Oggi in Estero
News
NOTIZIA FLASH 
Trasmissione Live 

AFGHANISTAN

12/10/2017 - 17:24

Rilasciata la famiglia nordamericana rapita nel 2012

Joshua Boyle e la moglie Caitlan Coleman avrebbero avuto tre figli durante la prigionia

Keystone / AP
0
0

KABUL - Una famiglia nordamericana (marito, moglie e tre figli) catturata nel 2012 da un gruppo radicale vicino ai talebani è stata liberata nel corso di un'operazione di salvataggio compiuta da forze dell'esercito pakistano ma coordinata da uomini dell'intelligence statunitense. Si tratta del canadese Joshua Boyle e della moglie Caitlan Coleman, statunitense. I due stavano compiendo un viaggio in una regione considerata altamente a rischio proprio per la forte presenza delle milizie radicali.

La donna era incinta di sette mesi al momento del rapimento, e avrebbe partorito complessivamente tre volte durante il periodo di prigionia.

Un video della coppia, diffuso dalle milizie talebane alla fine dello scorso anno, li mostrava insieme a due dei tre figli (il terzo non era ancora nato) ed era uno straziante appello alla liberazione. La famiglia ora si trova in Pakistan, dove è stata affidata a funzionari dell'ambasciata statunitense.

Gli esperti d'intelligence di Canada e Stati Uniti stanno esaminando il filmato e le frasi (in buona parte accuse nei confronti dei due governi) pronunciate dall'uomo e dalla donna.

Boyle non vuole lasciare il Pakistan - Boyle ha rifiutato di imbarcarsi sul C-130 dei militari Usa per lasciare il Paese. Lo riferisce la Cnn. Non è chiaro quali siano le motivazioni per il rifiuto, ma dalle prime ricostruzioni dei media l'uomo potrebbe essere preoccupato per possibili ripercussioni legali al suo rientro legate ad un precedente matrimonio.


Copyright © 1997-2017 Ticinonline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - POLICY - COMPANY PAGES - ENERGIA SOLARE

Ultimo aggiornamento: 02:54:43 | 91.208.130.55
Tutte le notizie in Estero del 22/10/2017 - 0 Notizie