Ti-Press, archivio
GRONO
10.11.2017 - 19:230

Indagine nei cantieri, ipotesi di reato di usura

Gli operai di un'azienda di Grono avrebbero ricevuto uno stipendio molto inferiore rispetto a quello dovuto secondo i contratti in vigore nel settore

GRONO - Gli inquirenti stanno vagliando la posizione di alcune persone in relazione all'intervento dello scorso mercoledì 8 novembre su alcuni cantieri in Ticino. Al momento non sono stati fatti arresti.

Le persone coinvolte sono residenti in Italia e attive per una società con sede a Grono o comunque per il suo titolare. Le indagini hanno il fine di verificare una possibile situazione di illegalità nell'ambito della retribuzione degli operai che hanno lavorato in Svizzera alle dipendenze della società o per la stessa, ma tramite agenzie di collocamento.

Vi è il sospetto che gli operai abbiano ricevuto uno stipendio molto inferiore rispetto a quello dovuto secondo i contratti in vigore nel settore, sia attraverso la notifica da parte dei responsabili della società alle agenzie di collocamento di meno ore rispetto a quelle effettivamente svolte, sia attraverso la retrocessione dei salari ricevuti in Svizzera agli stessi responsabili.

L'ipotesi di reato principale è quella di usura.

 

1 settimana fa Maxi controllo di polizia in due cantieri ferroviari
Tags
rispetto
usura
grono
operai
reato
cantieri
ipotesi
società
Copyright © 1997-2017 Ticinonline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - POLICY - COMPANY PAGES - ENERGIA SOLARE

Ultimo aggiornamento: 2017-11-20 12:41:10 | 91.208.130.86