archivio TiPress
BERNA
06.07.2017 - 15:280

Alcolici venduti ai minori, la situazione è preoccupante

Svolti 8500 test d'acquisto. In un terzo dei casi si sono registrate vendite anche se gli acquirenti non avevano raggiunto il limite di età legale

BERNA - In Svizzera la vendita di bevande alcoliche ai minori resta un problema. Nel 2016 sono stati effettuati circa 8500 test d'acquisto: nel 32% dei casi si sono registrate vendite anche se gli acquirenti non avevano raggiunto il limite di età legale.

Il dato equivale a un aumento di 3 punti percentuali rispetto all'anno precedente, si legge in un comunicato odierno della Regìa federale degli alcool. La crescita dovrebbe essere comunque riconducibile al fatto che i test sono stati effettuati in luoghi diversi rispetto al passato.

La vendita di birra e vino ai minori di 16 anni nonché di superalcolici ai minori di 18 anni è vietata dalla legge, ricorda la nota. Tuttavia questo divieto viene spesso aggirato. Oltre al passaggio dal 29% al 32% di vendite illecite, rispetto al 2015 è anche aumentato il numero di test effettuati: da 8114 a 8496, precisa la nota. Si tratta della quantità più elevata dall'introduzione di questa misura nel 2000.

Molti test sono stati effettuati presso bar, eventi o feste nonché in chioschi, ovvero luoghi dove da sempre avvengono molte vendite illecite, sottolinea la Regìa federale. Le percentuali di abuso registrate ammontano rispettivamente al 54%, al 44% e al 43%. Diverse sono le percentuali constatate presso take-away (32%), distributori all'ingrosso (33%) e commercianti al dettaglio (35%). Il miglior risultato è stato ancora una volta conseguito dai negozi delle stazioni di servizio (18%).

Dalla valutazione dei test è inoltre emerso che più l'età degli acquirenti test era vicina al limite legale, più era alta la percentuale delle vendite illecite di bevande alcoliche.

Lo scopo della misura è soprattutto prevenire e sensibilizzare il personale sulla tematica. I risultati non sono comunque ammessi come mezzi di prova in caso di una procedura penale. Sono tuttavia possibili sanzioni amministrative, come la revoca della patente.

Commenti
 
Danylee 6 mesi fa su tio
Mai nessun minorenne ha avuto problemi d'acquisto di alcolici, specialmente alle stazioni di benzina. Ma il problema sta nell'abuso di questi. Una volta può forse succedere, ma la seconda non ci sta.... Dopo l'esperienze più meno o belle, ci va di rientrare o no......per me si
Kevlar 6 mesi fa su tio
Mai avuto problemi ad avere accesso agli alcoolici, ma dato che i miei genitori mi hanno dato un'educazione spiegando bene pregi e difetti dell'alcool, non era un problema. Quando l'alcool diventa uno stupefacente oppure un hobby o una via di fuga da una vita disastrata (per vari motivi) non va proibito l'alcool ma vanno risolti i problemi che ne causano la dipendenza per i giovani, o anche solo semplicemente il loro consumo smodato. Risolti quei problemi l'emergenza rientra da sola. È come quando volevano costruire delle reti anti suicidio sulla diga... invece che chinarsi sul perchè la gente si suicida...
sedelin 6 mesi fa su tio
@Kevlar esatto!
Lore62 6 mesi fa su tio
@Kevlar Non potevi scrivere meglio di così! Bravo! ;-)
maocr 6 mesi fa su tio
@Kevlar Non posso che concordare. Ma lo stato lo sa?
sedelin 6 mesi fa su tio
inoltre ci sono 16enni che mandano l'amico/a 18enne ad acquistare per loro. grande problema!
curzio 6 mesi fa su tio
@sedelin Il problema è che la legge dice che è vietata la VENDITA di bevande alcoliche ai minori di 18 anni. La soluzione sarebbe quella di modificare la legge e sostituire il termine "VENDITA" con "CONSEGNA" o "MESSA A DISPOSIZIONE" . In questo modo, il maggiorenne che procura, consegna o mette a disposizione degli alcolici a dei minorenni si renderebbe di fatto punibile.
maocr 6 mesi fa su tio
@curzio Ottima soluzione , ma chi spaccia gli alcoolici e la regia statale sarà daccordo??
curzio 6 mesi fa su tio
@maocr La regia dell'alcol è competente per incassare la tassa sugli alcolici presso i produttori. Alla regia dell'alcol non gliene frega niente se l'alcol viene bevuto o usato per pulire i vetri. e chi "spaccia" (immagino, intendessi i negozi, i rivenditori) possono essere d'accordo o no, non è importante. Essi devono semplicemente attenersi alle leggi in vigore.
GI 6 mesi fa su tio
Inquietante.....soprattutto anche il fatto che, molto spesso, siano gli adulti a rifornire i giovani....
Potrebbe interessarti anche
Tags
test
vendite
rispetto
limite
stati effettuati
vendite illecite
acquirenti
Copyright © 1997-2018 Ticinonline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - POLICY - COMPANY PAGES - ENERGIA SOLARE

Ultimo aggiornamento: 2018-01-19 08:13:27 | 91.208.130.87