SEGNALACI mobile report
focus
LA TECNICA
03.02.2017 - 12:000

Deep skin resurfacing: più giovani, senza dolore

L’abbinamento del laser a CO2 e del plasma arricchito consente di ottenere ottimi risultati

 

Si chiama deep skin resurfacing ed è una nuova tecnica di bellezza che promette di rendere la pelle più luminosa ed elastica, accentuando l’effetto di ringiovanimento ma al tempo stesso senza minare la naturalezza del volto.

Alla base di questo processo c’è l’abbinamento tra il laser a CO2 e l’utilizzo del PRP, ovvero del plasma arricchito in piastrine e fattori di crescita concentrati, da ottenere attraverso un prelievo di sangue della paziente. L’utilizzo di queste tecniche, in particolare della seconda, permette di applicare il deep skin resurfacing a qualunque tipo di pelle.

Il laser a CO2 frazionato ultrapulsato consente di ripulire la cute dagli strati superficiali senza dolore, solo attraverso un lieve arrossamento, che verrà poi ridotto grazie all’utilizzo dei fattori di crescita. Questi elementi penetrano nei microfori creati dal laser e avviano un processo di riproduzione di collagene ed elastina che contribuisce a ringiovanire la pelle.   

Visita Caracalla 

 

Copyright © 1997-2018 Ticinonline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - POLICY - COMPANY PAGES - ENERGIA SOLARE

Ultimo aggiornamento: 2018-01-18 18:56:15 | 91.208.130.87