keystone
BELGIO
07.11.2017 - 20:060

«La Spagna è uno Stato che fa paura»

Da Bruxelles, il deposto leader catalano ha parlato di «fascismo» e «colpo di Stato»

BRUXELLES - La Spagna «è uno Stato che fa paura». Lo ha detto il presidente deposto catalano Carles Puigdemont parlando di «fascismo» e di «colpo di Stato contro un governo legittimo».

Puigdemont ha anche denunciato che «i nostri colleghi in carcere sono stati maltrattati, la Spagna dovrà risponderne». Puigdemont è stato acclamato dai 200 sindaci indipendentisti riuniti a Bruxelles.

«Vogliamo costruire un nuovo Paese dove non avremo paura di parlare - ha detto ancora Puigdemont - non rinunceremo mai a questo ideale, è l'unico modo in cui una nazione come la Catalogna può essere e avere un futuro».

Il leader catalano ha quindi invitato le istituzioni europee «a rispettare il risultato» che uscirà dalle urne il 21 dicembre. «Juncker e Tajani - ha aggiunto - è questa l'Europa che volete? Continuerete ad aiutare Rajoy in questo colpo di Stato?».

Presenti in prima fila al centro culturale Bozar anche diversi membri del partito nazionalista fiammingo N-Va, che Puigdemont ha ringraziato pubblicamente per il sostegno. Alla fine del suo discorso, punteggiato da applausi e acclamazioni, tutta la sala si è alzata in piedi per cantare a squarciagola l'inno catalano

1 settimana fa Puigdemont: «Ricorrerò alle corti internazionali»
Commenti
 
lo spiaggiato 1 settimana fa su tio
La Spagna fa paura?... ai delinquenti come lui!... :-))))
tip75 1 settimana fa su tio
poi criticavano Erdogan....non mi sembra che siamo poi così lontani: o fai come dico io o fai come dico io...wow
Danny50 1 settimana fa su tio
Prima si prostra all’UE, poi fa l’offeso. Coerenza rossa ?
MIM 1 settimana fa su tio
@Danny50 Non si è mai prostrato all'UE... dove l'hai letto?
Danny50 1 settimana fa su tio
@MIM Non l’ho letto, si evince dal suo comportamento, attaccandosi alla mammella UE, andando a Bruxelles, mettendosi a disposizione della giustizia belga, accettando l’indifferenza e l’omertà che l’UE garantisce a Rajoy. Inoltre nel suo discorso di secessione auspica di rimanere nell’Ue e nell’euro, ammettendo così la necessità vitale che lo “stato” Catalogna sia incluso in un sovrastato (Ue) perché non vuole veramente l’indipendenza, vuole uscire dallo stato spagnolo e basta.
MIM 1 settimana fa su tio
@Danny50 No, è fuggito per non essere arrestato da un regime totalitario. Non è andato a Bruxelles ma in Belgio, un paese che si considera democratico. E' chiaro che la Catalogna chieda, in caso di secessione, di avviare trattative con l'UE; mi sembra ovvio. La tua conclusione mi piace: vuole la secessione dalla Spagna. Lo dice e lo ripete sempre, non vedo dove sia la novità. 111 sindaci catalani sono a Bruxelles per rendergli onore; da stamattina la Catalunya è bloccata )stradi e treni? per uno sciopero generale contro Madrid (perché certe notizie non vengono date, in paesi che si autocelebrano per la loro libertà di espressione e stampa?); a dicembre ci saranno nuove elezioni in Catalunya ed è verosimile che vinceranno di nuovo gli indipendentisti. Cosa farà allora Bruxelles e Madrid?
Zico 1 settimana fa su tio
@Danny50 veramente è andato in Belgio in quanto questa nazione NON garantisce l'estradizione verso altri paesi UE. quindi potrà meglio difendersi dagli attacchi spropositati del governo centrale di Madrid.
Potrebbe interessarti anche ... (beta)
Tags
stato
puigdemont
spagna
paura
colpo
bruxelles
fa paura
colpo stato
Copyright © 1997-2017 Ticinonline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - POLICY - COMPANY PAGES - ENERGIA SOLARE

Ultimo aggiornamento: 2017-11-17 18:42:45 | 91.208.130.86