tipress
LUGANO
26.12.2017 - 20:540

Manifestazione con graffiti, identificati gli autori

Bertini: «Mancato intervento di polizia per evitare scontri»

LUGANO - Il mancato intervento della polizia durante la manifestazione “I segni di una pace terrificante”, svoltasi sabato scorso in segno di protesta contro il razzismo, sarebbe dovuto a una volontà ben precisa, quella di «evitare qualsiasi scontro». Si è giustificato così - riferisce La Regione - il vicesindaco di Lugano, nonché capodicastero Polizia, Michele Bertini.

Nel corso della manifestazione, ricordiamo, non vi è stato nessun episodio di violenza, ma esclusivamente alcuni atti vandalici come, per esempio, delle scritte su dei muri in centro.

Gli autori dei vandalismi, assicura però Bertini, «sono già stati identificati grazie al sistema di videosorveglianza». Per quanto riguarda l’importante apparato di sicurezza messo in campo «è rimasto volutamente discreto: il sabato prima di Natale, il centro era pieno di gente per le ultime spese». La manifestazione, che non aveva presentato alcuna domanda di autorizzazione, era stata pubblicizzata sui social e tramite volantini raccogliendo una quarantina di partecipanti.

Potrebbe interessarti anche
Tags
manifestazione
bertini
polizia
autori
Copyright © 1997-2018 Ticinonline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - POLICY - COMPANY PAGES - ENERGIA SOLARE

Ultimo aggiornamento: 2018-01-20 04:02:54 | 91.208.130.86