Tipress
La sede della società in via Prati Grandi 25 a Cadenazzo.
CADENAZZO
28.02.2017 - 06:000

Massoneria, ‘ndrangheta e riciclaggio fra le pieghe della Argo 1

L’estratto del registro di commercio dell’agenzia di sicurezza sopracenerina traccia legami inquietanti

CADENAZZO - Il titolare è indagato per usura, sequestro di persona e violenza. Un dipendente è sospettato di aver reclutato combattenti per l’Isis. Un ex dipendente sarebbe morto in Iraq. Ma la surreale storia dell’Argo 1 non si ferma qui: nata nel 2011, è passata di mano lo stesso anno, poi nel 2013 e ancora nel 2014. Inizialmente si chiamava Vedeggio Generalbau AG, poi OtenyS SA e finalmente Argo 1 SA. Addirittura, il suo ultimo indirizzo è quello di Via Prati Grandi 25 a Cadenazzo, numero civico che detiene il record ticinese di fallimenti societari. Insomma, ha tutte le caratteristiche di una società bucalettere.

Mamma Santissima - L’estratto del registro di commercio della ditta sopracenerina, però, racconta la vicenda di una compravendita societaria che porta fino a Reggio Calabria, dove il sostituto procuratore Giuseppe Lombardo sta conducendo l’inchiesta “Mammasantissima” per cui è finito nel carcere di Rebibbia addirittura il senatore di Forza Italia Antonio Caridi.

I nomi - L’inchiesta ha svelato un sistema malavitoso chiamato “La Santa” o “A Mamma Santissima” in cui confluiscono i massimi poteri della ‘ndrangheta calabrese, della massoneria occulta e della politica locale. Un sistema in grado di decidere elezioni regionali e nazionali e di riciclare immense somme di denaro in Italia e all’estero. Ma cosa c’entra la Argo 1 in tutto ciò? Semplice: il nome di due dei quattro amministratori che si sono avvicendati negli anni ai suoi vertici appare anche nelle carte dell’inchiesta reggina.

Il massone - Il primo è A.F., milanese di origine siciliana, da alcuni anni residente in Ticino, che fu implicato nelle vicende di Mani Pulite. Passò quasi tre anni in carcerazione preventiva: i magistrati sospettavano che fosse l’anello di congiunzione tra massoneria e Cosa Nostra, alla fine fu assolto "perché il fatto non sussiste". Negli anni più recenti, è stato coinvolto anche in altre vicende simili, dalle quali, da noi contattato, si dice del tutto estraneo e già scagionato.

Il consulente - Il secondo è V.P., consulente societario luganese noto alle cronache italiane per la compravendita dell'isola sarda di Budelli. Lo tira in ballo il collaboratore di giustizia Michele Amandini, l’uomo a cui le cosche avevano affidato «il compito di riciclare, attraverso canali finanziari svizzeri, i proventi dei sequestri di persona a scopo di estorsione», come si legge nell’ordinanza del Tribunale di Reggio Calabria. Amandini racconta di aver conosciuto il consulente «nel 1974/75 tramite i Papalia», nome di una potente ‘ndrina reggina che ha messo radici nel Nord Italia.

FC Lugano - In particolare, il pentito cita V.P. raccontando di un’operazione finanziaria con cui vennero riciclati oltre quattrocento milioni di dollari americani, 32 dei quali servirono a finanziare il Fc Lugano, all’epoca  - stiamo parlando del 2000 - di proprietà dell’affarista calabrese Pietro Belardelli. Secondo Amandini parte di quei fondi provenivano dalla famiglia mafiosa newyorkese dei Gambino. La riunione che lanciò quest’operazione avvenne, racconta il pentito, «all’hotel Principe Leopoldo».

Non una, otto società - Tra i due personaggi ticinesi di questa vicenda, però, non è stata solo la Argo 1 a passare di mano: le società vendute dal consulente al massone sono ben otto. Quest'ultimo, spiegando come questa compravendita non abbia mai avuto alcun fine di riciclaggio, racconta di aver acquistato le S.A «per tenerle lì ed eventualmente rivenderle: pensavo di farci qualche mille franchi, ma nessuna di queste è mai stata attiva».

Commenti
 
sedelin 9 mesi fa su tio
?
fassi 9 mesi fa su tio
riusciranno questa volta a tirare fuori un ragno dal buco?
Jj Cherryk 9 mesi fa su fb
qualcuno dovra' beh pagare lo stipendio al popolo??no? il ticino campa cosi da millennnnni......
mgk 9 mesi fa su tio
non capisco come hanno fatto quelli del isis a fidarsi di certe facce che girano nelle nostre agenzie private di sicurezza ahhaahahahahah
Liola 9 mesi fa su tio
E se facessimo un controllino a certe pizzerie e ristoranti in Ticino e oltre Gottardo???? Come pensate che dei "poveri" emigranti possano permettersi di aprire ai nostri costi??? Oramai li abbiamo dentro e buttarli fuori sarà un problema... Noi lavoriamo una vita...loro arrivano e dopo 15 anni possono permettersi ristoranti, attici, ecc..... L?ufficio tassazione controlla anche loro????
pulp 9 mesi fa su tio
@Liola Hai ragione o meglio hai toccato un tema complicate e problematico. Detta in altri termini.... Da qualche anno (una ventina - ma più in concreto negli ultimi 10) il livello di guardia verso il riciclaggio ha raggiunto un buon livello di controllo (in particolare nelle banche). Questo fatto é dimostrabile guardando alla statistica delle segnalazioni fatte all'MROS da parte degli istituti finanziari che si é impennato proprio negli ultimi 3 - 4 anni. Purtroppo é invece difficilissimo "beccare" il riciclaggio al contrario. Ti faccio un breve esempio - Pizzeria.... bilancio con utili da 200k o 300k al netto di salari e imposte - dove peraltro I salari dei titolari sono belli corposi. Poi vai a vedere e ti chiedi quante cacchio di pizze devono vendere per arrivare a somme del genere e capisci che forse ci sono delle iniezioni di denaro che provengono da ben altre attività e che vengono poi "sbiancate" con tanto di bilancio e dichiarazione dei redditi. Controllare in questi casi é praticamente impossibile.... sia per le banche che per il fisco. Si riesce a capirci qualche cosa solo quando la movimentazione "di ritorno" va ai finanziatori originali.... ma questo avviene magari attraverso un giro di società ed é di difficile comprensione.
GIGETTO 9 mesi fa su tio
W la "multikulturalità" a senso unico voluta dalla $inistra CH!!!! Dentro tutti senza nessun tipo di controllo o distinzione.....mi ricorda tanto quel politico ticinese del PS che voleva le "naturalizzazioni" automatiche!!!! Bene Signori e Signore....questi sono i "bellissimi" risultati e siamo solo all'inizio....allegria!!!!
Meno 9 mesi fa su tio
@GIGETTO Solito demagogo da 4 soldi.... qui la multiculturalità (eh si! esiste ancora qualcuno non invasato dalla lega che sa come si scrive) non centra un beneamato cip. Secondo me qui l'errore è che non è stato fatto un concorso e i controlli adeguati.
Marino Corda 9 mesi fa su fb
Povri num che conscia!
Giorgio Cerri 9 mesi fa su fb
Mi pare che in Svizzera la massoneria non sia fuorilegge!
Luciano Milan Danti 9 mesi fa su fb
"Massoneria"... c'è massoneria e "massoneria".
Luca Civelli 9 mesi fa su fb
Questo dimostra che ad avere problemi non è solo l'ufficio permessi e non solo l'amministrazione cantonale.
Bea Lugano 9 mesi fa su fb
Più controlli ‼️‼️‼️👁👀👁
driver1973 9 mesi fa su tio
Pecunia non olet. Queste sono le conseguenze di chi vuole vivere attirando capitali da tutto il mondo
F/A-18 9 mesi fa su tio
@driver1973 La Svizzera é il paese piu ricco del mondo proprio perché da decenni attira i capitali di tutto il mondo, penso che anche tu stai beneficiando di questa ricchezza, quindi ogni tanto é interessante vedere anche il rovescio della medaglia.
Franz Boni 9 mesi fa su fb
e la nosa pola la culabura con sta gent !!! ... i sa infurma mja prim ...con chi ga a che fa... o i rum dumaa a nün !!! je propi più bon da fa ul so mistee da poliziott ...
ladycore 9 mesi fa su tio
non vedo, non sento, non parlo
Igor Gutschen 9 mesi fa su fb
inizierei ad aprire un'inchiesta sui cari uffici dei registri e uffici esecuzioni e fallimenti vari, che ci marciano alla grande su queste cose...il dubbio che mi assale è che spesso permettano l'estorsione con la tutela dello Stato dal momento che ognuno può emettere un precetto esecutivo nei confronti di altri senza dimostrare nulla....qui gatta ci cova...indagare e subito sui dipendenti di questi uffici....ci sarà di che ridere
Riky Bertolini 9 mesi fa su fb
Cazzarola strano!!! Ahahaha a Lugano ci sono più case di mafiosi etc che di svizzeri ahahah
David Balzo 9 mesi fa su fb
Che lo dica un azzurro fa anche un po ridere....
Andrea Bianchi 9 mesi fa su fb
Che lo dica un rossocrociato ancora di più...
Andrea Bianchi 9 mesi fa su fb
Che lo dica un rossocrociato fa ancora più ridere...
Riky Bertolini 9 mesi fa su fb
Ahahah
AntonellaMario Lamberti 9 mesi fa su fb
Siamo messi sempre meglio... tutte risorse!
Cleofe 9 mesi fa su tio
ma dai... tanto non gli faranno nulla. Questi pagheranno un paio di cartelle di ammende, una stretta di mano e via. se pero' tu, cittadino Svizzero, ti azzardi a portare un kg di carne in più da oltre frontiera, ti arrestano. se pero' tu, cittadino Svizzero, superi il limite di velocita' in strada, sei praticamente morto. ovviamente tutto questo solo se NON ti chiami Bosia Mirra.
lecchino 9 mesi fa su tio
ecco spiegata la facilità con cui ha ricevuto il mandato diretto .....
navy 9 mesi fa su tio
La politica deve fare il suo lavoro e soprattutto valutare con anticipo quanto, le derive di una certa imprenditoria, possano infliggere al cantone tutto ed ai suoi cittadini. Anni fa si è voluto <strong> cambiare le regole di revisione contabili e farle diventare una farsa! </strong> Questo ne è l'esempio ma ve ne sono tanti altri. Soprattutto in campo edilizio con infiltrazioni mafiose di cui TIO ha già avuto modo di scrivere. <strong> TIO sono più fastidiosi i miei commenti o le derive di cui scrivete e di cui accenno io?</strong>
Ctg 9 mesi fa su tio
Siamo messi bene!
Nicklugano 9 mesi fa su tio
Se a Lugano ci fosse ancora qualcuno attivo in campo fiduciario che non sa chi è il consulente V.P., che cosa fa e per/con chi lavora, il problema è che sono trent'anni che lo cantano i merli dalle piante... complimenti !
ladycore 9 mesi fa su tio
@Nicklugano avrà un ottimo curriculum!
Nicklugano 9 mesi fa su tio
@ladycore Ci puoi scommettere...
Caterina Mastria 9 mesi fa su fb
Tutto il mondo è paese.. Finché gli fanno comodo allora non esce fuori niente,quando poi hanno finito,li fanno saltare tutti come mine...
Gus 9 mesi fa su tio
E i Luganesi pontificano sulle altre società sportive ticinesi. Come in tutto loro fanno tutto ciò che vogliono ; gli altri no
avalon 9 mesi fa su tio
Finalmente un Giornalista che si è informato un po' e ha spulciato i documenti ufficiali del Cantone, oltre che qualche altro: complimenti..! Un piccolo "neo": la "nostra" Loggia Massonica, anche se non sono massone, mi sembra si distanzi bene da quelle italiane sia nella forma che nei contenuti. ;-)
Patrizia Ielapi 9 mesi fa su fb
Questo è l'esempio di come aprono e chiudono società con nomi diversi, ma la persona è sempre la stessa, ci vorrebbero più controlli
Danny50 9 mesi fa su tio
Argo 1. Punta dell'Iceberg del sottobosco che ha portato il Ticino da 175'000 a 350'000 abitanti senza procreare figli.
Potrebbe interessarti anche ... (beta)
Tags
argo
consulente
massoneria
riciclaggio
amandini
ndrangheta
cadenazzo
massone
compravendita
italia
Copyright © 1997-2017 Ticinonline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - POLICY - COMPANY PAGES - ENERGIA SOLARE

Ultimo aggiornamento: 2017-12-14 10:52:15 | 91.208.130.87