Tipress
TENERO
06.02.2017 - 08:020

Programma occupazionale a due ore da casa: «Così non c’è tempo per le ricerche»

Lo sfogo di un 32enne disoccupato che tra un mese non riceverà più alcuna indennità: «Il lavoro ora me lo scordo». Il Cantone: «Segnalateci le vostre difficoltà»

TENERO – È disoccupato. E gli fanno seguire un piano occupazionale a due ore da casa sua. «Mi spiegate dove trovo il tempo per cercare un lavoro?» È la domanda che si sta facendo Andrea (vero nome noto alla redazione), 32enne di Tenero, in cerca di un impiego nella vendita. E sono in tanti a trovarsi in questa situazione. Andrea a fine febbraio si vedrà scadere la disoccupazione. E siccome ha una moglie salariata ed è proprietario di una casa, non beneficerà dell’assistenza. «Io non voglio farmi mantenere da mia moglie. E nemmeno dallo Stato. Il tempo stringe. Ma se mi costringono a passare le mie giornate alla Caritas di Pollegio, come ne esco da questa situazione?»

Un caso paradossale – La storia di Andrea non rappresenta un caso isolato. Già un altro giovane, anche lui inserito nella struttura di Pollegio, a metà dicembre aveva denunciato in un articolo pubblicato da 20 minuti/tio.ch, la mancanza di tempo per le ricerche di lavoro. «A ottobre – spiega Andrea – l’Ufficio regionale di collocamento mi ha inserito per quattro mesi in questo programma occupazionale. Otto ore al giorno a smontare e riciclare materiale elettrico. Assurdo. In quei quattro mesi io avrei dovuto cercare un lavoro. Disperatamente. Visto che poi da febbraio non riceverò più un franco».

Richieste vane – Andrea chiede invano al consulente l’esonero dal programma occupazionale. «Vorrei stare a casa in modo da dedicarmi totalmente alle ricerche di lavoro. Visto che da fine febbraio non avrò più nulla e mi toccherà appoggiarmi finanziariamente a mia moglie. Il consulente ha respinto la richiesta, non ritenendo valide le mie argomentazioni. Mi è stato detto anche che stranamente chi viene inserito in questi programmi poi si attiva maggiormente a trovare lavoro».

Quella mezza giornata a settimana – Andrea vive sulle colline di Tenero. Per andare e tornare da Pollegio percorre in totale cento chilometri di auto al giorno. «E se vado con i mezzi pubblici, ci impiego due ore e mezza all’andata e un’ora e mezza al ritorno. Al massimo ho diritto a mezza giornata a settimana da dedicare alle ricerche. Il mio responsabile a Pollegio è disposto a concedermi mezza giornata in più per le ricerche. Ma non è comunque evidente, quando si hanno praticamente le ore contate. Devo presentare dodici lettere di ricerca di lavoro al mese. Ma non è nemmeno più questo il problema. Io voglio trovare un lavoro. E il sistema mi mette i bastoni tra le ruote, con decisioni senza senso».

La situazione generale – Attualmente in Ticino sono circa 800 le persone che, come Andrea sono invitate a seguire un programma occupazionale. In dicembre Sergio Montorfani, capo della Sezione cantonale del lavoro, aveva evidenziato come delle 3'163 persone che avevano terminato un piano occupazionale nel corso dell’ultimo anno, 1'255 (il 39,7%) avevano ritrovato un posto di lavoro.

I diritti – Al di là di questo va detto che Andrea non è l’unico a lamentarsi per la mancanza di tempo da dedicare alle ricerche di lavoro, quando si frequenta un piano occupazionale. Di casi analoghi se ne segnalano parecchi. Montorfani non ci sta a passare per il “cattivo” della situazione. «Per regola generale – dice – valida in tutti i programmi occupazionali, i partecipanti hanno diritto ad assentarsi tutto il tempo necessario per la ricerca di lavoro, attività che deve ovviamente rimanere prioritaria. Devono però documentare l’uso del tempo per le ricerche, alfine di evitare possibili abusi».

Sostegno – Questa regola, e lo ribadisce con fermezza, non è mai cambiata. «Anzi, semmai è stata rafforzata negli anni recenti, quando abbiamo chiesto a tutti gli operatori dei programmi occupazionali di sostenere i partecipanti in maniera ulteriormente accresciuta nelle loro attività di ricerca».

Invito alla segnalazione – Affermazioni che stridono con quelle di Andrea e di altre persone nella sua stessa situazione. Montorfani è chiaro: «Se qualcuno dovesse sentirsi ostacolato nella sua ricerca di lavoro durante la partecipazione a un programma occupazionale, può segnalare la situazione al suo consulente o all’Ufficio delle misure attive della Sezione del lavoro, che provvederà alle opportune verifiche».

1 anno fa «Il mio programma occupazionale al freddo e al gelo»
Commenti
 
sedelin 10 mesi fa su tio
scelgo questo blog perché é il più frequentato. chiedo a TIO: dov'è finito l'articolo sul ragazzo francese in ospedale dopo le botte della polizia? c'era pure la foto di hollande al suo capezzale.
red 10 mesi fa su tio
@sedelin Buongiorno Sedelin,l’articolo apparso questa mattina sulla visita di Hollande al giovane Théo è stato pubblicato per errore e successivamente messo offline in quanto era già comparso un articolo sulla stessa notizia ieri. Ce ne scusiamo. Può trovare di seguito il link a quest’ultimo articolo: http://www.tio.ch/News/Estero/Attualita/1130015/Hollande-cerca-di-placare-la-rabbia-delle -banlieue
sedelin 10 mesi fa su tio
@red grazie!
GIGETTO 10 mesi fa su tio
Gli URC dovrebbero chiudere non svolgono nessun tipo di utilità nei confronti dei disoccupati!!!!!!
Laura Scapozza 10 mesi fa su fb
MONTORFANI PAGHEREI PER VEDERTI NELLA MISERIA!!! TU E TUTTI I PAGLIACCI DENTRO URC E SIMILI!!!
Laura Scapozza 10 mesi fa su fb
Creano solo persone DEPRESSE montorfani prova a vivere un mese come queste persone che usi come stracci per pulire il vostro schifo e guadagnare e poi vediamo se non finisci alla neuro!!!! Fate pena di una pena miserabile vi gonfiate le tasche sulla povera gente onesta che vuole solo VIVERE!!! Sei ricco montorfani perche queste persone lavorano gratis anche per te, il vostro principio è simile a quello di hitler nei campi, vergognati!!!!
Marco Vellani 10 mesi fa su fb
Follia! I programmi occupazionali servono soltanto a verificare che i disoccupati non lavorino in nero.
Igor Gutschen 10 mesi fa su fb
Montorfani deve tenere la bocca chiusa!! Non sopporto quando intere famiglie di rifiuti occupa impieghi pubblici pagati con i soldi delle mie tasse!!! Questo scarto societario è da troppi anni che ruba denaro delle nostre tasse è ora invece di licenziare e mettere sotto ai ponti tutti quelli che occupano un impiego pubblico ovvero un impiego superfluo che viene tenuto in piedi grazie al sudore della collettività. Per quanto riguarda invece i programmi occupazionali, fortunatamente non conosco la situazione e mi spiace per coloro che ci finiscono, sicuramente devono inserirli per cercare di tenere occupate le persone in disoccupazione, che poi siano corsi demenziali, potrebbe avere come unico scopo quello di valutare le capacità delle persone di fronte alla possibilità di adattarsi ad impieghi fatiscenti....ma di nuovo che Montorfani e tutta la sua famiglia sia ancora stipendiato con i soldi delle nostre tasse non mi sta bene....UN CONSIGLIO PER TUTTI COLORO CHE LEGGONO...PRIMA DI EFFETTUARE LA PROSSIMA TASSAZIONE, INVIATE UNA RACCOMANDATA AL VOSTRO COMUNE E AL CANTONE, CHIEDENDO DI EFFETTUARE TAGLI DI PERSONALE INUTILE ED INETTO (96%) ALTRIMENTI RIFIUTATEVI DI PAGARE A COSTO DI UN PRECETTO ESECUTIVO...FATE INIZIARE QUESTA CAZZO DI RIVOLUZIONE INVECE DI LAMENTARVI....VIA DAL SETTORE PUBBLICO LE VARIE FAMIGLIE M O N T O R F A N I
Laura Ghiazza 10 mesi fa su fb
Che tristezza 😭
Bogicevic Slavisa 10 mesi fa su fb
Questi programi sono catastrofe del Ticino ,Questo e vergonia di una Svizzera moderna. io ho solamente questo da dire .Ragazzo ha ragione assolutamente io ho partecipato a due di questi programmi ,prendono solamente il tempo e ostacolano richerche . aposto di pagare anche la benzina per andare in giro per presentarsi per farsi vedere davanti al dattore di lavoro . ufici di cololocamento ostacolano ulteriormente la gente nella richerca. Questo bisogna rivedere al piu presto posibile in tale concorenza loro ci metono in prigione e poi ti dicono cerca lavoro ma va fan culo tutti quanti.
Flavia Pamela Storelli 10 mesi fa su fb
vergognoso nn ho parole.... svegliatevi trovate lavoro a ste persone al posto di mandarli a destra e a sinistra... come dei gioppini ..... più si va avanti più si va indietro
Monica Tonacini 10 mesi fa su fb
secondo me non servono proprio a niente tutto un business....quante cose sarebbero da migliorare! e poi smettiamola di prendere in giro la popolazione Ticinese si sa benissimo perché da noi non si riesce più ad avere un posto di lavoro!!!
Ivo Teixeira 10 mesi fa su fb
Fatte arrivare striscia la notizia del Italia kkkk così fanno un decomenti rio su di loro magari cambia qualcosa
Lucrezia Novelli 10 mesi fa su fb
fossi in te inizierei ad imparare l'italiano
Giorgio Buzzini 10 mesi fa su fb
tipico sistema del ns governo !
Marco Gonçalves Mesquita 10 mesi fa su fb
Segnalare per cosa? Per poi sentirsi dire le solite risposte?? È brutto da dire ma il cantone se ne sbatte letteralmente le palle delle persone che sono disoccupate.. sono stato in disoccupazione pure io ed oltre al menefreghismo che provano per le persone, ho addirittura ricevuto una penalizzazione perché al posto di mandare delle candidature suddivise in tre mesi, che dovevano essere 33 o 36, ne ho mandate una sessantina in un solo mese... senza tralasciare tutte le altre cose che vengono elencate negli altri commenti sono del parere che sarebbe da rivedere un po' tutto il sistema!!
Patrick Bongiorno 10 mesi fa su fb
Non scherziamo... non avere il tempo per fare ricerche di lavoro perché si frequenta un piano occupazionali è semplicemente ridicolo come altre cose che ho letto... allora chi lavora 9 ore al giorno e dopo frequenta qualsiasi corso di perfezionamento cosa deve fare? Si spara?magari ha pure figli,ecc,ecc... dai su!!!
Laura Scapozza 10 mesi fa su fb
Chi lavora 9 ore al giorno non deve andarsene in giro con il traffico a cercare lavoro !!!!
Jennifer Härdi 10 mesi fa su fb
É una vergogna!! 😡😡😡 non resta che migrare 👍🏻
Carlo Aieie 10 mesi fa su fb
Tipico........
Belmin Lukavica 10 mesi fa su fb
Vergogna!!!!
Sono svizzero, ne vado fiero e odio la Lega 10 mesi fa su fb
Sempre peggio
Saul Gianoli Dibb 10 mesi fa su fb
Che poi lavori al 100% e sei pagato al 70% con magari 2 h d auto.. per cosa? Per fare lavori a c..o che non ti insegnano nulla.. sono vergognosi.. inoltre io avevo fatto corso nella manutenzione esterna e c erano altri POT al foce ( in 8) a scegliere libri da buttare,belli al caldo ,a cui dovevamo pure mettere i libri sul tavolo..e noi in 2 a portare via scatoloni pieni dentro e fuori ( pagati uguali)..
Benji78 10 mesi fa su tio
Gli URC potrebbero e dovrebbero fare molto di più. Spesso i consulenti sono dei burocrati incompetenti che non sanno cosa fare e cosa proporre. La cosa più rapida e facile per loro è parcheggiare il malcapitato a fare cose non utili ad un reinserimento professionale e addirittura per taluni molto frustranti. La Caritas di Pollegio ne è un esempio. A meno che non sia un caso sociale particolare, un 32 con l'aspirazione a trovare un posto di lavoro non può essere mandato a perdere tempo a smontare lavatrici e frigoriferi o a piantare piantine d'insalata. Spero che nell'arco di tutto il periodo della disoccupazione abbiano saputo proporgli qualcosa di meglio
Enza Crescimanno 10 mesi fa su fb
Io ho avuto la possibilità di scegliere e sono andata a Sementina all'hotel Cereda . Su richiesta da me , perché mi ero stufata di stare a casa. A me conveniva visto che prendevo 1400 fr di disoccupazione. Lavorando lì me ne davano 400 in più . Poi tramite la disoccupazione ho trovato lavoro. Volere è potere. Io addirittura avevo chiesto di fare altri 4 mesi . Ma purtroppo il mio collocatore mi ha detto che non era possibile, che dovevo dare la possibilità ad altri disoccupati come me.
Violeta Selmani 10 mesi fa su fb
Tu sei quel 1% di persone che trova lavoro grazie ai POT ! ma per piacere !
Enza Crescimanno 10 mesi fa su fb
io ho trovato lavoro tramite la disoccupazione . Sono stata fortunata .
Mi Pa 10 mesi fa su fb
Enza Crescimanno: non per giudicare, ma se si gira il Ticino proponendosi a 1'800 franchi mensili penso che si trova lavoro quasi dappertutto, sai che sforzo han fatto all'urc, piazzare una persona con un salario bassissimo..............
Enza Crescimanno 10 mesi fa su fb
Io prendevo di disoccupazione 1400 più il corso occupazionale 400. Dopo mi hanno trovato lavoro. Avrei fatto il corso occupazionale anche se ne guadagnavo 4000 di fr. perché ero stufa di stare a casa . Il problema è che a tanti piace stare a casa durante la disoccupazione . Io invece ho chiesto al mio collocatore di farmi fare il corso dei curriculum e ho chiesto anche di farmi fare un programma occupazionale. Per tirarmi fuori di casa .
Mi Pa 10 mesi fa su fb
Enza: non ho scritto nulla sulla voglia di fare il corso (che poi non lo decide il disoccupato, se ti obbligano ad andarci devi farlo comunque, a meno che si rinuncia alle indennità), intendevo dire che a chiedere 1'800 franchi mensili (si presume quello stipendio da come hai scritto) è molto più facile trovare lavoro rispetto ad un'altra persona che ne richiede 4'000, con certi salari bassissimi non c'è bisogno nemmeno di iscriversi all'urc, vai fuori da una parte ed entri dall'altra (triste realtà ticinese).
Enza Crescimanno 10 mesi fa su fb
Nel mio caso ho scelto io . Ho chiesto io di farlo ... ripeto a me faceva comodo . Con il programma occupazionale guadagnavo 400 fr in più . Io di disoccupazione percepivo solamente 1400 fr.Poi mi sentivo occupata e per me sono stati 4 mesi bellissimi .
Mi Pa 10 mesi fa su fb
Enza: evidentemente stiamo parlando di due cose differenti, tu parli della motivazione nello svolgere i programmi occupazionali durante la disoccupazione, io invece sulla facilità di trovare lavoro proponendosi a salari da frontalieri rispetto a chi vuole (e non può farne a meno) salari decenti.
Lucrezia Novelli 10 mesi fa su fb
Mi Pa non riesce a capire! Se in disoccupazione percepiva 1400 chf certamente il suo stipendio non era di 4000 chf. Un lavoro a 1800/2000 lo trovano tutti in un giorno
Enza Crescimanno 10 mesi fa su fb
Lucrezia Novelli cara Lucrezia trovami un lavoro dove ti danno 4000 al mese . Io abito in Svizzera e so bene quanto è difficile vivere con meno di 4000 fr
Mi Pa 10 mesi fa su fb
4'000 franchi al mese dovrebbe essere il minimo per un impiego al 100% (e dico dovrebbe perché in Ticino si sa com'è...)
Cristina Nova 10 mesi fa su fb
Certo come no... aiuta tantissimo a prendere una depressione nervosa inveci de uno posto de lavoro..... alla 5h30 della mattina devo correre come una pazza...prendere 3 treni e andar a fare la pot....alla sera la stessa cosa...... sono bravissimmiiiiiiiiii
Massimo Ferrantini 10 mesi fa su fb
Anche x la ristorazione è così...
Silvia De Lupi 10 mesi fa su fb
L'URC sembra fatta per punire, penalizzare, mettere i bastoni fra le ruote alla gente che vuole davvero lavorare, ma non dà sostegno, non aiuta, e i "consulenti" non fanno proprio nessuna consulenza, più che altro sono "poliziotti". Di aiuto e consulenza nemmeno l'ombra. Però fanno gli incontri sui DIRITTI e doveri....
Mi Pa 10 mesi fa su fb
Ricordiamoci che l'assicurazione di disoccupazione è appunto un'assicurazione che viene finanziata con la detrazione dalla busta paga, se hai fortuna di avere l'impiego tutta la vita paghi per gli altri, se perdi il posto tu ne benefici, quindi come ogni altra assicurazione tipo cassa malati, casco auto, rc ecc.. in caso di sinistro (in questo caso la perdita di lavoro non per colpa propria può essere considerato un "sinistro"), l'assicurazione deve pagare. L'urc non è nient'altro che un'organo di controllo che opera per l'assicurazione disoccupazione atta ad impedire gli abusi, come le altre assicurazioni hanno i loro periti di controllo. Nell'immaginario collettivo c'è la convinzione che chi beneficia della disoccupazione è un peso sulle spalle degli altri e deve ancora dire grazie a testa bassa... se fate un incidente con la macchina e fate intervenire la casco e rc (che pagate) vi sentite umiliati? Se andate dal dottore e mandate le fatture alla cassa malati (che pagate) avete vergogna? No appunto, quindi se ti licenziano e ti annunci all'assicurazione disoccupazione (che pagate) non vedo cosa cambia, un'assicurazione è sempre un'assicurazione.
Mi Pa 10 mesi fa su fb
La disoccupazione è un'assicurazione, e come tale ha i propri "periti" che vigilano per evitare gli abusi e massimizzare i profitti. In pratica i collocatori urc sono i "periti" dell'assicurazione disoccupazione.
albertolupo 10 mesi fa su tio
Già un programma occupazionale gestito dalla Caritas suona strano... Lì si va o a fare del volontariato o eventualmente, ma la Caritas non so se lo faccia, per avere un certo inserimento sociale (v. Fondazione Diamante), quindi lavori lì a tempi indeterminato, hai del personale/colleghi che ti segue, il sistema di assistenza viene (in parte) sgravato e prendi una paga. Non si va certo per una riqualifica
miba 10 mesi fa su tio
Eppure qualcosa non mi quadra. Un piano occupazionale a due ore e mezza da casa sua mentre poi nell'articolo risulta che la persona in oggetto abita a Tenero, che il piano occupazionale è a Pollegio e che si sposta con l'automobile. Da Tenero a Pollegio sono esattamente 40 km (e non 50 come riportato nell'articolo) ed inoltre il tempo di percorrenza è di 34 minuti. Se invece optasse per i mezzi pubblici (treno) la durata del percorso è di un'ora e 2 minuti all'andata e rispettivamente 59 minuri oppure un'ora e 11 minuti al ritorno. Fonti: tomtom e rispettivamente orario FFS
SosPettOso 10 mesi fa su tio
@miba <em>...non rappresenta un caso isolato. <span style="text-decoration: underline;">Già un altro giovane, anche lui inserito nella struttura di Pollegio</span>, a metà dicembre aveva denunciato...</em> Non tutti abitano a pochi metri da una fermata dei mezzi pubblici ed il TomTom non tien conto del traffico che c'è tra Camorino e Quartino.
miba 10 mesi fa su tio
@SosPettOso adesso però non esageriamo... Chiunque può permettersi una bici per spostarsi da casa ad una fermata dei mezzi pubblici (non siamo mica nelle pianure della Patagonia!) ed il tomtom tiene per contro conto del traffico (alla partenza fornisce un'ora di arrivo tenendo conto della velocità in cui si sta percorrendo il tragitto che quindi potrebbe anche essere inferiore ai 34 minuti da me indicati). Il problema tuttavia è un altro e cioè che qui si spara a zero sia sugli uffici URC che sul Cantone quando invece volere o volare la situazione dell'occupazione è purtroppo nota a tutti (non puoi "occupare" una bottiglia di un litro con 10 litri...) ed i miracoli non li fa nessuno. La persona in oggetto con tutte le leggi che abbiamo è sufficientemente tutelata e sinceramente questa storia mi sembra un po' come una tempesta in un bicchier d'acqua
Kepey Antares 10 mesi fa su fb
mi sembra che tutti han capito sta "cosa" dei programmi occupazionali, si!! tutti tranne quelli dell' URC...
Omar Vanolli 10 mesi fa su fb
Troppo spesso i consulenti si dimenticano che se hanno il lavoro, è perche noi non lo abbiamo...
Spartaco Davinci 10 mesi fa su fb
Ci sono programmi occupazionali e corsi che sono creati per intascare soldi sulle spalle del disoccupato e di chi sovenziona... noi. Se almeno in ticino si facessero delle inchieste un po' più aprofondite sui POT... ma si sa che anche qui ci sono cose che non si possono dire o toccare...
poverella 10 mesi fa su tio
Se l'URC facesse bene il lavoro non nascerebbero tutti i giorni ditte di lavoro interinale...
SosPettOso 10 mesi fa su tio
..è quello di "regolarizzare" i disoccupati che lavorano in nero percependo contemporaneamente indennità e salario. Questi però sono una minoranza e il problema andrebbe risolto alla radice combattendo <strong>tutto</strong> il lavoro nero, e non solo quello dei disoccupati. Così facendo invece si condanna a vessazioni, demotivazione e depressione un gran numero di disoccupati per colpire i pochi che abusano del sistema. Questi pochi si sottraggono abbastanza in fretta facendosi assumere regolarmente e a subire rimangono gli onesti. Ad una persona onesta fa molto strano ed è difficile da accettare, ma l'unico modo per evitare il piano occupazionale è quello di darsi malati... Ci si trova a dover combattere gli abusi, ...con un abuso!
Giovan Battista Campisano 10 mesi fa su fb
Se lo stato , i politici,non agevola gli inserimenti dei giovani nel mondo del lavoro, con che futuro possiamo dargli ai giovani, e che futuro anno i pensionati se non ci sono i giovani che pagano???? Basterebbe poco !!!! È normale che i politici non anno interesse loro la paga , le agevolazioni e le pensioni c'è le anno d'oro!!!!!!
Lucrezia Novelli 10 mesi fa su fb
il problema principale è che le persone dell'URC non sono preparate per fare questo lavoro. Prima di tutto dovrebbero avere almeno una conoscenza minima della psicologia umana e si dovrebbe assegnare personale per i vari lavori. Non puoi mettere persone che sono sempre state sedute a quella scrivania magari di 25/30 anni per interagire con persone esperte in un determinato campo oppure con laureati di 60 anni!
Mi Pa 10 mesi fa su fb
Dalle molteplici testimonianze di chi ci è già passato, si può comprendere quanto i programmi occupazionali urc abbiano la stessa reputazione delle cicche sui marciapiedi, mentre per quanto riguarda il sig. 32enne disoccupato vorrei dirgli che può spedire le candidature online o per posta, senza bisogno di girare tutto il Ticino come un satellite. I soldi che si spendono (alla fine paghiamo sempre noi) per corsi occupazionali senza senso potrebbero essere utilizzati per una riqualifica che permetterebbe al disoccupato di reinserirsi nel mondo del lavoro. Gli urc sono rimasti fermi a 20 anni fa quando in disoccupazione ci finivano per lo più chi veramente non voleva lavorare, ora la situazione è cambiata ma evidentemente non vogliono aprire gli occhi.
gmogi 10 mesi fa su tio
A me il lavoro l'urc non l'ha trovato e non lo troverò più perché sono troppo vecchio. Mi avevano fatto fare un corso "quadri" tanto per... che se non mi sbaglio costa 10'000.- franchi a persona....eravamo in 22. Avrei potuto darlo io quel corso, visto che più o meno era quello che facevo prima. Saluti a tutti e speriamo che la barca non si riempia troppo.....
pillola rossa 10 mesi fa su tio
Lo scopo di certe statistiche non è dare un'idea dell'andamento, ma giustificare la validità di certe istituzioni. Chi redige queste statistiche? I responsabili dei PO? Chi decide quanti posti liberare per i PO e per quali periodi? Com'è possibile che certi responsabili di PO che lavorano al cento per cento abbiano altre attività lucrative private? E chi impiegano (magari in nero) per le loro attività private? È normale che un direttore di PO abbia un famigliare stretto nell'URC? E quante volte i PO "cedono" i loro disoccupati ad altri datori di lavoro per 3 giornate di prova, ripetute più volte durante un mese perché il lavoratore non va mai bene? Chi controlla?
L.M1010 10 mesi fa su tio
@pillola rossa vero!!
L.M1010 10 mesi fa su tio
é tutta un mangia mangia dietro, stare ai corsi é farsi umiliare! oltre avere l'umiliazione di non avere un lavoro, addirittura ti sfruttano come animali da circo, trovi un posto di lavoro e poi si mettono d'accordo come sfruttarti a gratis e nel frattempo dietro ci guadaniano entrambi... dalle 7.00 sul cantiere a un ora da casa mia, mi facevano finire alle 19 o anche più tardi a volte.. e sulla pausa pranzo avevo mezz'ora spaccata di pausa.. per un mese così tra promesse di contratto ecc.. ed ero in stage la cosa grave, essendo diplomato.. in più dovevo fare le ricerche di lavoro, e sul cantiere ti spacchi la schiena. in breve ho detto una delle mie tante esperienze in disoccupazione. quindi capisco cosa succede, perché é GRAVISSIMO ciò che ci sta dietro
pillola rossa 10 mesi fa su tio
non riesco a postare
pillola rossa 10 mesi fa su tio
@pillola rossa solo messaggi corti
SosPettOso 10 mesi fa su tio
@pillola rossa Colpa del segno percento?
pillola rossa 10 mesi fa su tio
@SosPettOso Esattamente. Grazie!
Jessi Ca 10 mesi fa su fb
Patrizia Giaffreda 😡
Patrizia Giaffreda 10 mesi fa su fb
Si ho visto é vergognoso ti fanno andare 3 giorni da chiasso a camorino per niente... se lavoro non ce né é inutile che ti fanno un programma occupazionale... tanto il lavoro non te lo trovano ... ridicoli
MDF 10 mesi fa su tio
Si chiamano programmi occupazionali ma dovrebbero chiamarli "LAVORA A GRATIS per gli interessi di qualcun altro". Trovo che questi programmi siano una vera e propria presa... in giro. Effettivamente una persona che svolge un programma occupazionale è un disoccupato che sta lavorando per gli interessi di qualcun altro. Mi starebbe bene il programma occupazionale se nel frattempo non mi scalassero i giorni di indennità (dato che effettivamente sto lavorando...). Inoltre pago l'AD perché nel caso dovessi rimanere senza lavoro ho la possibilità di impiegare tempo ed energie per la ricerca di un nuovo impiego. La verità comunque è che nessuno vuole guardare in faccia la realtà. Anche se la disoccupazione rimane circa "stabile" le persone che beneficiano di assistenza perché hanno terminato le indennità continuano ormai ad aumentare costantemente da diversi anni. Non ho mai sentito che l'URC ha trovato un posto di lavoro a qualcuno. Non hanno alcuna influenza o potere verso le aziende. Il potere di assegnare posti di lavoro è stato ceduto alle agenzie di collocamento le quali fanno i propri interessi $$$ infischiandosene altamente della responsabilità che hanno nei confronti delle persone e della società in generale. Si potrebbe scrivere un romanzo sul sistema marcio che ci ritroviamo, ma dato che la mia pausa è finita... ritorno al lavoro...
Thor61 10 mesi fa su tio
@MDF A questo punto (Opinione personale naturalmente) sarebbe meglio che lo stato si sostituisca alle agenzie interinali per gli iscritti all'URC almeno incassano e magari pagano di più e più a lungo gli stessi disoccupati.
Thor61 10 mesi fa su tio
@MDF Aggiungo ;o)) Basti pensare che lo stato ha dato mandato all'adecco per far lavorare i falsi profughi, la stessa azienda che alcuni anni fa se non ricordo male ha pagato meno tasse del dovuto (Dopo aver discusso / patteggiato con lo stato stesso), in pratica se il pesce puzza dalla testa anche il resto non può essere da meno.
Elsa Stock 10 mesi fa su fb
Sistema vergognoso 😡
Silverio Sargenti 10 mesi fa su fb
Che dire o programmi occupazionali non servono a nulla,i consulenti direi incapaci,ma penso che il tempo per far ricerche la sera o il we si può trovare sono poi 12 ricerche al mese..
Lucrezia Novelli 10 mesi fa su fb
le ricerche vengono assegnate in base al tuo consulente per cui tu puoi averne 12 al mese ma altre persone ne possono avere 30. Secondo, se sei in disoccupazione dovresti saperlo. Le ricerche non puoi farle tutte in un giorno perchè sei penalizzato, ricevi una bella multa dal tuo consulente. Ogni ricerca deve essere spedita e fatta in giorni diversi. Informati meglio onde evitare brutte sorprese
Sofi Dino 10 mesi fa su fb
Cmq..ricerca di lavoro non è stare a casa di sera e spedire cv e 12 l'etere in giro .... lavorare di giorno per la mafia. Tornare stanco e nervoso a casa. Cercare lavoro devi anche girare di giorno, presentarti spontaneamente dove ritieni ci fosse una possibilità anche solo di informarti. Problema vero secondo me è che Collocatori non ti aiutano, perché nessun datore di lavoro non si rivolge più a loro quando ha bisogno di un impiegato , ma alle Agenzie di collocamento private. Cosi prendono persone che pagerano meno .Visto che maggior parte dei disoccupati nelle agenzie private sono frontalieri o stranieri. Agenzie guadagno ,datori di lavoro risparmiano , operai ticinesi senza lavoro e senza guardando ..ma bolete dobbiamo pagare. Chi può ci aiuti !!!!! .. qualcosa deve cambiare
Mi Pa 10 mesi fa su fb
Se sei in disoccupazione senza programmi devi ANCHE fare delle ricerche di persona, ma se sei obbligato a frequentare i POT che ti vedono occupare tutta la giornata tipo dalle 6:00 alle 18:00 (trasferta compresa) é giustificato il fatto di fare solo ricerche scritte (online o posta) e non ti possono penalizzare per questo, lo sanno anche loro. Le ricerche vanno fatte diluite nel mese, esempio il tuo collocatore ti richiede 15 ricerche al mese ne fai minimo una ogni due giorni ecc.. e poi non ci vuole tanto a fare una candidatura scritta, prendi il modello della lettera che usi di solito, cambi il nominativo del destinatario, per preparare una lettera praticamente giá pronta allegando CV ed eventuali diplomi cosa ci vuole? 5-10 minuti al massimo, se poi la invii online ancora meno non devi nemmeno scomodarti ad imbucarla. Comprendo il disagio di dover affrontare dei programmi occupazionali dall'utilitá discutibile, ma non concordo riguardo la lamentela sulla mancanza di tempo per inviare una candidatura...
Lucrezia Novelli 10 mesi fa su fb
Mi Pa è male informata. In primo luogo se devi fare almeno una ricerca al giorno non perdi due minuti perchè se utilizzi sempre internet chiaramente non trovi offerte per posti di lavoro sempre pronte ad attenderti. Secondo, lei è a conoscenza del fatto che non puo' inviare nello stesso mese piu' di una richiesta ad agenzie interinali? Una mia amica ha preso una multa perchè aveva spedito piu' CV (ovviamente per posizioni diverse) a Manpower. Calcolando che il lavoro lo trovi sopratutto nei siti delle agenzie interinali...
Mi Pa 10 mesi fa su fb
Lucrezia Novelli: mai sentito parlare di candidatura spontanea? Le ricerche scritte non per forza devono essere fatte ad agenzie interinali o in risposta ad annunci di lavoro. Qualsiasi impresa ha almeno un recapito postale e/o un indirizzo di posta elettronica, si può scrivere anche se questa non ha pubblicato un'offerta di lavoro, si chiama appunto candidatura spontanea, INFORMATEVI MEGLIO.
Laura Scapozza 10 mesi fa su fb
Le ricerche dal pc non portano a NIENTE se vuoi trovare lavoro devi ANDARE in giro a cercartelo o non ti caga nessuno!e per andare in giro serve del TEMPO sei d'accordo??
mariposa 10 mesi fa su tio
che qualquno (anche in incognito) vada a controllare questi "programmi occupazionali" e si renderà conto che dietro c'è un affare a scapito dei disoccupati. Ho conosciuto diverse persone che me he hanno parlato. C'è da mettersi le mani nei capelli e chiedersi il perchè ed il chì sta permettendo tutto questo. Ci sono persone che vogliono lavorare e spesso queste persone escono da questi programmi demotivate e depresse.
Giovanii 10 mesi fa su tio
non sei mica l'unico con questi problemi.. rivolgiti alla IPT che loro sanno come trovarti un lavoro !!(però lavori gratis) ah ah simpaticoni quelli della IPT. è un periodo del Lella per tutti.. a parte i figli di papà !!
Serfol71 10 mesi fa su tio
Lei è uno di quelli che pensa che essere disoccupato sia una pacchia...?Probabilmente non ha mai vissuto personalmente cosa significa non avere un lavoro...prendere solo "porte in faccia"...venire deriso quando si va a fare la ricerca di persona...e oltretutto ritrovarsi a dover risolvere anche i problemi creati dai vari uffici di collocamento che, invece di aiutare gli utenti, non fanno altro che dare penalità...perche di aiuti concreti non se ne parla....è tutta una "presa per il c... !!!
Pulentaebrasaa 10 mesi fa su tio
Se vuole veramente cercare lavoro, costi quel che costi lo può fare anche la sera o durante i weekend. O pretende di farlo durante gli orari d'ufficio? Troppo comodo.....
Frankeat 10 mesi fa su tio
@Pulentaebrasaa Dalle mie parti negli uffici la sera di solito è tutto buio.
L.M1010 10 mesi fa su tio
@Pulentaebrasaa immaggino non sei mai stato in un corso occupazionale per parlare così! o magari ci lavori pure dentro come responsabile..pensi con la cacchio di crisi che c'è inviare una lettera che sia per posta o posta elettronica allora va bene così?? ahah se si cerca si deve avere TEMPO!! poi se ti presenti di persona hai una possibiltà in più di farti conoscere meglio.. quindi non condivido per niente il tuo commento, pura ignoranza!
gigipippa 10 mesi fa su tio
@Pulentaebrasaa Personalmente la pensavo come te, poi mio malgrado dopo aver lavorato per quasi trent' anni mi son dovuto cercare un nuovo impiego e l`ho anche trovato essendo altamente qualificato. Ho passato tutto l' iter della LADI e ne sono rimasto schifato, una macchina enorme che mantiene un numero imprecisato di persone tra URC, UMA,SECO, fondazioni varie e vari consulenti esterni, troppi che ricoprono la funzione di controllori e controllati allo stesso tempo. Come sempre il cittadino paga ed il disoccupato subisce !
Benji78 10 mesi fa su tio
@Pulentaebrasaa Infatti, secondo me, il problema non è quello di fare le ricerche di lavoro, ma di essere vittime di un sistema che non centra nulla con il reinserimento professionale. Per un 32enne andare alla Caritas di Pollegio o in altri luoghi simili insieme ad asilanti e casi sociali a smontare lavatrici e piantare insalata può essere molto frustrante. Ti invito a provarlo. Ti basterebbero un paio di giorni per capire che di comodo non c'è nulla.
Drullo 10 mesi fa su tio
@Frankeat Bravo
Pulentaebrasaa 10 mesi fa su tio
@Frankeat Le ricerche da casa le può anche fare (internet, lettere, ecc...)!!! Basta averla troppo comoda!
SosPettOso 10 mesi fa su tio
A Pollegio si chiama "piano occupazionale " perché permette a Caritas di dare del lavoro al suo personale che sarebbe difficilmente "impiegabile" in un qualsiasi ambito. Escludendo segretaria e cuoca, i disoccupati e gli asilanti si trovano ad avere a che fare con dei veri e propri aguzzini senza le dovute qualifiche che non si fanno alcuno scrupolo a minacciare ritorsioni (ti segnalo al tuo collocatore). Invece di <strong>aiutare</strong> il disoccupato, il centro Caritas gli da il colpo del KO. La LADI stabilisce che il piano occupazionale dovebbe fornire una formazione/qualifica per facilitare l'inserimento o venir assegnato in previsione di un assunzione (periodo di prova). Caritas non fa ne l'uno ne l'altro... Secondo Montorfani la statistica dice che un terzo dei disoccupati, dopo il piano occupazionale, troverebbe un impiego. In realtà, buona parte di questi viene condannata al piano occupazionale al finire del periodo quadro e dunque esce dalle liste dell'URC perché dopo un simile trattamento perde qualsiasi motivazione.
Sofi Dino 10 mesi fa su fb
Cmq non è giusto obbligare i disoccupati a lavorare nei programmi che hanno inventato per fingere di aiutarli. Troppi Colocatori incapaci non sano fare altro che inserire una persona in un programma che non porterà nessun vantaggio al disocupato. Lo farà solo star peggio di come sta già . Uno si vede togliere ogni mese una parte dello stipendio per la disoccupazione per poter poi usufrire se un giorno neavra bisogno, e poi quando ti presenti alla disoccupazione ti tratano come un pezzo di m....
Lucrezia Novelli 10 mesi fa su fb
i corsi occupazionali non sono fatti per aiutare il disoccupato ma per far lavorare questi centri assurdi dove ti mandano a fare le presine con la macchina da cucire (ho visto uomini maturi e super laureati dover fare queste cose), a tagliare lenzuola per farne straccetti o in falegnameria a costruire cose utili a loro!
JMC 10 mesi fa su tio
In gran parte d'accordo con tip75 e davidi81 1 - i COLLOCATORI non son per nulla competenti. Oltre al controllo della tabella delle ricerche, ad attribuire una qualche penalità e affibbiare programmi ocupazionali (insegnare a scrivere un CV ad una persona che ha finito l'università o mandare una signora di 64 anni a fare corsi di cucina) inutili non fanno. 2 - i PROGRAMMI OCCUPAZIONALI sono inutili e denigranti. A cosa serve a un venditore stare a reciclare del materiale piuttosto che a un impiegato d'ufficio stare a catalogare libri alla Caritas? A cosa serve a un impiegato di commercio seguire un programma occupazionale di pura realtà virtuale (comprare, vendere, contabilizzare, ecc.)?. Perché programmi occupazionali nell'ambito dell' informatica (pacchetto OFFICE, programmi gestionali, programmi di disegno CAD o altri ancora) del perfezionamento delle lingue (lingue nazionali e inglese) piuttosto che aiuti a riqualifiche non sono proposte?? 3 - Purtroppo é sempre più diffusa l'idea che i programmi occupazionali siano dei grandi raggiri di soldi, utili unicamente a dare un'occupazione a un qualche ex disoccupato ( un po come ad alcuni tra i collocatori). FATE QUALCOSA PER SMENTIRE QUESTE IDEE.
JMC 10 mesi fa su tio
@JMC sembra che l'interesse di questi uffici non sia di aiutare a trovare un lavoro, bensi di smotivare il ricercatore per fare in modo che esca dalla disoccupazione
Gianluca C Segreto 10 mesi fa su fb
È pieno di cose che non vanno nell'urc....non mi divulgo oltre perché ci potrei scrivere un libro.....
shooter01 10 mesi fa su tio
La cosa che più MI DISGUSTA, è il fatto che siccome questa persona, come tanti di noi, ha fatto dei sacrifici ed ha una moglie che per aiutare l'economia domestica lavora, non abbia diritto a nessun sussidio, nonostante che le tasse le paga e le avrà pagate anche in passato. In parole povere: non vale proprio la pena di investire in questo paese, in nulla
mats13 10 mesi fa su tio
@shooter01 E il sussidio della disoccupazione cosa è? Se del caso potrà inoltrare domanda di sussidio CM.
navy 10 mesi fa su tio
A l'URC vi sono troppe cose che non vanno. E' ora che la politica metta il naso in quei ambiti e sistemi i malfunzionamenti. Se poi, questi politici, non ci riescono, licenziarli che così toccano con mano e la piantano di fare pronostici e statistiche buone per il cestino dell'immondizia.
Elly Sosa 10 mesi fa su fb
Penso che qualcuno in passato magari ne ha approfittato e noi stiamo pagando le conseguenze, sono mamma di due bambini uno ancora allattante e mi inseriscono al 100% in questi programmi, percepisco già 80% di quel che era il mio salario e poi devo anche pagare la cura dei mie bambini al 100%, con queste misure si rischia di cadera in un bucco finanziario senza speranze di uscirne!!
Barbara Gomes Salgueiro 10 mesi fa su fb
A successo anche a me era 50% m'è hanno messa 100% alla caritas di preganssona pure all' mio marito dopo con la bimba in una Tata delle 7 all' 17h mi hanno rovinato la vitta !
Lucrezia Novelli 10 mesi fa su fb
lo fanno con tutte, non c'è speranza
tip75 10 mesi fa su tio
il signor Montorfani farebbe bene a fare la trafila che fanno fare a persone che hanno perso il lavoro e a vedere coi suoi occhi come vieni trattato, come un ladro pezzente da due ignorantelli che hanno un lavoro solo perchè gliel'hanno inventato al cantone. a parte i casi di abuso che non sono la massa, gli altri meritano rispetto, il collocatore non ha le qualitÀ CHE DOVREBBE AVERE, anzi si comporta come il padreterno...ha ragione davidi81: MAFIOSI
davidi81 10 mesi fa su tio
sono dei mafiosi ci sono sotto sicuramente molti soldi sotto a questi inutili programmi occupazionali...l'URC non sostiene più le persone a cercare un lavoro,si limitano a far fare programmi occupazionali cercando di rempire gli spazi vuoti che hanno e infischiandosene dell disoccupato...sarebbe meglio aver diritto a meno indennità ma senza questi programmi utili solo a ungere(e mi piacerebbe sapere quanto prendono le associazioni per ogni persona)il sistema..MAFIOSI
Thor61 10 mesi fa su tio
@davidi81 Basti pensare che lo stato ha dato mandato all'adecco per far lavorare i falsi profughi, la stessa azienda che alcuni anni fa se non ricordo male ha pagato meno tasse del dovuto (Dopo aver discusso / patteggiato con lo stato stesso), in pratica se il pesce puzza dalla testa anche il resto non può essere da meno. Inoltre in questo modo l'URC / stato risparmiano sui disoccupati (E scusa se è poco!!!) e non andrebbero diminuite, ma al contrario AUMENTATE, perchè a furia di diminuire rischia la sparizione. A questo punto (Opinione personale naturalmente) sarebbe meglio che lo stato si sostituisca alle agenzie interinali per gli iscritti all'URC almeno incassano e magari pagano di più e più a lungo gli stessi disoccupati.
davidi81 10 mesi fa su tio
@Thor61 il discorso delle agenzie interinali è un'altro scandalo che dopo il frontalierato rappresenta un'altra piaga triste del nostro cantone
Karmen Goy 10 mesi fa su fb
È dura,,,
Suggestioni Acca 10 mesi fa su fb
....la cosa peggiore del piano occupazionale e che il programma occupazionale non viene riconosciuto come lavoro .... Personalmente preferisco rinunciare a un mio diritto che subire dal sistema....
Sofi Dino 10 mesi fa su fb
Esatto
Cristina Enrica Bodrato 10 mesi fa su fb
Beh obbligare uno a farsi 100 km X andare a lavorare X la Caritas non mi sembra né un incentivo né un modo X inserirlo nuovamente nel mondo del lavoro... Gli facessero fare corsi X imparare un altro mestiere, o pratica in un altro settore magari potrebbe tornargli utile...
Stefania Serranti 10 mesi fa su fb
Non è di sicuro grazie ai programmi occupazionali che si trova lavoro!ne sono l'esempio vivente!mi hanno mandata a Bioggio;imparare il traforo, fare ricerche di lavoro e pure stirare i tovaglioli!...senza contare le m.......e che bisogna subire durante le ore d' incontri in aula!...il posto al 50% me lo sono trovata da sola!
Lourmarin 10 mesi fa su tio
Effettivamente è assai assurdo che un piano occupazionale non permetta di avere il tempo per fare delle ricerche di lavoro. Sono in molti a lamentarsi per questa situazione. E questo è un problema che va risolto anche perché influenza assai il morale. Anche perché spesso i piani occupazionali poco o nulla hanno a che vedere col passato professionale della persona. Non regge invece la lamentela per la trasferta. Primo coi trasporti pubblici da Tenero/Contra a Pollegio ci si impiega meno di due ore. Basta verificare sul sito FFS. Secondo molte persone dalla Leventina o da Blenio si spostano tutti i giorni fino a Lugano o Mendrisio per lavoro. E ci impiegano un tempo simile. Oggi purtroppo fare il pendolare è una realtà. Terzo il giorno in cui questa persona troverà del lavoro e lo troverà a Airolo o a Mendrisio non lo accetterà perché dovrà spendere troppo tempo per raggiungerlo? Siamo un po' realisti dai.
SosPettOso 10 mesi fa su tio
@Lourmarin Per <strong>un lavoro</strong> questi sacrifici si fanno. Un piano occupazionale però non è un lavoro ma un vero e proprio ostacolo per chi un lavoro lo sta cercando. Presso Caritas entra in gioco anche il comportamento vessatorio degli "operatori". Oltre il danno anche la beffa.
MDF 10 mesi fa su tio
@Lourmarin Il giorno in cui troverà posto di lavoro ad Airolo o Mendrisio lo accetterà molto volentieri perché sarà il suo posto di lavoro! Guarda che non voler farsi prendere per il ... non vuol dire essere fannulloni. Una persona non deve ritagliarsi lo spazio per cercare il posto di lavoro perché nel frattempo sta lavorando per qualcun altro. Se caso dovrebbe essere il contrario: prima cerco il posto di lavoro e se mi avanza tempo ed energie lo dedico a terzi...
Federica Tabacchi Maiolo 10 mesi fa su fb
Sarebbe meglio spendere soldi in riqualifica più tosto che in programmi occupazionali!
Federica Tabacchi Maiolo 10 mesi fa su fb
Non solo riqualifica ma anche qualifiche per chi non ha avuto opportunità , date VERAMENTE una mano alla gente che vuole lavorare!
Alan Lux 10 mesi fa su fb
In Grigioni è pure peggio!!!
Lauren Costa 10 mesi fa su fb
Come fa un paese come la Svizzera ad accettare tutto questo? Parlo del Ticino in questo caso! Dove il frontaliero lavora e l'indigeno è disoccupato?
Giovanna De Monte 10 mesi fa su fb
Durante un piano occupazionale il tempo c'è per fare le ricerche. Il programma occupazionale non serve a trovare lavoro ma a tenere attiva la persona. Come donna non mi posso lamentare ma agli uomini fanno fare lavori pesantissimi in condizioni spesso fuori di testa. Questo è vero sfruttamento della persona! Non ha niente a che fare però con le ricerche.
Lucrezia Novelli 10 mesi fa su fb
ha letto l'articolo? in ogni caso ci sono anche persone laureate che mandano a fare i falegnami o a cucire e a sorbirsi discorsetti del classico ragazzino che vuole fare lo psicologo (quello che dovrebbe essere il tuo orientatore) oppure devi stare ad ascoltare le tecniche di vendita da persone che non hanno mai venduto neanche una mela quando tu hai anni d'esperienza e puoi solo insegnare a loro! Senza contare che a fare gli orientatori ci sono anche frontalieri! (questa è la cosa peggiore)
Giovanna De Monte 10 mesi fa su fb
Certo che l'ho letto. Ho fatto tutti i corsi che si possano fare, tris ecap, anche quello che dice lei per la vendita a Bellinzona. 4 mesi alla Caritas...Utili? Per alcune persone certamente. Nel mio caso no. Ma l'articolo parla del fatto di non avere tempo per fare ricerca. E non è assolutamente vero.
Giovanna De Monte 10 mesi fa su fb
Lucrezia, orientatori? Intendi consulenti?
Lucrezia Novelli 10 mesi fa su fb
Giovanna De Monte no intendo orientatori quando sei a fare i corsi occupazionali. Il consulente è una cosa l'orientatore è un'altra
Sandro Zala 10 mesi fa su fb
Gli uffici di collocamento prediligano le ricerche via e-mail o scritte.
Anide Ciric 10 mesi fa su fb
Gli uffici di collocamento trovano lavoro solo agli amici e parenti dei consulenti che ci lavorano.....altrimenti sono solo lì per sorvegliare e non servono a nulla. I soldi che ricevono loro potrebbero essere usati per far fare corsi di lingue o informatica alle persone in disoccupazione. In Svizzera non siamo organizzati per nulla ....si parlano 3 lingue e fare scambi tra i cantoni per apprendere altre lingue sembra un miraggio. Sono una gruppo di fannulloni con zero idee.
Raffaele Pellegrino 10 mesi fa su fb
Il caro Sig. Montorfani, è inutile che faccia certe affermazioni. Se denunci qualcosa al consulente o all'ufficio delle misure attive rischi che poi ti prendano di mira e ti diano penalizzazioni, vissuto sulla mia pelle. Trovare lavoro grazie ai programmi occupazionali ? Come no...se ti mettessero a fare qualcosa di concreto forse si, ma purtroppo ti mettono dove fa comodo a loro. Caro Montorfani visto che parla di cifre le pubblichi nero su bianco...
Geppo Geppi 10 mesi fa su fb
Comprendo Raffaele, la mafia funziona così va a simpatie non per merito infatti...guardati intorno. La metà di quella zavorra andrebbe dimezzata non servono a una pippa sono solo un costo
Giancarlo Schraner 10 mesi fa su fb
L'ho vissuto anch'io.
Ramon Colombrino 10 mesi fa su fb
Sono del parere che volere é potere, dedicare al giorno una mezz'ora per cercare lavoro su internet non sia un dramma sopratutto se per recarti al lavoro occupazionale si usano i mezzi pubblici. Però svolgere un piano occupazionale non debba essere per un disoccupato una sorta di schiavitù. Ripeterò fino alla morte, finché le ditte assumeranno frontalieri il ticino sarà sempre poi povero e casi analoghi a quello di Andrea saranno sempre più frequenti.
Gianluca C Segreto 10 mesi fa su fb
Certo dipende dove devi andare... a me volevano assegnarmi a rancate, al(50%) io avevo già detto che per farlo il mio unico modo era usare la mia auto, ma loro come sempre fanno che non mi rimborsano... beh alla fine quando hanno visto che con i loro sistemi io sarei stato solo 15 minuti al pot mi hanno tenuto a lugano... sono ridicoli...
Maria Ecsedi 10 mesi fa su fb
È con le umiliazioni come la mettiamo, o fanno parte del programma, ormai sei in una situazione delicata e sensibile e dopo un incontro con loro ti senti è ti fanno sentire una nullità. Hanno mai pensato che qualcuno può anche fare gesti estremi, allora si che prenderanno provvedimenti. Mi domando se questi persone forse non tutti dormono bene, tranquilli e si domandano alla fine giornata,, oggi si sono contento di me '' Basta poco anche una bella parola.
Sofi Dino 10 mesi fa su fb
Esatto, bisognerebbe rifiutare tutti quanti questa situazione. Ma organizzarsi bene, dove sono i sindacati che paghiamo???? Fare qualcosa si può di sicuro. Difendere un diritto alla disoccupazione !!!
bananajoe 10 mesi fa su tio
Scusatemi, ma credo sia capitato a tutti almenno una volta di lavorare con un contratto in scadenza e dover cercare nel frattempo un lavoro. Non capisco... sono 3 lettere a settimana...
daniele77 10 mesi fa su tio
@bananajoe tre lettera a settimana il minimo richiesto da URC, ma se vuoi trovare lavoro sono molte di più, oltre che girare i potenziali datori di lavoro, cercare su giornali, siti, ecc. effettivamente cercare lavoro (difficile da trovare) se stai facendo altro "tanto per farti fare qualcosa" è dura.
L.M1010 10 mesi fa su tio
@bananajoe in passato inviavi una lettera ed eri subito preso.. ma come si può pretendere di stare occupati 8 ore più il viaggio ecc e cercare lavoro? bisogna andare sul posto, che ti fai già conoscere.. ci vuole tempo per fare queste cose.. altro che corsi occupazionali (che sono a una mafiata, e credimi se ci entri dentro ti accorgi i motivi).
bananajoe 10 mesi fa su tio
@L.M1010 Direi proprio il contrario, in passato potevi recarti sul posto a chiedere lavoro ed i furbetti poi richiedevano già il timbro sul famoso foglio della disoccupazione. Sai quanta gente ho visto passare dove lavoravo a chiedere semplicemente "assumete nuovo personale?" senza neppure avere le qualifiche e poi pretendere il timbro? Oggigiorno bisogna documentare la propria ricerca di lavoro quindi questo modus operandi non viene più accettato. Poi che ognuno faccia come vuole!
L.M1010 10 mesi fa su tio
@bananajoe non credo proprio.. per esperienza lo dico. Poi tornando al commento iniziale che hai fatto, si capisce che non hai mai fatto un corso occupazionale.. altro che tre lettere a settimana.
bananajoe 10 mesi fa su tio
@daniele77 Non si girano i potenziali datori di lavoro, si scrive!! Appunto si cerca su giornali e siti internet quindi da casa si può fare tutto, però forse per qualcuno questo non è possibile, per me lo è stato!
Fabio Ambrosini 10 mesi fa su fb
Piani occupazionali = caritas...bella roba..la mafia istituzionalizzata..
Sken Thredson 10 mesi fa su fb
Fortunati quelli assegnati alla caritas... Nel mio programma occupazionale si facevano presine per il forno con la macchina da cucire e porta frutta con il filo di ferro...
Lucrezia Novelli 10 mesi fa su fb
Sken Thredson anche nel mio, oppure dovevi mettere le pile negli orologi da parete. Cose assurde, poi chiedevi di fare un corso di tedesco intensivo per rinfrescarlo (visto che sono anni che non lo parlo piu') anche a mie spese e ti rispondevano di no perchè devevi frequentare il corso occupazionale! Certo, ho finito di studiare a 23 anni ho 30 anni d'esperienza lavorativa e secondo loro il corso occupazionale è basilare...
Potrebbe interessarti anche ... (beta)
Tags
situazione
ricerche
tempo
andrea
programma
lavoro
programma occupazionale
casa
due ore
tenero
Copyright © 1997-2017 Ticinonline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - POLICY - COMPANY PAGES - ENERGIA SOLARE

Ultimo aggiornamento: 2017-12-13 00:56:18 | 91.208.130.86