ITALIA
18.10.2017 - 09:290

Elio e le Storie Tese si sciolgono: «Ormai siamo antiquariato»

L'annuncio è stato dato ieri sera a Le Iene, a dicembre l'ultimo concertone, Elio: «Noi fuori dal tempo, non vogliamo rischiare di finire in tristezza»

MILANO - Sono giunte le ultime (mono) note per il mitico complessino milanese Elio e le Storie Tese. Stando a un'intervista tripla a Le Iene di ieri sera, tre dei pilastri della band - Elio, il chitarrista Cesareo e il bassista Faso - hanno confermato la fine del loro demenziale progetto musicale iniziato in quel di Milano nei roboanti anni '80.

La conferma è arrivata nella giornata di oggi anche sulle pagine de Il Messaggero che ha intervistato lo stesso Elio che ha dichiarato: «Ormai siamo antiquariato e vogliamo fare altro... Siamo gente che suona bene dal vivo in un mondo di giovani che vogliono solo youtuber, blogger, follower. Ma, soprattutto, non vogliamo finire come i Ramones. Al loro ultimo concerto provai una tristezza infinita. Non erano più loro e non voglio arrivare a quel punto».

In casa Elii, comunque, da un po' di tempo era chiaro che l'aria non fosse più la stessa. Prima la rinuncia, inizialmente sotto silenzio e poi apertamente dichiarata (a Storie alla Rsi), di Rocco Tanica che ha ceduto le sue "pianole" ormai da tempo (almeno nei live). Poi anche una bizzarra e inaspettata mini-diserzione di Faso questa estate. L'ultimo disco, "Figgatta de Blanc", sebbene suonato sempre benissimo non aveva convinto pienamente.

La voglia, condivisa da tutti i membri della band, è quella di «dedicarsi ad altro», come spiega Elio da sempre impegnato in diversi progetti televisivi e teatrali. Ultimo fra i quali "Spamalot" (che nel 2018 arriverà anche in Ticino, la prevendita è su biglietteria.ch) con il quale Elio e Rocco Tanica ripropongono il musical tratto dalla pelliccola-culto dei Monty Python: «Sono pazzo dei Monty Python», ha spiegato il cantante a Il Messaggero, «E, in questo caso, sono tranquillo della qualità dell’adattamento italiano, perché a farlo è stato proprio Rocco».

Nati, come già scritto sopra, nel capoluogo meneghino negli anni '80 gli Elio e le Storie Tese sono rapidamente diventati un punto di riferimento della scena underground nel Nord Italia unendo testi goliardici a grandi capacità tecnico-musicali. Dopo tantissima gavetta il balzo verso la grande popolarità è passato prima dallo Zelig (il locale milanese di cabaret) poi con le collaborazioni con Claudio Bisio, la Gialappa's e Mai Dire Gol e, infine, con il trionfale secondo posto a Sanremo nel 1996. Nel 1998 la band ha perso, a causa di un'aneurisma, il sassofonista e polistrumentista Feiez.

Con il Ticino la band coltiva da lungo tempo un rapporto particolare avendo suonato, sin dai suoi esordi, diversi live.

Per salutare i (molti) fan Elio & co. terranno un ultimo concertone il 19 dicembre al Filaforum di Milano. Nel frattempo venerdì 20 ottobre uscirà l'ultimo singolo della band, "Licantropo vegano".

Commenti
 
Vhpd 3 mesi fa su tio
NOOOOOOOOOOOOOOOOO!!!!!
Potrebbe interessarti anche
Tags
elio
storie
band
storie tese
tese
elio storie tese
elio storie
tempo
antiquariato
iene
Copyright © 1997-2018 Ticinonline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - POLICY - COMPANY PAGES - ENERGIA SOLARE

Ultimo aggiornamento: 2018-01-22 09:25:26 | 91.208.130.86