SEGNALACI mobile report
focus
SUPSI
11.10.2016 - 06:000

Fisioterapista: una professione in continua evoluzione

A colloquio con Sonja Burri, diplomata Bachelor in Fisioterapia presso la sede di Landquart e vincitrice del Premio ThalenThesis 2015

 

Chi sei?

Sono Sonja Burri, ho 25 anni e vengo dal Canton Berna. Lo scorso anno ho terminato il Bachelor of Science in Fisioterapia presso la sede SUPSI di Landquart.

Quale tema hai trattato nella tua tesi di laurea?

Attraverso il mio lavoro di tesi ho voluto indagare l’effettività dell’impiego dell’ultrasuono nel trattamento dei trigger points miofasciali (disfunzioni Neuro-Muscolari che causano dolore continuo). Si tratta di un fenomeno ricorrente che colpisce molti pazienti, e la cura attraverso l’ultrasuono si rivela una forma di terapia non invasiva, indolore, e accessibile per molti terapisti/e.

Cosa rappresenta per te il talento?

Il talento è un’attitudine. Una serie di capacità straordinarie e fuori dal comune che si realizzano spontaneamente e senza particolari sforzi, in diversi ambiti (emozionale, intellettuale, fisico, ecc.).

Cosa apprezzi di più della professione di fisioterapista?

Mediante interventi fisioterapici posso aiutare le persone a “funzionare” bene, attraverso infiniti approcci. Questo, insieme al fatto che ogni persona è diversa e reagisce in modo individuale, fa sì che un/una fisioterapista non finisca mai di imparare.

Sogni per il futuro?

Dal punto di vista professionale ambisco ad accumulare diverse esperienze lavorative, e parallelamente affinare la mia formazione con un Master. Dal punto di vista personale sogno un viaggio in giro per il mondo, desiderio dettato dalla mia passione per culture diverse.

Copyright © 1997-2018 Ticinonline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - POLICY - COMPANY PAGES - ENERGIA SOLARE

Ultimo aggiornamento: 2018-01-22 01:22:43 | 91.208.130.86