda. Purtroppo io ho avuto dei grossi problemi di salute, che ci sono anche tutt'ora e che forse tu conosci perché ne ho parlato apertamente quando c'era la possibilità. Credo tu sia al corrente che un intervento chirurgico e la degenza ospedaliera è a carico del Cantone per il 55 percento e le CM pagano la differenza e allora che cavolo vengono a dire che ci sono troppi interventi quando chi paga di più è il Cantone ed è per questo che i costi aumentano? Io sono al quarto cancro e l'ultima operazione ho dovuto farla al Chuv di Losanna perché in Ticino avevano tentato ma era andata male e non erano in grado di fare quello che si doveva fare. A quei politici e mezze tacche che scrivono su questo Blog vorrei dire che ci saranno quelli che vanno dal medico per un raffreddore ma non immaginano quanti ci vanno per poter continuare a "vivere". Passate un giorno, io ho fatto un mese con 10 giorni, in cure intense, in un reparto di chirurgia toracica in quel di Losanna e poi potrete vedere con i vostri occhi quello che ho visto e subìto io. E non è ancora finita perché al 15 di novembre dovrò costare alle CM forse per il quinto (recidiva). Scusatemi se vivo cassamalatari, compresi certi "Blogger" ; vi auguro tanta salute!!!!!!!!!!!!!!!
Lucauno 1 mese fa su tio
@Gus Il diritto alla sanità lo hanno tutti. Chi per sua scelta o altri motivi abita nelle zone discoste sa che per farsi curare deve spostarsi un po' di più. E chi va a Zurigo allora? Mi sa che per mantenere la comodità di andare a trovare la zia ammalata molti ticinesi vogliono il nosocomio sull'uscio. Era quello il senso del mio post.
Mattiatr 1 mese fa su tio
@Gus Il diritto alla sanità solo nei centri? Dobbiamo parlare di: -internet (assente perché le persone abbonate sono troppo poche e alle società non conviene) -Bus (la posta ogni due ore in settimana lo chiamate un servizio decente)
pillola rossa 1 mese fa su tio
Beltraexit!
Potrebbe interessarti anche ... (beta)
Tags
quercia
fondazione quercia
valle
fondazione
valle blenio
eoc
nuova struttura socio-sanitaria
struttura
nuova struttura
struttura socio-sanitaria
Copyright © 1997-2017 Ticinonline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - POLICY - COMPANY PAGES - ENERGIA SOLARE

Ultimo aggiornamento: 2017-11-19 19:02:07 | 91.208.130.87