20 minutes
SIRIA
17.07.2017 - 16:000

La guerra in Siria ha ucciso più di 18’000 bambini

Oltre 330’000 persone morte, tra cui circa 100’000 civili sono stati uccisi dall’inizio della guerra in Siria nel 2011, secondo l’Osservatorio siriano per i diritti umani (OSDH)

DAMASCO - «Nel periodo cominciato il 15 marzo 2011 e terminato il 15 luglio 2017, l’Osservatorio ha verificato la morte di 331’765 persone in territorio siriano, 99’617 civili», ha detto il suo direttore Rami Abdel Rahmane. Tra i civili uccisi figurano «18’243 bambini e 11’4274 donne» ha aggiunto. L’ultimo bilancio dell’OSDH, pubblicato il 13 marzo, aveva il conteggio di vittime a 320’000 persone, tra cui 96’000 civili. Secondo la stessa fonte, 116’774 membri o sostenitori delle forze del regime siriano sono stati uccisi, tra cui 61’808 soldati siriani e 1’480 membri dell’Hezbollah libanesi.

Inoltre, circa 57’000 combattenti delle fazioni ribelli e le forze democratiche siriane (SDS) - un’alleanza arabo-curda sostenuta da Washington - sono state uccise. Tra i morti sono più di 58’000 i combattenti dell’ex ramo di Al Qaeda, il gruppo jihadista dello Stato Islamico (EI) e di altri gruppi di combattenti stranieri. Innescato nel marzo 2011 con le proteste pacifiche contro il regime del presidente siriano Bashar al-Assad, il conflitto siriano si è trasformato in una guerra sanguinosa che ha anche causato una distruzione massiccia e lo sfollamento di oltre la metà della popolazione.

 

 

Potrebbe interessarti anche ... (beta)
Tags
guerra
siria
bambini
marzo
Copyright © 1997-2017 Ticinonline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - POLICY - COMPANY PAGES - ENERGIA SOLARE

Ultimo aggiornamento: 2017-11-21 16:57:20 | 91.208.130.87